Gugliassa (la) Via Michelin-Masoero

Aggiunte foto per facilitare il reperimento dell'attacco della via.
ometto che segnala il punto in cui lasciare il sentiero e attacco della via, alla base dello sperone.
Lo spigolo Nord della Gugliassa, non si vede il primo tiro, attacco nel punto più basso dello sperone.
tratto sommitale dell'invitante ultimo tiro.
vista durante l'avvicinamento

[visualizza gita completa con 4 foto]
La via segue una bella linea, mai difficile ma neanche banale, che cerca i passi più interessanti lungo lo spigolo nord della Gugliassa: a nostro giudizio può essere una buona gita di allenamento per l'alpinismo estivo, sia per il dislivello da percorrere a piedi sia per la via in stile classico.
Il torrione si raggiunge con due ore scarse di camminata da Villanova: poco oltre l'imbocco del "sentiero alternativo" per il Pra si prende a sinistra per il Castelluzzo (il sentiero non è segnato sulla Fraternali, ma in questa stagione - con erba e rovi appena nati - è facile da seguire). Dal Castelluzzo, si imbocca il bellissimo sentiero dell'Autagna, fin quasi al colletto della Gugliassa: evidenti ometti e segni blu indicano il tornante da cui scendere all'attacco.
I diversi tiri sono ben descritti dalla relazione presente sul sito di Fiorenzo Michelin: a parte il terzo tiro, di trasferimento, si tratta di lunghezze divertenti, che presentano alcuni passi più impegnativi nel contesto di un'arrampicata facile ma spesso esposta. Non è necessario integrare con nuts o friends, ma possono essere utili alcuni cordini per gli spuntoni e i rinvii allungabili. Nel complesso la roccia è buona, a tratti lichenata, ma è bene fare attenzione a cosa si tocca, viste le poche ripetizioni.
Scesi dal torrione (abbiamo preferito fare una doppia piuttosto che disarrampicare), avremmo voluto salire ancora qualche centinaio di metri di dislivello per raggiungere la strada che collega il Barant con il Rifugio Jervis, ma oltre i 2000 metri c'è ancora neve, e noi avevamo solo scarpe leggere.
Giornata alla ricerca della frescura e di un itinerario "di montagna" pienamente ripagata. Peccato non aver potuto fare il giro dal Jervis. Con Eugenio.


[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 14/09/18 - armand
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: 5b :: 5b obbl ::
    esposizione arrampicata: Nord
    quota base arrampicata (m): 1900
    sviluppo arrampicata (m): 130
    dislivello avvicinamento (m): 700

    Ultime gite di arrampicata

    17/06/19 - Ostanetta (Punta) Passaggio a Nord Ovest - Davide Bonansea
    Via molto bella e continua .dopo il primo tiro offre ottimo grip data la sua conformazione molto compatta e granulosa . Spittatura classica integrabile in alcuni tratti con friends
    16/06/19 - Aval (Tete d') Pilier Rouge Hebdo - caio65
    La via con gli Spit in loco non ci si può sbagliare, chiodata da falesia non so, non c'è ne siamo preoccupati, alcuni passi purtroppo si è vero sono lisi.... Un grande peccato. Le calate sono filanti, la prima da urlooooo
    16/06/19 - Coudrey (Monte) I love you Silvye - fantomius
    Via lunga e divertente con alcuni tiri interessanti, i gradi della relazione sono secondo me un pochino stretti ma è opinione personale (in un paio di punti il 6a+ potrebbe starci), chiodatura ravvic [...]
    16/06/19 - Uccello (Pizzo d') Parete Sud - Dove Osano i Peteri - Puzzole
    Bellissima via a torto poco ripetuta. Chiodatura essenziale, utile qualche friends. Noi abbiamo abbinato per la prima parte la via Bau Bau Boby (130 m, 5c obbl.)
    16/06/19 - Figari (Punta) Via del teschio stanco - sgreci
    Confermo quanto scritto precedentemente, via breve ma bella. Abbiamo sistemato le soste: S1 10m a sx della sosta a spit del canale attrezzata proprio sotto la verticale di S2 una sosta a chiodi con co [...]
    16/06/19 - Tofana di Rozes - Primo Spigolo Aspettando la vetta - PietraDiRe
    Soste a spit e linea ben intuibile grazie anche agli spit presenti fino alla prima cengia. (In uscita dal tetto spostarsi a destra per reperire la sosta). Usciti sulla prima cengia mirare al pilastro [...]
    16/06/19 - Raty (Bec) Verde Smeraldo - pinin
    Gita di grande soddisfazione, per l’indiscutibile fascino del Bec Raty. Il giudizio sulla via invece è un po’ contraddittorio, almeno per noi viziati dall’arrampicata “sportiva” e dalle chi [...]