Latous (Cima di) Canale sud diretta alla punta

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: fino a tetti Gaina
Gita interessante ma da amatori. Itinerario raramente in condizioni a causa di esiti di valanghe nella parte medio-bassa che compromettono la continuità della sciata. Per questo motivo non mi sento di consigliarla anche se a noi è piaciuta ugualmente.
Itinerario insolito che esce nettamente dal seminato e per questo motivo mi ha affascinato molto nonostante la sciata non eccelsa. L'ambiente è di una bellezza selvaggia con primo piano sulle grandi delle Marittime come Matto Argentera e Asta.
La parte inferiore é stretta e imbottigliata poi via via che si sale c'è la possibilità di raccordare più vie canalini e strettoie che conducono ai piani alti spaziosi e sospesi. Infatti noi abbiamo tenuto sempre la sinistra sotto le pareti del Matto e del Gugn arrivando al Colletto del Matto. Volendo raggiungere la Cima del Latous siamo scesi sul versante nord (per intenderci vallone del Livio Bianco). Arrivati in vetta siamo scesi diretti dalla punta per imboccare il canale sud classico (vedi "Voglia di Ripido" Igor Napoli linea rossa).
Il canale si presenta molto magro e con neve primaverile disomogenea, qualche strettoia scarsa di neve e finale su fastidiose palle di esiti di valanga.



Con Davide.

Asta e Argentera
Cima Latous sullo sfondo
al Colletto del Matto
il Matto
cima del Latous
il canale sud

[visualizza gita completa con 14 foto]
note su accesso stradale :: a Tetti Gaina
quota neve m. :: 1200
Ambiente interessante, salita gustosa, discesa discutibile ...
Saliti tenendo la sx, in pratica per il canale del Cougn, non presenta interruzioni ma è un po svalangato.
Poi traverso per raggiungere il colletto del Matto e quindi la vetta del Latous.
Scesi per il canale "classico", quindi a sx scendendo. In alto quasi sciabile ma neve un po troppo marcia e irregolare, poi qualche interruzione e poi lungo tratto svalangato ... meglio aspettare l'anno prossimo.

[visualizza gita completa]
quota neve m. :: 1000
parte bassa del canale ben innevata non svalangata. parte intermedia fino alla diramazione un po' svalangheggiata e rovinata da una frana staccatasi dalla parete. ramo di sx verso la cima di latous molto stretto e interrotto in due punti il primo breve tratto mentre per il secondo conviene fare traverso po' delicato expo a sx salendo e poi rientrare.
io mi sono fermato 100/150 m circa più in basso su una dorsalina perchè troppo macchinoso raccordare tutte le lingue di neve e perchè deluso, perplesso e sconcertato dalla caduta di un blocco di neve staccatosi chissà da dove esploso 1 m davanti a me sparpagliandomi attrezzatura varia....perso casco, mofole e termos

[visualizza gita completa con 2 foto]
Cultura e Società :nei primi mesi del 2006 si diffuse uno strano fenomeno, che dilagò su tutto il pianeta nevoso a macchia d'olio, e che venne subito ribattezzato dai media e dagli addetti ai lavori come "snowboulder".
Possibilmente da praticare senza essere visti, per mantenere un minimo di credibilità pesonale.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
siamo partiti in 5, non chiedetemi perchè o percome, ma dopo 800 metri ci siamo ritrovati in due, e per finire, una volta arrivato in punta, anche l'ultimo socio mi ha abbandonato, ha attaccato lo "scusometro" preferendo scendere dalla normale verso il livio bianco, obbligandomi a questo "viaggio inaspettato". Neve: primi 200 metri strepitosi
poi altri 200 metri buoni
verso metà invece ci sono 400m da fare sci sulle spalle causa enormi palle gelate di valanghe(causa del forfait dei tre soci)
ancora

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: canale
difficoltà: 4.3 :: E3 :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud
quota partenza (m): 1000
quota vetta/quota massima (m): 2764
dislivello totale (m): 1700

Ultime gite di sci ripido

28/05/20 - Gran San Pietro (Torre del) dalla Diga di Teleccio per il Canale centrale degli Apostoli - giovarav
Una gita che mi frullava in mente da un po'. ne approfitto viste le supercondizioni, grazie a chi è andato e ha forntito la recensione. Super condizioni per salire con ottimo rigelo e sciata fino al [...]
24/05/20 - Gran San Pietro (Torre del) dalla Diga di Teleccio per il Canale centrale degli Apostoli - chiara giovando
Itinerario bellissimo e inedito se concepito in sci in questa stagione, ben descritto dal compagno di salita Diego; come detto già da lui, le condizioni di questa tarda primavera e l'ottimo rigelo di [...]
24/05/20 - Gran San Pietro (Torre del) dalla Diga di Teleccio per il Canale centrale degli Apostoli - lupo solitario
Un sogno realizzato!! Erano anni che volevo salire la Torre del Gran S.Pietro ma il valore aggiunto è stato poterlo fare nella stagione scialpinistica così da portare a casa anche la discesa del can [...]
24/05/20 - Monviso Parete Sud - giole
Parete magra ma tutti i passaggi sono collegati (eccetto i fornelli, in roccia viva). Entrati in parete poco dopo le 7 su neve perfettamente rigelata, saliamo la prima rampa e sbagliamo subito, tene [...]
23/05/20 - Perduto (Colle) da Ceresole Reale - umbertobado
Partiti alle 4:40 con gli sci a spalle. La neve inizia a quota 2200 circa grazie alle grandi valanghe scese nei mesi passati. Fino a quota 3000 la salita si svolge dentro e fuori dagli accumuli e d [...]
23/05/20 - Roccia Viva Canale Coolidge - rickyalp82
Portage dalla diga fino alla fine del Pian delle muande. Causa alte temperature, in basso il rigelo è stato praticamente nullo, ma comunque si sale bene, la neve è compatta. Mano a mano che si sale, [...]
14/05/20 - Serpentiera (Punta) Canale NE - popino
Come i Gulliveriani avranno già capito, di questi tempi è un buon affare andare in valle Argentera. La strada è aperta e il versante Nord ha un buon innevamento a partire dai 2000/2200 mt. Portage [...]