Gran Guglia Canali NE e N

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Ok a Bout du Col
quota neve m. :: 1900
Per info, siccome già relazionato gita al Baraccone di San Giacomo.
Si calzano gli sci poco prima dell'Entrangolou, il traverso cambia rapidamente (da mercoledì a oggi trovato totalmente diverso, passaggio fastidioso) ma è ancora tranquillamente superabile, andando prima al Baraccone non ho risalito il canale (ma amici trovati poi al colletto dicono ottime condizioni nel canale di sx, si sale fino oltre metà in sci poi a piedi su neve sfondosa. il dx è svalangato e sembra meno bello).
Discesa iniziata alle 10.40, dal colletto a ingresso canale ottima moquette, nel canale mi sono sempre tenuto più a destra possibile perchè verso sinistra prende sole e iniziava già a mollare troppo per i miei gusti comunque ottima sciata! Se dove allarga si prende velocità si riesce a risalire il dosso in modo da arrivare all'Entrangolou senza spingere. In ogni caso anche il canale più a sinistra scendendo (quello che di solito si scende facendo il canale dx della Gran Guglia) guardandolo da sotto e da Bout du Col sembra collegato ma non ho certezza.
Si arriva al fondo dell'Entrangolou su neve poi mezz'ora di portage.
Se tiene così è ancora buona per un po' di giorni ma la neve scende a vista d'occhio... con la prevista pioggia può aumentare lo spallaggio!

All'imbocco del canale
Parte alta

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: parcheggiato all'ultimo tornante prima di arrivare alla malga
quota neve m. :: 2000
Inizialmente nuvoloso, poi mentre salivo il cielo è diventato tutto azzurro. Portage fino a dopo il lago, quando il sentiero si impenna un po' si possono già calzare gli attrezzi. Tutti e due i canali abbastanza svalangati. Salito dal canale di sinistra, salito in punta, sceso al rifugio lago verde, risalito al colletto sopra ai canali e poi sceso verso la macchina.
Non sono sceso da uno dei canali che erano appunto quasi tutti svalangati, ma da dietro, in una moquette fantastica, andando a incrociare la discesa che arriva dalla Cerisira.
Giro dopo la quarantena forzata.


[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: Chiusa da borgata Giordano
Fino al limite del bosco tutto ok, farina vecchia ma ancora asciutta e non crostosa, oltre il vento ha fatto disastri. Conoide di marmo con lingue di cartone terrificante. Canale duro. Ultimi 30m in farina riportata sul duro. Fatto canale di dx, in uscita grossi accumuli evitati tagliando sotto l’isolotto roccioso sulla sx. Viste le condizioni siamo scesi sui pendii opposti, assolati e molto più omogenei. In alto alle 11.30 ancora duretta, in basso rimane in ombra quindi ampia scelta tra vetro e croste infami di ogni tipo. Dal bosco in giù, come detto, farina bellissima, peccato duri poco. Stradina subito sotto bout du col al limite, sotto ancora ben ghiacciata.
Altra bella giornata esplorativa con Pol.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m. :: 1700
Lasciata auto a Bouc ou col. 2 minuti di portage poi neve continua.
Tanta neve su tutto il percorso, pesante e molto bagnata.

Saliti dal canale di SX e scesi da quello di DX sotto fitta nevicata in stile invernale.

Ramponi utili per raggiungere la vetta.

Dopo la nevicata e successivo caldo di domenica le condizioni oggi saranno pessime
Impressionante il numero smisurato di persone su tutti i percorsi!

Un saluto ai tre sciamannati con cui ho conquistato l'ambita vetta :)


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok fino a bou du col
Veloce giro mattutino, tanto vento in partenza, essendo i primi tracciamo tutto fino in cima dalla normale a sx dei canali. Scendiamo il canale dx in alto con polvere recente e sotto crosta vecchia che a volte spacca, in basso invece un po' meglio, ripelliamo e saliamo con le pelli dal canale sx. Intanto dal sole che c'era inizia a nevicare, giro alla croce di vetta (picca e ramponi utili) e discesa dal canale sx sotto una fitta nevicata e poca visibilità. Sul conoide il white out ci ha impedito di fare belle curve, in basso visibilità migliore e canale dell'entreinglou molto divertente su neve facile ma pesante. 11.30 alla macchina, rigelo assente partire presto. Tanta gente in giro.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva a Bout du Col
quota neve m. :: 1800
Saliti per la via normale, puntatina alla Croce che aggiunge sempre quel tocco in più a questa gita! Scesi per il canale di sinistra, neve crostosa non bellissima ma curvando leggeri sulle contro pendenze si scia quasi sempre su nevi pressate sincere. Parte bassa in netto miglioramento, conoide buono, canale dell'Eitrangoulou semplicemente splendido, mai visto così liscio e poco svalangato!! Si arriva ad una manciata di metri dall'auto.
Ci sono posti e gite che porti sempre nel cuore, a cui perdoni anche una giornata un po cupa e nebbiosa, per me la Gran Guglia e tutta la zona del lago Verde è una di queste!!!
Con Elena e Nico!

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Con Panda 4x4 fino al divieto dopo bout du col
quota neve m. :: 2200
Super-saldi di fine stagione sulla Gran Guglia: vuoi non approfittarne?! Per essere il primo giorno d'estate condizioni ancora buone: neve essenziale ma che mi ha ancora permesso una bella sciata. Salita senza problemi lungo il canale di sx (la neve nuova oggi si scalinava facilmente ma se dovesse rigelare in modo serio possono tornare utile la picca e, soprattutto, i ramponi). Arrivato al colletto sotto la cima ho provato a raggiungere la croce ma la neve di qualche giorno fa ha reso tutto umidiccio e con un po' di verglass, quindi dopo un po' che ravanavo senza saper bene dove passare ho desistito. Prima discesa dal canale di dx su bella neve in alto, fondo più irregolare nella parte bassa. Arrivato a a ca q. 2230 (dove finisce la neve) ho di nuovo risalito il canale di sx fino alla campana e quindi al colletto. In discesa neve sempre bella in alto e un po' più butterata in basso ma comunque ben sciabile. Con un ultimissimo tratto di ski sauvage sono arrivato addirittura fino a 2155m sci ai piedi!!! Praticamente 20m sopra alla traccia che riposta al colletto dove c'è il bivio per il rif lago verde. Dovesse anche finire qui la stagione posso ritenermi soddisfatto.
Ovviamente in giro solo camosci, stambecchi e pernici.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino a Bout du Col
quota neve m. :: 2100
Gli sci si portano fino al termine del conoide a quota 2100 m circa. Abbiamo risalito il canale di sinistra a piedi su neve portante ma non ghiacciata, quindi, dopo essere saliti in cima alla Gran Guglia, siamo scesi dal canale di destra fino al fondo del conoide: neve morbida e facile, molto divertente! Siamo quindi risaliti dal canale di sinistra e, dopo una breve discesa sul versante sud, abbiamo risalito il colletto di San Giacomo: discesa su neve a tratti sfondosa ma ben sciabile. Ritornati al colletto della Gran Guglia siamo scesi dal canale di sinistra: neve un po' più morbida della prima discesa, divertente. Da dove si tolgono gli sci si arriva in un'oretta a Bout du Col.
Bella giornata, bella neve e portage contenuto e ben sfruttato: 500 m su 1900 m di gita!
Con Silvio e Davide.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
note su accesso stradale :: Si arriva a Giordano
LA strada è pulita solo fino a Giordano,poi innevata anke se a tratti.
Partiti le 7.30 con -1° e un fastidioso venticello nella parte centrale della gita;Nel bosco sopra Ribba un po' di sano ravanage sia in salita che discesa..la parete prende il sole già al mattino presto appena sorge.
La gita è moolto lunga con spostamento eterno,dal Bout du Col praticamente è solo un lunghissimo traverso fino alla base della parete,ambiente molto bello cmq.
Rigelo potente,neve durissima su tutto il perscorso; il canale è slavinato x 3/4 ma sulla contropendenza di sx scendendo c'è un passaggio,siamo saliti sci ai piedi fino a 70-80mt dall'uscita poi picca e ramponi fino a su.
Il fondo si presenta marmoreo/ghiacciato con 10-15cm di farina sopra che ha reso problematica la progressione anche coi ramponi..Discesa iniziata le 11.45,variante d'entrata dalla campana su splendida polvere con purtroppo un bel fondo ghiacciato,nel canale situazione analoga,sulla contropendenza si scia sui 45-50°.Meglio dalla metà inferiore,conoide con 5cm di crosta sfondosa impegnativa da sciare,poi ottimo firn fino alla macchina.
Diciamo che si scende molto bene e il canale è in discrete condizioni ma la sciata ne è risultata molto tecnica e impegnativa.
Nota negativa tutto il traversone al rientro che nn permette di sfruttare a dovere i pendii se nn x brevi tratti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva bene a bout du col
sempre bella la valle in questo periodo, e soprattutto se non si po' andare troppo lontani da casa; oggi particolarmente silenziosa per via del Giro..saliti un tratto con il Cassardo papà e figlio che saluto, e rincontriamo al Baraccone poi più tardi, poi Beppe e socio che scendevano dal canale quando io e mark sbucavamo insieme ad altri due a piedi.
Discesa breve e fantastica sia dal Baraccone che dal canale due brevi interruzioni poi giù sino a q. 1800

[visualizza gita completa con 11 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: bouc du col
quota neve m. :: 1900
Con Peire,
partenza sotto pioggerellina e maffanza totale, via via cundi migliori. Saliti dalla gorgia su neve dai 1800 circa. BElla sciata sul canale sx. Incontrato gente di livello :-)


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Senza problemi
quota neve m. :: 2000
Portage in salita per circa 1 ora sulla strada del lago Verde, salita per il canale sx su neve compatta con strato superficiale di 5 cm. bagnato. Da metá in su con i ramponi. Discesa per il canale dx (sx orografico), piú ampio e con spazi non tracciati. Breve interruzione della neve a livello della strada, poi canale compatto e continuo fino a circa 1800 mt. Da lí in 20 minuti a Bout du Col. Discesa divertente, nonostante la copertura nuvolosa. Con Francesco e Marco.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 2200
Prima esperienza su questo tipo di pendenza. Nessun problema!! Neve ben sciabile su tutto il canale, saliti e scesi per quello di sinistra. Si può osare di più!!

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 2000
Gita effettuata in mattinata. Dal segnale di divieto tenuto la destra per un portage di circa 35min.Dopo neve continua fino in cima ai canali.Saliti in punta in 3, io walter e consorte che saluto e ringrazio per le traccia battuta in salita.Discesa cominciata alle 10.40 su neve tipo granatina sciolta che tanto permetteva...rigelo assente ,anzi caldo..troppo caldo..saluti

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok fino oltre Bout du Col
quota neve m. :: 1800
Parcheggiato anche noi poco oltre BDC, a saperlo prima in corrispondenza del divieto conviene prendere la strada a destra in discesa e percorrerla fino al suo termine, da lì in breve si raggiunge il gorgione in cui si possono calzare gli sci fin da subito.
Salita veloce sci ai piedi fino a 100 mt dall'uscita del canale di sinistra (faccia a monte), poi sci a spalle per non tribolare.
Come detto da Scoiattolo saliti fino alla croce divertente su misto.
Ridiscesi dal canale di destra (faccia a monte) che ha mantenuto crosta portante nelle contropendenze di destra esposte a nord ovest e poco marci molto sciabile centralmente. Sotto il canale continua la marcia sciabile e solo leggermente lenta fino all'ingresso della gorgia che si presenta con neve estiva molto bella fino al pianoro.
Con Fede. Saluto tutti i ragazzi di Barge e Bibiana con cui abbiamo condiviso la salita e therd e Beppe incontrati al colle.

NOTA: noi non siamo di Bergamo, viviamo a Bergamo


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buona sistemazione della strada fino a BdC
quota neve m. :: 2000
Gran bella gita, per chiudere la stagione insieme a Beppe.
Partiti alle 7.30 dall'auto, siamo saliti dal canale di sx (guardando da valle), ottimamente tracciato da Giacca e gli altri ragazzi (sci ai piedi fino a 50-60 m dall'uscita, poi a piedi, niente coltelli e niente ramponi nelle condizioni attuali).
Dopo qualche esitazione abbiamo poi deciso di barattare la discesa dal canale (neve marciotta per i ns gusti) con la discesa nel vallone del Lago Verde: la neve super nei primi 400 m compensa ampiamente la breve risalita finale per tornare ad imboccare il canale dell'Entrangolou...

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: libero fino a Bout du col
quota neve m. :: 1800
Abbiamo lasciato l'auto poco sopra il laghetto di Bout du Col in corrispondenza del cartello di divieto. Dopo circa 40 minuti di portage neve continua: in basso umida, data la recente nevicata (5 cm), via via migliore salendo. Abbiamo salito il canale di sx per 3/4 sci ai piedi, poi con la neve più dura abbiamo calzato i ramponi. Facile crestina di neve per arrivare all'imbocco del canale di destra.
Eugenio è andato in punta: passaggi non difficili, ma neppure banali, data la qualità della roccia.
Discesa dal canale di dx (h 10.30) con bella neve trasformata nella parte alta, per diventare, scendendo, più umida, ma comunque ben sciabile, soprattutto nelle contropendenze.
Con Eugenio, Davide, Daniele e Dario (menzione d'onore: salita e discesa con un tubo e un ramo come bastoncini. Un saluto alla coppia da Bergamo.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva in auto a Bout du Col
quota neve m. :: 1800
Confermo le ottime condizioni inserite da chi ci ha preceduto. Per me questa gita è stata nettamente la migliore di questa primavera. E' vero, non c' è stato rigelo, ma la neve ha tenuto molto bene. Salendo, in mezz'oretta si arriva alla neve, e poi si tolgono gli sci un paio di volte per brevi tratti. Abbiamo salito e sceso il canale di destra, più vicino alla parete, che ci ha comodamente protetti dal vento forte che infuriava in cresta e, in alcuni momenti della salita, sulla conoide. Discesa verso le 10.30, con ottimo meteo e ottima neve fino in basso (a parte le prime 2 - 3 curve, in cui si presentava un po' sfondosa). Il canale dell'Eitrangoulou consente di arrivare sci ai piedi a 1750m di quota, ovvero a circa 100m di dislivello dall'auto. Poi, con una comoda passeggiata prima su prati e poi su strada erbosa, al riparo dal sole nel lariceto, in 20 minuti si arriva all'auto. In sostanza, oltre 900m di dislivello su ottima neve. Grande giornata.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada sgombra fino a Bout du Col
quota neve m. :: 1900
Ha già scritto tutto Podina, mezzoretta di portage, buon rigelo notturno, saliti prima al Baraccone, poi un "tocco alla campana" e risaliti alla Gran Guglia...scesi per il canale di dx, discesa molto remunerativa per la mia prima volta in questo canale...oggi con Mark e Mirella...ottimo meteo, ottimi amici, ottima neve, non si poteva desiderare niente di più da una domenica primaverile...un saluto a tutte le persone incontrate...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva bene sino a bout du col
quota neve m. :: 1900
una giornata bellissima, anche se molto stanca..passati prima al Baraccone, dove mark ci aspettava da un pezzo, scesi al collettino e risaliti alla GG, poi scesi il canale di dx in condizioni migliori e poi ancora bella fino in fondo allo scolo dell'Entrangolou, q. 1800..un angolo di val germanasca che in questo periodo non smentisce mai e fa dimenticare mezzoretta di portage. oggi con Vassili e mark, e diverse altre persone sparse sui vari itinerari, saluti a tutti

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva a Bout du Col
quota neve m. :: 2000
Si arriva senza (troppi) problemi a Bout du Col. La strada è discreta...basta non avere un'auto troppo bassa e andare piano.
Gli sci si calzano dopo circa 35' di portage, a quota 2.000 circa.
Discreto rigelo su tutto il percorso, solo qualche breve sfondamento ogni tanto.
Il traverso dell'Eintrangoulòu, a quota 2.100, richiede coltelli e/o passo molto sicuro.
Salito il canale di destra ( senso di marcia) su buona neve, appena mollata ( i canali sono più esposti ad Est che a Nord...prendono il sole già all'alba), anche qui solo in qualche punto si sfondava un po' troppo. Calzati i ramponi per sicurezza, ma domani con le nostre peste si farà molta meno fatica. Scesi attorno alle 11.15 su neve rinvenuta il giusto e con gran divertimeno fino alle ultime curve.
Consigliata ancora per qualche giorno, se ci sarà un buon rigelo.
Con Emanuele, Marco ( sceso a telemark, grandissimo!!) e Matteo

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: strada pulita fino a 200 m. da bout du col
quota neve m. :: 1800
Partiti alle 7:10 dalla macchina, il tempo abbastanza bello ma non sereno nella notte per cui niente rigelo. Saliti senza problemi fino alla base dei canali, qui 2 slavine recenti da oltrepassare e 10 cm. di neve molle per tutta la salita. Salito canale di destra tutto con sci ai piedi e senza rampant. Discesa nel canale fattibile ma non bella (scariche di neve e pietre dalle rocce a Dx salendo). Uscendo dal canale neve molle ma sciabile e divertente. Scesi per lo scivolo sotto fiafiorcia e arrivati con gli sci fino al fondo del pianoro.
Saluto i soci: Flavio e Walter. Oggi penso ultima gita dell'anno...


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 1600
oggi con Elena e tre simpatici amici abbiamo condiviso questa salita insieme ,con la meteo che per fortuna non ci ha fregato, pero il tempo era in rapido peggioramento già evidente sulla vicina francia ,prestare sempre molta attenzione all'attraversamento in alto nel rado bosco prima di raggiungere l'anfiteatro dei canali(enorme slavina da neve marcia che va giù fino alla gorgia sotto staccatasi già domenica scorsa vedi foto del 12-4)per i canali secondo me la neve era molto buona ,ottima buccia d'arancia su fondo compatto ma non durissimo,,per andare in vetta una picca può sempre servire, poi giù sciata bella fino alla gorgia , leggera spinta x arrivare al laghetto e poi ancora giù x il boschetto e la strada fino a giordano. un saluto ai tre ragazzi incontrati nel canale a scendere, ed ai simpatici tre amici con cui abbiamo condiviso gita.ovviamente anche alla socia elena che inizia a masticare un po di misto x le cime.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: partenza dal campeggio
quota neve m. :: 1600
Salito il canale a Dx ( quello + lungo ) e poi fino in cima alla G. Guglia. Effettuata la discesa dello stesso canale su neve stabile e discretamente bella ( compreso il canale su Bou du Col ) . Si arriva quasi all'auto con sci ai piedi.
Con Alex, Lorenzo , Elena e Maurizio.
.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Nessun problema
quota neve m. :: 1400
Sci ai piedi da Giordano. Meno freddo del previsto, ma la neve è in rapido miglioramento e un minimo di rigelo c'è stato. Abbiamo trovato molto duro e svalangato il traverso a quota 2.100, dove siam passati con ramponi ai piedi, considerata l'esposizione al di sotto... Da lì in poi neve dignitosa. Risalito sci ai piedi sino a metà canale, poi ai piedi per il canale di sinistra. Nel destro la neve appare un po' meno attraente e non ci sono ancora tracce. Saliti poi sino all'uscita del canale di dx e alla base della crestina finale. L'ora tarda e l'abbondante neve marcia in cresta ci hanno consigliato di fermarci lì. Panorama ragguardevole.
Neve buona nel canale, che inizia ad avvicinarsi alla farina pressata e non è più crosta, comunque. Solo tre o quattro tracce preesistenti. Migliora poi nel conoide e diventa strepitosa nella parte bassa. Qui, invece di rifare il traverso, siamo scesi seguendo le tracce presenti direttamente e lungamente nel vallone, a fianco di cospicuo distacco, su bellissima neve trasformata. Una breve risalita sci ai piedi di una ventina di metri riporta poi sull'itinerario di salita poco sopra a Bout du Col. Da li giù per il bosco evitando la strada e neve dignitosa sino all'auto. Nessuno in giro.

Un caro saluto ai 'podini', Marco e Mirella, incontrati al park.

Gita fatta da Gianni e Bruna (Kanal!na) e pubblicata in ricordo di Cesare Pedrazzo, accompagnato ieri nell'ultimo viaggio.

[visualizza gita completa con 11 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si parcheggia a Giordano
quota neve m. :: 1700
Ottimo innevamento, ma purtroppo non ha rigelato. Salito il canale NE, coi ramponi, sprofondando un pochino. Mai trovati tratti duri. Scesi nel canale su crosta ma sciabile. Nella parte bassa, scesi sul canalone sotto il lungo traverso su neve trasformata molto bella.

Giornata bellissima, fredda piu' che altro in basso.
Con Andrea e Marco, che correvano in salita sul canale.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si parcheggia a Giordano
quota neve m. :: 1700
Ottimo innevamento, ma purtroppo non ha rigelato. Salito il canale NE, coi ramponi, sprofondando un pochino. Mai trovati tratti duri. Scesi nel canale su crosta ma sciabile. Nella parte bassa, scesi sul canalone sotto il lungo traverso su neve trasformata molto bella.

Giornata bellissima, fredda piu' che altro in basso.
Con Andrea e Marco, che correvano in salita sul canale.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Libera
quota neve m. :: 1100
Splitboard.
Visto il vento forte di questi giorni ( e oggi ) eravamo molto dubbiosi su questa meta che volevo fare da tempo .
Avvicinanoci ai canali però abbiamo notato che non c'erano accumuli pericolosi , specialmente in quello a nord est ( dx orografica ) e lo abbiamo quindi risalito, fino a metà con la Split poi direttamente con ramponi e picca. Arrivati sulla cresta siamo anche saliti sulla cima grazie al buon rigelo.
Ambiente spettacolare, grandioso. Vento davvero ancora tempestoso per buona parte del percorso con aumento nel pomeriggio.
Discesa nel complesso bella perché nella parte alta del canale cercandola si trovava farina pressata e riportata in cui le lamine mordevano bene. Poi da metà canale in poi neve poi morbida fino a diventare trasformata dura ma anche qui ottimo grip con curve più ampie e veloci. Molto belle.
Poi rientro sui pendii di bo du col in un tratto un po' svalangato ma breve che si immette n bosco, in ultimo ancora belle curve su neve per nulla molle, grazie al grandioso rigelo notturno e la temperatura fresca. Rientro senza problemi a giordano.
Gran bella gita!


Oggi con il fotonico Luca.. Giovane promessa del freeride


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: parcheggiare a Giordano
quota neve m. :: 1200
:: scialpinistica
Bella salita, di notevole sviluppo quindi da attaccare alle prime luci dell'alba. Dopo un lungo fondovalle da Bout du Col conviene tenere la dx senza salire troppo altrimenti si devono poi fare noiosi traversi per raggiungere l'attacco dei canali. Il conoide si può salire a sci neve permettendo poi tutto picca e ramponi fino al colletto tra i due canali, scenario grandioso!
Discesa su neve un pelino ancora compatta seppure fossero le 11:30 poi sopravvivenza su croste e sfondamenti vari nel bosco.
Nel complesso 5 stelle ++ per la parte alpinistica e 3 per lo sci in sè.
Ottima giornata in compagnia di una Puli88 versione Anna Frost


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: libero fino a giordano
quota neve m. :: 1300
:: scialpinistica
sveglia proibitiva!partiti col buio,alle prime luci dell'alba sci ai piedi e via verso la meta!lungo sviluppo fino a base canali con sci..poi picca e ramponi!saliti dal sx!spettacolo il canale e l'ambiente circostante!peccato per l'elischifo che planava al colle quando sputavo sangue negli ultimi metri del canale!ottimo socio che ha rallentato un po'rispetto ai suoi standard per aspettarmi!super max dp!e ovviamente grazie al socio di sempre che mi ha indicato questa gita!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: sgonbra fino a Giordano
quota neve m. :: 1300
Ottime condizioni.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: in auto fino a bout du col
quota neve m. :: 2100
:: scialpinistica
Per prima cosa segnalo un rischio valanghe insolitamente alto per il periodo. Rigelo assente. Nella notte sono caduti tra i 5 e i 10 cm (negli accumuli molti di più) di neve umida, che poggia su di un fondo di circa 50 cm di neve granulare non coesa. Ad ogni curva parte qualcosa, non abbastanza per seppellire ma abbastanza per fare male se ci si rimane dentro .
La gita: dalle 7 alle 8 pisolino a bout du col sotto la pioggia, poi è arrivato il sole. Nel frattempo un bravo giovane era già partito e mi ha tracciato tutto il percorso, canale di sin compreso dove si sprofondava per benino. Lui il canale lo ha anche disceso tirando giù di tutto. Bravo e anche fortunato.Fortunato pure io che stavo ancora salendo. Io ho rinunciato ai canali perché mi sembravano troppo pericolosi. Ho rinunciato anche alla discesa sul versante Cirisiria causa accumuli all'inizio. Sono sceso quindi sul versante Rif Lago Verde, complicandomi un po' la vita per raggiungere il canale che porta al piano, sci ai piedi fino a 1750m. Solo solettto as usual.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok fino a Bout du Col
quota neve m. :: 1900
Si portano mezz'oretta. Zero rigielo. Fuori dal canale neve da neveio che non patisce più divertente.
Nel canale di destra faccia a monte, siamo riusciti a raccordare i vari tratti di neve buona (quella rossa vecchia, un rigolone largo, le contropendenze di sinistra con neve mista pietre), per come lo immaginavamo salendo ancora buono.
Nella gorgia si scende fino a 1.850 mt circa.


Con Never


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Bou du Col raggiungibile in auto
quota neve m. :: 1900
Sci in spalla fino in cima (saliti canale di SX ). Dato il tempo non stupendo scendiamo il canale di DX ( quello più lungo ). Neve senza rigelo per cui non eccellente, ma comunque sciabile. Scesi lungo il Vallone di Viaforcia sulla slavina.
Con Giole e Ugo a altri due skialp(Pinerolo e Pianezza ).
.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: In macchina sino a Bout du Col
quota neve m. :: 2000
:: scialpinistica
Saliti sempre con gli sci in spalla, anche se dal traverso sotto la Costa di Viaforcia gli sci si possono mettere, e infatti due colleghi di Pinerolo sono arrivati in punta sci ai piedi salendo dai pendii di sinistra (verso la Cerisira). Saliti dal canale di sinistra (salendo) senza ramponi su traccia già fatta e scesi dal canale di destra. Discesa non fantastica, crostincina abbastanza sfondosa sulla contropedenza di destra, dura nella rigola, però tutto sommato divertente : sicuramente gita da fare prima oppure tra una diecina di giorni (in alto neve ce n'è). Tempo assai nebbioso in punta (altro che "grandioso panorama)...
Si scende ancora lungo il canalone da valanga giù sino al torrente, su primaverile abbastanza bella, appena un po' tritata.
Darla BSA mi sembra un po' poco....

Con Aldo, al solito velocissimo e Gioele (alla sua seconda "ripida")


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si lascia a Ribba
quota neve m. :: 1700
dopo tanti anni ritorniamo con enri su questa bella montagna della val Germanasca; saliamo il canale di sx all'apparenza meno svalangato, mark traccia e quando suona la campana io sono a metà ed enrico all'imbocco; splendida discesa su neve pressata in alto con fondo duro, poi velluto meraviglioso su tutto il conoide infine traverso dell'entrangolou per scendere nel magnifico bosco ancora su firn.saluti a Giacomo con papà e serena scesi dal Baraccone

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: al mattino neve dal bivio di rodoretto, strada chiusa a giordano
quota neve m. :: 1500
Pensavo si arrivasse fino a bout du col o almeno a ribba in auto, invece sci a spalle da giordano e si incomincia a tracciare. A bout di col 20cm buoni di neve e tutto immacolato, sembra dicembre. Il traverso prima dell'uscita del bosco aveva 30cm di neve nuova che però poggiavano in modo abbastanza coeso con lo strato rigelato sottostante, sta di fatto che mentre siamo passati noi nulla si è mosso. Dall'uscita del bosco i canali si mostrano in tutta la loro bellezza ma dalla valle arrivano dei bei nuvoloni scuri. Il socio, in ciaspole poveretto, finisce le batterie 100metri al di sopra e decide di aspettarmi lì. Io decido di proseguire verso il canale pregustandomi la discesa che mi sarebbe aspettata in 30-40cm di powder su fondo duro. Purtroppo però in men che non si dica un ultimo sprazzo di sole e l'arrivo della nebbia mi rovinano il "sogno": quella che era powder diventa dal conoide in giù una colla non troppo simpatica da sciare. Comunque tutto il canale di sx era in condizioni stratosferiche: in salita ho messo i ramponi (ma si saliva anche bene senza) e me lo sono tracciato tutto fino all'uscita in 40 cm abbondanti di neve tutto sommato leggera che ha annullato del tutto il fattore pendenza: altro che curve saltate giù curvoni a tutta velocità fino al conoide. Quindi è praticamente tutto in traverso fino a bout di col (il vero traverso all'entrata del bosco nel frattempo aveva scaricato qualcosina ma solo lumaconi superficiali), infine ski sauvage nel sentiero diretto su ribba e poi tanta stradina in piano fino a giordano.
Probabilmente sarebbe bastato scendere un'ora prima per tirare fuori una discesa da 5*, torneremo per raggiungere la vetta vera e proprio (oggi era troppo tardi e dopo essermi battuto tutta la gita le gambe iniziavano ad averne basta).
Con Andrea


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Chiusa a Giordano
quota neve m. :: 1500
:: scialpinistica
Poca voglia di andare lontano... così si torna a Prali.
Rigelo notturno quasi nullo, se non dai 2000 in su, via via migliore.
Molta neve nei canaloni, quasi niente invece x andare in vetta (roccia bagnata infida ma zero ghiaccio).
Bella discesa nella prima parte fino a 2200-2300, poi neve molle e decisamente poco piacevole, in basso marcia ma un po' meglio...
Con queste temperature presto la strada x Ribba sarà praticabile.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok fino a Giordano
Siamo saliti per il canale di sx con gli sci ai piedi, la neve era perfetta per la salita e un po' umida ma molto divertente in discesa, il canale era a 4*. Rientro con neve a tratti umida a tratti molto bagnata ma nel complesso divertente e consigliata.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: buono
quota neve m. :: 1500
:: scialpinistica
ore nove -2,5 alla partena da ghigo di prali.solo noi 4 più ellie(cane lupo) in tutta la vallata.ambiente e meteo da 5 stelle.salito il canale a sinistra con sci in spalla con beppe a scalinare fino all'uscita del colletto verso la campana(visto che nessuno si proponeva per dare il cambio!),tutto senza ramponi con neve un po sfondosa ben assestata.sosta per dare due rintocchi poi scesci dalla normale dato che la neve nel canale non prometteva gran diverdimento.abbiamo dovuto cercare la crosta portante nei canali poi.. sorpresa nel bosco dopo il traverso dove ci siamo divertiti a slalomare tra gli abeti.grande giornata e grande compagnia,con icio-beppe-mario e ellie

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: bout de col
quota neve m. :: 2000
:: scialpinistica
buon rigelo, senza utilizzare i coltelli. Neve continua a metà del bosco...circa 40min sci a spalle. Abbiamo salito il canale di sx con neve buona, arrivati al colletto nuvole minacciose, così evitiamo la vetta...foto di rito alla campana e via con la discesa...non ho fatto il canale perchè aveva un paio di fastidiose rigole centrali e la neve era un po troppo molle per le mie capacità sciistiche!?...vista la visibilità che diminuiva ed il temporale in arrivo sono sceso dalla "normale"....bel pendio ripido perfetto...poi difficile e fastidiosa crosta fino al piano...da li abbiamo seguito l'ultimo canalino a sx fino al fiume (circa 20-30min sci a spalle per arrivare alla macchina) su pappetta sciabilissima....arrivati alla macchina sotto un bel temporale!?...con Dani alla prima gita "alpinistica" e il DOC ;-)

[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Strada aperta fino a Bout du Col (sterrato abbastanza buono)
Fatto giro ad anello, salendo dal vallone dei laghi verdi. Saliti fino alla croce di vetta (non banale, prestare attenzione a placche scistose inclinate, in particolare in discesa) e poi giù per il canale di dx (faccia a valle). Neve molle ma divertente. Si arriva con gli sci fino a 1850, grazie all'ultimo canale. Innevamento ancora straordinario. 50simo sigillo di stagione (e penso ultimo).

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
Portage per circa 15-20 minuti. Abbiamo salito il canale di sinistra trovando neve fresca, polvere compattata. Dal conoide in giù bella primaverile che aveva mollato il giusto. Occhio a qualche riporto da vento nel canale. Bella anche nel bosco...Il canale di destra è svalangato fino in fondo verso le 14.
Bell'ambiente. Oggi solo noi. Temperatura fredda e un po' di venticello che non ha dato fastidio.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m. :: 1500
Bella salita in compagnia dei Raid Surfer Club.
Condizioni ottime ma sole caldo sin dal mattino e direi che i canali sono più E che N!
Foto su -passion.com/home/it/home-2/159-gran-guglia.html
Innevamento immediato dalla macchina.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
:: scialpinistica
Neve soddisfacente,un pò da ricercare ma la polvere c'è!!Sceso il canalino di sinistra.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino a Ribba
Grande giornata di sci, come descritto dettagliatamente da Marco saliti dalla normale e visto le ottime condizioni sceso entrambi i canali, prima quello di ds. orogr. poi risalito e sceso quello di sn.
In compagnia di Marco e Daniele, sul versante Ceresira Paola ed Enrico, che anche loro hanno trovato ottime condizioni.


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva in auto a Ribba
Spettacolo! Il buon rigelo notturno, la temperatura abbastanza rigida al mattino, l'assenza di vento hanno evidentemente mantenuto farinosa la neve caduta sulla parte alta qualche giorno fa. Saliti per la normale Michelino, Daniele e il sottoscritto, (mentre Enrico e Paola hanno seguito una traccia più a sinistra che li ha separati da noi conducendoli verso la Fiunira) scendiamo per primo il canale più a destra in senso orografico, rivelatosi in ottime condizioni (attenzione a qualche pietra affiorante all'ingresso) dopodichè, giunti alla conoide, imbocchiamo il canale di sinistra, che risaliamo in sci su traccia perfetta (grazie) e che successivamente ridiscendiamo trovando condizioni non da meno. Sulla conoide ancora farina, poi un breve tratto più pesante fino ad imboccare il canale degli Eitrangolou su neve trasformata. Qualche breve gavabuta prima e dopo Bout du Col non inficia le ottime condizioni di questa gita attualmente decisamente consigliabile. Altri ski alp in entrambi i canali, e anche sulla parete Ovest.

[visualizza gita completa con 8 foto]
note su accesso stradale :: In auto al fondo del pianoro quota 1570
quota neve m. :: 1600
Oggi gran gitone in barba alle previsioni meteo! Partenza alle 8,00 con cielo grigio e nebbie vaganti, sci ai piedi risaliamo il ripidobosco con un breve gava-buta di 20 metri, poi neve continua. Più in alto ampie schiarite che si alterneranno a rannuvolamenti. Risaliamo il canale di sinistra bello intonso con 30-40 cm di farina old poi discesa dal canale di destra anch'esso in farina. Sfruttando le comode tracce risaliamo nuovamente il canale sx con splendida discesa in farina extra morbida, lunghissimo conoide da urlo e infine atterraggio al piano da canalone centrale pieno di neve ancora buona. Totale 400+400=800 metri di ripido!
Grazie al socio Alf ed alla sua simpatia ho trascorso una giornata di grande soddisfazione e divertimento. Naturalmente panino+birra in piola perchè la fatica và bene però il fisico non deve patire troppo! Un pensiero a Feis che oggi ha compiuto un'altra delle sue imprese memorabili: sei grandeeeee Lorenzo!!!!


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m. :: 1700
Siamo partiti dall'inizio della sterrata (forse con le catene si riesce ad arrivare più su) quindi notevole sviluppo 15 km e 1400 di dislivello. Fino al lago verde praticamente con sci in spalla. Il canale (noi abbiamo fatto il NE) si sale bene e in disesa regala anche qualche curva su polverina. nella parte finale per rientrare anche un po di ghiaccio.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: auto fino a bout du col
quota neve m. :: 2100
ottimo rigelo (sui 1900-2000). Neve dura, per cui saliti molto comodamente sci a spalla fino alla cresta tra il Baraccone e la Cerisira. Discesa su neve marmorea fino alla confluenza con l'itinerario del Baraccone e risalita fino al colletto sotto la punta della Gran Guglia. Discesa per il canalone più a nord (il più alto) con partenza alle 10,00 e condizioni ottime. Di lì, dopo un gava e buta, discesa per il canale dal pianoro di freiboujo fino a 1800 m di quota, con un tratto su ghiaccio e un altro gava buta nel fango... siamo alla fine...
In ottima compagnia con Sergio (molalacorda) e Marco, con il quale ho disceso il canalone.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK fino oltre l'alpeggio di Bout du col - mt 1770
quota neve m. :: 2100
:: scialpinistica
Salendo la neve è continua solo a partire da Freibugio mt 2130, ma scendendo si arriva al piano mt 1800.
Di rigelo notturno non se ne parla, ma la neve rimasta ormai solidarizza con gli sciatori che non mollano, e non molla mai neanche lei.
Quindi una discesa bellissima, su neve marcetta ma molto divertente, mai sfondosa.
Scesi i 2 canali, praticamente identici. Ho rinunciato invece alla cima perchè ero solo e non ho voluto azzzardare la crestina.
I canali offrono una sciata divertente e rilassante, mai pericolosa.
Il portage di + di 300 mt è ampiamente compensato dalla discesa che, sommando i due canali, ammonta a ca 1200 mt
Consigliata quindi agli irriducibili per i prossimi giorni.
Ringrazio l'unico solitario presente, visto in lontananza alla Cerisira. Ho visto le sue tracce giù dalla gorgia dell' Eitrangoulouu e le ho seguite, se no mai mi sarei fidato: sembra il regno dei rododendri e invece è un gran divertimento per gli amanti del genere. Ancora (quasi) raccordato fino al piano. Ancora in buone condizioni anche le altre gite del vallone.

In buona compagnia di me stesso (ogni tanto ci va) e di uno stambecco che mi aspettava al colletto. Doppia soddifazione aver fregato il meteo (sempre sole!) in una mattinata feriale. 4 stelle anche per questo, ma ci stanno.


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
:: scialpinistica
Ottime condizioni, ancora neve per divertirsi.
Oggi gita un pò variabile,partiti insieme poi divisi per varie mete, Dorella,Lodovica, Mario sul Baraccone, Sandro, Gabriella e Simone alla Cerisira io e Gianni (che si è fatto prima il Baraccone) alla Gran Guglia per scendere il canale più alto, l'altro della campana era occupato da un corso che lo stava risalendo.
Ritrovati poi tutti insieme per scendere il canale slavina fino al piano, divertente e ben innevato (per ora)
Oggi con Gabriella, Lodovica, Dorella, Sandro, Simone, Mario, Gianni e Maya.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 1900
Saliti non dal canale ma dal colletto che precede la cima della Gran Guglia,salnedo per la normale del Baraccone, neve primaverile su tutto il percorso e ottima copertura dai 2000 mt in su'. Scendiamo dal canale Nord su primaverile DOC e raggiungiamo sci ai piedi la base della conca a quota 1800 mt,sfruttando i canali con neve residua ben pressata e sciabilissima, dopodiche' sci a spalla per un centinaio di mt. di dislivello, circa 20 minuti di portage. Un saluto a Paolo di Rivalta conosciuto in salita. Ciau massi

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
:: scialpinistica
neve da giordano, anche se ormai siamo agli sgoccioli, salito a Bout du Col diretto nel bosco con un po di ravanamento. da li ambiente da favola con 5-10 cm di neve fresca su fondo duro. salito alla gran guglia non dai canali, ma aggirandola sulla sinistra. tutti gli itinerari della zona sono in ottime condizioni.
Disceso il canale di dx (quello più vicino alla vetta). inizio del canale su crosta portante con 20 cm di neve. Bella sciata sia nel canale che nel bosco fino a Bout du Col.


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m. :: 1300
Gita un pò surreale...partiti per la Ceresira ma gli sci hanno puntato alla campana della gran Guglia,due componeti della gita hanno proseguito verso il Baraccone,ma si sono arenati su una cresta senza nome sussitanto la nostra ilarità. Quando il gruppo si è rincompattatato alla Campana dopo i soliti bagordi(eravano in cinque più due cani...)in massima libertà come è nostro solito,Mauro è sceso per il primo canale vicino alla Campana,Pinu ha deciso di non seguirlo ed è sceso da dove siamo saliti.Invece io Vanni e Franco con Jolie siamo scesi per il canale sotto la gran Guglia. L'altro cane ignaro che ci ha seguiti da Giordano,a questo punto ci ha considerati inaffidabili ed è sceso per conto suo...Nei canali neve dura e tirata dal vento,comunque sicurissima,altrimenti molto varia,bella farina nel bosco.

[visualizza gita completa con 10 foto]
note su accesso stradale :: si parte dal paese con buon innevamento da subito
quota neve m. :: 1400
Che dire, ormai il meteo si è messo a girare così, fa bello tutta la settimana per pensionati e cassaintegrati, poi il sabato e la domenica bisogna accontentarsi. Neve molto lavorata dal vento, ci siamo fermati a 150 metri dall'uscita del canale di sx. Abbiamo pensato che siccome non si vedeva niente e la neve non era un granchè, non era il caso di rischiare. Nel canale si viaggiava costantemente su una placca a vento che a volte teneva e a volte sfondava, dove si stringe, punto in cui siamo tornati indietro, era molto spessa e suonava male, inoltre diventava più ripido. In discesa poche le curve degne di nota il resto si salvi chi può tra zone ghiacciate, soscrugi, crosta e farina pesante. Insomma meglio andare a lavorare...
Con Gianni P. (exgrassochecola) in gran forma che ha battuto la gran parte e Enrico Webmaster alla prima uscita.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: si arriva a 10 min.dal bu du col
quota neve m. :: 1700
Oggi si gioca in casa,tornati a fare questa bella gita che non facevamo da anni;Non si arriva ancora in macchina al bu du col ma é questione di poco,sci a spalle per una 20 di minuti poi inizialmente neve marcetta fino sui 2000m poi portante fino al traverso fetido e infine marmorea di li alla cima.Noi non abbiam salito i canali ma i pendii alla sinistra salendo(di qualche grado meno ripidi...ma proprio pochi)e ci siam fermati poco oltre la CIOCA.Iniziato la discesa alle 9 con neve spettacolare che iniziava a mollare il giusto,purtoppo la parte bassa era già marcetta prima perciò dopo...

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva 200 / 300 mt dalle miande di Bout du col
quota neve m. :: 1800
Saliti dal canale di DX (salendo). Scesi sempre dallo stesso canale alle 11 in condizioni ideali ( ma anche alle 10 lo era già ). Fatto solo la parte sciistica. Parte centrale del canale con qualche boccia di valanga ma facilmente evitabile stando su un lato. Ottima gita consigliata.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva in auto a circa 200 metri da Bout du Col...ottimo!
quota neve m. :: 1800
Gran bella sciata per l'ultimo rilievo nivologico della stagione (forse...). Salito e sceso dal canale di destra (orografica), ma anche quello di sinistra è in ottime condizioni. In alto una spanna di fresca asciutta e compressa, più in basso primaverile da favola! Occorre scendere non dopo le 9,30-10 (secondo me e viste le condizioni odierne, gran caldo...). Incontrati due giovani scialpinisti che hanno sceso l'altro canale, confermandomi che era in ottime codizioni anch'esso.
Da solo, con l'ottima compagnia dell'MP3...


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: si arriva a 10 min. a piedi da Bout du Col
quota neve m. :: 1800
salito per il sentiero estivo, gli sci si calzano 100 m sopra Bout du Col, quindi salita comoda con ramponi per il canale di destra (quello di sinistra non sembra proprio in condizioni). Discesa ore 9,15 su neve perfetta, rigola centrale che non da problemi, c'e' spazio su tutte e due i lati. Dopo il pian Freibougio conviene scendere anche il canale del Eitrangoulou che porta sci ai piedi non molto distante da Bout du Col.
Stupendo il bosco di larici verdissimi ancora molto innevato. Ottime sembrano anche Baraccone e Cerisira.

[visualizza gita completa con 7 foto]
niente da aggiungere a Ranku..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m. :: 600
Salita e discesa da urlo nel canale di sinistra (salendo) che presenta neve farinosa (variabile da 30cm alla base a 50-70 in uscita) su ottimo fondo compatto. Abbiamo battuto la traccia su tutto il percorso il che ha reso la salita mooooolto faticosa (specie nel tratto finale dove la neve arriva oltre le ginocchia).
Occorre prestare molta attenzione al lungo traverso sotto la costa di viafiorcia perchè i pendii non hanno ancora scaricato. Attenzione anche a un breve tratto di stradina iniziale prima del pianoro di bout du col a causa di una valanga su piccolo strapiombo.
Giornata davvero spettacolare

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
Oggi temperature siberiane e neve levigata dal vento dei giorni scorsi. Siamo saliti e poi scesi dal canale di destra con neve piuttosto duretta ma con buon grip.
Dimenticato i ramponi a casa... meglio non farlo più!
Con Feis, Ermes e Pier


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: al bou du col solo con un 4x4 o le catene
Ci son luoghi che uno dimentica, si posson fare 1000 gite e percorrere centinaia di km con le pelli e gli sci ai piedi ma solo su una montagna o in un vallone ci si sente veramente a "casa".Eran quindici anni che non salivo più sulla gran guglia, lo so, non è una gran montagna eppure, suonare quella campana ieri mi ha commosso profondamente:rivedere quei luoghi, senza le persone che tanto amarono quei lughi stessi, è stato un bel colpo al cuore.
Scusate la divagazione, sulla gita c'è poco da dire, abbiamo salito e sceso il canale di dx che si presenta in buone condizioni ma con neve beton. gironata splendida, temperature alquanto rigide (un bel frezeer a -10°), neve dalla conoide in giù molto lavorata dal vento e quindi abbastanza schifosa...
Come sempre gruppo numeroso (la filosofia del "mito" ha fatto scuola), in punta cinin, steu, fabri e caloss.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
ASSURDAAAAAAAA! abbiamo macinato polvere a gogò! partiti in 5 oggi famiglia allargata! La macchina l'abbiamo lasciata alle case sotto bou du col poi ramato per il sentiero per evitare la strada (un 4x4 arriva tranqui). Nel bosco crosta fusione rigelo portante. Il traverso sopra al bosco è filato liscio anche se i pendii soprastanti non hanno ancora scaricato. Siamo poi scesi per recuperare la conoide e di li fino alla campana 20-40 cm di powder leggerissima solo in alcunoi punti toccata dal vento. La farina poggia su uno strato di crosta da vento compatta e portante quindi e non si è mosso nulla. Il canale è quello di sx guardando da valle per evitarci eventuali scariche dalla parete gran guglia bella carica. Abbiamo tracciato il canale sulla dx dove un piccolo scaricamento dei gg scorsi ha fatto uscire uno strato piu compatto e quindi + salibile. In discesa curve da urlo ai 100 all ora zompettando dalle rocce affioranti..un vero parco giochi. Nel bosco crosticina sciabile.
Semplicemente una figata anche perchè non abbiamo visto nessuno

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Si arriva 500 mt oltre Bout du Col
sci ai piedi a 100 mt (lineari) dalla macchina. ambiente molto vario e bello. scarso rigelo notturno (7 gradi alle 7.30 alla macchina). salita su neve "dura" fino alla base del conoide, poi (tratto al sole) marcione sfondoso. situazione migliore da metà canale (di sx salendo) in su (sennò non saremmo saliti) con neve quasi dura (ramponi). raggiunto la campana di vetta e poi salito al colletto della gran guglia. discesa alle 10 (canale di dx scendendo) su firn nei primi 100 mt in ombra poi corsta non portante verso metà e sotto marcione divertente. se si abbassano le temp è perfetta.
saluti al grande pit oggi in spolvero freeride radicale con i nuovi bastoni da gara "pin sec" ;-))))


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: provocato fratture al manto
neve (parte superiore gita) :: accumuli o lastroni
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m. :: 1600
La neve della settimana e soprattutto il vento hanno rovinato tutto.
Attualmente pericolosi tutti e due i canali, abbiamo salito sci a spalle quello di sinistra che sembrava il più sicuro: in realtà ha trenta cm e più di neve accumulata e ventata (su fondo duro) . Abbiamo provato a scenderlo ma appena mosso un metro alcuni lastroni sono partitii sotto gli sci e noi siamo tornati indietro di corsa e scesi dall'altro versante (normale) dove i primi cento duecento metri a scendere sono belli, poi.... chi si accontenta gode e noi ci siamo accontentati molto per farcela piacere.
Si aggiunga che la giornata non era neppure spledìndida e pure piottosto ventosa. Insomma ..... forse aveva ragione il Guru Ettore .... che infatti è stato a casa. Un saluto al Marco teatrante ed al mitico Paolino (altro che Velociraptor che si fa male per la Ventura).

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: si arriva fino a Giordano
quota neve m. :: 1400
sceso il canale di sinistra (scendendo) : neve fresca pressata per tutto il canale (****). ottima sciata anche sul conoide evitando le zone dove la neve è lavorata dal vento.
Dopo... un mix di farina (divertenti tratti nel bosco nei versanti nord) firn, crosta e marcia.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m. :: 1400
condizioni buone,neve sufficiente per quantità, discesi per il canale di sx scendendo, crosta dura portante, abbastanza sicura ,
saliti per la mulattiera, suonata la campana anche per voi
grazie a dario e luna per lacompagnia.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
Condizioni variabili nel canale, prevalentemente fondo duro e dieci/venti centimetri di farina appesantita. (qualche accumulo da fare attenzione, più sicuro scendere sulle contropendenze verso la barra rocciosa). Comunque oggi non si è mosso nulla.
Paesaggio abbastanza desolante, versanti nudi e crudi spazzati dalla forza del vento...
Sempre in compagnia del socio Morellander.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m. :: 2200
pioveva all' inizio poi nevischiava, dopo il secondo pianoro si possono mettere gli sci, comunque la parte interessante e sciabile sono i 2 canali ,salita da quello di sx e sceso da quello di dx , utili i ramponi e picca se si vuore andare in vetta con sicurezza,piu' che altro per le rocce bagnate, disgregate e scivolose. la discesa del canale se fatta sulle contropendenze e' buona ma non credo per molto.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: senza neve fino a 500m prima di Bout Du Col
Salito e sceso il canale di destra, scesi alle 9.30, neve dura nelle zone in ombra e polentosa al sole.
Conoide e traverso da dimenticare, una sottile crosta difficilmente portante su polenta!
Discretamente sciabile la parte nel bosco.
Si arriva alla fine del piano di Bout du Col con gli sci ai piedi.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: in auto a quota 1750 circa 10 minuti da Bout du Col
quota neve m. :: 1800
Si parte sci ai piedi dal lago di Bout du Col e si sale sci ai piedi sin quasi in cima ai canali.
Nel dubbio su quale fosse il canale migliore li abbiamo saliti e scesi entrambi. In cima al canale nord di destra alle 10:30 , la neve teneva ancora soprattutto sulle contropendenze di destra (scendendo). Risaliti poi velocemente il canale nord est e trovata ancora neve bella fino al termine del canale.
I primi 50 metri del canale nord est direttamente sotto la campana presentano una strettoia in neve duretta a 45° gradi pieni di grande libidine !!!
Sono state due discese strepitose su una pendenza non stressante. Gita consigliata e straconsigliata, se non riuscite ad andare Domenica prendetevi un giorno di ferie, ne vale la pena. Correte gente finchè dura.
Costanzo ed io siamo partiti alle 7:30 dall'auto ma consiglio di arrivare un pò prima soprattutto se siete indecisi su quale canale scegliere e salomonicamente potreste decidere di salirli entrambi.
La gita è da 10 stelle : 5 per il firn e 5 per la libidine.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: ottimo,
quota neve m. :: 1500
Buon meteo, tanta neve pesante ma sciabile. Con gli sci dalla macchina ma ci siamo fermati al pericoloso traverso dell'Eitrangoulòuu dove le prime picclole slavine avevano coperto le tracce di giaccone e c. Saliti poi alla solita ma bella Viafiorcia. Meglio di ieri comunque , respinti dal tempaccio alla Francois Pelouxe che oggi ha dato soddisfazione a chi ha osato

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: Ottimo
Partiti da Prali con la pioggia e tornati sotto la pioggia.
La neve anche se ancora sufficiente (a 2500m almeno un metro di spessore) è molto bagnata e non portante, anche se si scende curvando senza troppi problemi.
Rinunciato alla salita dei canali a causa della nebbia e del manto non ideale. Deviato sulla costa a sx dei canali, fino a 2500m.
Da consigliare solo se facesse freddo e trasformasse.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: strada pulita sino a giordano
quota neve m. :: 1300
ottima prima gita dell'anno con pastore, marco77, aldo e giorgio... grazie ai compagni di gita per la traccia - disceso canalone di sn (cfr. foto acclusa), con neve che speravamo meglio ma chisenefrega... ottima compagnia, bella salita e ottima piola/agriturismo a scendere (a giordano, la granjo novo)

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: buono fino a Giordano di Prali
quota neve m. :: 1500
Saliti in macchina finoa poco dopo borgata Ribba.
Poi strada ben innevata fino a Bout du Col.
Fino a quota 2300 nel bosco bella farina circa 40cm poi in alto il vento ha fatto danni notevoli...
In salita bene scegliendo un pò il percorso.Abbiamo seguito il sentiero estivo che fa un largo giro a sx della montagna per poi traversare in alto e portarsi sotto la cima.
Dalla vetta ci siamo buttati nel canale di dx orografica.
Belle curve al centro del canale con discreti riporti di vento non pericolosi.
Poi nella parte bassa un pò di pietre mascherate dalla crosta e costretti a sciare nei vallonelli per evitare di asportare le solette.
Quindi nel bosco bella farina per fortuna.
Direi gita al limite della neve per una sciata.
Per chi volesse andare preventivare qualche pietra comunque anche se scendendo nei valloni si evitano abbastanza.
Il canale di sx un pò più dritto sembra più innevato ma di sicuro l'ingresso ha delle placche a vento più sostanziose...quindi!
Pericolo comunque basso perchè al massimo si stacca la placca ma sotto non c'è superficie di scorrimento.
Gita nel complesso lunga per il lungo giro in salita.
Giornata fredda con -7° a 2500m.
Speriamo che nevichi ancora e soprattutto,che non tiri più vento.
Decisamente meglio in primavera comunque...ma si sa,pur di sciare in tempi duri...
Vista eccezionale fino al Monte Rosa...


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: pulito fino a giordano poi solo con fuori strada
quota neve m. :: 1300
saliti a sinistra lugo il tracciato estivo da freibugio fino alla campana dell'anticima.. crosta morbida ma faticosa da tracciare. Il vento si è portato via un bel po' di roba sabato. dalla campana discesa nel canale di sinistra ( guardando salendo ) che ha un po' di accumuli ma sicuro. Peccato per la crosta ma qualche tratto carino l'abbiamo trovato. Alla finae del canale fino al piano prima del bosco il peggio, crosta con fondo di pietre. Qualche trastto decente nei valloncelli riparati. Poi nel bosco finalamente dei bei tratti più farinosi anche se un po' pesanti.. Tre stelle non solo per la neve ma per ambiente e giornata. Di sicuro non adatta a chi ci tiene troopo alle proprie solette..

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: dal lago proseguire un tratto portandosi verso il fondo valle
quota neve m. :: 1800
dal torrente per il canale ingombro dalla slavina , salita quasi quasi continua , si tolgono gli sci solo per un paio di brevi tratti sul piano imperatore alla base dei canali.
Presi dalla bella neve li abbiamo saliti e scesi entrambi...
Con l'indistruttibile Elio e l'inossidabile Silvana ...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m. :: 1900
Gita combinata all'ultimo momento, per rilassarsi dagli sforzi del m. Viso in ottima compagnia
Per la graduazione i due canali sono un 4.1 E1 per la variante
della campana e 4.2 E2

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Buono fino al lago
quota neve m. :: 1900
Bei canali mai troppo ripidi;sciata piacevole e possibilità di brevi ma più ripide varianti.
Salito prima il canale di destra(NE) e dal colle scesi in neve farinosa un pò rovinata dalle zolle ma tutto sommato bella,poi in basso crosta da rigelo portante.
Appena possibile abbiamo tagliato a dx(scendendo) per portarci alla base del canale N di sinistra e abbiamo risalito anche questo(circa 350m) di dislivello fino in cima.
Salendo tutti e due i canali il dislivello complessivo diventa di circa 1400m.
Dalla cima scesi alla campana e da qui con divertente e ripida variante(ingresso a 50° poi 45°)scendendo proprio sotto la campana in un sistema di canalini e dorsali,ci si riporta dopo circa 150m nel canale principale e si scende fino a giù.Dalla base dei canali fino al torrente firn perfetto e gran sciata.Temperatura ottimale,addirittura freddo al mattino.
La gradazione dei canali mi sembra corretta,ma non avendo gran confidenza con la scala invito magari qualcuno dei fantastici soci della giornata a correggere eventualmente...
Un saluto a Massimo,Walter,Pietro e Giulio coi quali abbiamo effettuato questa divertente discesa in una splendida giornata di sole.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Libera fino a Ribba (1568m)
quota neve m. :: 1800
Gran gita in solitaria. Nessuno in tutto il vallone. salito da Ribba dove si lascia l'auto con gli sci a spalla fino a bou du col (1750) dove e' possibile mettere gli sci. Ho seguito il percorso del sentiero estivo per il rif. lago verde fino al punto in cui scende leggermente per attraversare il vallone. piegato quindi a sinistra e seguito il vallone a sinistra dei due canali evidenti che scendono dalla punta, uscendo sul colle a pochi minuti dalla vetta, raggiunta con passagggi un po' delicati per vetrato. sceso dal canale di destra (quello immediatamente sotto alla punta). I primi metri piuttosto ripidi (per me) con neve ventata e non facile, poi firn strepitoso. In basso firn che mollava, a volte anche un po' troppo. si segue il canale del torrente ben tappato fino a bou du col. consigliata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m. :: 2500
SONO SALITO SENZA SCI E ....HO FATTO BENE DAL CANALE NORD A SINISTRA 40,45, 50 ALLA FINE SE SI SALE TUTTO A SX FRA LE ROCCETTE PER EVITARE DI SPROFONDARE NELLA CROSTA NEL TRATTO TERMINALE DELL' USCITA.CONSIGLIO PER ARRIVARE AL CANALE DI SEGURE IL TORRENTINO A SX ,SCALANDO I SUOI PICCOLI MA DIVERTENTI SALTINI GIA' GELATI ,COSI' SI EVITA DI SPROFONDARE. LA NEVE NEL CANALE TIENE BENE TRANNE POCHI TRATTI IN CUI IL PIEDE VA' GIU'.SONO SCESO DAL CANALE DI DESTRA E LI SI CHE SI SPROFONDA ,INFATTI LO SCONSIGLIO ASSOLUTAMENTE IN SALITA .LA CRESTA FINALE E' PULITA E SI SCALA FACILMENTE. BELLA GITA, BELLA GIORNATA .CONSIGLIATA

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: auto a bou da col (1700) - strada sconnessa da giordano
quota neve m. :: 2200
SALITA e DISCESA A PIEDI PER I CANALI NORD
salito quello di sn, sceso quello di ds
ottime condizioni per la salita a piedi, neve non trasformata, max 30/40 cm, ramponi solo a salire
in punta per roccette dal colle, passi di II (sgombre di neve)
giornata invernale, tempo progressivamente guastatosi, nevischio, nuvole

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Splendida conclusione di una stagione unica, durata oltre 7 mesi e mezzo. Si sale con gli sci legati allo zaino fino a mezz’ora dalla punta, onde evitare passaggi privi di neve. Discesa per il canalino di destra in splendide condizioni e ancora giù sci ai piedi fino a 20 minuti da Bout du Col. Un grazie ad Aldo per la paziente regia durante la ripida discesa.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): ...tipo di neve ...
Lasciato l'auto poco dopo bout du col. Seguito il corso del Germanasca fin dove si stringe il fondovalle, da qui iniziano degli scivoli di neve utilizzabili in discesa.
Neve un po' lavorata nella parte centrale ma comunque piacevole. Sceso il canale di destra in buone condizioni.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
Effettuato il giro della Gran Guglia.
Lasciata l'auto alle Muande Bout de Col. Bell'itinerario in ambiente incontaminato, meglio sarebbe stato intraprenderlo 10 gg. fa. Ad oggi non è più remunerativo in quanto non è possibile salire il canale del torrente Germanasca perchè ormai privo di neve. Abbiamo seguito idelamente il percorso del sentiero al Rif. Lago Verde (perciò notevole spostamento) senza però raggiungerlo. Scesi dal colletto della Gran Guglia (che si vede in foto, al centro) per il valloncello a ds. rispetto ai 2 canali. Sempre continuando la discesa per canali a volte ripidi, abbiamo raggiunto il pianoro dove scorre il torrente Germanasca; di qui 30 min. con sci in spalle per raggiungere l'auto. Nel complesso neve molle ma sciabile, su fondo consistente. Gita ancora fattibile: Baraccone di San Giacomo

[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: ok
Gita in compagnia dei Pinerolesi Enrico ed Ermanno conoscitori della zona e con il socio abituale Lodo. Giornata inizialmente molto grigia con molta umidità, in seguito con un pizzico di fortuna è conmparso il sole regalandoci una deliziosa giornata fuori porta. Gita molto bella con un tratto finale di piacevole e facile misto. Abbiamo salito e sceso il canale di destra. Neve nel complesso discreta.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
Si arriva in macchina a 15 min. da Bout du col, dopo di che inizia la neve.
sono gia scese alcune grosse valanghe, pertanto il fondo è sconnesso, scendendo alle 9 e tenendo il lato dx del canale ( Ovest) abbiamo trovato neve dura, sotto i 2100 m invece era marcia.
molto caldo !!!


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: 1
neve (parte superiore gita) :: trasformata
bella...bella...bella!!!!!!

Condizioni perfette.
Confermo quanto detto nella relazione precedente

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sicura
neve (parte superiore gita) :: trasformata
Da Bo du Col, dove si arriva con l'auto, sci a spalle ormai per almeno 1 ora circa. Poi si potrebbero calzare gli sci, ma la neve di oggi era molto dura ed è stato più agevole continuare a piedi. Saliti per il canale di destra (ramponi). Dalla selletta alla punta 10 minuti di facile arrampicata su terreno privo di neve. Scesi per il canale di salita, con neve che aveva appena iniziato a mollare (ore 9.30). Nella foto la Gran Guglia con i due evidenti canali. Con Carlo Ravetti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: SICURA
Si lascia l’auto a Bo du Col e si prosegue sci a spalle per mezz’ora. Poi si infilano gli sci con neve resa molle dalla pioggia di ieri, nonostante la mattinata abbastanza fredda, e si sale senza interruzioni . Dai 2600 mt. in su inizia un lieve strato di neve fresca.
La discesa è bella per diversi tratti, occorre cercare canalini poco esposti, altrove si sprofonda al minimo accenno di curva. Bisognerebbe scenderla non oltre le 9.00!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2
neve (parte superiore gita) :: trasfomata
Un po' di spostamento ma gita comunque bella. Il canale di dx (salendo) sembra ancora un po' carico. Quello di sx ha gia' scaricato e si scia su fondo di valanga e placche da vento.
Siamo saliti con gli sci, comunque e' bene portarsi i ramponi (e picca).


[visualizza gita completa]
:: scialpinistica
Scialpinistica di un certo impegno, specie a partire dal canale molto ripido, (che ci a indotti a portare gli sci in spalla) fino in vetta per l'affilata crestina di roccia mista a neve, con passi alquanto delicati. Discesa in anello per il rifugio del Lago Verde e Bout du Col. Con Peter.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 01/04/19 - billcros
  • 23/05/10 - el biund
  • 04/02/07 - andre85
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: canale
    difficoltà: 4.1 :: E1 :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord-Est
    quota partenza (m): 1750
    quota vetta/quota massima (m): 2819
    dislivello totale (m): 1100

    Ultime gite di sci ripido

    24/05/20 - Gran San Pietro (Torre del) dalla Diga di Teleccio per il Canale centrale degli Apostoli - chiara giovando
    Itinerario bellissimo e inedito se concepito in sci in questa stagione, ben descritto dal compagno di salita Diego; come detto già da lui, le condizioni di questa tarda primavera e l'ottimo rigelo di [...]
    24/05/20 - Gran San Pietro (Torre del) dalla Diga di Teleccio per il Canale centrale degli Apostoli - lupo solitario
    Un sogno realizzato!! Erano anni che volevo salire la Torre del Gran S.Pietro ma il valore aggiunto è stato poterlo fare nella stagione scialpinistica così da portare a casa anche la discesa del can [...]
    24/05/20 - Monviso Parete Sud - giole
    Parete magra ma tutti i passaggi sono collegati (eccetto i fornelli, in roccia viva). Entrati in parete poco dopo le 7 su neve perfettamente rigelata, saliamo la prima rampa e sbagliamo subito, tene [...]
    23/05/20 - Perduto (Colle) da Ceresole Reale - umbertobado
    Partiti alle 4:40 con gli sci a spalle. La neve inizia a quota 2200 circa grazie alle grandi valanghe scese nei mesi passati. Fino a quota 3000 la salita si svolge dentro e fuori dagli accumuli e d [...]
    23/05/20 - Roccia Viva Canale Coolidge - rickyalp82
    Portage dalla diga fino alla fine del Pian delle muande. Causa alte temperature, in basso il rigelo è stato praticamente nullo, ma comunque si sale bene, la neve è compatta. Mano a mano che si sale, [...]
    14/05/20 - Serpentiera (Punta) Canale NE - popino
    Come i Gulliveriani avranno già capito, di questi tempi è un buon affare andare in valle Argentera. La strada è aperta e il versante Nord ha un buon innevamento a partire dai 2000/2200 mt. Portage [...]
    14/05/20 - Leccia (Cima di) Canale NE - lupo alberto
    Si portano gli sci per circa 20' da Pian della Casa, poi buon innevamento nel Ciriegia, con un piccolo strato di fresca dei giorni precedenti oltre i 2400. Dal colle, crestina-dorsale per la cima puli [...]