Fo (Bric del) da Barelli

note su accesso stradale :: Nessun problema
Oggi, partenza dal lungo strada a monte del ponte sull’Orco, all’altezza della borgata Roncore di Locana. Saliti sul sentiero dell’Eugio, poi seguito il bivio della Trucca, salita abbastanza diretta nel bosco, al Bric di Scialva, m. 1139. Raggiunto il vecchio borgo del Curlo, salita e traverso alla Forcetta e dal colle, raggiunto il Bric del Fo, m. 1659. Discesa al colle, breve ma curiosa divagazione alla sommità, conosciuta in zona, come Bric dla Furcetta, ritorno al colle e discesa a Barelli e su sterrata, raggiunta la Trucca, con discesa a Roncore e all’auto.
Giornata abbastanza bella, un po’ di nuvole ma alte, temperatura fresca ma accettabile, un po’ più cruda in alto; spolverata di neve, avvenuta nella notte. Ambiente devastato dai recenti incendi, sentiero abbastanza pulito; neve dal colle in su, anche abbastanza dura, che richiede un minimo di attenzione, comunque bel giro. Come sempre, un grande grazie all’Amico Franco, per questa bella pensata!

Alla partenza, zoom su Testa d'aj e le propaggini rocciose della Colmetta
Panorama dalla Trucca
Salendo al Curlo
Dal M. Tovo alla Testa di Deserta
Salita fra le betulle
Bric del Fo
In vetta!
Il bel Guardiano della chiesetta di Roncore!

[visualizza gita completa con 8 foto]
note su accesso stradale :: Nessun problema
Dopo la recente nevicata ed il tempo ancora incerto di stamattina, decidiamo per una gita a basse quote con esposizione sud; pertanto partiamo dalla piazzetta di Montepiano, risaliamo sul sentiero verso la Costa, giunti poco prima della Scialva, al bivio, andiamo dritto aderente il muro poi la traccia diventa più labile, man mano che ci avviciniamo alla gola del Rio Fura, traccia praticamente assente, andiamo un po’ a naso saliamo lato opposto su tracce di animali, il bordo della gola, poi vediamo sul gps che siamo alti, iniziamo un traverso in discesa e troviamo nuovamente la traccia ed in breve giungiamo a Pian Micel; questo luogo ancora ci mancava. Qualche foto poi facciamo ritorno e scopriamo dei segni sui faggi, una serie di strisce bianche orizzontali, che ci portano al Rio Fura, dove poco oltre ritroviamo la ns. traccia e facciamo ritorno alla Scialva. Ora un primo obbiettivo è centrato, decidiamo di salire al colletto sopra la Forcetta e li giunti puntiamo sul traverso per l’Alpe Pian del Prete; strada facendo decidiamo che è meglio cambiare senso di marcia vista la scivolosità odierna dovuta all’erba fradicia coperta da pochi cm. di neve bagnata; pertanto ci accontentiamo di un percorso meno ampio e raggiungiamo la sommità del Bric del Fo; foto di rito giro attorno al palo di vetta ed inizio discesa, al colletto, breve puntata allo spuntone panoramico oltre la baita, ritorno al colletto, discesa, giunti alla base delle rocce, abbandoniamo il sentiero e seguiamo la traccia sotto le rocce e con un traverso giungiamo alla dorsale alberata, scendiamo un tratto di dorsale poi ci troviamo sopra un salto roccioso, lo aggiriamo alla ns. sinistra con una discesa sotto i noccioli ed altri arbusti poi un piccolo traverso su pietraia e giungiamo nella bella faggeta a monte di Curlo, che raggiungiamo in breve. Da Curlo scendiamo ora alla Trucca da dove su sterrata, umidi e un po’ insozzati ma contenti, facciamo rientro a Montepiano.
Sicuramente è stato il massimo che potevamo fare oggi viste le condizioni ambientali e atmosferiche;
Un grande grazie all’Amico Franco, che quando c’è da “ravanare” non si tira mai indietro!



[visualizza gita completa con 4 foto]
La variante di salita percorsa dal Curlo all’Alpe Pian del Prete, tracciato riportato su Carta Mu della Val Soana, più che un sentiero per umani è una pista per camosci che taglia pianeggiante tutta la profonda gola del Rio Fo, in un ambiente molto verticale e risale il lato opposto boscoso. Poi bella sgambata fino al Cristo Redentore e ritorno ad anello su Barelli passando per il Bric dal Fo.
Bella ma faticosa escursione, un Grazie agli amici Franco e Marco per la bella giornata trascorsa in buona compagnia.


[visualizza gita completa con 6 foto]
Saliti dalla Cussalma al Bric di Scialva e poi al Curlo,qui andando a sx siamo entrati nell’oscura ed esposta Gola del Rio Fo seguendo un’antico sentiero che costeggia l’altrettanto antica presa dell’acqua e sbucando all’Alpe Pian del Prete e poi su al Redentore.Discesa dal Bric dal Fo.
Un Grazie agli Amici Blin e Marco per la compagnia e in questa esplorativa escursione alquanto impervia e impegnativa.


[visualizza gita completa con 6 foto]
Quota neve dai 1400 m. in su.
Come ha già detto Franco, saliti al Bric del Fo partendo da Roncore inferiore; percorso con sviluppo un pò superiore a quello che sale dai Barelli ed è sicuramente più vario e permette di visitare due borghi interessanti. Dalla cima sempre grandi panorami sulla valle, ed oggi durante la pausa pranzo, oltre volo dell’ elicottero impegnato nei lavori per la Iren, abbiamo anche assistito alla planata dell’aquila da ovest ad est proprio davanti a noi. Bella gita in allegra compagnia grazie agli amici Franco e Piero.


[visualizza gita completa con 6 foto]
Saliti da Roncore Inf per questa variante ad anello per l'Alpe Curlo.
Con gli amici Giuseppe e Piero. Quando siamo partiti da Roncore inf l’idea era quella di fare una puntatina anche al Bric di Scialva ma la mia testa alla partenza ha memorizzato come quota un 1339m invece dei 1139m del Bric cosi’ salendo nel fitto bosco continuavamo a parlare e a scherzare invece di guardare in giro e siamo sbucati seguendo praticamente alla perfezione il sentiero segnato sulla Mu al Borgo del Curlo con Piero che ci guardava un po’ smarrito e sicuramente pensando…..ma sti due qui sanno dove stanno andando o salgono a caso...semplice... saliamo a caso ma sappiamo esattamente dove stiamo andando.Dal Curlo saliamo tranquillamente al Bric dal Fo’ dove facciamo una pausa.Mentre siamo li seduti in silenzio un’Aquila ci passa proprio davanti volando verso il Colle Busiera,scatto una foto senza verderla nel monitor e la becco in pieno anche se mimetizzata con le rocce che dalla Vardlà scendono a Locana.Scendiamo a Montepiano alla Pera Piana e poi rientriamo alla Trucca e poi a Roncore Inf.Un Grazie agli Amici Blin e Piero per la compagnia in questa escursione bella e selvatica in una giornata dal meteo spettacolare.


[visualizza gita completa con 6 foto]
é stato ripulito il sentiero che però parte da Costa,100 m. prima di barelli.Penso che andrò a ritracciarlo con tacche di vernice.Ottimo posto per una sgambata autunnale.Visti tre cinghiali,un capriolo, 4 camosci..più di così

[visualizza gita completa]
con gli amici corrado e mauro.siamo partiti x questa ravanosa gita dai 663m di cussalma.passando di fianco alla fontana e attraversato il prato in direzione delle baite abbiamo seguito il sentiero che porta al ponte sul rio eugio,a sx sale la mulattiera x balmetta-vesolo mentre attraversando il ponte si scende a roncore.dopo avere attraversato il ponte abbiamo seguito un sentiero a sx che ci ha portati alla borgata trucca 840m (quota sbagliata sulla carta mu ed 05)da qui siamo saliti dietro le case tra tracce di sentiero intenti a salire al bric di scialva ma nel fitto bosco ci siamo spostati troppo a dx cosi che siamo sbucati già al di sopra del bric 1139m.poi un ravanoso tratto tra i noccioli fatto un po' come i cinghiali praticamente a quattro zampe e siamo giunti alle diroccate ed inboscatissime baite curlo 1275m.oltre le baite curlo con un traverso a dx in una pietraia abbiamo agganciato il sentiero che sale da barelli e raggiunto il colletto con baita 1516m da qui siamo saliti seguendo la cresta innevata al panoramico bric dal fò 1659m.discesa a barelli e poi nuovamente alla trucca e alla cussalma.gita d'esplorazione assai faticosa e le 4 stelle sono solo x la mia soddisfazione personale.un grazie ai miei due amici che si sono sopportati questa mia ravanata.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Neve dal colletto con baite a quota 1520 circa.
Breve salita in solitaria, tanto per fare quattro passi, giunto alle baite del colletto a quota 1520 circa, seguito il sentiero che pianeggiante taglia il versante, attraversa un piccolo rigagnolo, e giunge all'Alpe del Prete m. 1595 poi preso la variante in salita, giungendo all'Alpe Fo superiore, poi con andamento pianeggiante leggermente in discesa raggiunto l'Alpe Fo inferiore. Preseguendo sempre nello stesso verso attraversato il canalino e sul lato opposto raggiunto la dorsale salendo sullo spuntone più alto con palo sulla cima. Punto panoramico su Locana. discesa al colletto 1520 e da questi a Barelli.


[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 08/01/06 - marcellino merlo
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Sud
    quota partenza (m): 850
    quota vetta/quota massima (m): 1700
    dislivello salita totale (m): 850

    Ultime gite di escursionismo

    13/12/18 - Prarosso (Punta) da Vietti, anello per il Pilone del Merlo, Rocca Rubat e Bric Castello - Teddy
    Bella escursione con notevole sviluppo che ho trovato in condizioni ottimali, freddo sopportabile e poca neve dura e calpestata solo in alcune zone a NO, per il resto del percorso tutto pulito e asciu [...]
    13/12/18 - Pelato (Monte) da Bassi - giody54
    Anzichè da Bassi,sono partito dal Pilone del Mora ,passando per la Cava di Marmo ,quindi risalito il Monte Cervetto, e proseguito per il Monte Pelato .Quindi sono disceso per qualche metro fino al [...]
    12/12/18 - Paglie (Bric) da Bivio Tracciolino/Pian Bres - 3levanne
    Bella camminata in parte su sterrata poi molte tacche portano alla panoramicissima crestina che raggiunge l’omone del Bric , qualche cm di neve senza difficoltà. Giornata soleggiata ma piuttosto fredda, oggi bel gruppone di amici
    12/12/18 - Perona Brusa (Rifugio) dal Santuario del Boden - Franco1457
    Per la gita di oggi decidiamo di andare a vedere la Cappella del Buon Pastore e il rifugio CAI Perona Brusa essendo una gita facile, tranquilla (anche se piuttosto lunga e con un discreto dislivello) [...]
    12/12/18 - Vinche (Rocca di) e Rocche Nuvolente da Vigna, anello per la sella Morteis - massimo66
    Rubo l'idea all'amico Klaus che pochi giorni fà ha descritto parte di questo itinerario....salito tutte le varie cimette e dalla seconda cima delle Rocche Nuvolente sono sceso dritto x dritto per inc [...]
    12/12/18 - Guarda (Monte) da Settimo Vittone, anello per Cesnola, Chiaverina, Valcauda - erba olina
    Solito giretto pomeridiano, questa volta partita tardi e con poco tempo a disposizione. Accorciato quindi l'itinerario lasciando l'auto a Cesnola e tornando per il GTA (n.854) e poi per il n. 852 (man [...]
    12/12/18 - Turu (il o Monte) e Monte Corno da Castagnole - Puli88
    Da Pian Castagna sono 13 km in tutto. Un po' noiosa la strada ma quando è buio va bene, ghiaccio nell'ultimo tratto. Bellissimo tramonto invernale e luci sulle città. Con Alex.