Coudrey (Monte) Bloody Mary

note su accesso stradale :: nulla da segnalare
In effetti, non sapremmo se di qualche utilità, la recensione di un itinerario ex novo per quello che può essere considerata una "variante di destra" a Bloody Mary. Dopo i primi due tiri di questa, una "evidente freccia bianca e scritta Ciro Tulla Lagna Tella", verso destra, (senso di marcia) non lasciano dubbi e per cengia terrosa, ci si porta sotto una placca solcata da una fessura discontinua. Abbiamo trovato utile proteggerci con un friend (0.75 BD) alla base di questa. La lunghezza successiva è nuovamente per erba verso destra, quindi, proseguendo, (senso di marcia) un breve traverso facile accede ad una placca che si risale. (sosta su cengetta e lama staccata) poi, per terreno facile si esce. Siamo scesi comodamente a sinistra (senso di marcia) e per il sentiero del canyon.
Nell'insieme non è male, la placca con fessura è senz'altro il pezzo forte dell'itinerario. In compagnia di Barbara e Denis, bella giornata di sole e temperature miti.


[visualizza gita completa]
Visto la nevicata di ieri ed il forte vento previsto in quota,
cambio di programma e così optiamo x un giro ad Albard.
Saliamo prima Colpa di Tosin, giù in doppia e saliamo Bloody Mary.
Al rientro proviamo anche il secondo tiro di Gary and Erik. ( non banale).

Con l’amico Gigi.
Clima primaverile.......


[visualizza gita completa con 3 foto]
Tornati ad arrampicare dopo alcuni mesi, abbiamo provato Colpa di Tosin (aperta da Mauro Tosin, Fabrizio Bazzocchi e Marco Durando), variante agli ultimi due tiri della classica Bloody Mary. Impossibile sbagliare, alla sosta dopo il trasferimento del terzo tiro, le evidenti scritte, Bloody Mary (freccia verso sinistra) e Colpa di Tosin (diritto) invitano a scegliere.
In partenza Colpa di Tosin è più diretta, placca a tacchette meno nette rispetto alla classica, si verticalizza nella seconda parte, con una presa quasi obbligata su lama dall’apparenza fragile (forse non lo è ma ho preferito andarci cauto e non tirare), per piegare più abbattuta verso destra con un passo un po’ terroso, 30 metri, 5a o anche di più evitando la lama fragile, sosta da allestire su due spit.
Ultimo tiro: ancora una decina di metri di placca più facile ed appigliata (4b), quindi per gradoni camminabili fino alla sosta, da collegare, circa 30 metri in tutto.
Con Germana e gli amici Idalba ed Enrico sulla vicina ma più ingaggiosa Ciro Tulla Lagna Tella, con un primo tiro (fessura verticale) che ha suscitato addirittura l’entusiasmo di Enrico per l’eleganza della linea, sicuramente da provare se e quando torneremo più in forma.

Bello tornare a mettere le mani su queste belle placche, anche se le articolazioni restano doloranti e la strada della guarigione ancora lunga ed incerta.


[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
Bell'itinerario, protetto adeguatamente con materiale artigianale di solida fattura, tuttavia, meglio evitare di inserire direttamente nelle placchette cordini o fettucce, i profili non sono smussati. Valgono le considerazioni di chi ci ha preceduto.
In compagnia di Barbara, Denis e del giovane Massi.


[visualizza gita completa]
Sempre divertente, breve arrampicata di puro relax, in cui anche il rientro nel canyon fa parte del gioco. Ovviamente va evitato il grosso masso instabile del secondo tiro (comunque fuori linea), mentre la pietra incastrata dell’ultimo tiro probabilmente non si staccherà più (ma per prudenza ho continuato ad aggirarla). L’arrampicata amichevole risparmia le articolazioni, anche se qualche passo verticale del quarto tiro costringe alla chiusura dei gomiti per restare aderenti alla parete... e me ne sono subito accorto :((
Uscita pomeridiana mordi e fuggi, naturalmente con Germana.



[visualizza gita completa]
Ad un paio di mesi dall’apertura il tracciato si è molto ripulito, sia dalla terra (resta solo un po’ di polvere) sia dalle scagliette iniziali (non si stacca più nulla) e la via risulta ancora più divertente.
Con Germana, uscita rapida, poco tempo ma tanto relax.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Fredda giornata ma microclima in parete piacevolmente mite..
Primo tiro: si sta ripulendo a dovere (dovevate vedere cosa c'era in apertura)
Secondo tiro: attenzione ad un masso instabile (andrebbe disgaggiato, cosa che non ho fatto per altre cordate che seguivano)
Terzo tiro: trasferimento ok
Quarto e quinto tiro: roccia super lavorata e divertente. Solita pietra alla base della fessura del quinto tiro.. passeremo con la mazzetta :)
Parecchie cordate in questa fredda domenica assolata..
Grazie ad Emanuela, Davide, Dani e Fabrizio per l'ottima ed affiatata compagnia e grazie a tutti i ripetitori


[visualizza gita completa]
Se si pulirà dalla terra, non potrà che migliorare. Confermiamo le gradazioni, provato a disgaggiare la pietra nella fessura, ma non esce, secondo me si può caricare, comunque s dx c’è posto per il piede, con Max; non abbiamo trovato Celtic Princess, qualcuno ha qualche indicazione?

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok albard di bard
Ben riparata dal vento che infuriava in altri settori. Via breve ma carina, in particolare L4. Sempre buone prese per le mani. Ottime indicazioni per attacco, trasferimento e discesa nel canyon. Ancora un po' di terriccio in giro ma non crea fastidio, si ripulirà, roccia super. Altre cordate sul Piler del Forte e dintorni. Continuato la giornata sui nuovi mono tiri in basso.

[visualizza gita completa]
Grazie a Tito Sacchet sempre all'opera nel settore, infatti ieri l'abbiamo incontrato al parcheggio. Bella via, facile ma non banale. Primo tiro molto sporco con tutte le prese intasate dalla terra, secondo tiro bellissimo ed estetico, il terzo è di trasferimento, aiutato da due spit per indicare la direzione e per un minimo di sicurezza visto che si procede su ciarpame, quarto tiro molto bello con uscita interessante, quinto tiro breve ma bello con quella pietra mobile incastrata alla base della fessura finale, Ezio non l'ha caricata e ha fatto bene perchè sotto c'ero io (ah ah ah), comunque prendendo la placca a sinistra della fessura non si creano problemi. La discesa è sempre un pò ravanosa con le due brevi doppie finali.
Giornata condivisa con Ramezio, ottimo primo come sempre. Giornata inizialmente fresca ma la via ci ha riscaldato bene.


[visualizza gita completa con 7 foto]
Curiosi del ultima fatica di Tito e del team di chiodatori, provato la via in una giornata calda e piacevole. Fondamentalmente mi accodo al giudizio precedente, bella via con tiri brevi ma interessanti e piacevoli, difficoltà abbastanza costante.
A mio modesto parere : L1 bel muretto sul 4a, purtroppo ancora sporco; L2 il più bello, breve ma stupenda vela 4c con passo finale di 5a; L3 trasferimento; L4 fatico a stabilirne il grado causa lo sporco e qualche tacchetta instabile che condiziona i giudizio, forse 5a/b; L5 bel muretto finale, confermo occhio alla pietra mobile in uscita, direi sul 4c/5a. Facile uscita dalla via a destra verso il solito canyon. Qualche passaggio la renderà una via molto ripetuta, vista la bella roccia e la linea molto logica e divertente.

Bravissimi a tutta la squadra dei chiodatori, ottimo lavoro ...


[visualizza gita completa]
Abbiamo voluto provare subito l’ultima fatica di Tito and company. Ottimo cocktail, via molto carina, quattro brevi tiri (ed un trasferimento) di arrampicata varia e divertente. La difficoltà targhet è di quarto grado superiore, con qualche passo di quinto, anche se la roccia, in alcuni tratti ancora molto sporca (ma del resto è stata appena chiodata) può farla sembrare più difficile. Quando sarà più pulita meriterà di sicuro una stellina in più!!
Primo tiro: placca abbastanza verticale, ma con ottime prese, nonostante la terrosità residua, (4c) o anche meno quando sarà pulita;
Secondo tiro: la “vela”, molto estetica, di roccia solidissima e pulita, con ottime tacche, bei movimenti ed uscita con scavalcamento aereo (4c);
Terzo tiro: trasferimento, ma è comunque bene assicurarsi a causa del terreno infido;
Quarto tiro: altra bella placca (4c), che diviene più verticale con qualche passo delicato (5a), qualcosa si stacca ancora ed il terriccio sulla roccia obbliga ad una ricerca più attenta degli appigli;
Quinto tiro: breve ma molto bello, roccia nuovamente pulita e prese nette (4c). Prestare però attenzione ad una pietra mobile incastrata alla base della fessura. “Non usarla”. Noi per cautela le siamo girati intorno (va bene sia a destra sia a sinistra), andrebbe disgaggiata, ma bisognerebbe essere certi di non avere nessuno sotto.
Segue il percorso guidato al canyon di discesa, con indicazioni gialle a prova di errore.
Con Germana, uscita molto soddisfatta, trovando il “cocktail” particolarmente congeniale.



[visualizza gita completa con 6 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: 5a :: 4 obbl ::
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 750
sviluppo arrampicata (m): 120
dislivello avvicinamento (m): 150

Ultime gite di arrampicata

02/06/20 - San Martino (Monte) l'orologio senza tempo - fabry. 69.
gran bella via di stampo alpinistico, ogni tiro è particolare e molto gratificanti, l4 molto tecnico, l5 atletico e bello fisico, qua o usato un paio di frends per integrare alcuni passaggi dove la roccia non era particolarmente solida.
02/06/20 - Sergent Il lato oscuro - hheb
Tutto asciutto e pulito, tranne L6. Il 4 BD l'ho usato eccome, su L1 assolutamente e anche sul L4 in partenza non guasta. L5 lunghissimo, delle due serie ho avanzato solo i seguenti doppi: .2 .3 [...]
02/06/20 - Machaby (Corma di) Trabaldo - spartacozzo
Piacevole salita plaisir nel settore Case Farà. La roccia è ottima e la chiodatura pure a parte un Unico tratto un po' scary per raggiungere il tettino di L5. Soste predisposte per la calata (molto [...]
02/06/20 - Pianard (Contrafforti di) Trapanetor - baley93
Ripetuta dopo qualche anno.. sempre molto bella! Il tiro di 7a l ho trovato sempre duro eh eh eh Come già detto da molti, molto bene attrezzata quindi solo rinvii.. I tiri sono tutti belli sopra [...]
02/06/20 - Sergent Locatelli - p.mirco
Non mi è piaciuta molto, considerando , che , in alto il tiro chiave è completamente schiodato, a parte un chiodo dubbio in alto, spit rimossi , chiodi rimossi, ecc, ecc... bravo Braccio che ne è v [...]
02/06/20 - Mansueto - cecco81
Dopo una mattinata esplorativa Siam scesi a fare due tiri e ci è venuto in mente questo Tirello. Accesso tra le zecche e le felci poco frequentato. Si può passare su dal primo tornante e poi trave [...]
02/06/20 - Sergent Nautilus - mastroteo
Bella e facile via che porta fino in cima al Sergent. Gli ultimi tiri,in verità non meritano.. La partenza dà una sveglia. Un po' bracciosa,per scaldarsi. Un nut grosso,1,3, 0.2 BD Il secondo tiro [...]