Brusalana (Pic) da Chianale per la Sella d'Asti

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Ok fino quota 2400
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Dal punto raggiunto in auto, in pochi minuti al laghetto dove poco oltre si calzano sci. Un solo togli/metti poi neve continua seguendo le evidenti tracce per il traverso a sx portandosi sulla verticale della Sella d'Asti. Coltelli molto utili per buon rigelo. Dalla Sella spettacolare discesa fino al lago lato francese, ripellato e saliti al Brusolana dal pendio diretto, ormai ammorbidito ma sempre con coltelli. Altra discesa commovente ed ultimo ripello per tornare alla Sella. Quindi il rigelo della salita si è trasformato in pappetta goduriosa fino al laghetto presso la strada. Noi in 5 più altre 5/6 tra italiani e francesi. Bello.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: qualche centinaio di metri oltre le grange
attrezzatura :: scialpinistica
La salita alla sella d'Asti è ormai abbastanza "asciutta", necessario un togli/metti dopo un centinaio di metri dalla partenza dal laghetto. Partiti alle 08.00 con neve ancora dura, utili ma non necessari i coltelli ma segnalo che alla fine ci siamo trovati meglio a fare la salita diretta con i ramponi perchè più comodo rispetto al salire con gli sci in quanto le tracce rigelate delle scorse discese davano molto fastidio nella salita con gli sci. Prima discesa verso il lago sul versante francese su neve dura ma ben grippante e liscia, bella. Successive discese dal Brusalana su neve in diversi gradi di morbidezza ma sempre molto gradevole. Versante francese ancora ben innevato, nessuna pietra affiorante. Rientro dalla sella iniziato alle 15.30 e, sopresa, la neve, seppur mollata, non sfondava permettendo una sciata ancora divertente e godibile.
Un saluto a ganesh incontrato alla sella vicino al lago e che, forse in omaggio all'alone divino che porta il suo nick, ha azzeccato subito la nostra origine.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: divieto di transito dopo Chianale, comunque si arriva fino a quota 2400
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Si inforcano gli sci poco prima del laghetto. Neve molto dura al mattino (partenza 7.10), utili coltelli. C'è uno strato di neve nuova che inizia con pochi millimetri in basso fino ad un palmo in alto, ben rigelata. Peccato che sul versante italiano ci siano stati dei passaggi nei giorni scorsi quando era molle, e quindi ci sono tanti solchi ghiacciati, da evitare. Dalla sella siamo scesi fino sotto al laghetto ghiacciato, su neve duretta ma molto bella (ore 9 circa). Al di sotto del lago il manto, dove più esposto al sole, diventa sfondoso. Siamo risaliti al Brusalana percorrendo un ultimo tratto in cresta per evitare la parte più ripida, ancora piuttosto dura, poi bellissima sciata fino nella conca. Scendendo dalla sella verso le 11.30 si trova ancora bella neve sul versante italiano, e, seguendo qualche lingua di neve e percorrendo a piedi un breve tratto della strada, si arriva praticamente sci ai piedi dall'auto.
Gran giornata, meteo super, bella neve, parecchi scialpinisti anche francesi, qualcuno sulla Rocca Rossa. Ambiente super, con la piramide del Pic d'Asti che domina.
Con Manuele e Mauro. Un saluto a Fede, Test95 e compagno che sono andati sull'Aguilette, anche loro piuttosto soddisfatti.
Ottimo gelato alla gelateria Alpina di Venasca (da asporto)


[visualizza gita completa con 2 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 2300
quota vetta/quota massima (m): 3170
dislivello totale (m): 900

Ultime gite di sci alpinismo

27/05/20 - Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale - mv56
Ottima giornata nonostante la nebbia iniziale che ci ha un po' demoralizzato, ma poi l'alternanza con momenti di sereno ci ha nuovamente motivati. La neve ha tenuto abbastanza per tutta la mattina e d [...]
26/05/20 - Sommeiller (Punta) Canale Sud-Ovest - giorgiobi
Saliti dalla via classica, conviene portare gli sci fino al Pian dei Morti seguendo prima la strada e poi il comodo sentiero. Discesa ore 11,30 su neve davvero perfetta fino al Pian dei Frati, poi, do [...]
26/05/20 - Albaron (Sella dell') da Pian della Mussa - griso
Oggi condizioni eccellenti grazie alla bella giornata e allo z.t. a 3500 m. Partiti alle 5,50 con 8°C. Buon rigelo e progressione veloce. Utili i rampant unicamente nel breve traverso poco sotto Pi [...]
26/05/20 - Almiane (Punta di) dal Ponte d'Almiane - andrealp
Facendo il sentiero estivo si portano gli sci per poco più di mezz'ora e circa 300 metri di dislivello ma si evita di tribolare sui residui nevai che fiancheggiano il torrente. Rampant necessari per [...]
26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - mowgli
Come scritto da chi mi ha preceduto il portage è di 400m e su una gita di 1700m D+ è assolutamente accettabile. Oggi il rigelo è stato giusto senza creare il verglass che sicuramente domenica era [...]
26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - puli88
Portage fino al Pian dei morti come domenica (400 m dsl circa). Due gava e buta poi neve continua. Neve dura ben rigelata, buon grip, non necessari coltelli. Sul ghiacciaio neve gelata (strascichi di [...]
25/05/20 - Roudel (Cima) dalla Valle Argentera per la Valle Lunga - billcros
Oggi super gita in posto veramente isolato e lungo, ma bei ambienti, già parecchi togli e metti nella parte iniziale , il torrente brontola bene , poi quando il vallone si apre migliora fin ad essere [...]