Corn Chamuotsch da Julierpass

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: hanno ridotto i parcheggi in zona...
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Salita: data la relazione del giorno precedente su on ice, salita su traccia autostradale fino al colletto; poi tutti sul Corn Suvretta e noi abbiamo tracciato gli ultimi 150m fino in vetta.
Discesa su ottima neve polverosa; peccato qualche sasso affiorante; conviene stare sulla sinistra del vallone che regala pendii più belli sciisticamente.
Il Julier non delude: bella giornata senza nemmeno una nuvola; parecchia gente in giro, ma ancora ampi spazi da tracciare. Mi aspettavo più neve (ogni tanto si tocca, spt nella parte alta), ma direi cmq buona la prima!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal passo con cielo coperto. Dopo una mezz'ora ha iniziato a nevischiare. Giunti alla fuorcla Chamuotsch il vento forte e la neve inconsistente (che ci avrebbe costretto ad una bella ravanata) ci hanno fatto desistere dal proseguire fino al segnale di vetta.
La discesa si è svolta su neve polverosa ottima fin quasi al passo salvo gli ultimi 100 metri di dislivello in cui la neve era a tratti crostosa e spuntavano qua e là un tot di sassi comunque facilmente evitabili. Se non fosse stato per la visibilità piatta e la difficoltà di individuare i cambi di pendenza nel manto nevoso la discesa sarebbe stata da 6 stelle!
In compagnia dell'Athos, dell'Antonio, del Davide, del Teo e della Lolly.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Con l'inizio della stagione si ripresenta il solito girarrosto scialpinistico, con lo solite cime trite e ritrite. Ma il periodo è questo, e comunque, per fortuna, la quantità di neve attuale non consente troppe lamentele.

Quindi anche noi ci dirigiamo direzione Julier, ma senza troppo entusiasmo (sarà la nostalgia per il mare...).

Questa volta proviamo a visitare la Valletta del Guglia che non ho mai visto, magari combinando il Corn Suvretta col Piz Surgonda.
La giornata parte con un bel cielo blu con rapido aumento delle nuvole da SW, fino a cielo coperto dalle 11 in poi. Come per gli altri report, confermo che l'innevamento è discreto, con fondo duro e recente neve farinosa. Sono già presenti tracce che vanno un pò ovunque.

Il Corn Suvretta è molto pelato per il vento e arrivati alla sella 2922m sotto di esso, preferiamo salire la cimetta con segnale in vetta, posta alla nostra destra. Che poi scoprirò essere il Corn Chamuotsch.

La discesa avviene senza troppo divertimento causa bianco che confonde i pendii. Comunque la neve è ben sciabile.

Giornata fredda ma non gelida. Poco Vento
A questo punto, visto la prima gita di stagione, dovrei commentare con la solita frase che inizia con la "B".
Ma evito per anticonformismo...


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Pulito tutto l'anno.
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
La neve ha subito un intenso rigelo su tutto il percorso e per ora non risente dell'esposizione solare, si trovano alcuni pendii in ombra con neve fresca che non ha preso vento. Il pendio finale si riesce a salire per più di metà della sua lunghezza con gli sci ai piedi. Neve stabile.
Circa 28 pertichette su tutto il percorso, il dislivello è molto distribuito. In discesa andando a cercare pendii riparati si riescono a fare alcune belle curve.


[visualizza gita completa con 2 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 29/11/19 - manty57
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: pendii ampi
    difficoltà: MS :: PD- :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Tutte
    quota partenza (m): 2196
    quota vetta/quota massima (m): 3017
    dislivello totale (m): 821

    Ultime gite di sci alpinismo

    24/02/20 - Magehorn da Engiloch - skiwalker
    Neve in discrete condizioni: parte bassa senza rigelo notturno causa temperature alte della notte (10° a Engiloch alle 8 del mattino), neve ventata nel traverso ma senza pericoli e con buona tenuta, [...]
    23/02/20 - Cassorso (Monte), cima Ovest da Preit - lucabelloni
    Gita sociale CAI Pianezza con 25 partecipanti, tutti in vetta. A causa del viaggio abbastanza lungo partenza un po’ tardi dal Preit (erano circa le 9,20). Si cammina fino alla centrale elettrica, po [...]
    23/02/20 - Rochers Charniers (Pointe des) da Montgenevre, giro per Pian dei Morti e Colle Chaberton - michferrero
    Nella prima parte della stradina è presente ancora un po' di neve, pertanto non è stato necessario del portage. La situazione migliora notevolmente mano a mano che ci si inoltra nel vallone e la nev [...]
    23/02/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - buck roger
    Da Balme attraverso il canale delle Capre. Molto vento in quota.
    23/02/20 - Valnera (Punta) da Estoul - skeno
    23/02/20 - Garitta Nuova (Testa di) da Pian Munè - mattep
    Brevissimo portage per raggiungere la stradina dal parcheggio di Pian Munè. Siamo così andati in direzione delle Meire Croesio e, poi, a lato skilift abbiamo raggiunto la dorsale, percorsa sino all [...]
    23/02/20 - Marchhorn o Punta del Termine da Riale - u236instabile
    Portare sicuramente rampanti e nel caso anche ramponi, la vetta è senza neve quindi bisogna salire a piedi, magari anche una corda potrebbe risultare utile per garantire la sicurezza. Con gli sci si arriva fino al colletto 50 m sotto la vetta.