Giobert (Monte) da Preit

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 900
Buona traccia con neve a volte farinosa a volte crostosa.Dopo il Giobert sono salito sulla vicina Rocca dell'Aquila quasi pulita dalla neve .Qui occorre molta prudenza.
Freddo intenso alla partenza dal parcheggio di Preit.Oggi con Gianni ,Rita ,Ines e il gradito ritorno di Daniela con le ciaspole.Salendo abbiamo incrociato il gruppo di Borgo S.Dalmazzo ,che ci hanno preceduti sulla cima, alcuni scialpinisti e anche un ragazzo brasiliano .Un saluto a tutti ..aspettando la neve

la parte superiore del percorso ,fuori dal lariceto
la cima del Giobert
dal Giobert vista su Rocca dell'Aquila

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1300
Salita fatta prima di salire la Rocca dell'Aquila....visto che eravamo in zona...neve pessima fino in cima e Giobert con pochissima neve il vento a fatto...un bel lavoro!!!! con Valerio e Beciu.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Strada pulita utili pneumatici invernali
quota neve m :: 1500
Concludiamo l'anno con il Giobert e nella bellissima Valle Maira. Lasciata l'auto nel parcheggio poco dopo Preit siamo passati dal primo ponticello in legno sulla sinistra risalendo i pendii fino all'Alpe Colombero. L'innevamento è buono peccato per la scarsa qualità della neve causata del caldo anomalo, crosta non portante fino in vetta. Restando sulla traccia si riesce a camminare discretamente. Difficile reperire la traccia oltre gli alpeggi visto le varie arature dei passaggi precedenti, quindi risaliamo un breve pendio per inoltrarci nel boschetto e riprendere la giusta traccia.
Arriviamo in vetta in 3 ore esatte accompagnati da un vento caldo, che ha eroso in parte la cima. Bellissima vista del Viso dell' Argentera fino all' alta valle Maira. Breve sosta e discesa sulla via di salita. Incontranti diversi Skialp lungo l'itineraio. In compagnia di Rosa!

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nessun problema per arrivare a Preit
quota neve m :: 1500
dopo la bella gita al Bric Boscasso del giorno precedente, oggi ci siamo dedicati alla salita del Giobert, anche se non era la meta principale di giornata. Abbiamo iniziato la nostra salita intorno alle 8.00 da Preit, con una bella giornata di sole e cielo quasi sereno, con qualche innocua velatura, ma con temperature nuovamente piuttosto elevate per la stagione in corso. La prima parte del percorso fino a Prato Rotondo è avvenuto su sentiero battutissimo e neve compatta, ma subito dopo le Grange Selvest, se si usciva dalla traccia battuta si iniziava a sfondare. Risaliti i pendii seguendo le tracce esistenti, dove il gran caldo ha reso la neve non particolarmente portante, a tratti infatti si sfondava. Usciti dal boschetto siamo saliti prima direttamente, e poi con alcune serpentine fino a raggiungere la facile cresta finale e da qui la cima. Siamo saliti in circa 3.30 ore. Anche oggi quindi molto caldo e meteo decisamente buono nonostante le previsioni. In vetta oltre a noi, almeno 20 scialpinisti. Un saluto a Stefano, scialpinista solitario di Cuneo che si è prestato per i servizi fotografici di gruppo. Dopo un'oretta di sosta in cima siamo scesi. Nel giro di 2.30 ore siamo rientrati a Preit. In discesa vari sprofondamenti e neve che in diversi tratti era diventata un marciume e inconsistente. Comunque sia è stata lo stesso una gita piacevole, ed un buon allenamento. Per la meta principale ci sarà tempo e modo per ritornare da queste parti e riprovarci. Nel complesso non ci si può lamentare del weekend trascorso in Valle Maira, due belle giornate e due gite piacevoli che non ci sono dispiaciute affatto! Nel mio caso, è stato un ritorno al Giobert, ma a volte avere una possibile meta alternativa o di ripiego torna sempre utile, come nel caso odierno!
Oggi molta gente ovunque, visto molti scialpinisti salire verso l'Altipiano della Gardetta dove non mancano di certo le mete appetibili per fare tante belle gite, sia con le ciastre che con gli sci.
Una gran bella giornata, una gita piacevole ed interessante, sicuramente un buon allenamento in vista delle prossime uscite. Gita e giornata condivise con Maria Carla, Alessandro T. e Fabiano, camosci genovesi in azione nel Vallone del Preit.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: strade bianche si sale solo con dotazioni invernali
quota neve m :: 900
Non avendo voglia di montare le catene per riuscire a salire a Preit, sono partito da sopra Canosio e arrivato a Pian Preit ho lasciato la strada per Preit e sono salito per l'ottima traccia diretta lungo il bosco fino a collegarmi in alto nella traccia che arriva da Preit e da li con sempre nuvole e leggero nevischio, ad arrivare sulla Cima nord e poi la Sud del Giobert con visibilita' scarsina negli ultimi 100 metri. La discesa lo effettuata a ritroso per l'itinerario di salita con tratti di farina in alto e velocemente alla strada ora pulita e all'auto chiudendo il primo giorno in Val Maira. Buona Montagna.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1700
Prima gita del nuovo anno..che porta bene. Bella pista dalla partenza fino alla cima. Partito presto, solo uno ski-alp al parcheggio e salita tutta in ombra..poi grande panorama . Salito la cima sud e poi seguito la dorsale fino alla nord. Tratti di farina in alto, poi crosticina e pendii molto tritati .....comunque bella gita.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: pulito
quota neve m :: 1000
salita fatta tornando dalla Rocca dell'Aquila...neve pessima su tutto il percorso... solo nella parte alta un poco piu' portante prendendo i pendii in modo diretto..ritorno da dimenticare...
Con Andrea


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Strada pulita fino posteggio
quota neve m :: 1600
Dalla grange Selvest dopo il ponte subito neve,dura e portante,al mattino non c'è stato bisogno di calzare le ciaspole,dopo la casa Convento salito in direzione N/E e arrivato in cresta prima della cima nord,percorso la lunga cresta fino alla rocca dell'Aquila.
Con Gianni che ha preferito salire dalla via normale.


[visualizza gita completa con 8 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
corta ma bella.bella giornata e ambiente.con Giacomo e Pietro.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: strada pulita
Prima volta al Giobert con Gabri, Nino, e Armando. Giornata molto bella ma fredda. Neve solo nella parte alta. Molto ghiacciata e quindi le ciapole non sono servite. Dalla punta splendido colpo d'occhio su Rocca La meja, Viso, Chersogno, Pelvo, Chambeyron, Marguereis.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1200
Buona neve con con crosta portante e spolverata di farina nella parte alta neve che si è deteriorata il pomeriggio specie nella parte bassa.
Salito in compagnia di Silvia,Giorgio e Pietro in giornata spettacolare con tanta neve ancora bella nella parte alta del percorso nessuno in vetta salvo 2 skialp che scendevano.
Salite tutte e due le cimette ,prima la sud e poi la nord,
panorama spettacolare su tutto il circondario.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: solo qualche breve tratto innevato per arrivare a Preit
quota neve m :: 1500
un piacevole ritorno in Valle Maira dopo aver iniziato il 2014 con la gita inaugurale ai monti Estelletta e Midia! Per oggi il ballottaggio era tra il Giobert e una montagna situata in Valle d'Aosta, dopo una rapida consultazione al momento della partenza da Genova, la scelta è caduta sulla prima ipotesi. Arrivati a Preit troviamo il parcheggio piuttosto affollato (come era lecito attendersi dato che la giornata era semplicemente spettacolare!), parecchi scialpinisti e altri due ciaspolatori oltre a noi. Partiti alle 9,00 ci siamo incamminati sulla stradina che risale il Vallone del Preit, strada con il fondo duro e battuta ottimamente da numerosi passaggi di sci e ciaspole fino a raggiungere le Grange Selvest. Da qui siamo passati sul versante opposto del vallone e abbiamo seguito la stradina che porta verso le Grange Colombero e il Vallone della Valletta, la stradina non era tracciata, ma essendo neve compatta e crosta portante la progressione non era per nulla faticosa. Una volta raggiunte le Grange Colombero inferiori abbiamo ritrovato la traccia fatta da scialpinisti passati in settimana e una traccia di ciaspole in parte cancellata dal vento. Qui abbiamo scelto di risalire direttamente il Vallone della Valletta senza seguire il corso della stradina, superando prima le Grange Colombero Soprano e Convento su neve ottima e portante, superato un tratto più ripido siamo giunti alla base del bosco di larici (il Boschetto) che la traccia esistente superava con una serie di serpentine e una breve rampa prima di sbucare sull'ampio pendio terminale. Qui saliti prima direttamente e poi con traversando a destra abbiamo raggiunto il colletto tra le due cime del Giobert, Nord e Sud (salite entrambe) portandoci sulla vasta calotta della Cima Nord, per la nostra abituale sosta di circa 1 ora per goderci la bellezza dell'ambiente, un panorama vastissimo, per i servizi fotografici e, non da ultimo, per la pausa pranzo. Meteo perfetto oggi, cielo limpido e visibilità ottima, assenza di vento e progressione mai faticosa su neve in ottime condizioni, che ha tenuto anche in discesa. Discesa filata via tranquilla e senza mai sfondare, sulle ottime tracce fatte in salita. Scelta indovinata, gita davvero piacevole che a ripagato tutti noi della scelta fatta, grazie Giobert!
Una piacevolissima giornata e un'ottima gita, condivisa con Maurizioweb, con Enrico C. e Luigi C., gita mista tra CAI Ligure di Genova e sottosezione di Sori! Oggi sul Giobert e in tutto il Vallone della Valletta eravamo presente solamente noi, mentre il Vallone del Preit e le varie cime erano piuttosto gettonate.


[visualizza gita completa con 35 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ottimo
E per finire l' anno con una neve spettacolo!!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: sbarra poco dopo Preit; termiche non necessarie
quota neve m :: 1200
Condizioni perfette date dalla giornata solare e fredda, con pochissima arietta in cresta. Ottima traccia dura al punto giusto, abbandonata per risalire verso la Rocca d'Aquila, con sprofondamenti non eccessivi. Pendii arati nel w.e., ma è bastata una capatina sulla cima N e poi 3/400m di cresta per rientrare percorrendo la metà superiore dell'anfiteatro su neve intonsa a perdita d'occhio. La risalita di circa 1/3 della cresta di Rocca dell'Aquila (anche lì no tracce) ha rivelato condizioni precarie e suggerito un ragionevole dietrofront.
Malgrado fosse lunedì, almeno una decina di skialp/racchettari in cima. - 5° alle 8,30 e zero al rientro alle 15. Più di 1 metro in cresta e negli avallamenti. Gradevole inizio di stagione con le amate ciastre su una vetta che tutto il mondo aveva già calcato prima del sottoscritto.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: -
Prima uscita di stagione.. tanta fioca fresca fresca.. 40 cm alla partenza e circa un metro su in quota.. farinosissssima.. Super affollamento oggi nonostante il nevischio che ci ha accompagnati x tutta la gita.. Un grazie a chi si è preso la briga di batterla fino in punta.. da suicidio.. alla prossima!

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
Confermo le osservazioni di Andrea 72
Ultimo giorno purtroppo in Val Maira, ieri sono rientrati Antonio M. e Alberto perchè impegnati domenica con il corso di alpinismo, con una levataccia ci hanno raggiunto Gianni e Alfredo. Giornata splendida e neve perfetta per discesa dalla max pendenza.Ringrazio tutti i partecipanti alla 3 giorni e in particolare Roberto M. per tutto il lavoro svolto, Cristina della Sezione di Maresca (PT)che tutti gli anni si unisce a nostri trek, Anna C. della Sez di Voghera, Flo della Sez di Novi L. (torta alle spezie compresa)


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Nessun problema fino al parcheggio oltre Preit
quota neve m :: 1400
Gran giornata di sole con cielo limpidissimo e bella gita in compagnia di Max. Itinerario facile e sicuro su pendii ampi e non troppo ripidi. Ottima traccia sin dalla partenza. Molta gente sul percorso tra cui un numeroso gruppetto del Cai di Alessandria... un saluto a ferruccio_fei, incontrato in cima. Discesa sul lato sx del vallone, ricercando le zone meno esposte al sole, dove in effetti la neve si è mantenuta farinosa, fino a ricongiungersi al percorso di salita a poca distanza dalle costruzioni di Colombero Sottano.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 900
Giornata purtroppo non bellissima, la gita in questione sarebbe sicuramente da 5 stelle con una bella giornata. Purtroppo il sole l' abbiamo visto poco o nulla. Gita impegnativa ma tutto sommato un buon allenamento. Tantissima neve caduta soprattutto in settimana che permetterà di fare questa gita fino in primavera.
Grazie tante a Mini, Alessandra e Davide, i miei compagni di gita per la compagnia.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 800
Itinerario sempre molto frequentato dai ciastristi,vento fastidioso in cima ,la neve sopratutto a meta' percorso comincia a scarseggiare
Bella gita in condizioni quasi primaverili,la neve per fortuna al mattino era dura,in cima il vento freddo ci ha impedito di restare un po' di piu' a goderci questa bellissima giornata,parecchia gente ,anche qualche scialpinista,saliti dalle Grange Selvest e discesi dalle Grange Colombero quasi al parcheggio.Un saluto alla compagnia e in particolare a Fabio e Marco che con me sono saliti anche sulla Rocca dell'Aquila


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1300
Anche se partitt presto ,nesssun rigelo notturno..neve molle e sfondosa fino a quota 2200 mt,,poi crosta portante fino sulla cima.Anche oggi gran caldo...panorama stupando dalla cima.
Gita effettutata con Amalia e il suo cane Zeta che ringrazio per la compagnia.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 700
Bella gita non faticosa in una vallata stupenda,peccato la neve non sia granchè dopo 10 giorni di caldo pazzesco anche se su in cima in certi punti è ancora sorprendentemente soffice.Le 4 stelle le merita senz'altro per la grande vista che spazia dalla Meja al Monviso.
Suggerisco di tagliare 50 metri prima della centrale elettrica attraversando su un piccolo ponticello per poi salire nel bosco alle grange,si accorcia di buoni 10 minuti

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: un po' di ghiaccio sulla strada dopo il bivio per Marmora
quota neve m :: 1400
Nel primo tratto fin sopra gli ultimi alpeggi la neve è disastrosa per via dei numerosi passaggi di sci e racchette quando le neve era sfondosa. Il freddo è il vento hanno poi fatto il resto congelando il tutto. Anche nel bosco le condizioni non sono migliori, ma almeno la traccia di salita è evidente e ci sono meno passaggi di discesa. Nella parte alta l'ultima nevicata ha coperto i segni ma l'irregolarità si sente eccome sotto le racchette. Noi siamo saliti seguendo una traccia di racchette di ieri fino a quota 2250 m circa, poi la traccia puntava troppo verso NE a nostro avviso, così ci siamo tracciati gli ultimi 150 m arrivando prima al colletto fra la cima S e la Rocca dell'Aquila, quindi abbiamo traversato per cresta, ritrovando infine la traccia abbandonata. Al parcheggio di Preit posti esauriti, decine e decine di skialp prevalentemente con destinazione Cassorso, risultato incredibile Giobert tutto per noi. In discesa abbiamo ancora trovato un po' di farina, ma solo nei pochi metri quadri non toccati da passaggi altrui. Fino a nuove nevicate, gita consigliata solo ai ciaspolatori. Oggi con Anna.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: accumuli o lastroni
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
Partiti anzichè da Preit, da Pian Preit poco più sotto. Nella pima parte, fino dopo le baite neve meravigliosa per la salita, dura e portante. Nel tratto medio invece è leggermente più morbida ma basta rimanere nell'ampia pista battuta e non si fatica molto. La parte alta, spazzata dal vento degli ultimi tempi è praticamente spoglia. Ci siamo arrampicati per le roccette finali fino sulla cima. Veno assente e panorama a 360°. Impiegato due ore.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Nevicata di circa 5 cm recente - Tempo magnifico - non notato nulla di pericoloso - la cresta molto ventata con scarsa neve

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 23/03/11 - grylluscampestris
  • 02/01/11 - ryoma75
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: bosco rado
    difficoltà: MR :: [scala difficoltà]
    esposizione: Ovest
    quota partenza (m): 1540
    quota vetta/quota massima (m): 2439
    dislivello totale (m): 900

    Ultime gite di racchette neve

    26/06/18 - Bezin (Pointe Nord e Sud de) Pointe de la Met, Ouille de Tretetes da Pont de la Neige - jdomenico
    Neve dall'auto e meteo buono, ma... nevai bucherellati e rigolati senza pietà, abbastanza faticosi (utili le racchette per non dover saltellare!) anche perché la neve ha mollato poco. Raggiunta prim [...]
    19/06/18 - Menta (Costa di) dal Lago Serrù - laika58
    Oggi una giornata spettacolare non una nuvola ed un sole caldo mitigato da un'arietta di sottofondo - Strada chiusa alla diga del Serrù, partenza con le ciaspole sullo zaino seguendo la strada taglia [...]
    17/06/18 - Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti - patrick77
    partiti dal colle alle 7.20 primi pendii privi di neve, alcune chiazze. Fatto un pezzo di sentiero per il Pan di Zucchero, poi prima di iniziare la salita più ripida fatto un traverso su neve arrivan [...]
    16/06/18 - Gran Paradiso da Pont Valsavarenche - flavius
    Neve pressochè continua dal rifugio. Ottimo rigelo. Neve dura nella parte bassa che non ha mollato nemmeno al pomeriggio. Dopo la schiena d'asino tappeto di perfetto firn primaverile. Innevamento anc [...]
    14/06/18 - Giasson (Becca di) da Usellieres - Viper
    Quoto in pieno la relazione di Mowgli, con cui ho effettuato la gita; aggiungo solo che se la neve é ben rigelata (come l'abbiamo trovata noi) si può salire con i ramponi, non servono nemmeno le rac [...]
    10/06/18 - Ghicet di Sea da Pian della Mussa - gino74
    neve continua dal piano Ciamarella sino in cima, usati ramponi per valicare i pendii sommitali.
    09/06/18 - San Matteo (Punta) dal Passo Gavia - flavius
    Portage di 1h e 30 minuti per noi ciaspolatori (non conviene cercare di seguire i traversi a mezzacosta con tracce di sci lungo le lingue di neve del versante nord della Sforzellina: molto più comoda [...]