Sbaron (Punta) da Prato del Rio

:: nulla di rilevante
:: Crosta da rigelo portante
:: Assente
note su accesso stradale :: Nessun problema
:: 1700
Neve totalmente assente nella metà inferiore del percorso.
Lasciate le ciaspole alla vettura e salito nella parte superiore con i ramponcini che sulla crosta gelata si son comportati benissimo, sia a salire che a scendere.
Ancora poco tempo, se le temperature restano basse, poi si potrà fare una salita totalmente asciutta.

Giornata calda e spettacolare. Solo altre tre persone sul percorso.
In compagnia di Edolo, Micolo, Giammolo e Luciolo.


[visualizza gita completa]
Partiti dalla chiesetta di Dravugno, metà gita senza neve e metà con neve. Con le condizioni attuali le racchette sono inutili, abbiamo infatti usato ramponi o ramponcini, più che sufficienti visto che la neve è molto portante e non ha mollato nemmeno con il caldo al ritorno.
Sempre una bella cima, lodevole il gran panorama.
Credo sconsigliabile ormai x gli skialp, infatti abbiamo incontrato solo camminatori.
Con il figliolo


[visualizza gita completa]
Ho calzato i ramponcini all'Alpe dei Rat Vecchio; dai 2000m vento forte che ha mantenuto la neve portante.
La cresta verso il Grifone e' tracciata.
In discesa, anziche' seguire tutta la dorsale a ritroso, sono scesa troppo presto direttamente sul pendio ripido molto duro, rimpiangendo di non avere i ramponi.
Giornata limpidissima con ampio panorama.
Un saluto a Sergio Schivino e Tiziana P;
grazie al compagno di gita Luca


[visualizza gita completa con 9 foto]
Partenza del Sentiero della Memoria poco visibile arrivando con l'auto per la folta vegetazione. Dall'Alpe Dona all'Alpe del Rat Nuova conviene salire sulla sterrata, il sentiero che attraversa i prati non è visibile causa la vegetazione, dopo si sale su prati.
Bella giornata ma fino a 2000 metri umido per le recenti piogge (sui prati si scivola); dopo, una brezza fresca ha facilitato il finale di salita. Ottimo panorama. Oggi in compagnia di Mina che canta Lucio (album Paradiso, consigliato), nessun altro.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: nn.
Indeciso se salire allo Sbaron od al Colombardo ho scelto il primo quando due signori saliti prima di me, scendendo, mi hanno detto che la strada era ghiacciata nell'ultimo tratto per il colle.
Lo Sbaron mi ha fermato ad una ventina di metri dalla punta per un tratto ghiacciato.
Un signore ed una signora sono comunque saliti.
Tempo bello ma freddo al mattino, poi più mite.

Un saluto alle persone incontrate in gita.


[visualizza gita completa con 7 foto]
Neve, non continua, solo sulla calotta finale; a tratti farinosa e a tratti dura. Racchette da neve lasciate in auto. Oggi non servivano neanche i ramponcini.
Con Maurizio; solo noi 2 sul percorso. Gionata velata e fredda. Tutta la mattinata sotto 0. Al ritorno passato al Truc Giulianera che presenta alcuni facili passaggi di roccia.


[visualizza gita completa con 2 foto]
Sempre piacevole, specialmente in questo periodo in cui risaltano maggiormente i contrasti tra cielo, prati e neve.
Giornata molto bella in mattinata, che ha visto la formazione di grandi cumuli specie sullo spartiacque di Viù, ma niente pioggia.
Strada aperta senza alcuna interruzione, non si pesta neve fino in vetta.
Bella fioritura di viole e genziane.
Da solo


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: BUONO
Gita inaspettatamente ben riuscita grazie alla giornata soleggiata e all'ottima neve, che mi ha permesso di salire e scendere senza calzare le racchette: fino a 2.100 m. solo con gli scarponi e poi con i ramponi, usati anche in discesa.
Grande folla di sci-muniti molto goduti per la neve quasi da pista (o anche meglio).
Salita in 2h.30 con Ivano, Roberto, Giuliana e la rediviva Daniela, in grande forma.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok
Ho fatto un giro ad anello. Partito da Dravugna per fare un po' più di dislivello e per percorrere il sentiro partigiano che passa da Campo dell' Alpe e raggiunge Prato del Rio. Da qui ho continuato per la strada fino al Pilone Belvardo e poi per la strada dell' alpe Vaccherezza fino prendere il ripido sentiero, segnato da numerose tacche bianco-rosse, che percorre il Vallone dei Caduti. Il sentiero passa tra due pareti rocciose, porta ai diversi cippi dei partigiani e poi continua nel vallone che adduce fin sotto l' Alpe del Chiet. Dall' alpe ho evitato il pendio innevato che sale diretto allo Sbaron e tenendomi un po a sx sono arrivato fin quasi al Pian del Ballo senza pestare neve. Da qui la neve sulla breve cresta fino allo Sbaron non ha creato nessun problema (ero con le pedule estive). Vento siberiano in cima per cui sono velocemnte sceso all' alpe del Rat Vecchio. Per la discesa fino alla sella del Truc Giulinera e poi a Prato del Rio non ho trovato nessun sentiero e sono andato giù a vista per i ripidi prati.
Giornata limpida e molto ventosa, il Vallone dei Caduti è però molto incassato ed era quindi privo di vento.



[visualizza gita completa con 4 foto]
Dopo nove anni di nuovo su questa bella cima, ma senza ciaspole. Nessun problema nel reperire tracce di sentieri vari, ma in caso di nebbia penso che si possano avere delle difficoltà se non si ha una traccia gps a disposizione. Certo che si può seguire la strada che porta al Colombardo ma si farebbero chilometri inutili. Trovato un pò di neve verso la punta a circa 2100 metri di quota, nulla comunque di preoccupante, la gita l'ho fatta con le pedule estive.
Salita condivisa con Ennio, Franca e Massimo in una bella giornata con velature del sole che rendevano la temperatura leggermente frizzante ma molto belle dal punto di vista fotografico.


[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: sino alla sbarra pulita e addirittura asciutta
rimangono in neve gli ultimi 200m(circa e forse) nemmeno continui, seppur di furn si tratta...nonostante queste condizioni qualcuno con gli sci c'è stato...nessuna firma però, solo derapate lungo la strada, visto anche tracce di racchette e ramponi...nulla di tutto ciò è pertinente, uniche utili le ghette e null'altro.
oggi sgambata allo Sbaron, con la Simo, vengo a ripristinare le condizioni del Diario di vetta abbastanza malconcio...ormai quasi tutto l'itinere e asciutto, condiviso la cima con una coppia di ragazzi torinesi ed un cagnolino trovatello....


[visualizza gita completa]
Dopo un lungo stop dovuto a impegni e a viaggi, si ritorna a camminare in attesa della stagione bianca.
Giornata nel complesso accettabile, con qualche nebbia, nuvole sparse, squarci di sole e temperatura abbastanza fredda.
Poca neve, solo sulla vetta, e colori autunnali ancora belli nella parte bassa.
Strada chiusa alla sbarra poco dopo Dravugna, si parte da quota 1380.
Ottima gita escursionistica prima che il terreno si imbianchi.
Un saluto a Federico e a Erika


[visualizza gita completa]
:: nulla di rilevante
:: altro
:: altro
note su accesso stradale :: tutto ok
:: scialpinistica
la segno qui ma e stata un escursione a piedi totale assenza di neve fino allo sbaron

[visualizza gita completa]
Partito alle 7.40 con zero gradi. Lascito l'auto alla partenza del Sentiero della Memoria. La fresca temperatura mi ha permesso una salita rapida. Il vento non è stato molto forte. Sulle vette delle Valli di Lanzo il vento era forte e creava un bel alone. In solitaria. Neve quasi sparita.

[visualizza gita completa]
Ottima camminata effettuata senza pestare neve (solo negli ultimi 50-100 m erano presenti macchie di neve facilmente aggirabili). Se non si vuole seguire la strada sterrata ma tagliare lungo i prati non sono presenti segni.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok
Lasciata auto a Prato del Rio (alla sbarra), niente neve fino in vetta dove ricopre il lato est ma la cresta è pulita, vento forte in quota e assenza di sole per cielo coperto, ottimo panorama a 360° dal gruppo Orsiera-Rocciavrè al gruppo Civrari, dai laghi a Torino e l'immancabile MViso e Rocciamelone..... P:S: Manca Diario di Vetta...

[visualizza gita completa con 7 foto]
Partiti da Dravugna e seguito la strada quasi fino in cima.
Gioranta triste, nuvole e nebbia fino quasi all'arrivo.
vento freddo in cima che per lo meno teneva a bada le nuvole.
Colori prevalenti grigio e giallo sporco, molta fanghiglia sulla strada.
con Vincenzo


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok fino a Dravugna poi termiche
Lasciato l'auto al tornante dopo Dravugna a quota 1270; con le termiche si può proseguire fino a Prato del Rio ma poi è difficile fare manovra. Con le condizioni attuali non servono ne le racchette ne i ramponi, se si vuole le ghette. Salito su circa 10 cm di neve molto farinosa e a tratti evitabile; solo nelle zone di accumulo se ne trova di più. Al ritorno, dall'Alpe Dona, sceso sul Sentiero della Memoria, molto più comodo. Alla partenza ore 8 -3°, alle 12 all'auto sembrava primavera. Giornata con ottima visibilità, panorama eccellente; solo io sul percorso.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Sbarra a prato del rio
Itinerario sgombro di neve, sentiero non sempre evidente. Giornata calda e ottimi panorami. Non riesco da quasi un mese a mettere foto perché non ho più La linea, vodafon promette il mondo ma poi non è In grado di fare i collegamenti!
Saluti alla coppia di ragazzi di Bussoleno con cui abbiamo cindiviso la salita. Buon nuovo anno a tutti.


[visualizza gita completa]
Neve latitante per cui si continua ad andare a piedi, rimembrando gli sci su questo classico scialpinistico. Salita veloce e diretta sfruttando le tracce di sentiero che salgono dalla valletta, senza calpestare la strada se non per attraversarla prima dell'inizio della dorsale. Mattinata bella con strani giochi di nuvole e una fresco venticello nei tratti esposti.
Con mio figlio Simone e Luna.

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: nn

Salito un pò per la strada ed un pò per labili tracce di sentiero nei prati.
Tempo bello e temperatura ideale.
Solo in punta si è alzata un pò d'aria fredda.
Visto solo un escursionista che passeggiava in zona e due bikers.

[visualizza gita completa con 3 foto]
Avendo momentaneamente appeso la bici al chiodo, o meglio avendo appeso un chiodo al polso, gli amici gentilmente mi hanno portato a pascolare allo Sbaron. Piacevole la salita prima su sentiero e poi su prati e carrareccia. Sempre ottimo il panorama lungo tutto il percorso e dalla cima.
Oggi nutrito gruppo assistenziale e paziente....
Con Gaetano, Ivano, Marina, Renato e Sergio.


[visualizza gita completa]
Partendo da Prato del Rio i tracciati sono praticamente due: la strada per il Colombardo fino alla massima elevazione e poi su per prati e qualche tratto di sentiero.
Oppure direttamente dai prati dalla frazione fino ad intercettare tratti di sentiero avolte coperto dall'erba,avolte evidente e poi per cresta finale.
Noi abbiamo scelto la seconda opzione percorrendo anche qualche tratto carrareccio.
Oggi giornata eccezionale in tutti i sensi...........Ho avuto il piacere di condividere la giornata con Vittorio,Luigino e Vigilio a cui va il mio ringraziamento consueto e per il tempo meteo fantastico,considerato che siamo in novembre.


[visualizza gita completa con 9 foto]
Oggi avevamo il compito di portare al pascolo il CinghiaRotto e lo Sbaron si prestava molto bene…
Partenza su bella mulattiera in mezzo al bosco segnalata come "Sentieri della memoria" poco sotto Prato del Rio.
Dall’Alpe Donà conviene stare su sentiero non troppo evidente, alla sx della sterrata, per non finire nella zona con zolle acquitrinose e sconnesse, e poi proseguire su dorsale.
Con Gae, Ivano, Piero, Renato e Sergio.


[visualizza gita completa con 7 foto]
note su accesso stradale :: Ok
Partite da Dravugna. Seguito parecchio la strada fino alla dorsale.Trovato poca neve in cresta.Siamo scese continuando per cresta verso nord, verso la Grifone. Poi per pendii abbiamo intercettato la strada del colle Portia e rientro.Colori porpora e oro.siamo scese al tramonto.Bei posti.

[visualizza gita completa]
Da solo. Giornata e terreno molto umido. prima di salire allo Sbaron sono andato fino all Tomba di Matolda; ritornato sulla sterrata fino alla curva con ometto e salito per prati ripidi fino alla vetta. 1035 metri di dislivello. Panorama compromesso dalle nubi di calore e nebbiolina. Aggiungo traccia andata e ritorno.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Dopo aver letto tante gite invernali allo Sbaron decidiamo di andarci. Siamo saliti seguendo la carrareccia del Collombardo fino al Colle Astesiani dove abbiamo risalito la dorsale fino in cima. Bel panorama dalla vetta anche se cime circostanti erano coperte da un po' di nuvole. Scesi all'alpe dei Rat a mangiare dove un elicottero dei vigili del fuoco faceva delle esercitazioni. Discesa per il sentiero. Con Giorgio, Sergio, Pier Albino e Gianni, quest'ultimi contenti per la vittoria della Juve (ma non è ancora finita ...)

[visualizza gita completa con 9 foto]
Piacevole e panoramica escursione. Il sentiero è quasi scomparso si sale comunque bene su prati intersecando la sterrata. Neve solo sulla bella crestina finale. Meteo e temperatura discreta , oggi con bel gruppetto di 6 amici.

[visualizza gita completa con 3 foto]
Salita serale. In cima poco dopo il tramonto e poi discesa con la frontale. La neve nella parte sommitale si è notevolmente ridotta nel giro di 2 giorni (Vedi foto del socio Gino74) tanto che la neve si calpesta esclusivamente sull'ampia cresta finale (100-150 mt lineari) ed era portante anche alla sera; ad esagerare si fa anche con le scarpe da ginnastica... Luci della sera sempre belle: il fascino di queste montagne aumenta considerevolmente.
Da solo... caprioli, volpi, un cinghiale...


[visualizza gita completa con 8 foto]
la Sbaron rimane sempre una bella scarpinata, ideale quando si ha poco tempo, molto panoramica.
ormai non occorrono ne' racchette tanto meno sci aime,ho lasciato in cima un nuovo diario di vetta, quello che c'era era zuppo visto che il tappo del contenitore metallico e' danneggiato.
salito con la Simo che l'ha proposta....


[visualizza gita completa con 5 foto]
la segno come escursionismo perche le ciaspole non servono e tanto meno gli sci strada buona fino a prato del rio (sbarra)

[visualizza gita completa con 1 foto]
saliti da prato del rio direttamente sui prati superiori e poi usciti sulla strada per un breve tratto e proseguito senza quasi sentiero tagliando per prati. Dopo l'alpe Rat abbiamo tagliato in diagonale fino ad intercettare la dorsale e proseguito fino in punta cercando di non farci sbattere per terra dal vento. Solo sull'ultimo tratto quasi in piano si pesta neve ma non ci sono problemi fino in punta.
Con Giovanna, Roberta, Lia, Daniela e Fulvio. Vale la pena una visita alla borgata di prato del rio per le belle sculture presenti.


[visualizza gita completa]
Oggi in completa solitudine, incontrato solo un capriolo e una volpe salendo in auto. Fuori dalle nuvole con giornata solo un po velata ma con vento che oltre i 1900 mi ha dato parecchio fastidio, gli occhi hanno sofferto parecchio, bruciavano dal freddo. Oggi sembrava primavera, acqua a volontà, non ha ghiacciato nulla, il primo tratto di salita con i piedi che affondavano nel terreno acquoso... Neve presente solo oltre i 2000 ma evitabile, solo tratto finale di cresta è continua. Dopo aver raggiunto la vetta sceso fino al cippo con le indicazione dei monti e risalito per un totale di 1080 metri di dislivello, ottimo allenamento. BUON NATALE A TUTTI

[visualizza gita completa]
Le previsioni davano una finestra di tempo meno brutto al mattino. Ho cercato di approffittarne. In realtà era già nuvoloso alla partenza però non ha piovuto.
Fermato ad un centinaio di mt. dalla punta perchè innevata e con le mie pedule ed in mezzo alla nebbia che nel frattempo è arrivata ho preferito non rischiare.
Salito per la strada (molto lunga) e sceso per prati.
Nessuna altro in giro.

[visualizza gita completa con 3 foto]
meteo bello, pestata la prima neve delle stagione, speriamo che si a di buon auspicio
con Supernanni e Belafioca, entrambi con fiato de vendere


[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
partiti con l'idea di raggiungere la punta dividendo il percorso in parte con MBT e l'ultimo tratto a piedi; nonostante le previsioni meteo davano miglioramento nel corso della giornata la copertura nuvolosa è andata invece peggiorando; arrivati al cippo con le indicazioni delle cime, (dove avremmo voluto lasciare le bici) la punta è pressochè invisibile; sperando ancora che potesse mgliorare, nell'attesa allunghiamo fino alla Tomba di Matolda (e magari al colle del Colombardo); a questo punto neve e nebbia ci fanno desistere, niente Colle; spuntino, pupazzo di neve .... la nebbia non si alza; allora niente Punta, si rientra, godendoci una veloce discesa tra fango e neve con capitombolo da manuale
a metà salita incrociati, già in discesa, gigi e maurizio, partiti sicuramente prima di noi, ed a giudicare dal passo anche più veloci, che probabilmente hanno potuto godere di qualche schiarita in più


[visualizza gita completa con 6 foto]
Partiti da quota 1460 dopo Prato del Rio per evitare il primo pendio ricoperto di neve. Seguito la sterrata fino al tornante a quota 2020 dove è presente il cippo con l'indicazione delle vette; da qui per cresta fino alla vetta. Questo ultimo tratto nella nebbia e in vetta sprazzi di sereno. Accumoli di neve di circa 30 cm. Con Maurizio.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Gita mista mtb + pedibus.Ottima giornata con panorama spaziale. Discesa su strada godibilissima.
Buone gite a tutti.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: tutto ok fino a Prato del Rio
Volevo farmi una camminata sotto la neve e così è stato. Partenza con pioggerellina autunnale, neve continua dai 1900 mt con 15 cm di fresca su fondo erboso e che via via aumentava su scarso fondo nevoso esistente.
Arrivata ad un centinaio di metri dalla punta.
Ritorno alla macchina sotto una pioggia che si faceva sempre più insistente.

[visualizza gita completa]
Partito da poco prima prima di Prato del Rio imboccando il sentiero partigiano che permette di tagliare una buona fetta di strada, ricongiungendosi con la carrareccia del Collombardo nei pressi del Colle Astesiani.
Da qui percorsa la carrareccia per qualche centianio di mt. sino a ca. quota 1800 mt., dove ho cominciato a risalire la verde dorsale sino in cima.
Giornata decisamente bella sin verso le h. 10.00, poi nuvoli e nebbia hanno incominciato a prendere il posto del sole.
Salito in solitaria con il mio fedele Flick.
Incontrate varie persone oggi che salivano alla Sbaron, parecchi cicloescursionisti oltre ai soliti motociclisti che salgono al Collombardo (ma perchè non vietano il transito!!!! sarebbe ora!!)
Tempo di salita h. 1,35
Sviluppo chilometrico in salita Km 4,420.


[visualizza gita completa con 6 foto]
Partiti a metà strada tra Dravugna e Prato di Rio, siamo saliti tra nuvole e nebbie tutto sommato accettabili ( viste le previsioni odierne...). Alle 14 c'erano ancora nei punti più in ombra cumuli di grandine caduti durante il nubifragio di ieri. Solo io e Fede a piedi, molti bikers verso il Collombardo e troppi motocrossisti che hanno immensamente rotto le balle . Gita di ripiego più che dignitosa.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: strada libera fino alla sbarra
Saliti lungo la carrareccia fino ad Alp de Rat, poi preso direzione verso la tavola topografica e da li arrivati alla cima. Poca neve anche sulla cresta finale, panorama però molto bello; torneremo anche per fare anello con punta Grifone
Con Dona, Mari, Sile e Massi


[visualizza gita completa con 1 foto]
Gita veloce del mattino.
Partita da Dravugna e proseguito su bella mulattiera in mezzo al bosco segnalata come "Sentieri della memoria" per poi tagliare i tornanti per ampi pendii sul versante sx fino al Colle Astesiani.
Neve continua e per fortuna ancora dura per le temperature della notte dai 2000 in su.
Percorso e panorama sempre di soddisfazione.

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: Si arriva poco oltre Prato del Rio, poi strada sbarrata.
Dopo le piogge ricominciamo a scalare vette...in attesa di calzare gli sci. Bella gita con partenza alle 8,00, umido e nebbia, poi bucate le nuvole a quota 1800 gran bella giornata di sole. Neve da circa 2000 mt fino in vetta, si sale senza problemi e lo spettacolo dei colori autunnali ed invernali è meraviglioso!!!! Il tratto di crestina finale è sempre spettacolare!!! Con Gigi e Maurizio. Buone gite a tutti!!!

[visualizza gita completa con 5 foto]
Dopo il riposo forzato si riprende con una gita facile. Pioggia salendo in auto; nebbia e nuvole fino ai 2000 e poi... spettacolo. Con Guido e Maurizio. Oggi è stata la mia 1000^ vetta (con le ripetizioni). Neve verso i 2100 ma senza priblemi, le racchette da neve hanno cambiato aria. Al ritorno nuovamente nebbia che era fittissima fino alla strada per Condove. tanta acqua sul percorso, sembra di attraversare le paludi, per essere a metà novembre.....

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Sbarra aperta a Prato del Rio ma divieto fino al 30/05.
Gita serale. Partito dalla sbarra e seguito a tratti la strada a tratti tagliato i tornanti. Da 1700 in su l'erba è ancora bassa e non da fastidio nei tagli. Tutto asciutto per terra... ma ho preso un pò di pioggia dall'alto... Panorama limitato, peccato.
Temperatura fresca, ma accettabile (Pantaloncini corti), in fondo siamo ancora a maggio.
Da solo.
Ancora poche presenze negli alpeggi = deserto o quasi.
Si conferma "zona caprioli" l'area tra Vaccherezza,Pilone Belvardo (Votta)e Prato del Rio: probabilmente il fitto bosco nel vallone sottostante è a loro gradito.


[visualizza gita completa con 8 foto]
Lasciata l' auto alla sbarra, ho seguito la strada fino all' alpe Gighe'(circa 1700 m), per poi lasciarla per una traccia un po' vaga (segnavia rosso-bianco-rosso) che percorre l' ampio vallone, ed evita la luga digressione verso sinistra della strada. Arrivato nei pressi del colle Astesiani, sono poi salito in direzione della vetta ormai vicina. Neve recente sopra i 2000 m, in prossimita' della cima si affonda anche fino al ginocchio, ma solo per breve tratto.
Gita solitaria pomeridiana, tempo ormai migliorato dopo le piogge dei giorni precedenti. Purtroppo arrivato in cima la nebbia mi avvolge e annulla ogni visibilita'.


[visualizza gita completa con 3 foto]
Scelta questa punta ben esposta al sole per non pestare neve. Tutto pulito tranne gli ultimi 100 metri.
Cercare di stare sempre sul versante della sterrata onde evitare lunghi tratti erbosi con zolle sconnesse ed intrise d' acqua (le famose "sagne").
Giornata autunnale molto bella con vista nebbie sulla pianura.


[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: strada in buono stato fino a Prato del Rio
Gita serale. Ho seguito la strada fino a quota 1900 (Si vede un pilone sulla cresta ad ovest) per non finire in mezzo all'erba alta; da questo punto in poi si attraversano delle belle praterie fiorite fino in cima.
Non si è mai soli perchè questa montagna è molto popolata tra mucche, pecore ed i loro pastori.
Temperatura fresca.. la prossima volta meglio portarsi la giaccavento. Da solo.


[visualizza gita completa]
Giornata di nebbie la neve è scomparsa abbiamo trovato solo un piccolo filo in cresta in completo esaurimento tra un paio di giorni, purtroppo il meteo non cia ha aiutato ancora, freddo e nebbie in formazione dalle 11.00 del mattino.
Gruppo CAI Cumiana


[visualizza gita completa]
Gita tranquilla e vicino a casa per le avverse condizioni meteo. Lasciata l auto a Dravugna per allungare un poco la gita, la strada è pulita e percorribile tranquillamente fino alla sbarra un paio di km più avanti. Saliti seguendo la strada fino ai ruderi della borgata Rat e da qui per dorsale fino alla vetta. Ancora qualche chiazza di neve nella parte finale della gita. Giornata caraterizzata da alternanti scrosci di pioggia e dalla nebbia che è stata sempre presente.
In compagnia di Annalisa e Francesco.


[visualizza gita completa]
Nuvole fitte fino ai 1300 mt circa, poi un sole splendente.
Sempre molto panoramica, con il "mare di nuvole" è ancora più bello. Temperatura gradevole, nemmeno un filo di vento.
Visto grande stormo di gru (O fenicotteri? ..o aironi?)che ha attraversato la valle durante la migrazione verso sud. Spettacolari...



[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: strada libera (dal 1 novembre è vietata)
Uno sparuto gruppo di EVERGREEN ha goduto di questa bellissima giornata autunnale. Sole caldo e assenza di vento.

[visualizza gita completa con 5 foto]
splendida giornata........con una vista a 360°...mario & simona

[visualizza gita completa con 8 foto]
Partiti poco sopra Dravugna, (sbarra ancora aperta fino al 1 novembre). Bella e rilassante gita in una giornata limpida ma fresca e leggero venticello. Una spanna di neve fresca sulla dorsale che non ci ha impensierito. Fastidiose le doppiette dei cacciatori in zona.
Con Lia. Oltre a noi solo un altro escursionista in punta.


[visualizza gita completa con 1 foto]
Siamo partiti a piedi da Prato del Rio, 1363 metri, tempo molto variabile con vento freddo, panorama molto bello nei pochi istanti di sereno; siamo rientrati presto per inizio pioggia, ne abbiamo approfittato per scendere al vicino paese di Chianocco e fare la corta ma bella via ferrata

[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: ottimo
Ottima gita per chi ha poco tempo a disposizione, partiti da Alpe del Rio:
conviene prendere, invece di seguire la strada e i sentieri che la tagliano, l’itinerario dei partigiani che parte un po’ prima della sbarra sulla dx. salendo sulla strada carrozzabile e che porta comodamente su sentiero alle malghe superiore (vedi pali della corrente elettrica che si innalzano nel vallone come riferimento); da lì per sentiero che porta al colle degli astesiani, conviene abbandonarlo, prima di arrivare al colle, puntando al gruppo roccioso (croce) della cresta sud senza percorso e obbligato e da lì direttamente in vetta. Neve che si è ritirata molto: si pesta neve intorno al roccone-croce, subito in rapido ispessimento con ampia traccia gelata e crosta portante con qualche riporto di farina sulla cresta finale. Fermati alla Sbaron, causa tempo, ma la traccia prosegue fino alla Grifone (molto bello l’itinerario, a vedersi, ma da considerare anche l’ispessimento del manto) scesi direttamente dal pendio ovest (neve sicura, ha trasformato anche questo versante) e raccordateci con la strada sottostante. Meteo eccezionale e fino troppo caldo (21° alla macchina), ma che non ha rovinato la neve.


[visualizza gita completa]
3 * per il meteo, si sono piu' volte alternati pioggia, nebbia, sole e grandine. partito da prato del rio, salito all'alpe della balma con sentiero partigiani e da li al bivio per la portia e poi sulla cima passando dal truc muandette (2000 m.) ove presente il cippo di orientamento, tutto per prati. pochi minuti in cima e arriva la grandine che prima aveva già imbiancato tutta la zona sopra l'alpe della portia. cosi sono costretto a ripiegare rinunciando alla cresta per la punta grifone, già di per se sconsigliabile in caso di nebbia. discesa attraverso alpe "i rat" incrociando a volte la carrozabile e soffermadomi sui vari truc secondari lungo il percorso. sentieri spesso erosi ma in fatto di segnaletica per i sentieri della resistenza è stato fatto davvero un ottimo lavoro. panorami notevoli, se pur compromessi : la mia cima preferita si è fatta vedere solo per pochi minuti ;-).

[visualizza gita completa]
Bella gita con partenza da Alpe del Rio 1363 m dove vi è la sbarra ( oggi aperta ma con divieto d'accesso). Panorama a 360°. Non abbiamo fatto la strada ma tagliato i tornanti già alla partenza svoltando subito a destra verso l'alpeggio superiore e da là a vista verso la punta.
un saluto a Fabio e Michele oggi compagni di gita.


[visualizza gita completa]
Gita in compagnia di Fabio. Peccato per la giornata: tempo brutto, foschie e nebbie ci hanno negato il panorama in punta.

[visualizza gita completa]
GIta prevalentemente su starada sterrata, solo verso la fine le traccie di sentiero di impennano fino in vetta.
Assenza di neve su tutto il percorso.
Peccato per il tempo che era nuvoloso.
Bravo dario alla sua seconda escursione !

[visualizza gita completa]
giornata pessima di nebbia dall'inizio alla fine dell'escursione la nebbia non ci ha abbandonati

Gruppo Cai Cumiana


[visualizza gita completa con 1 foto]
Partiti da Prato del Rio io e Mariù, tranquilla passeggiata con temperature quasi estive. Bellissimo panorama.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Proseguendo la penuria di neve continuiamo a tenerci in forma,tra un cenone e un altro,con bellissime escursioni quale quella di oggi allo Sbaron.Giornata stupenda, che permetteva un panorama come poche volte può capitare.Temperatura molto mite,talvolta calda, assolutamente inusuale per la stagione.Assenza quasi totale di neve, salvo sulla crestina finale, tanto per dare un tocco d'alta montagna.In due ore e venti da Dravugna,in solitaria.

[visualizza gita completa]
Fatto un bel giro ad anello toccando anche numerosi alpeggi dalle balme alla barauda, richiamato anche dall' interesse per la storia della resistenza partigiana che qui ha conosciuto alcuni dei suoi momenti cruciali. Salito da prato del rio per vaccherezza, tagliando spesso in diagonale per i prati.

[visualizza gita completa]
dal caos della città, abbiamo fatto una scelta di vita serale, tra i profumi della montagna ed una cenetta "romantica" in vetta ampiamente descritta da gigi!!!! Bellissima gita, panorami sempre molto ampi ed il fondovalle nascosto dalla foschia e smog (ma perchè viviamo li sotto?). aria frizzantina in vetta simile al rosso delle langhe sapientemente scelto dal mio compagno di avventura!!!! Esperienza da ripetere magari nei prossimi giorni, con il popolo del calcio incollato al video...contenti voi.....

[visualizza gita completa]
Gita serale, iniziata la salita alle 19.10 partendo da quota 1440 dopo Prato del Rio. Ottima temperatura, saliti rapidamente e alle 20.30 abbiamo fatto cena con toma di Alba, salame cotto di Tonengo d'Asti, pecorino romano, salamino di cinghiale e dell'ottimo rosso delle Langhe. Anche se la luna piena e sorta dopo le 22, in discesa non abbiamo usato lampade. Bellessima gita, da vedere Prato del Rio, ottimi scorci fotografici, peccato ci siamo persi la partita.......

[visualizza gita completa]
Ottima invernale grazie alla cronica mancanza di neve.
Neve praticamente assente su tutto il tracciato, se non nei pendii poco prima della vetta, ma che non crea alcun problema. Giornata non soleggiata ma di ottima panoramica, dal Monte Rosa al Monviso. 2 ore e 15 minuti dall'auto alla cima.

[visualizza gita completa]
Da Prato del Rio ci portiamo al Colle Astesiani, ma non puntiamo ancora alla Sbaron. Ci perverremo piu' tardi, andando prima a fare un giro alla Tomba di Matolda, dalla quale tramite il Colombardino scendiamo al Colle del Colombardo, con lunga sosta al caldo sole sotto i portici del Santuario. Ritornati sui nostri passi stando in cresta ora, passando solo piu' a lato della Tomba di Matolda miriamo alla Sbaron prima, ma in realta' ultima meta della gita odierna con Michele.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 09/11/17 - elisafree
  • 01/11/15 - gieffe
  • 29/01/05 - gianmario55
  • 25/02/79 - enzo51
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: E :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Sud
    quota partenza (m): 1360
    quota vetta/quota massima (m): 2223
    dislivello salita totale (m): 863

    Ultime gite di escursionismo

    16/02/20 - Scopel (Bivacco) - lancillotto
    Sentiero dalla Croce dei Lebi e poi al bivacco con tratti ghiacciati, coperti da qualche cm di neve recente. Utili i ramponcini sopratutto la mattina. Salita in nebbia totale fino quasi al valico del [...]
    16/02/20 - Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina e la Punta Raboi - lupus1946
    Molti escursionisti in giro...colpisce l'assoluta mancanza di neve sull'ultimo pendio... Le ciaspole sono rimaste sullo zaino...più utili i ramponi.
    16/02/20 - Rubbio (Monte) da San Damiano Macra - flavytiny
    Lasciata auto in piazza a S.Damiano Macra. Itinerario facilissimo adatto al post-influenza, la strada forestale che parte dal borgo subito dopo il ponte sulla dx è molto bella e rilassante. Parecchie [...]
    16/02/20 - Lunelle (Punta e colle) da Traves, anello - climbandtrek
    Sentieri sgombri da neve e ben indicati da tacche e numerose paline. Fatto l'anello come da descrizione: gita piacevole e con numerosi scorci nel bosco rado ed un bel panorama sulle vette circostanti dalla cima.
    16/02/20 - Pala Rusà (Punta) e Punta delle Lance da Pian Benot - sergio 51
    Usati solo i ramponi. Passati prima dal Pala Rusà e poi saliti alla Punta Lance, che sembra una vera montagna seria ma in miniatura: sarebbe stata interessante la, pur breve, traversata, ma le cornic [...]
    16/02/20 - Butetta (Monte) da Castellar - lonely_troll
    Gita vista mare in un bell' ambiente e con clima già primaverile. Alla partenza rosmarini e mimose fiorite e in alto niente neve, nemmeno sulla parete Nord del Grammondo
    16/02/20 - Baral (Bec) da Limonetto - dario 67
    Salita oggi un po' piu alpinistica x la presenza di tratti innevati sulla cresta e nella parte finale verso la cima si sale comunque senza problemi prestando attenzione solo nei tratti leggermente esp [...]