Scalotta (Piz) da Bivio

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
note su accesso stradale :: Ottimo
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Salita solo parziale per limiti di tempo e perplessità sulle condizioni di discesa. Fermati circa 150m dalla cima, poco prima del traverso verso il colle. Visto altri arrivare in cima senza problemi. Riporto, perché potenzialmente utili, le condizioni incontrate.
Innevamento complessivamente buono, ma ridotto sui dossi che sono stati spazzati dal vento.
Temperatura mite e anche se con leggera brezza. La notte fredda e la brezza hanno mantenuto dura la neve anche nel pomeriggio. In generale neve molto ventata e con sastrugi, sopratutto nella parte alta dopo il primo dosso e lungo il vallone. La presenza di ampie zone di crosta portante bel lisciate dal vento rendono tutto sommato ben sciabile la parte alta. In basso, invece, la neve è sia lavorata dal vento sia molto segnata da passaggi precedenti, avvenuti probabilmente su neve più molle. Essendo la neve molto dura la discesa su questo terreno non è molto godibile. Preciso che intendo il ritorno lungo la stessa via di salita, con partenza in centro al paese dalla snow-park. Altro gruppo è sceso lungo il vallone laterale che porta più a valle del paese.
Seconda gita allo Scalotta dopo diversi anni. La prima arrivati in cima senza problemi, ma discesa su neve marcia. Questa volta, neve ventata e dura. Speriamo in una neve buona in occasione di un futuro terzo tentativo ...


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
attrezzatura :: scialpinistica
Molto caldo in salita specie nella prima parte poi un filo d'aria nella parte mediana e sotto la cima ha cambiato un po' la situazione. Traccia in salita molto gelata nella parte alta dell'itinerario. Sotto la vetta potrebbero tornare utili i rampanti, noi non li abbiamo usati più per la pigrizia di toglierli dallo zaino che altro ma a tratti si scivolava parecchio.
La cima si raggiunge, con le dovute cautele nei tratti ghiacciati, anche senza ramponi visto che risulta quasi tutta rocciosa.
La discesa su Stalveder avviene su crosta gelata nella primissima parte , si prosegue con crosta portante inframmezzata da numerosi accumuli da vento e si termina con crosta non portante, sciabile, per carità, ma di certo non il top della vita. Viste le temperature mi aspettavo peggio.
Gita di stampo prettamente primaverile!
Rientrati a Bivio in pullman.
Giornata di ferie di quelle belle, nonostante le condizioni non fossero al top so per certo che in ufficio sarebbe stato peggio :D

In compagnia del Franco, del Davide, del Rossi e dell'Umberto.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: in auto a Bivio
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
abbiamo effettuato l'itinerario per il percorso più a nord, dalla strada a circa 2 km dopo Bivio (venendo dal Julier pass), a nostro avviso è l'itinerario migliore.
Bella neve farinosa, a tratti ventata. Pendii abbastanza stabili, scegliendo bene dove tracciare.
Si sale in vetta sci ai piedi, senza problemi.
[email protected]


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
note su accesso stradale :: Julier pulito
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
condizioni meteo-nivo splendide: sole e luce magnifici e polvere da cima a fondo (discesa per Stalveder);
ancora buoni tratti da virgolettare...sino a ieri
con il gruppo di Gabriele sempre al top


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: ottime
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo in Val Sursette, in Svizzera, in uno dei luoghi più ameni del Canton dei Grigioni. Da Bivio e dintorni si possono effettuare numerose gite scialpinistiche: Piz Scalotta, Piz Surparè, Piz Sasc, Piz Roccabella, Piz Surgonda, Piz Lunghin, Piz d'Agnel, Piz Campagnung...

Bella giornata, con temperatura a Bivio, alle ore 9.00 di -5° C. Vento assente.
SALITA - Bella traccia con ottimo grip lungo tutto il percorso. Salendo, nonostante la nevicata dell'altro giorno, la quantità di neve diminuisce e nell’ultimo tratto, prima della sella, bisogna cercarsi il percorso più agevole tra i sassi affioranti: gli sci si tolgono un centinaio di metri sotto la vetta. Sulla cima siamo stati infastiditi da un venticello freddo, che ci ha costretti a ridiscendere velocemente.
DISCESA - Nella prima parte siamo scesi con attenzione e con qualche grattata, su neve crostosa non portante senza fondo, poi lungo la valle che porta a Stalveder è stato un inaspettato godimento: pendii intonsi di polvere leggerissima e abbondante fino alla strada. Da lì, a piedi e in breve, abbiamo raggiunto Bivio.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1400
Dal paese di Bivio salire in direzione SW per facili pendii sino a quota 2360. Entrare in Val Gronda in direzione NW sino a quota 2643 (punto d'incontro dell'itinerario di salita dal paese di Stalveder). Salire l'avvallamento a E della q.2926, raggiungere le roccette della cima e salire a piedi.

Discesa
-per la via di salita
-oppure per la più remunerativa discesa su Stalveder: giunti a q.2352 a SW di Crap da Radons tenere N la destra della valle del torrente Eva da Sur Ragn per scendere fino alla strada in località Stalveder, in prossimità di un'autofficina con piazzale.
Ritorno a Bivio in autostop a recuperare la vettura.
oggi tempo bello fino le 12 poi copertura completa del cielo con visibilita buona in salita un po meno in discesa...zona molto bella ma con poca neve..giornata fredda -15 alla partenza...discesa su Stalveder: bella con crosta morbida la prima parte poi farina 5/10 su fondo duro(peccato x la visibilità in discesa)
io eddy e la Super Camilla


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: strada perfettamente pulita
quota neve m :: 1700
Prima gita sci-alpinistica dell'anno. Non poteva che esserlo visto che oggi è il 1 gennaio. Dopo i bagordi da veglione eccoci con gli sci ai piedi per fare questo bel percorso. Traccia in salita visibile ma da battere. Il primo tratto abbastanza verticale poi lungo percorso che porta in cima, completamente con gli sci ai piedi. Giornata con temperature intorno ai -5 gradi ma comunque gradevole. La neve con buona tenuta in salita, ha offerto poi una favolosa discesa per oltre 3/4 del percorso. Il manto nevoso fresco di 10-15 cm e con una neve dura al disotto, ha reso me, scarso sciatore tecnico, quasi uno slalomista. Ultimo tratto purtroppo con croste difficili da sciare. Pericolo valanghe assolutamente assente.
Grazie ai miei compagni di avventura, Matteo, Anna, Albertone e Alberto.

Antonio
PS: di seguito il link a foto e filmati
?v=xI2b3N_QiFI
?v=uwuBlsFUVWs



[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1500
zona passo Julier con neve abbondante;un vento fastidioso per tutto l'itinerario mitigato da un bel sole;neve farinosa in alto, cartonata tra i 2440 e 2100 metri molle verso il basso
ma nel complesso una discreta sciata
Itinerario bello e panoramico
Gruppo uno giunto in vetta con buon tempo
gruppo due in parte pervenuto salvo dispersi: remolazzi vari
pervenuti

Si è udito l'urlo di tarzan o forse era la stanchezza?

Qualcuno ha anche "sbagliato" la via di discesa ma
è arrivato prima
un saluto a i remolazzi:pata,ale e paolo con cesarone sua moglie e il labrador


[visualizza gita completa]
sempre bella la salita al piz scalotta, anche se la neve non era proprio il massimo, sciabile nella parte alta, e pesante nella parte bassa. Dal colle alla vetta in pochio minuti a piedi, quassù la neve è solo un lontano ricordo !
anche verso il paese però ormai.....
attenzione ai sassi nascosti dalla neve pesante e che tende a sfondare ad ogni curva.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: accesso dallo Julier pulito, parcheggio comodo nel piazzale a destra
Salita da Bivio: sempre sci ai piedi tranne per gli ultimi 50 metri sotto la cima.
Discesa su Stalveder: neve fantastica e (visto il periodo) pure abbondante dalla deviazione per Stalveder in giù. Rientro alla macchina a piedi lungo la strada e poi la pista da fondo (1,5km circa)... vista la polvere (leggerissimamente pesante) e i discreti tratti vergini trovati, vale sicuramente la pena nonostante la camminata di rientro.
Gita anche tranquillamente ciaspolabile
Giornata bellissima in compagnia della mia ciaspolatrice... con il pensiero sempre rivolto al nostro piccolo Cheru rimasto dai nonni.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1600
per la verita abbimo fatto una specie di cima satellite del piz scalotta piu o meno alla stessa quota pero con esposizione a nord est...
i cacciatori di polvere non hanno sbagliato nemmeno stavolta....quindi powder powder powder da cima a fondo!!!!!
veramente un bellissima discesa!!!!!!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Con snowboard, solo per raccolta cime

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: strada molto frequentata sempre ottimamente tenuta, nessun problema
quota neve m :: 900
bella gita con neve farinosa, nonostante esposizione sud/est, e abbondante, 80/90 cm in fondovalle, che si assottiglia per effetto del vento man mano che si sale, qualche sasso sull'ultimo tratto
Compagni: Anna

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 01/03/03 - gomez73
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: pendii ampi
    difficoltà: MSA :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Sud-Est
    quota partenza (m): 1762
    quota vetta/quota massima (m): 2992
    dislivello totale (m): 1230

    Ultime gite di sci alpinismo

    22/02/20 - Marscholhorn (Piz Moesola) da Hintherrein - gifx
    Posteggiato le nostre due auto insieme ad altre due già presenti lungo la strada che da Hinterrein sale al Passo San Bernardino laddove non si può più continuare perché trovi un muro di neve. Poco [...]
    22/02/20 - Founs (Rocce) quota 2762 m da Pian della Regina - paolo64
    Da Pian della Regina 10 minuti a piedi per trovare neve costante ma consiglierei la salita a piedi dal sentiero fino a pian del re. Buona salita su neve già parzialmente rinvenuta, meglio avere i co [...]
    22/02/20 - Sodadura (Monte) dai Piani di Artavaggio - giogalimba
    Abbinata alla Cima di Piazzo, dove abbiamo trovato croste da vento. Poca a neve ma sufficiente sulla stradina in basso (occhio in discesa alle folle che salgono al Nicola) ramponi indispensabili per [...]
    22/02/20 - Turge de la Suffie da le Laus - polverevento
    Arrivato al Colle sotto la cima. Salita su neve dura ma senza bisogno di rampant. Iniziata discesa alle 11.30 su crosta portante fino al colle , dal colle al bosco neve trasformata molto divertente po [...]
    22/02/20 - Querellet (Monte) da Ponte Terribile - bubetta
    Partenza da Bessen Haut. Inizio discesa su pendio con neve dura per cui da fare con cautela. Poi ampi pendii su neve trasformata a volte su fondo irregolare. Da Bessen Bas mi pare che la neve non si [...]
    22/02/20 - Chiamossero (Monte del) o Ciamoussè da Limonetto - ninoteacher
    Ancora tutta sci ai piedi, ma dopo il ponte è rimasta una striscia di neve che non durerà più molto. Neve trasformata, morbida e facile, tranne il breve tratto sulla stradina che essendo all'ombra non ha mollato per niente
    22/02/20 - Lenlon (Fort de) da Val des Prés - silviotos
    caldo eccessivo oggi fa mollare presto, e il fondo non è ancora ben compatto. ma a mezzogiorno ok. belli i pendii oltre Granon. La strada lunga e pallosa permette di passare dove la neve non c è e dove fa schifo