Stella (Corno) Via Italo

gran via, gran linea di grandi alpinisti.
perfetta la relazione qui presente di mastroricu, grazie! seguita quella e non vi sbaglierete,occhio a gestire bene le corde e al tiraggio. scalata bella fisica, almeno per me. Dopo aver raggiunto e superato la allain è facile( e meno male..)
(anche per noi conserva e in un'oretta scarsa si esce)

[visualizza gita completa]
Via molto bella soprattutto nel diedro, oltre si va un po al pascolo.
La relazione del libro nuovo sul corno presenta un mucchio di errori ed imprecisioni, abbiam corretto il possibile sul libro del rifugio, basta passare a fare una bella foto.
Come materiale una doppia serie di friends dai micro fino al 3 non e' male, contando che qualcuno va via per rinforzare le soste.
Nel complesso bella scalate, sostenuta e su bella roccia lavorata.
Dal canale della de cessole noi abbiam optato per conserva protetta fino sul plateau, si va veloce, la roccia e ottima e si protegge anche bene, opzione consigliata per non perdere tempo a fare tiri sul III.
ottima accoglienza al rifugio come sempre.
Con bac e filip!!


[visualizza gita completa]
Via molto bella, d'altronde il nome degli apritori è una garanzia..!!Sul primo tiro attraversare appena si riesce su placca rossa anche se sembra presto, in questo modo si trova la sosta di Ritorno al futuro da cui poi si continua a traversare a sx alla sosta a chiodi di Italo(3 chiodi e brandello di fettuccia). Sul secondo tiro si incrocia Gelamo che va via a dx, bisogna continuare nel camino anche se sembra un po' rotto, il tiro diventa poi più facile e si raggiuge la sosta del bivacco dei primi salitori(bong + nut incastrato integrabile). La sosta del quarto tiro è in una nicchia che si raggiunge traversando a sx dopo il tettino con cordone bianco (chiodi) ed è costituita da due chiodi integrabili con BD 3(gestire bene le corde per limitare l'attrito, visto che il tiro è un po' tortuoso). Qualche chiodo presente in via,non male portare il BD 3 doppio.

[visualizza gita completa]
Bellissima via, sostenuta, ma ben proteggibile nei tratti più duri. I chiodi in posto ci sono, ma indispensabili una serie di friends, raddoppiando eventualmente i n. 1, 2, 3 B.D. e nuts. Martello consigliato per ribattere i chiodi.

Di seguito riporto l'itinerario da noi seguito, in quanto non coincide in alcuni punti (soprattutto per il primo tiro), con la relazione sulla guida nuova.
Attacco: risalire il canale di sx superando la sosta di attacco di "Ritorno al Futuro", andando a sostare alla base di una bella placca grigia su due spit con cordone (spit vecchio con tracce di vernice gialla un metro a dx)

L1 50 m. V+ sostenuto
Risalire la placca a dx proteggendosi con gli spit vecchi per circa 15 metri, poi, appena se ne intravede la possibilità, attraversare verso sx la placca grigia percorsa dal secondo tiro di "Ritorno" (possibile rinviarne uno spit). Continuare a sx su roccia rossastra molto lavorata (chiodo) fino ad intravedere una sosta a chiodi (tre, di cui uno poco visibile più in alto rispetto agli altri) da cui penzola un brandello di fettuccia azzurra, alla base della grande fessura-camino con massi incastrati.
L2 VI+ 50 m Risalire lo strapiombo iniziale sulla sx, fino ad immettersi nella fessura vera e propria (sulla sinistra, su placca, è visibile la prima sosta sosta di "GELAMO" da cui pende un cordone bianco). La fessura più in alto diventa camino con massi incastrati, superati i quali, spostandosi progressivamente sulla destra, si raggiunge più facilmente la sosta su un comodo poggio alla base dell'evidente fessura leggermente strapiombante.
L.3 VII+ 35 m Scalare la fessura con movimenti impegnativi, fino ad entrare in un bellissimo diedro aperto. Consigliato sostare, per evitare gli attriti, sulla sosta su tre chiodi molto buoni sulla placca a sx.
N.B. questa è la sosta intermedia che sulla relazione viene riportata al secondo tiro
L.4 50 m VI+ Riprendere la fessura, uscire a dx su terreno più facile, raggiungere una sosta con cordone bianco incastrato. Superarla sulla sx affontando un bellissimo tettino di roccia molto lavorata. Continuare in ascesa leggermente verso sx, fino a sostare in una caratteristica nicchia (sosta su friends)
L.5 III-IV 55 m Traversare ascendendo verso sx, cercando la roccia migliore, fino ad uscire alla base del canale della "De Cessole".

Da questo punto con due facili lunghezze (60 m) si giunge sul plateau sommitale.
Bellissima giornata al Corno, con vista sulla Costa azzurra, simbolico omaggio agli apritori di questa linea stupenda. Un grazie al grande Alberto per l'idea e per la determinazione!


[visualizza gita completa]
BELLA LA PRIMA PARTE, SOSTENUTA IN LIBERA (FRIEND MEDIO-PICCOLI INDISPENSABILI, LA VIA E' PRESSOCHE' SCHIODATA, TRANNE LE SOSTE E QUALCHE VECCHIO CHIODO CHE NON NE VOLEVA SAPERE DI USCIRE...), LA SECONDA PIU' RILASSANTE. IN CASO DI NUBIFRAGIO (COME OGGI) E' POSSIBILE USCIRE SULLA DE CESSOLE AL TERMINE DEL TIRO SULLA "ALLAIN".

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: 6b :: 6a obbl ::
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
sviluppo arrampicata (m): 350

Ultime gite di arrampicata

15/02/19 - Rama (Monte) Via Mediterranea - dario 67
Bella via un po'discontinua comunque carina soprattutto L2 e L4 leggermente più impegnativi x me, con Valerio e Beciu.
15/02/19 - Albard Rolling Stones - righini
Anche senza indicazioni si trova... Ambiente bucolico arrampicata selvaggia. Il terzo e quarto tiro valgono il viaggio. Giornata primaverile, roccia calda, non si poteva chiedere di più
12/02/19 - Furà (Rocca) Via ignota - michele motta
Pulita sarebbe una bella via tranquilla su ottima roccia, avviso ai chiodatori!! Attualmente non è certo una via da falesia ma gli spit vicini e le basse difficoltà la rendono comunque percorribile. [...]
10/02/19 - Selvatico (Sperone del) cresta Integrale + cresta delle Rocce del Colletto - cecco81
Oggi veloce giro di ispezione per qui,vie( come da descrizione) facili e super giornate,possibile qualche passaggio più impegnativo ricercando lo e proteggendolo,ma la roccia è di scarsa qualità fu [...]
09/02/19 - Albard Blink - charlie49
Itinerario un po' discontinuo, primo tiro non banale, secondo facile ma abbastanza bello, qualche scaglietta che viene via, con qualche ripetizione si pulirà.
09/02/19 - Pianarella (Bric) Calcagni - popeantonio
Via molto interessante e varia, a torto meno battuta di altre vie storiche di pari grado (Vaccari, Grimonett). Interamente chiodata a fittoni resinati, soste tutte da collegare. Friend inutili, invece [...]
09/02/19 - Coudrey Biribiri - windeugenio
Primo tiro molto sporco con licheni e muschio che rende tutto leggermente più difficile. I tiri successivi ripercorrono la caratteristica di tutto questo settore dove il primo tiro è verticale e d [...]