Breithorn Occidentale e Centrale da Cervinia

neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Bagnata
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
Condizioni molto buone. Saliti con gli impianti a Plateau.
Diretti prima al Centrale su ottima traccia sino alla sella tra i 2 Breithorn dove abbiamo lasciato gli sci.
Da qui facilmente in cima a piedi. Tornati e recuperare gli sci saliti all'Occidentale sulla facile cresta in ottime condizioni.
Dalla cima discesa su un tavolo da biliardo sino al piano dove ci si ricongiunge alla traccia di salita.
Da plateau sino a cime bianche lungo il ventina su neve un po' marcia ma comunque sempre ben sciabile.
Giornata fantastica in ottima compagnia di Ernesto.
Un saluto a Samu83 incontrato in cima al Centrale


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa pesante
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
quota neve m :: 2600
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza con una certa calma da Cime Bianche, risaliamo la pista del Ventina fresata dai gatti su neve piuttosto dura per effetto dell'ottimo rigelo notturno. Arrivati al Plateau Rosà recuperiamo due amici saliti con gli impianti, ci concediamo un caffè veloce al rifugio Guide del Cervino e ripartiamo: il primo impianto di risalita che si attraversa per andare la colle del Breithorn è ancora chiuso ma le piste sono aperte ed ottimamente preparate, perciò la salita è piacevole su ottima neve compatta. Una volta giunti al Colle del Breithorn mi separo insieme a Mauro (che ringrazio per la compagnia in questa salita) dal gruppo diretto verso il Breithorn occidentale per andare al Breithorn centrale. La prima parte di salita (ottimamente tracciata) è in comune con quella del Breithorn occidentale: dopo circa 40 m di dislivello la traccia si distacca e punta verso la Sella tra i due Breithorn quota 4.075. Decidiamo di abbandonare la traccia poco prima della Sella e ci dirigiamo in un punto piuttosto ampio tra i due Breithorn dove lasciamo gli sci e, una volta calzati i ramponi e legati in cordata, ci dirigiamo a piedi sul Breithorn centrale su traccia molto evidente e calpestata, su cui si affonda un pò per gli apporti nevosi abbondanti in quota degli scorsi giorni. Quando arriviamo in punta ci sono passaggi di banchi nuvolosi che ogni tanto coprono completamente la visuale sugli splendidi panorami circostanti, ci concediamo una breve pausa per le foto di rito e poi ritorniamo sui nostri passi per tornare al nostro deposito sci: qui ci carichiamo gli sci in spalla e percorriamo la cresta sino a raggiungere il Breithorn occidentale, dove ci attendono i nostri amici.
Una volta sul Breithorn occidentale cambiamo assetto con una certa calma, ci facciamo fare un pò di foto di gruppo da uno sci-alpinista ancora in vetta (grazie) ed insieme a lui lasciamo la cima da buoni ultimi per goderci la discesa sui pendii tutti per noi.
Prima parte della discesa sino al Colle del Breithorn su neve recente ed abbondante, ma un pò pesante e già rimaneggiata dai numerosi precedenti passaggi sia in sci che a piedi: la sciata è piuttosto fisica e ogni 4 o cinque curve devo fermarmi a prendere fiato, ma nel complesso discesa comunque piacevole. Una volta passato il colle del Breithorn troviamo neve trasformata perfetta, che offre una sciata veramente eccelsa, dal Colle del Breithorn al Plateau Rosà mi fermo una sola volta per rifiatare, ma fermarsi è davvero difficile, viene voglia di chiedere se ci aprono gli impianti per tirare ancora qualche curva. Ci concediamo una breve pausa al rifugio Guide del Cervino per la birretta di rito, una vera manna corroborante per l'arsura da quota, e poi ci lanciamo giù per il Ventina su neve trasformata sempre di bellezza commovente: sciata splendida sino alla stazione di Cime Bianche, dove riprendiamo gli impianti per scendere a Cervinia.
Giornata di sci-alpinismo davvero stupenda in compagnia di molti amici, che non posso non ringraziare: il Confratello Andrea il Valdostrano, motore organizzativo della gita, Gaia, Elena, Mauro, Luca e Michele.
Una volta arrivati a Cervinia ci concediamo una lauta merenda accompagnata con congruo numero di giri di birre medie per reintegrare sali e liquidi spesi oggi in quota sotto il sole: la giusta chiosa ad una giornata perfetta in giro per i monti con gli sci.


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
Abbiamo fatto prima il centrale lasciando gli sci al colle tra le due punte, dopo aver salito il centrale siamo scesi e recuperati gli sci e poi con ramponi traversata sull'occidentale e bellissima discesa su neve vellutata fino al plateau. Bloccati dai guardiani delle piste nello scendere a cime bianche perchè arrivati dopo le 13,00 e perchè stavamo fresando le piste.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
meglio la salita che la discesa, neve molto variabile passando dal duro alla crosta non portante , quindi sciata molto delicata atta a cercare di non rompere la crosta........come è venuta a tiro la pista siamo entrati e arrivederci alla prossima.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 2600
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita, soprattutto per le condizioni meteo spettacolari! Abbiamo preso gli impianti fino a plateau rosa (21 euro) e salito prima l'occidentale lungo la traccia della normale (circa 10 persone oggi), poi siamo scesi lungo la cresta al colle e salito il centrale (altre 4 persone hanno fatto il nostro percorso). Discesa dal centrale sci ai piedi lungo la traccia di salita fino al colle, poi giù verso il pianoro. Si attraversano un crepaccio abbastanza piccolo (un po' infame perchè si vede poco) e la terminale ma in modo agevole. Neve abbastanza dura e a tratti un po' ventata. Discesa sugli impianti fino a cervinia. Con Giulio che ha dovuto mordere il freno, prossima volta si tenterà senza impianti!

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Testa Grigia. Molto tracciato ma purtroppo neve molto lavorata dal vento con varie croste e onde da vento. Crepaccia ben chiusa da passare in alto. Temperature da montagna primaverile
con Leandro, Andrea e Cris Virgilio uscita Guide ProRock


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
! Dopo aver dormito al guide del cervino siamo saliti sul breithorn centrale e fatta la traversata in cresta abbastanza esposta ma tracciatissima sul breithorn occidentale.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
Strepitosa traversata in compagnia di Andrea! La terminale del centrale si passa su un ponte sottile (si vede il nero del baratro sotto)

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: nulla di significativo
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
Neve dai 2.800 mt (sono salito a piedi).
La traversata dei due Breithorn si svolge su ottime tracce. Discesa goduriosa su neve liscia e smollata il giusto.
È l'86 esima volta che arrivo in cima alla "mia" montagna...ed è sempre un'emozione!


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Sfruttando oggi l'ultimo giorno di apertura degli impianti che resteranno chiusi fino a fine giugno abbiamo deciso questo classico ma bellissimo giro ( settima volta per me). partiti con la prima corsa, anche se con un po di ritardo, siamo arrivati a Plateau rosa per le 9 e 20. (saliti con noi tutta la nazionale Francese di sci alpino ;) ) Cielo limpido e un po' di vento gelido, ci hanno accompagnati per tutta la salita, traccia buona sia per chi saliva con gli sci o a piedi, in alcuni punti un po' ghiacciatina. Crepacci tutti abbastanza chiusi, si aggirano facilmente, anche per chi volesse scendere dal colle tra i due breithorn. In cima per le 11 circa, ancora nessuno ma dietro di me ci saranno state 40 persone, se non di più. solite raffiche di vento in punta, abbastanza fastidiose. Messi i ramponi e proseguito, prima in cresta ( non banale, poca neve e tracce poco profonde, in alcuni punti il vento aveva spazzato via quasi gran parte della neve, ma solo nell'ultimo tratto ho fatto qualche passo su ghiaccio) arrivati al colle neve un po' sfondosa ( quella riportata dal vento) poi ottima traccia fino in punta al centrale. in 30 secondi tutto si è chiuso nebbia e raffiche di vento fortissimo, conoscendo bene il posto nessun problema per il rientro, su neve dura e irregolare fino al pianoro. seguendo il ventina si arriva grazie a qualche lingua e "gava e buta" a 10 minuti dal parcheggio.
Con Mauro.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nn
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza dal r. Teodulo ore 5,30 ove abbiamo soggiornato dal 23 al 25 aprile. Al Colle del Breithorn ore 2, al Colle quota 4076 ore 1,30, al Breithorn C. a piedi su traccia ore 0,30, ritorno al Colle e salita al Breithorn Occ. ore 1.
Ghiacciaio in buone condizioni, crepaccia terminale del B.C. ben superabile.

Uscita del corso SA2 della Scuola di Sci-Alpinismo della Sez. Ligure del CAI. 12 allievi, 5 istruttori


[visualizza gita completa con 7 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti con la prima corsa... ore 8.00 e poco prima delle 9.00 sci ai piedi. Saliti al colle del Breithorn e puntato in diagonale ascendente la sella tra il centrale e l'occidentale, attenzione alla terminale coperta ma non troppo con una bella traccia di discesa che passa sopra una voragine che vista di lato fa paura... Salito prima il centrale e poi l'occidentale su buona traccia. Discesa sci ai piedi dalla vetta su bella neve nel primo tratto, crosta portante con una spolverata di farina, poi lavorata la parte centrale e di nuovo crosta portante fino alle piste.
In compagnia della Fede e del discepolo Carlo ai primi 4000. Questa dovrebbe essere la chiusura stagionale sperando che nevichi e si possa passare alla nuova stagione...


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: a fuoco fino a cervinia
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Traversata eseguita in verso opposto. I pendii finali sono tutti coperti da un buon quantitativo di neve recente che non ha ancora coeso con lo strato di ghiaccio sottostante. Caldo quasi da agosto. Come ha già scritto Brusa c'è stato un distacco all'attacco del pendio finale dell'occidentale, credo di origine antropica, per fortuna senza gravi conseguenze. Due distacchi naturali anche sul ripido pendio del centrale (compresa la kaspar moser) intorno alle 1100.

Piacevole rincontro con stefano e cristina con cui abbiamo per caso già condiviso la ciamarella e gli ambin. Alla prossima!

Un po di aria sottile a buon mercato (mica tanto per gli impianti da 30 sacchi A/R) con gianni e angela alla prima esperienza over 4000.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: perfetto
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Plateau Rosà alle 8.10.
La salita con le pelli al colletto tra i due Breithorn è stata effettuata senza difficolta grazie alla neve perfetta. Anche il passaggio della terminale prima del colletto non ha creato alcun problema. La neve di questi giorni deve averla un po' rimpolpata rispetto al commento precedente. Entrambe le creste per il Centrale e l'Occidentale erano perfettamente tracciate, tanto da facilitare e ridurre l'effetto "esposizione".
La neve fresca al mattino presto era ancora farinosa poi si è via via smollata fino a fare pure zoccolo sotto le pelli.
Discesa alle 12.45 con neve "cotta a puntino".
Grande ultima di stagione !
Prima di salire i Breithorn ho allungato un po in giù dopo il colle per seguire le tracce che traversavano basse sotto i Breithorn. Spettacolare lì sotto. Molta gente verso l'Orientale, il Roccia Nera e il Polluce.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun probema
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Pareva brutto chiudere la stagione estiva senza un 4.000, e quindi abbiamo scelto l’accoppiata dei Breithorn Occidentale e Centrale. Saliti con una delle prime cabinovie a Plateau Rosa (prezzo 30 € a persona A/R, se si è almeno 5 il prezzo scende a 21 €), abbiamo iniziato la salita alle 8.30. Un po’ di attenzione a non farsi stirare nell’attraversamento delle piste, poi finalmente l’ambiente si fa un po’ più “montano”, anche se c’era una processione di persone che salivano ai Breithorn (direi almeno 120-150 persone, quasi tutti a piedi). Siamo saliti sci ai piedi fino alla sella tra le 2 cime (utili rampant nel tratto più ripido); l’unico passaggio un po’ rognoso è l’attraversamento della crepaccia terminale…stando sulla traccia è molto faticoso e non mi sembrava il caso di passare altrove, quindi ci siamo tolti gli sci per 5 metri risolvendo ogni problema. Lasciati gli sci alla sella, con picca e ramponi siamo saliti al Centrale (traccia perfetta, nessun problema, occhio solo alle cornici gigantesche!!!), e tornati alla sella dove ci siamo caricati gli scia spalle raggiungendo l’Occidentale. Questo breve tratto di cresta è il punto più impegnativo a causa dell’esposizione sul versante svizzero, ma con le condizioni attuali le difficoltà sono minime e l’unico rischio sono gli incroci tra cordate…per fortuna quando siamo saliti noi non c’era più nessuno e in cima eravamo da soli!!!
Discesa iniziata alle 13.30…neve perfetta dalla cima fino all’inizio del lungo pianoro, aveva mollato il giusto e con il pendio tutto per noi è stata una discesa da sogno, peccato solo che duri poco!!! Abbiamo ovviamente cercato di sfruttare fino all’ultima curva, ma nonostante ciò abbiamo spinto per 5 minuti per raggiungere le piste, orai deserte, godendoci ancora una bella sciata fino a Plateau Rosa…
Giornata bellissima nonostante le previsioni non proprio così ottimistiche…l’ambiente, almeno nella parte bassa, non è ovviamente quello che si definisce incontaminato, ma quando si lasciano gli impianti tutto si fa più piacevole!!! Direi che è fattibile ancora fino a quando chiuderanno gli impianti (se non erro il 7 settembre).


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Regolare, oggi parcheggi della funivia pieni.
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Salito in solitaria da Plateau per i primi 4000 della stagione, i primi della vita con gli sci. Arrivato al colletto tra centrale e occidentale, proseguito a piedi per cresta fino all'occidentale e poi al centrale. Neve che ha mollato vistosamente dopo le 11, tornando alla funivia alle 13 la neve era frenatissima.
Oggi sui Breithorn il mondo. Visto cordate su Kaspar-Mooser, traversata dal roccia nera, polluce, castore, traversata dei Lyskamm. Se continua con questa instabilità si scierà ancora ad Agosto inoltrato.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Cervinia-Breuil
quota neve m :: 2900
attrezzatura :: scialpinistica
Per concludere la stagione scistica i Breithorn non deludono (quasi) mai. Oggi tempo splendido e condizioni ottimali per la salita sci ai piedi sull'occidentale con traccia perfetta. Discesi lungo l'affilata cresta sino al colletto dove abbiamo lasciato gli sci prima di intraprendere la salita al centrale. La neve era perfetta per scendere direttamente da questa vetta. Ritorno al colle poi discesa molto piacevole su neve che aveva mollato al punto giusto. Da Plateau Rosà neve leggermente più umida ma la discesa del Ventina ha comunque regalato grandi soddisfazioni. Attualmente (ma ancora per poco) si arriva alla stazione intermedia di Laghi di Cime Bianche senza particolari problemi. ps: attenzione: la pista del Ventina non è controllata in quanto chiusa. Oltretutto è stata lavorata dai gatti pertanto conviene scendere totalmente fuori pista spostandosi verso sud, prestando attenzione ad alcuni crepacci poco visibili.
Gita in compagnia degli amici NO TAV Agnes, Paolo e Fabio


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Giretto veloce per continuare l'abitudine alla quota.
Saliti prima al centrale e traversato poi all'occidentale da cui siamo scesi.
Sul primo pendio neve un po' sfondosa ma sciabilissima, lungo le piscte marcione divertente.
Si può scendere oltre, ma data l'ora tarda e l'intimidazione degli addetti alle piste ci siamo fermati a Plateau.
Con Fede.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal plateau rosa verso le 8.30, abbiamo lasciato gli sci al colle tra i due breithorn e raggiunto il centrale con i ramponi. Tornati al colle, messi gli sci sullo zaino e saliti su ottima traccia l'esile crestina fino all'occidentale. Giornata inizialmente stupenda ma quando abbiamo iniziato la discesa si è leggermente annuvolato senza comunque compromettre la sciata. In alto i pochi cm di neve fresca della mattina sono diventati gessosi ma sciabili. Raggiunte le piste nessun problema anzi avevano appena rifresato parte del tracciato e raggiunto il plateau quando non c'era più nessuno. La pista del ventina è chiusa ma la neve pur non essendo stata fresata è risultata ben sciabile fino a cime bianche senza interruzioni.
Con l'ottimo telemarker Frank. Un saluto a Claudio e Silvia conosciuti su questa gita e con qui abbiamo condiviso parte della salita.


[visualizza gita completa con 3 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Triste Gulliver in rosso/verde, aggiungo quindi una gita in tonalità blu con i miei genitori su questo itinerario, mamma morta dalla fatica ma felice.
Prima il centrale, poi l'occidentale, ottime condizioni per salire come anche nella cresta tra i due Breithorn, ma soprattutto per scendere, gran sciata!
Unica nota negativa, un gran testa di minchia svizzero/crucco che in cresta (a 20m lineari dalla vetta dell'occ.!) si è messo a sorpassare mentre noi facevamo passare una cordata in discesa, groviglio e insulti multilingua (e direi che in questo noi italiani siamo imbattibili, ma solo in questo).
Ottimo trattamento al Rif. Guide del Cervino, gentilissimi, colazione tipo Hotel!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica

Dopo 10 giorni di ferie salentine, decidiamo di salire a 4000, tanta gente ma ottime condizioni. Presa una delle prima corse da Cervinia, arriviamo a plateau rosa', ottimo rigelo, calziamo i ferri, arriviamo circa a meta' del pendio finale, facciamo, in previsione della traversata, due cordate da tre e calziamo i ramponi. Si arriva in punta agevolmente, poi iniziamo la traversata fino al centrale, la cresta e' bellissima e le cornici che spanciano a valle in certi tratti sono enormi. Dopo le foto e le birrette di rito scendiamo il fantastico pendio sotto il Breithorn centrale su neve perfetta che mollava 3 dita,fino sotto la meta', poi tagliamo a DX verso il piattone sotto l'occidentale e poi giu' fino a plamaison, neve un po' marciotta in pista ma stupenda sia fuori che dentro nella parte alta del venntina.


Oggi in compagnia di Elide, Mara, Pablo, Matt e Patatino.
Troppa neve per smettere, ma prima poi sara' ora.

ciao a tutti


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Tanta gente in giro a vedere la partenza del Mezzalama e a sfruttare gli impianti gratis fino alle 8.
Salita su tracciona autostradale a più corsie.
Scesi al colle tra i due abbiamo risalito fino alla cima drl centrale ingolositi dalla sua vicinanza. Ottima neve fino in cima.
Scesi dritti dal colletto su ottima farina fino al Breithorn plateau . bella polvere anche scendendo verso plateau rosa. poi abbiamo fatto il ventina fino giù in ottime condizioni alle 11.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Partito alle 9 da Plateau Rosà, sono salito all'occidentale e poi, sci ai piedi, sceso alla sella (senza nemmeno togliere le pelli...) e risalito al centrale. Da qui giù sul Breithornplateau tagliando in diagonale sotto l'occidentale, per spingere il meno possibile.
A parte un primo pezzo di crosta sfondosa, neve farinosa e piste da urlo, invernali e perfette fino quasi al parcheggio!

Pieno di atleti il ghiacciaio, molta gente anche sull'occidentale, nessuno oltre me sul centrale.
Da solo da Urbiano.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
condizioni perfette.Gli impianti aprono alle 7.15 (attenzione, chiudono domenica prossima),abbiamo scroccato la salita con gli skilift fino al piccolo Cervino.Da lì in un'oretta sul centrale, lasciando gli sci e gli zaini alla sella. Riscesi alla sella,caricati gli sci sugli zaini e percorsa l'affilata cresta fino all'occidentale.Discesa con gli sci dalla vetta su un firn perfetto.Cielo sgombro da nuvole, leggero vento da sud sulla cresta.
con la guida alpina Marco Spataro


[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Salita prima al Centrale e poi all'Occidentale, per il passaggio da uno all'altro abbiamo preferito indossare i ramponi.
Pernotto al Rif delle Guide del Cervino. Peccato per la scarsa visibilità.
Discesa del Ventina ottima si aper neve che per visibilitò

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
Ci voleva proprio una gita con gli sci al 31 di luglio!
Siamo saliti in giornata da plateau rosà, sotto il pendio dei breithorn ci siamo legati e abbiamo salito prima il centrale e poi per la cresta affilata all’occidentale. Per la discesa ho scelto il pendio dell’occidentale perché è meno ripido e privo di crepacci e poi la neve era migliore, un po’ cotta nelle piste che ormai erano vuote…………
nel complesso bellissima gita con un panorama che spaziava dal bianco al monviso......

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Bellissimo ambiente di alta quota. Salito prima sul centrale con Mabe (vedi gita) e poi traversato sull'Occidentale. La cresta nel tratto centrale è abbastanza affilata e da percorrere con prudenza

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2500
condizioni di innevamento eccezionali
e creste dei breithorn cariche di neve
agevole traccia tra occ e centrale
e salita al centrale
Pendii con neve dura con strato farinoso di due cm
questa notte discreto rigelo notturno
che ci ha permesso di risalire senza problemi il
pendio sotto il colle tra i due breithorn occ ed orientale

gita di chiusura stagione(forse)
anche se la meravigliosa sciata
dalla vetta fino a plain maison
ha fatto venire a più persone
la voglia di riprovare-con
queste condizioni quasi un delitto
riporre gli sci
delusione per la mancata traversata dal roccia nera
al breithorn centrale,ma non eravamo abbastanza
motivati e la neve sulle rocce effetivamente troppa
Le parti nevose tracciate solo fino alla quota 4105
Ampiamente ripagati dalla giornata spaziale
e dalla sciata prima su neve perfetta finoal testa grigia
e poisu morbida su fondo portante fino a plain maison
passando per il rifugio teodulo
Si tolgono gli sci a circa 500mt dalla stazione a monte di plain maison

gita con Lorenzo,Ruggero,Alex


[visualizza gita completa con 4 foto]
Si mettono gli sci al parcheggio, all'inizio tribolando fra lingue di neve. La salita lungo gli impianti fermi della devastata Cervinia è un'esperienza singolare. Ha nevicato tutto il tempo della salita (5 ore) fino al rifugio Guide del Cervino, dove ci ha accolti un gentile e cordiale rifugista. Siamo in pochi, il maltempo ha tenuto lontano gli scialpinisti nonostante il ponte del 2 giugno.
All'alba, inaspettatamente, si profila una giornata radiosa. Si arriva in vetta al Breithorn occidentale con gli sci ai piedi (consiglio: mettere i coltelli prima di iniziare la salita del pendio finale). Poi abbiamo tolto gli sci e calzato i ramponi per la discesa al colle tra i due Breithorn (una crestina abbastanza esposta), abbiamo lasciato sci e zaini al colle e siamo risaliti in pochi minuti al Breithorn orientale. Discesa su ottima neve ben trasformata, con sopra qualche centimetro di neve fresca.
Foto su
#

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2000
L'idea iniziale era di andare al Furggen. Poi invece all'ultimo, con la pista del Ventina che giungeva in paese ancora innevata abbiamo cambiato programma : saliamo verso Plateau e vediamo cosa si puo' fare.. Alla fine senza imbrago, piccozza, ramponi e lasciando giu' pure la pala x essere piu' leggeri (tanto e' tutta pista.. ,cque da non fare!!)mi sono ritrovato in cima al Breithorn Occ. con pochi altri ski-alp raggiunti strada facendo.
Ovviamente grazie agli impianti chiusi,a parte questi pochi volenterosi con gli sci, non c'era nessuna traccia ne' di racchette ne' di pistoni a piedi tipici della zona.
Sceso dalla cima alle 13,con in piu' ancora una pausa pranzo al piccolo Cervino, siamo giunti alle 15,15 a Cervinia. Grazie alla pista sono stati 2000 mt di firn continuo, in alcuni tratti un po' lento e pesante ma mai cedevole nonostante l'ora tardissima e il clima diventato nel frattempo decisamente "caldo".Incredibile la sensazione di liberta' che si poteva provare scendendo verso Plateu'prima e poi giu' fino in paese con le piste assolutamente deserte tutte per noi.
In cima con Claudia 4wd, al suo primo 4000, lei non lo sa, probabilmente non le interessa, sicuramente pero' la discesa a scavezzacollo giu' dritta dalla cima (pendio perfetto, zero crepacci di nessun tipo)le e' piaciuta molto visto il modo in cui mi roteava a fianco abbaiando !



[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1800
bella gita ,in un ambiente strepitoso,primo giorno di beltempo dopo tanti perturbati,partiti x fare gita sicura di almeno 1800 m di neve su pista sciabile,(ventina)e se poi scappa il 4000 ben venga ,io mi son fermato all,attacco del pendio finale del breithorn occ.,avevo lo stomaco a pezzi vuoi per mille motivi ma ho detto basta,e comunque una gran soddisfazione esser salito da cervinia fin qui ,non da tutti , a parte i soci del mezzalama che durante i loro allenamenti ti sorpassano come se fossero a passeggio e ti domandi a che ora saran partiti e da li poi non li rivedi piu , bravi .oggi la bisa non ha mai mollato e direi piuttosto freddo su tutto il percorso .in combricola di Dario, Mire e Mark.ovviamete ottima discesa su bella neve fin giu a 2200 m,poi un po marcetta .

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
quota neve m :: 2600
..idea pazzesca di Mark.."un pò di allenamento ci fà bene"...tantè che soli soletti e passo dopo passo siamo giunti in cima al Breithorn direttamente da Cervinia...Il dislivello è per la precisione 2220 m. salendo dapprima la punta centrale e poi l'aerea e bellissima cresta che lo collega alla punta occidentale..Molto freddo in cima e neve da favola sino a 20 minuti da Plan Maison..Indimenticabile

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 2700
Con Alberto e Mattia siamo gli unici e gli ultimi a partire dal rifugio Teodulo con gli assi, davanti tantissime cordate a piedi.
Condizioni ottime sull'intero percorso: all'Occidentale con coltelli stando a sinistra rispetto al traccione di salita problematico con sci e cresta per il Centrale con ramponi ben tracciata. In discesa rinunciamo alla direttissima per neve ancora troppo dura ma scendiamo il pendio appena a sinistra su neve dura con ottimo grip, poi da 3900 fino a q. 2700 (passando per il colle Teodulo)gran moquette a 20 min. da Plan Maison dove la funivia ci riporta a Cervinia.
Splendida 2 giorni trovando condizioni climatiche e di neve ottimali. Un saluto ai simpatici ragazzi d Parma conosciuti in rifugio.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Buone condizioni su tutto il percorso, crepacci praticamente tutti chiusi e zero vento.

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
ancora una foto del tracciato

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Oggi direi che finisce la mia stagione ski-alp! Alla grande però..partiti il Teo ed io titubanti se portare o meno gli ski e dovutamente incoraggiati da una Guida amica di Teo siamo partiti alla volta dei Breiton. Partiti da Plateau in una giornata assurdamente blu e senza una nuvola ne vento siamo saliti al Colle dei Breiton da qui in linea retta verso la vetta dell’Occidentale giusto per vedere il tipo di neve (e per faticare il giusto) poi dalla vetta percorsa l’esile cresta verso il centrale (giusto il vento per farci oscillare come barche in porto causa ski sul sacco) e giunti sulla vetta del centrale. Da qui calzati gli sci dalla cima si puo optare per la difficoltà che ci si sente affrontare e con le condizioni spettacolo ci si potrebbe buttare diretti dalla vetta in linea verticale (però forse è meglio prima risalirla) con pendenze costantemente superiori a 45 (la terminale è chiusa) oppure fare un pezzo di cresta ski ai piedi verso il colle appena percorso e all’insellatura pochi metri dalla vetta scendere di li con pendenze di 45. Successivi diagonali riportano al Colle dei Breiton.. Da qui fino a Plateau neve ottima con 1 dito di pufia e piste innevate ad hoc. Grazie al sociu Teo. Ciau Dax P.S. oggi solo noi due in sci

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Libero fino a Cervinia
Bella neve, e cresta in condizioni eccetto alcuni punti gelati.
Attenzione al pendio finale del Breithorn Centrale. E' gelato al mattino...
Vedere il tramonto e l'alba da una tenda, vicino ai 4000 è una di quelle cose che ti rendono lieta la fatica (non molta in questo caso) di salire sulle cime dei monti.
Avremmo voluto fare una attraversata più "ricca" di cime, ma i nostri amici non avezzi alla quota non erano in condizioni. Così abbiamo ripiegato sulle due cime principali dei Breithorn. La ricchezza però non l'abbiamo perduta, poichè se è vero che l'orgoglio si nutre di salite, cime, difficoltà, è altresì vero che la bellezza dell'andare in montagna sta nelle emozioni, nelle sensazioni. Condividere una salita con amici cari, e vedere in loro la soddisfazione per la vetta, conquistata con fatica e tenacia (e molto mal di testa.... :-) ) è più appagante di mille cime e mille difficoltà da mettere nel proprio curriculum.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
salita con gli sci senza problemi sul brithorn occidentale. Ideali anche le condizioni di salita al breithorn centrale. Tanta gente fino all'occidentale. Piacevole salita solitaria sul centrale. Discesa non male su neve ovviamente arata

[visualizza gita completa con 1 foto]
condizioni ottime su tutto il tracciato, giornata stupenda: peccato le temperature decisamente elevate.
un grazie a Dario per la compagnia e complimenti per la salita.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: Impianti chiusi per vento
quota neve m :: 3000
In nottata si è alzato un vento di nord est fortissimo accompagnato in alto anche da completa assenza di visibilità.
Solo una decina dei 32 partecipanti prova a partire fermandosi però ben prima del passo del Breithhorn per il vento e la nebbia.
Discesa sulla pista del Ventina (chiusa) con

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: impianti di cervinia aperte, prima corsa ore 7.20
(per snowboard)
Nulla da aggiungere alla relazione fatta da Raviolo.
L'unica cosa davvero importante da non sottovalutare sono i crepacci che pian pianino stanno uscendo allo scoperto e anche se è una gita semplice,non è una cosa da prendere sotto gamba.
Un saluto a Roby,al mio socio con gli sci e al friulano che penso si sia divertito in nostra compagnia....

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: impianti di cervinia aperte, prima corsa ore 7.20
Prima abbiamo fatto il centrale e dopo l'occidentale, quindi scesi verso gli impianti.Scesi 12.30.

Neve insperatamene bella nonostante la temperatura elevata.
Attenzione ai numerosi crepacci che si stanno aprendo un pò su tutto il pendio.
Un saluto al compagno tavolaro, robi e il simpatico friulano che ci ha accompagnato nella gita




[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 2000
eccezionale gita alpinistica, notte passata al Teodulo e poi giornata splendida come potete vedere dalla foto.
Un grazie ai compagni di salita Gio', Paolo, Nadia e soprattutto a Beppe che ha concluso con me tutta la cresta.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 02/01/13 - bergheil82
  • 09/07/08 - sborderzena
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: ghiacciaio
    difficoltà: OSA :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Sud
    quota partenza (m): 2005
    quota vetta/quota massima (m): 4165
    dislivello totale (m): 2265

    Ultime gite di sci alpinismo

    07/07/20 - Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita da Indren - funcool
    Preso la prima telecabina da Stafal alle 7.35, calzati gli sci ad Indren alle 8.25. Saliti dal canalino di sinistra abbastanza duro per la temperatura bassa ed il vento moderato che ha interessato t [...]
    06/07/20 - Giordani (Punta) da Indren - nordend4612
    Bellissima gita e grande sciata; tolti i 100 metri finali, piuttosto duri, il resto è tutta trasformata bellissima fino alla funivia. Segnalo solo alcune cose: - forte rigelo che ha richiesto in sa [...]
    06/07/20 - Balmenhorn o Cristo delle Vette da Indren - giovanni de rosa
    Buona sera. Percorso tranquillo. Alcuni crepi appena aperti ma ben visibili e facilmente evitabili. Saliti agevolmente dal canale (destra Gnifetti) su neve morbida e ottima traccia. Un vento da No [...]
    05/07/20 - Balmenhorn o Cristo delle Vette da Indren - andrealp
    Salita la ferrata e raggiunto il Cristo delle Vette scendendo dal Corno Nero, come da altra relazione. Discesa sul versante della Piramide Vincent con neve primaverile molto divertente e ben sciabile [...]
    05/07/20 - Breithorn Occidentale da Cervinia - robertov
    Salito, sci ai piedi, dalle Cime Bianche con innevamento continuo e max 3 minuti di portage. Partendo alle 8,45 non sono serviti i rampant lungo tutto l’itinerario. Oggi grande affollamento dal Pla [...]
    05/07/20 - Nero (Corno) da Indren - andrealp
    Condizioni di innevamento ancora ottime, considerando di essere a luglio, e molta gente in giro. Saliti da Staffal con la prima funivia partita addirittura in anticipo e sci ai piedi poco dopo le 8. I [...]
    05/07/20 - Ludwigshohe, Corno Nero, Piramide Vincent da Indren - giovil
    Saliti dal canale di sinistra in ottime condizioni. Scivolo del Corno Nero ottimo stando tutto a destra non si trova ghiaccio. Usate due picche ma poteva bastarne una. Anche la crestina non ha probl [...]