Stromboli (Cratere) dal Porto

Saliti ovviamente con le guide vulcanologiche. Nonostante la nebbia in cima i bagliori e i lapilli di lava contornati dai boati suscitano forti emozioni. Serve attrezzatura da montagna, compresa pila frontale per l'escursione serale, eventualmente noleggiabile in loco.
Oggi con Daniela.

Capannine al punto d'osservazione sui crateri
Si scende...

[visualizza gita completa con 2 foto]
Emozione unica! Iddu il faro del mediterraneo....ti ammiro vecchio brontolone che lanci lapilli, fuoco e lava in continuazione! Che fortuna...salita fino in cima al tramonto e discesa con la luna piena tra esplosioni stromboliane e boati assordanti!

[visualizza gita completa con 5 foto]
Salita in serata. In cima col buio grande spettacolo con sei esplosioni in mezz'ora. Discesa divertente anche se tra nuvole di polvere. Gita spectaculars conclusa alle due di notte con bagno dalla barc di fronte alla sciara che anche dal mare regalava grandi spettacoli. Tutto eccezionale. Peccato essere obbligati a prendere la guida che limita la flessibilità dal momento che la salita è molto facile e il sentiero un'autostrada

[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: Ok
Bella passeggiata in ambiente unico. Si sale con le guide (28€ a persona) da soli si può salire solo a quota 400 ma lo spettacolo da più in alto vale il prezzo del biglietto. Saliti per il sentiero vecchio che sale a bordo della sciara del fuoco e consente di vedere un tramonto pazzesco. Il sentiero che vieno solitamente utilizzato è più breve ma meno panoramico. Gruppi di 20 persone per guida e in quella data causa anche le condizioni ideali qualche centinaio di persone sul vulcano.
In compagnia della Vale e della Fede.


[visualizza gita completa con 7 foto]
Stromboli, che montagna eccezionale!!! che emozione salire su una montagna viva!
Forse in questo periodo anche troppo.
Oggi siamo saliti dalla via normale e scesi sul sabbione della Rina Grande.

[visualizza gita completa]
Precisazione al contributors di LUKA70 : Alla data 22 Maggio c.a.(nostra escursione) l'importo è € 25 le guide in tale periodo erano sorprendentemente PIEMONTESI ( Torre Pellice, Dronero) molto competenti e efficenti.


[visualizza gita completa]
...ed ecco l'abusivo che sale in solitaria e by night.
premetto che non sono fiero di non aver rispettato le regole, capisco il ruolo delle guide e la loro importanza ma il ritardo dell'aliscafo non ci ha consentito di salire con gli ultimi gruppi in partenza e la voglia di approfittare dell'occasione e della splendida serata serena ha prevalso. Non ho incontrato controlli, ho visto il giorno seguente l'ordinanzza comunale che vieta la salita senza guida, non ci sono (o nn ho visto)altri divieti in giro ed all'ingresso dei sentieri. Salita fino all'osservatorio con le ultime luci e badando ad evitare le motorette che portano i turisti al comodo ristorante, percorso il sentiero che corre vicino al bordo della Sciara del Fuoco con la notte già calata e sentendo i primi boati ancora lontani. in un paio di punti la folta vegetazione mi fa perdere la traccia ma usciti dal verde basta seguire i bolli bianchi su una ripida fascia rocciosa e poi i ripidi tornanti su sabbia. Salendo ho visto le luci delle frontali dei gruppi sulla quota 918, memorizzando il punto dove anche io mi sarei fermato. La prima "bocca da fuoco" è decisamente molto più bassa delle altre ed è indescrivibile l'emozione nel vederla eruttare alla mia altezza quando pensavo che lo spettacolo iniziasse più su.. Arrivo in cima alle 10.00 quando gli ultimi gruppi son già scesi dall'altro versante e non c'è più nessuno se non una notte senza luna ma splendidamente stellata e senza vento. Che dire, è stata un'ora di sensazioni forti, nel sentire per la prima volta il respiro della terra, le vibrazioni che entrano nel cuore, la commozione davanti agli improvvisi bagliori, l'emozione nel sentirsi nulla ma un nulla felice nell'aver colto questi attimi.
Rapida discesa dal versante sabbioso, qualche catarinfrangente aiuta in alcune deviazioni. Ancora una grande esperienza in queste isole magiche, anche dal mare lo spettacolo è molto suggestivo ma qui è altra cosa..

[visualizza gita completa]
Un'esperienza unica:non ci sono parole per esprimere le emozioni che si provano dalla vetta del cratere nell'osservare le esplosioni delle cinque bocche vulcaniche.Bellissima anche la salita serale alla cima con viste mozzafiato sulle Eolie.Emozionante e a dir poco unica la discesa lungo un canale di polvere lavica fatta completamente al buio:provare per credere...
Saluti agli amici del CAI di Asti con cui ho condiviso una grande settimana di trekking alle Eolie.


[visualizza gita completa]
Per un geologo come me salire sullo Strombili suscita forse maggiormente fascino ma penso che chiunque provi qualcosa. Peccato però che in quel periodo una ordinanza comunale vietava l'accesso fino alla cima. Comunque in ogni caso il vulcano ha dato in ogni modo spettacoli, con sbuffi di fumo e numerosi distacchi di rocce e detriti lungo la famosa Sciara del Fuoco. Uno spettacolo veramente bello e suggestivo.
Ringrazio la Commissione Gite del C.A.I. UGET di Torino per aver organizzato questo affascinante trekking alle isole Eolie.
La comitiva è composta da persone veramente fantastiche, grazie di cuore a tutti quanti, in modo particolare ai capigita, Luciano Zanon e Giovanni Lucarelli


[visualizza gita completa con 4 foto]
L'accesso ai sentieri sopra i 400 metri di quota è consentito solo se accompagnati da una guida vulcanologica (costo dell'escursione 22 Euro + 3 Euro di tassa comunale per salite in gruppi di 20 persone circa, prenotare con anticipo in alta stagione). In questo periodo si parte verso le 16-16.30 e si ritorna alle 22-22.30 (considerare numerose pause e 1 h di sosta in vetta, in realtà l'intero percorso richiederebbe max 3h A/R). La salita non presenta alcuna difficoltà tecnica e avviene lungo il nuovo sentiero tracciato dalla forestale nel dicembre 2004 che parte dalla chiesa di San Vincenzo. Si raggiunge la vetta del cosiddetto "Pizzo sopra la Fossa" (918 m,) da dove, nebbia permettendo, si possono osservare con ragionevole sicurezza gli spettacolari effetti dell'attività dei sottostanti crateri attivi dello Stromboli. Il punto + alto dell'isola (924 metri) è in realtà costituito dai cosidetti "Vancori", il bordo di un vecchio cratere raramente salito in quanto non consente la vista dell'attuale attività vulcanica. La discesa avviene lungo un sentiero di sabbia nera su cui si può comodamente "lasciarsi andare". attrezzatura necessaria: scarponcini o scarpe da ginnastica con suola non piatta, zainetto, torcia elettrica, giacchetta antivento o k-way, macchina fotografica, utili ma non indispensabili i bastoncini, il casco ed eventualmente una mascherina sono forniti dall'organizzazione. Il tutto può essere noleggiato comodamente in loco. Per chi volesse tentare la salita "abusiva", avverto che la finanza effettua controlli sui sentieri che portano in quota, dunque si corre il rischio di essere ricacciati indietro. In ogni caso auguro a tutti i futuri salitori miglior fortuna del sottoscritto, che si è ritrovato per 1 h in cima a contemplare fantozzianamente una nuvola bastarda che ha solo consentito di intravedere le spettacolari eruzioni.....

[visualizza gita completa con 1 foto]

Caratteristica itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: dal Porto
difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 80
quota vetta/quota massima (m): 918
dislivello salita totale (m): 840

Ultime gite di escursionismo

23/02/20 - Tesoro (Bric del), Cima Cisa e Rocca dell'Adelasia dal Rifugio Cascina Miera, anello per la Riserva dell'Adelasia - vicente
Percorso in totale solitudine in un'atmosfera spettrale, con i boschi immersi in una fitta nebbia. Davvero affascinante. Inizialmente pensavo di limitarmi al sentiero Airone, ma poi ho deciso di aggiu [...]
23/02/20 - Capretto (Monte) da Avigliana, anello per Monte Pezzulano e Rocce Rosse - dragar
Carina passeggiata da fare in un paio d'ore. Si passa in dei punti panoramici, meritevoli per vedere per una volta le montagne da un'altra prospettiva. Abbiamo fatto tutto il giro del lago grande, ma [...]
23/02/20 - Bossola (Cima) da Rueglio, anello - insosta
Saliti dal paese Rueglio su strada sterrata fino alla Madonna di Palestina con bella vista sulla valle, da li il percorso diventa un pò meno monotono della strada e salendo per sentiero si raggiunge [...]
23/02/20 - Lunelle (Punta e colle) da Traves, anello - roby1454
Escursione molto interessante con percorso molto bello e evidente. Il sentiero sale di quota in modo costante, pochi punti dove rifiatare. Interessante e divertente l'ultimo strappo per la Punta, dove [...]
23/02/20 - Moncuni (o Monte Cuneo) da Avigliana, per la cresta Nord - la lu
saliti oggi pomeriggio in un ritaglio di tempo. purtroppo alla roca parpaiola il sentiero si interrompe perchè hanno tirato una rete con cartelli di proprietà privata e attenti al cane, di lì non s [...]
23/02/20 - Mazzoccone (Monte) da Quarna Sopra, anello - franco1457
Bella e tranquilla escursione al Lago d’Orta, al Monte Mazzoccone con mia moglie Patrizia e gli amici Giovanni e Bruna. Siamo partiti da Quarna di Sopra e abbiamo seguito una sterrata fino all’Alp [...]
23/02/20 - Grammondo (Monte) da Villatella per la Cresta SE - klaus58
Un "viaggio" per tutta la valle Roya ma ne valeva la pena. Seconda volta sul Grammondo dopo circa una decina d'anni (ero salito da Olivetta). Divertente la cresta SE con alcuni passaggini su roccia, m [...]