Falinere (Punta) da Cheneil

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1800
Partito dalla località' le muranche a piedi con portage x circa 400mt di dislivello con varie scorciatoie fino al parcheggio classico, da qui ascensore e poi salita come da itinerario racchette ai piedi ottimo innevamento e bella traccia fino al colletto poi lasciate le racchette ramponi x la ripida rampa fino al termine della spalla dove mi sono fermato q.2650 circa cresta finale non fatta x neve inconsistente e pericolosa, quindi va bene cosi, disl. oggi di circa 1000mt.buona gita.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2300
Oggi recensisco questa gita nel gruppo racchette da neve ma in realtà sono inutili visto la neve primaverile che abbiamo trovato dai 2300 metri in su. Il tratto finale, quello con un pò di difficoltà tanto per intenderci, era praticamente sgombro dalla neve per cui anche i ramponi che ci siamo "sciroppati" fino in punta sono risultati inutili.Giornata mediamente bella con nuvolosità irregolare che comunque non ci ha precluso i bellissimi panorami.Gita condivisa con Mauro e Nicola

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1700
Saliti velocemente al colle e altrettanto rapidamente ridiscesi sotto rovesci di pioggia. Nessuno in giro.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Strada di arrivo a Cheneil non pulitissima da neve
quota neve m :: 1800
Tanta neve, borgo di Cheneil con almeno un metro di neve sui tetti
Traccia buona fino al colle di Clavalite' e ed altrettanto fino in punta
Sotto il primo pendio tolto le ciaspole e messo i ramponi, neve buona e sufficientemente dura...pendii a tratti ripidi e cresta finale a tratti esposta
Montagna di soddisfazione per il percorso ed i panorami
Con Daniela


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
X la spalla e la vetta neve dura necessari i ramponi

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1900
Salita al colle ben tracciata, facile perderla prima di svoltare a destra verso il colle ma si arriva...dal colle via su verso la spalla.... poca neve dura e pendii abbastanza ripidi...messo quindi i ramponi (secondo me indispensabili in queste condizioni) perfetti! Arrivo in vetta tenendo sempre la cresta su roccette e neve...bellissima
Discesa con picozza in appoggio
Bella gita, splendida giornata e splendidi panorami.
In solitaria, da solo anche in cima...altra gente al colle e qualcuno verso la Trecarre'. Condizioni magre per gli skyalp ma ottima per una alpinistica a piedi


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Ottimo
quota neve m :: 1600
Crosta portante su tutto il percorso. Alla base del crestone della Falinere tolto ciaspole per ramponi & picca. Ultimo tratto di cresta da percorrere con attenzione...discesa quasi di corsa senza togliere i ramponi sino al parcheggio: traccia autostradale di gran lusso!
Non sapevo se inserirla fra le ciaspolate o fra le escursioni: in effetti con la traccia autostradale che sale sino al santuario e il rigelo notturno di questi ultimi giorni si potrebbe salire anche solo con un paio di ramponcini.
Tempi: 2.30 in punta dal parcheggio, al lordo di stop vari (metti ciaspe, togli ciaspe, metti ramponi, fai foto etc), un'ora a scendere (quasi di corsa sul traccione)...Sul versante settentrionale ha svalangato un poco ma - parere personale - deve ancora scaricare.
Temperature.: -3 °C alle 7 al parcheggio di Cheneil, 8 °C alle 11. Tempo splendido, giornata spettacolare.



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2000
Partiti per raggiungere solo il santuario di clavalitè, data la brevità della gita (1h circa fino a lì) abbiamo deciso di proseguire. Le ciaspole si usano dalla macchina fino appunto al santuario: dopo sono inutili, la cresta è quasi del tutto pelata e il pendio più ripido (fino alla spalletta prima della cima) totalmente privo di neve. Per l'ultimo tratto consiglio di portarsi dietro almeno i ramponcini da escursionismo: la neve è ben tracciata ma, se dovesse fare più freddo di ieri, potrebbe nascondere qualche insidia. Io non li avevo e sono salito lo stesso, ma in qualche punto non mi sarebbero dispiaciuti...giornata meravigliosa, la gran becca sempre a sorvegliarci. Con Federico, Felice e Gabriella.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: pulita
quota neve m :: 2000
Neve continua dal parcheggio. Venti centimetri alla partenza che sono andati aumentare mano mano che si saliva. Ottanta novanta centimetri in alto. Ultimo pendio in ato rivolto sud quasi pelato causa azine del vento . Ci ha cosi cosentito una salita ageve alla vetta. In compagnia di Danilo e Simu. Giornata spazziale

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: no problem al parking
quota neve m :: 1500
condizioni meteo e della neve ottime su tutto il lato N. Meno buone in cresta, dove l'ultimo tratto ha consiglato a scanso di equivoci l'uso dei ramponi. No vento e sole caloroso nonostante le temp rigide (-12° alla partenza h 8,30)
gita molto breve e panoramica, che si è tramutata in un'agonia di quasi 11h per via di sprofondamenti fino a coscia o cintola a causa di neve non ancora assestata (grosse bolle d'aria sotto manto): rientro sotto luna e stelle con pila h 19.45 e -9° all'auto. voto neve * voto panorami e luoghi ***** Perché? perché ridiscesi verso la funivia abbiamo proseguito per il vallone di Chamois verso la Nana...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 2000
Giornata con alternanza di nuvole e sole. Purtroppo il Cervino non è mai apparso dalle nebbie. Prima volta per Davide ed Elena nella conca di Cheneil. Avevo promesso loro dei panorami eccezionali sulla Gran Becca. Nel complesso gita facile in queste condizioni ovvero innevamento buono lato Cheneil e solo chiazze di neve e ghiaccio lato Chamois. Io e Davide facilmente in punta dalla spalla senza aver bisogno di picca e ramponi. Discorsi su discorsi su future mete che ancora sono per noi irraggiungibili. Ele & Ele ci hanno pazientemente aspettato al santuario Clavalitè. Discesa rapida fino a Cheneil con la luce suggestiva del sole che si nascondeva tra le nubi. Visto un numeroso branco di camosci.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: macchina al parcherggio di cheneil
quota neve m :: 1900
Bella gita. >Tempo ottimo. Poca neve al parcheggio, fino a Cheneil. Bella traccia fino in cima. A Cheneil opresenti 10 cavalli e 2 cani labrador. Tempo di salita 2 h. Versante di Chamois pulito. Visto camosci (piccoli con madri. Tratto finale senza racchette.
Ringrazio Laura


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1900
La traccia è molto evidente,forse occorre fare un pò di attenzione nel reperire quella giusta poichè i pendii sono completamente "arati" da scialpinisti e ciaspolatori.Arrivati al colle nei pressi del Santuario Clavalitè abbiamo piegato decisamente a sinistra e abbiamo raggiunto le roccette che sorreggono la spalla sud della Falinere.Quì,visto che la neve era durissima e il pendio molto ripido abbiamo lasciato le ciaspole e muniti di picozza e ramponi abbiamo raggiunto la sommità della spalla.Un traverso orizzontale ci conduce sulla cresta terminale,abbastanza ripida e con neve ghiacciata.E' meglio non commettere errori ed essere concentrati perchè una svista potrebbe essere fatale visto il vuoto che c'è sulla sinistra e il pendio ripidissimo sulla destra.La vetta può ospitare poche persone ma il panorama è veramente impareggiabile.
Condiviso la gita con Franca in una giornata bellissima sotto tutti i punti di vista.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
Buona traccia sino alla cima.
Condizioni di neve non ottime causa sole e caldo sopratutto nel pendio finale.
Utilizzato i ramponi dalla spalla alla cima.
Bella mattina di sole poi via via più nuvoloso.
Non banale l'accesso alla vetta.
Lucky canino alpinista!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: nevischio sulla carrabile dalla pista di fondo al parcheggio
quota neve m :: 2000
Bellissima gita in una bella giornata di sole,nel pomeriggio un pò di bufera ma valeva la pena.peccato per la crosta non portante e l'assenza di farina che non permetteva di godere appieno degli splendidi pendii.
Gita fatta in compagnia di Nicola( seconda gita in due gg con lui) e Vittoria new entri nella compagnia ed alla prima gita con noi speriamo di non averla spaventata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: 2 km di strada sporca prima di Barmaz, ma non servono le catene
quota neve m :: 1600
Mancava solo il sole...
Racchette già dal parcheggio
Ottima gita di ripiego a causa del brutto tempo. Nevischia al parcheggio, ma la temperatura è veramente accettabile rispetto ai -10/-12 dei primi di gennaio. Camminata gradevole fino al colle di Fontanafredda e poi al santuario. Batto traccia fino alla dorsale SO della Falinere a congiungere la traccia degli scialpinisti. Tento l'anticima: il lavoro è inizialmente duro a causa della neve polverosa, ma appena sotto diventa crosta portante e si arriva rapidamente. Poi la punta: senza ciaspole rassicurato dalla presenza di altri skialp in vetta. La neve è sufficientemente assestata, ma fare attenzione in discesa. Io ho optato per l'uso della picca.
E poi giù nella polvere sotto la spalla!!! Se le gambe tengono è magnifico!
2h per salire ed 1h in discesa.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: libero fino al park in alto
quota neve m :: 1000
Partiti dal parcheggio quota 2050 ciurca e arrivati alla chiesetta della Clavalitè.
Ciaspole ai piedi alle 8, neve dura , saliti fino alla chiesetta in circa 1h 20 min , siamo rimasti li circa 40 minuti a prendere il sole e "RIEMPIRCI GLI OCCHI DI MERAVIGLIE", alle 11 eravamo alla macchina con fioca ancora accettabile.
Con Andrea


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
Giornata caratterizzata da forte vento (specie in cresta) ma temperature miti. Tolto le racchette per gli ultimi 50 mt di cresta.
Ho preceduto la gita intersezionale CAI Saluzzo, Chatillon, Aosta, Torino, Viù e Verrès che aveva come meta il Santuario Clavalité con circa 120 partecipanti (adesso la pista è battuta fino a fine stagione!).


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: accumuli o lastroni
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Le racchette si calzano dal parcheggio.
Buona traccia fino al santuario Clavalitè,la dorsale verso la Falinere presenta poca neve causa l'azione del vento(forte a tratti anche oggi),superata la spalla si posano le racchette e si continua a piedi verso la cima (10min).
Nella parte centrale (tra l'uscita dal bosco ed il santuario)sono presenti parecchi accumuli,in ogni caso risulta essere una buona gita per racchette.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Ho lasciato a casa gli sci da scialpinismo convinto di trovare poca neve. In effetti nella conca di Cheneil ce ne sono circa 40 cm polverosi ma senza fondo e soprattutto super-pistati da scialpinisti + audaci di me.

Salito in compagnia di Tesorino fino alla cima senza mai calzare le ciaspole: fino al santuario della Clavalite' (sulla cresta) perche' abbiamo seguito la traccia di altri scialpinisti e ciaspolari che hanno creato un sentiero perfettamente battuto, dal santuario in poi per scarso innevamento (che lascia ampi spazi ai prati).
Prestare un po di attenzione sulla cresta finale dove si trova neve un po' dura/ghiacciata, una picozza potrebbe aiutare.

Nota: hanno spostato la seggiovia degli impianti di Chamois che ora nn arriva piu' sotto il monte Fontana Fredda ma bensi molto vicino al Santuario.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Dopo la salita alla Punta Fontana Fredda, raggiunta anche la Punta Falinere. Bel percorso, con traccia da battere fino all'anticima. Dopo tolte le racchette a causa della scarsa neve. Qualche tratto ghiacciato sulla cresta finale.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente leggera/asciutta
Bellissima gita, in uno dei luoghi più suggestivi della Valle D'Aosta, con grandi panorami.
Neve molto bella, crosticina su farina in alto e accuuli di farina in basso, bellissimi con le racchette!!
Fare solo attenzione alla salita ( e alla discesa) dalla spalla della Failnere, la neve è molto compatta e a tratti ghiacciata
Complimenti ai neofiti delle ciaspole: Simona, Alessandro e Simone, che hanno reso ancora migliore la giornata

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 21/12/07 - maxbiker
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: pendii ampi
    difficoltà: BRA :: F+ :: [scala difficoltà]
    esposizione: Nord-Ovest
    quota partenza (m): 2023
    quota vetta/quota massima (m): 2762
    dislivello totale (m): 740

    Ultime gite di racchette neve

    18/04/19 - Serrù (Diga del) da Chiapili di Sopra - laura59
    Salite lungo la strada militare fino al ponte. Calzato poi le ciaspole per salire fino al Seru. La meta era la madonnina ma il meteo era pessimo. Nebbia alta qualche fiocco .Tanti animali.
    17/04/19 - Fontaines (Col de) da Cheneil - guido5470
    Neve portante al mattino, un po' sfondosa al ritorno. Tentativo di anello (fallito) di anello intorno alla Falinere. Bella giornata con gran panorama
    17/04/19 - Lusco (Punta del) da Prato Nevoso - giody54
    Partiti con le racchette ai piedi ,e raggiunta la cima senza problemi.Neve portante sia al mattino che al primo pomeriggio.Per il ritorno abbiamo preferito ripercorrere lo stesso itinerario ,anzichè [...]
    17/04/19 - Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena - luciano66
    oggi in condizioni ottime: primaverile portante fino alla base dei pendii finali e poi traccia portante e bella neve simil-fresca (ne crosta, ne trasformata) fino in vetta. Discesa molto godibile dal [...]
    14/04/19 - Rutund (Bric) da Chiazale - stratocaster
    Neve presente e continua fin dalla partenza dal ponte. Fino a circa metà gita il rigelo notturno ha permesso di salire senza racchette. Nella parte superiore e in discesa invece il sole ha smollato [...]
    14/04/19 - Jafferau (Monte) dai Bacini Frejusia - andrea.paiola
    vedo poca neve, mi sa che ha fatto parecchio caldo, mi porto sulle spalle le ciaspole fino ai 2400 circa... gli impianti comunque funzionano, mi tengo ben lontano e per non rischiare incidenti con alt [...]
    14/04/19 - Lesache (Aiguille de) o des Sasses da Saint Remy - frapic
    Racchette ai piedi dal parcheggio prima della stradina del bosco che porta sotto il traforo. Neve dura portante, ha tenuto fin verso le 11.00. Consigliati ramponi e picca per il tratto finale.