Zatta (Monte) da Reppia, anello

note su accesso stradale :: Nessun problema. Parcheggio a Reppia davanti al cimitero.
Saliti in vetta allo Zatta seguendo il percorso FIE "due strisce rosse", ben segnalato e ripristinato nella parte bassa (antico ponticello e bella mulattiera). Sulla cresta Sud della vetta di Ponente il sentiero e' in parte rovinato dalle acque e richiederebbe qualche opera di manutenzione. I due brevi saltini di roccia della parte superiore della cresta si superano agevolmente anche senza ricorrere alle attrezzature. Dalla vetta di Ponente (m 1355) seguito il sentiero che traversa appena sotto la cresta in versante Nord (bellissimi faggi) fino alla vetta principale (m 1404). Raggiunto in breve il monte Prato Pinello (m 1391), siamo scesi lungo il contrafforte del crestone Sud verso il monte Coppello (segnavia "cerchio rosso vuoto"). Appena superato il modesto rilievo del monte Coppello, sul crestone subito a Sud della cima si stacca verso destra una pista sterrata che, passando presso un'antica cava, con lunghi tornanti raggiunge i bei Casoni di Chiappozzo, in amena posizione in un pianoro appartato. Dai Casoni la pista prosegue in lieve discesa, diventa asfaltata, supera la frazione di Case Soprane e conduce a Reppia. In questo tratto occorre seguire sempre la strada e non farsi tentare da tagli che spesso conducono in zone infestate di rovi e quindi impraticabili. Questa discesa e' piu' corta di quella che passa dal M.Chiappozzo - Passo della Biscia - Arzeno, ma anche cosi il giro ha uno sviluppo importante (oltre 16 km e 1050 m di dislivello con i saliscendi).
Bella giornata serena e poco ventosa, qualche nube sul mare ha impedito di vedere la Corsica. Grandi panorami. Con Emily.

Il monte Zatta di Ponente. A sinistra la cresta di salita.
Veduta verso il mare salendo la cresta Sud del M.Zatta di Ponente.
La cresta sommitale poco sotto la vetta del M.Zatta di Ponente.
Nel bosco di faggi verso il M.Zatta di Levante.
Casoni di Chiappozzo con il M.Zatta sullo sfondo.

[visualizza gita completa con 5 foto]
Percorso molto ben segnalato , con i numerosi segnavia descritti nell'itinerario . Nessuna difficoltà tecnica particolare , a parte il trattino attrezzato sotto lo Zatta di Ponente e la discesa dal Chiappozzo verso il Passo del Biscia , che ha qualche roccetta su cui fare attenzione . Occhio anche a non saltare , come ho fatto io , la scorciatoia che dai Piani di Oneto ( all' altezza del campo addestramento cani da caccia ) permette di tagliare un bel pezzo di Provinciale .
Bella gita in una magnifica giornata calda di ottobre . Peccato solo che sia cominciata male . Prima seguendo la freccia sbagliata nella curva del cimitero e poi con una ridicola scivolata nel torrente sotto Reppia, nel tentativo di fotografare il ponte di pietra da sotto .... La contusione al ginocchio non mi ha impedito di proseguire , ma la fotocamera si è bagnata e poco dopo si è inceppata per almeno tre ore , per poi riprendere a funzionare presso il Passo del Gatto . Comunque in cima allo Zatta di Ponente ho scroccato una foto ad un gentile escursionista di passaggio . Ai Piani di Oneto ho sbadatamente saltato la scorciatoia nel bosco e così mi sono sorbito quasi tutta la lunga Provinciale sino a Reppia . Un saluto al gruppone incontrato sullo Zatta di Ponente , che stava facendo in 3 giorni la traversata sino a Sestri .


[visualizza gita completa con 10 foto]

Caratteristica itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: A11-doppia linea rossa -quadrato rosso- cerchio rosso
difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 540
quota vetta/quota massima (m): 1404
dislivello salita totale (m): 1100

Ultime gite di escursionismo

21/02/19 - Grigna Settentrionale o Grignone da Colle di Balisio, anello per la Bocchetta del Nevaio - robyberg
21/02/19 - Spino (Pizzo di) da Bracca per la Croce di Bracca - giuliano
Dato che ero in zona per altri motivi, in un ritaglio di tempo sono riuscito a fare questa breve gita. Temperatura esageratamente calda per il periodo, ma cielo fortunatamente limpido. Al ritorno, dal [...]
20/02/19 - Filia (Bric) da Spineto - laika58
Gita crepuscolare con gli amici del CAI di Ciriè - Partiti dal santuario di Piova alle 18.00 con pile frontali, seguito per un tratto la strada verso Castellamonte, poi risaliti per una poderale nel [...]
20/02/19 - Aquila (Punta dell') e Cugno dell'Alpet da Alpe Colombino - nmanlio
Salita in notturna fino alla vecchia stazione della seggiovia. Sci e ciaspole si possono lasciare a casa. Siamo saliti con i soli scarponi. Qualche tratto ghiacciato ma gestibile. L'unica cosa utile p [...]
20/02/19 - Freidour (Monte) da Cantalupa, anello per Colle Aragno est e Colle Ciardonet - mario-mont
Ancora un po' di neve nei tratti non esposti al sole. Ghiacciata sotto il colle Castellar, mentre sulla dorsale è abbastanza morbida. In discesa verso colle Sperina ghiacciata, ma tutta evitabile. No [...]
19/02/19 - Vaccarezza (Monte) e Cima dell'Angiolino da Case Picat - bus
Mi sono fermato sull'Angiolino perchè la cresta è innevata. Il giudizio complessivo è determinato dalle difficoltà a raggiungere pian friserole per la molta neve presente soprattutto dall'alpe fon [...]
18/02/19 - Baceno da Pontemaglio Sbrinz Route - Franco1457
L’appetito vien mangiando e allora proseguiamo il bellissimo tragitto della Sbrinz Route in val Ossola. Partiti da Pontemaglio saliamo a Crodo (consigliata la visita alla Latteria Antigoriana e al F [...]