Chardonnet (Pavè du) Dessine Moi un 4+

note su accesso stradale :: Tutto ok, Colle della Scala aperto (magnifico, tra l'altro, in veste autunnale)
Via carina, la ripeto dopo alcuni anni.
Anche se un po' discontinua, l'ambiente eccezionale e la qualità del calcare la rendono meritevole di una visita.
Nessuno in giro, colori autunnali spettacolari, temperatura gradevolissima.
Scesi in doppia fino alla finestra con calata nel canale, senza problemi.
Via in ordine, chiodatura abbastanza abbondante, esposizione in pieno sole sempre.
Rifugio già chiuso.
Con Lollo, che ha scoperto un angolo nuovo di Alpi francesi.
Foto e report:
dani-climb2.blogspot.com/2018/10/pave-du-chardonnet-m-2600-dessine-moi.html


[visualizza gita completa]
Via lunga e abbastanza semplice che regala grandi soddisfazioni. La roccia è molto varia e tutti i tiri sono diversi. Bellissimo il camino in L2. La chiodatura è abbondante e nuova. concluso l'ultimo tiro siamo andati a dx per calarci dalla via di fianco sperando di trovare terreno migliore e meno rocce, sfortunatamente non è stato così.

[visualizza gita completa]
Partiti per la ovest della Raisin, il freddo ci ha fatto poi ripiegare su questa parete più solare. Via non difficile con roccia magnifica. Discesa con una doppia nel canale detritico poi a piedi. Bella giornata con Robi.

[visualizza gita completa]
Un'ora e 15 min. di comodo avvicinamento in ambiente stupendo ci portano all'attacco trovato agevolmente grazie alla foto, poco sopra all'attraversamento torrente con ometto. Belli quasi tutti i tiri, specie i primi 2 e gli ultimi su calcare con cannelures ergonomiche! Ottima spittatura e soste collegate da cordone. Doppia per calata nel canale facilmente individuabile, si trova sul punto massimo del Pavè contrassegnato da ometto, basta guardare al di là del blocco che dà sul canale stesso. Per raggiungere l'ulteriore cordone con maillon su masso, ho lasciato un cordino su spuntone per avere la corda come mancorrente per agevolare il saltino che lo separa, il terreno lì è veramente schifoso. Dopo questa seconda doppia, si scende bene preferibilmente a dx dove ci si può aggrappare alla parete avendo così una maggiore stabilità. Infine quando il canalone si apre, conviene tendere a sx. A tiri alterni con Daniele, a me i dispari.

[visualizza gita completa]
Via facile, gradevole, ottimamente chiodata e con un calcare eccellente.
I tiri nella seconda metà sono molto belli e valgono il viaggio. Dall' ultima sosta (due spit con cordino bianco) prendere una traccia di sentiero verso destra (faccia alla parete) arrampicare facili rocce e pervenire alla cresta affilata, descritta in altre relazioni.
Dalla cresta si scorge un ometto e dietro questo è la sosta di calata ( un' ottantina di metri dall' ultima sosta della via).
Il canale è scabroso. Volendo si può fare un' ulteriore doppia (cordone bianco un pò frusto con maillon posto attorno ad un roccione) che permette di superare un piccolo saltino.
Silvio e Giovanni versione molto plasir in quel posto veramente magico che è il Queyrellin.


[visualizza gita completa con 1 foto]
Bella via plasir 100% primi tiri un po discontinui poi bella roccia e bei passaggi, ambiente stupendo , l' unico neo non abbiamo trovato la sosta in cima per la doppia ( solo perché siamo un po rincoglioniti), fatte due doppie da 35 sulla via e poi a SX della sosta dove c'è una caratteristica finestra nella roccia una doppia attrezzata, due spit collegati riportano nel canale e di qui agli zaini, un grazie ai simpatici arrampicatori che ci hanno dato le dritte giuste per le doppie. Con Walter


[visualizza gita completa]
Bella via in un ambiente fantastico. Le cenge dei primi tiri ne interrompono un pó la continuità. La roccia é buona, ottima nei tiri in alto, un pò di sassi sparsi qua e lá che non bisogna muovere, ma è una via di montagna ed è normale che ci siano. La discesa dal canale dopo la doppia di 30 mt richiede molta attenzione:prima metá molto ripida e con pietre instabili, nella seconda metà si "scia" sulla ghiaia.
Giornata fantastica. A tiri alterni con Aldo e con un'aquila maestosa sopra la testa.


[visualizza gita completa]
Giornata grigia e ventosa, temevano lo slavazzone ma l'abbiamo scampata (qualche goccia dal rifugio in giù ma niente di che). A mio avviso la via, pur discontinua e inframezzata da cenge, merita, l'arrampicata è varia (placche, muri, camino, dulfer), i passaggi divertenti e la roccia buona, addirittura eccellente in alcuni tiri in alto.
In discesa, rispetto a quanto detto in relazione, conviene da sosta 9 fare due doppie da 30 m (con corde da 60 una sola senza problemi), traversare qualche decina di m verso lo spigolo e scendere dalla boite à lettre sul canalone.
Con Stefano e Lele.


[visualizza gita completa]
Roccia fantastica con un'aderenza stupenda!!! L'unico problema è che nei tiri più facili non c'è roccia che non si muova...Noi abbiamo fatto i primi 8 tiri e poi ci siamo calati nel canale a causa dell'ora e della stanchezza accumulata il giorno precedente sulla Barre.
Osservo solo che il libro di Cambon indica diversamente i gradi.
Grazie a Fabri per la compagnia e per aver sopportato un compagno stanco per la fatica del giorno precedente!!!


[visualizza gita completa]
Breve e poco impegnativa arrampicata su roccia calcarea con magico grip .... se non per i sassi: sia in salita, ma soprattutto in discesa nel canale! Complessivamente bella giornata in compagnia di Luigi e Davide. Ps. Il gestore del rifugio e' riuscito a rifiutarci il confezionamento di due panini! Son francesi..... poco ospitali.

[visualizza gita completa]
Prima alpinata estiva, in questo meraviglioso ambiente. La prima parte della via è un po' discontinua qualche piccola cengia da attraversare ma a me non ha infastidito. Dopo lunghezza sei la scalata diventa più continua. Attenzione al settimo tiro, dopo i primi 5 mt la via devia sulla dx e non a sx come abbiamo seguito noi che siamo finiti su una variante (vedi rel. ader75). Dopo l ultimo tiro ci sono quasi due lunghezze di corda prima di reperire la sosta di calata, segnalata da un grosso ometto. Da li calata di circa 15mt e discesa a piedi nel canale, ripido e con tanto materiale instabile. Svacco e relax con ottima birra al rifugio. Con un grande Andre...

[visualizza gita completa]
Primo giorno d'estate battezzato con una giornata spettacolare!!! Cielo azzurro e nemmeno una nuvola all'orizzonte per tutta la giornata. L'ambiente è eccezionale e da solo varrebbe 10 stelle!!! La via è ottimamente spittata, i primi quattro tiri sono piuttosto discontinui e non molto interessanti, ad eccezione del secondo che è comunque carino. L5 un gran bel quarto grado con esposizione fantastica, L6 dopo attraversamento della grande cengia, molto bello e grip eccezionale, parto da primo per L7 e dopo aver superato un muretto abbastanza facile, arrivato su una cengia,invece di stare sulla destra, vado tutto a sinistra e reperisco una fila di spit che scopriremo poi essere una variante. La variante in questione sale su un torrione calcareo staccato di circa 1 metro e mezzo da quello principale su cui sale la via; tiro molto mello, diciamo 5C. Avendolo unito al precedente, le corde fanno un attrito pazzesco, per cui consiglio assolutamente di fare sosta su spuntone di roccia alla base della variante. Grande sorpresa quando vedo molti maillon sugli ultimi due spit, in quanto sulla sommità del piccolo torrione non c'è nulla, torno indietro all'ultimo spit disarrampicando e capisco che bisogna proseguire sul torrione affianco, sul quale vedo gli spit correre e proseguire sino in cima.....bisogna fare "il salto della pulce" e passare sull'altro torrione....Bellissimo ed adrenalinico!!! Ripresa la via originale, con ulteriori due lunghezze siamo al termine della via, da dove bisogna continuare a risalire la facile cresta, tenendosi sulla destra, per un centinaio di metri sino a reperire un grosso ometto, al di sotto del quale è posizionata la sosta di calata, di circa 15 mt nel canalone. Scendere il canalone è davvero penoso.....in confronto il canalone di torre Germana è un facile sentiero!!! Birra al rifugio e giornata eccezionale con il socio Pluto79

[visualizza gita completa con 2 foto]
Palma d'oro per la peggior via mai fatta, considerandola globalmente. I festeggiamenti serali al rif du Chardonnet per l'addio al celibato di Jean Luc Bona, ci hanno un po tagliato le gambe e ridimensionato i progetti iniziali...ma sarebbe stato meglio prendere il sole nel prato, vista la seconda spaziale giornata regalataci in questo we. Sconsigliata, per quel che conta il mio giudizio.

[visualizza gita completa]
bella via in ambiente spettacolare.
spittatura ravvicinata tranne che in un passaggio del secondo tiro. belli i tiri di 5°. catena di calata indicata da un ometto verso la fine della cresta
con Diego

[visualizza gita completa]
Finalmente una giornata decente anche se non sembrava proprio di essere ad agosto.
Partenza per il rifugio da dentro il campeggio, salita circa 1h più 20' per l'attacco della parete.
Soste con due spit collegate da cordini (non nuovissimi). Maillon di calata non sempre presente.
L3: con la corda di 65m si puo' concatenare il tiretto di spostamento per raggiungere direttamente l'attacco di L4.
L8 è la lunghezza più bella, una placca delicata e continua.
L10 abbastanza inutile e poco interessante.
Per la discesa ci siamo ricalati con due doppie dalla sosta 9 fino alla cengia erbosa da cui si puo' raggiungere (traversando tutto a sinistra, ometto) una finestra nella roccia che permette la calata (25m) sul ghiaione sottostante.
Via plaisir molto varia e simpatica. Gradi mai difficilissimi.
In compagnia della Socia al rientro dopo il braccio rotto... funziona ancora tutto!


[visualizza gita completa]
può darsi che io non sia più capace ad arrampicare ma premesso che c'è un tiro in più di quanto indicato
i gradi secondo me sono
l1 = 5b
l2 = 5c / 6a con un passo non azzerabile (nel camino)
l3 = 3+
l4 = 4+ / 5a
l5 = 5a
l6 = trasferimento
l7 = 5c
l8 = 5b / c
l9 = 5b
l10 = 4+
l11 = 3+
rispetto alla discesa nel canalone (veramente orrenda!! peggio della torre germana!!) occorre tenersi a sinistra (faccia a valle) noi abbiamo fatto la prima doppia continuando fino alla fine della corda - poi un provvidenziale cordone girato attorno a un enorme masso stabile ci ha consentito una ulteriore doppia raggiungendo così la parte meno complicata del canale che è comunque mefitico
salita fatta a tiri alterni con Darya e in compagnia di "Remix" e "Cored"


[visualizza gita completa]
la via di salita si trova in un ambiente bellissimo, si arrampica fra una stella alpina e l'altra; non abbiamo fatto gli ultimi tre tiri per il cambiamento del tempo (tuoni e lampi). Siamo scesi al parcheggio appena in tempo!

[visualizza gita completa con 2 foto]
un po troppe cenge e pietre smosse..... il cane arriva fin sotto il 7' tiro tranquillamente.. (almeno la mia Dianetta!). meno male che c'è la calata dal buco due tiri sotto la cima!
anche se non era la prima volta che s_mctos mi calava, così nel vuoto non mi era mai capitato .. e poi ho anche salito un mezzo tiro di 4+! Bravissime Carla e Sabrina.


[visualizza gita completa con 1 foto]
Che bel posto! davvero magnifico!..come prima volta nel queyrellin abbiamo scelto questa via con poco avvicinamento, ma lunga facile e piacevole, per imparare a conoscere questi luoghi...
La via è molto discontinua ma alcuni tiri sono proprio belli e divertenti..la roccia un calcare da sogno!
Spittatura ottima, difficoltà basse..qualche passo di 5 ed un tiro di 5/5+..il resto molto tranquillo sul 4...rsconsigliate le doppie per la quantità di materiale instabile che arriva sulla testa dalle varie e numerose cenge..
Giunti in cima e raggiunto l'ometto tutto a dx sulla cresta aerea, la sosta si trova sullo sperone roccioso subito dietro l'ometto..occhio molto esposto...con una calata corta si arriva nel canale di sfasciumi...la prima parte è ripida prestare molta attenzione..scendere tutto a dx per appoggiarsi alla parete gialla..quando la pendenza decresce un po seguire le strisciate bianche sciando sul ghiaione fino alla base...

Le 3 stelle sono per la discontinuità della via...
5 stelle piene per la roccia sui tiri e l'ambiente da favola!!!


[visualizza gita completa con 1 foto]
Via poco continua ma bella, in un ambiente bellissimo. Abbiamo attaccato un pò tardi (12.00) perchè eravamo l'ultima cordata (davati a noi 4-5 gruppi del corso). Prime soste con lunghi tempi di attesa e quindi via terminata a pochi tiri dalla vetta per non scendere ancora più tardi del previsto.


Foto su



[visualizza gita completa]
Gita molto bella fatta con gli amici Andrea Daniele Mario

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 08/08/08 - framil
  • 14/07/07 - spiderobby
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: 5c :: 5b obbl ::
    esposizione arrampicata: Sud-Ovest
    quota base arrampicata (m): 2223
    sviluppo arrampicata (m): 250
    dislivello avvicinamento (m): 400

    Ultime gite di arrampicata

    15/12/18 - Parete delle Meraviglie Excalibur - Marmoreo
    Dopo 3 mesi e mezzo senza vie lunghe, l'ho trovata più difficile delle relazioni varie lette. Il tettino del 1 tiro sarà anche ben ammanigliato (insomma) ma molto fisico ed in partenza più ostico [...]
    15/12/18 - Parey (Rocca) Via dei Torrioni - andrea bertea
    Sgambata in Val Sangone sulle tiepide rocce assolate della R.Parey. Ideale per questo periodo di carenza di neve (e un''Aquila così pelata..).Tutto in ordine, alcuni spit un po' arrugginiti ma nel co [...]
    09/12/18 - Ponte del Baffo (Parete del) Tanti auguri - ilcontevlad
    Chi di voi, salendo in Valle, non si è mai chiesto se su questa parete ci fosse qualcosa? Anche noi, ed alla fine siamo andati a vedere. Anzi, Luca ci era già stato e sapeva che qualcosa avremmo tro [...]
    09/12/18 - Sbarua (Rocca) angiolina ritorna - bonbon
    via pulita, chiodatura e soste ok...manca solamente il nome all'attacco della via
    09/12/18 - Musinè (Monte) Versante Sud - In Hoc Signo Vinces - Garaca
    Torno sempre volentieri a percorrere queste vie. Oggi , mentre in quota tirava aria di tormenta, qui sole e poco vento. Bella ginnastica mattutina e un doveroso "grazie" a Teddy che : "SPOLVERA,LAVA E STIRA" queste sue belle creature.
    09/12/18 - San Paolo (Parete di) Pilastro Themis - subdir
    Probabilmente la più bella tra le 6 vie salite su questa parete: roccia bellissima tranne pochi tratti, arrampicata abbastanza continua con bei movimenti, protezioni più che buone e possibilità di [...]
    09/12/18 - Musinè (Monte) Versante Sud - Virginia - Teddy
    Oggi chi è andato in montagna non so come sia riuscito a sopravvivere. Ne ho approfittato per pulire da rovi questa ultima via. Fatto solo il primo tronco, a breve il secondo. Vento moderato che dov [...]