Levanna Orientale, anticima NE Parete NE

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: assente
quota neve m. :: 2500
Viste le ultime nevicate dei giorni passati, io e Flevio decidiamo abbastanza velocemente il venerdì, di iniziare la stagione ravanatoria con i nostri attrezzi preferiti. Partiamo ancora al buio, attorniati da questi larici tutti colorati, motivati e speranzosi di trovare qualcosa di buono. Arrivati all’ alpe Trucco, la situazione è lì davanti a noi e sembra anche ottima. Lasciamo il sentiero per il bivacco Leonesi e tiriamo diritti verso l’evidente canale che porta al colle perduto passando per il Vallone delle Rocce. Verso quota 2400 iniziamo a pestare la neve e poco più su, stoppiamo con il portage e iniziamo a salire con le pelli.
La neve incredibilmente ha un ottimo fondo e mano a mano che si sale c’è anche la polverella. Arrivati sotto il colle perduto, traversiamo a sinistra, la polvere è abbastanza profonda, fantastico.
Proseguiamo con il traverso, fino sotto l’ultima parte di pala, ma constatiamo che con molta probabilità non si arriva fino in vetta, le rocce affioranti sono molte coperte da uno strato di neve dura e non ci fidiamo ad andare a ficcare il naso. Ci dirigiamo verso una specie di anticima sulla cresta finale della Levanna e ci fermiamo li. La discesa è bellissima, non si sente nemmeno il fondo duro, divertentissima sia la parte della parete, sia la parte del canale che abbiamo sceso tutto a destra. Finito il canale, siamo arrivati senza problemi fino alla stessa quota del lago di Dres, poi ancora 100 metri un po’ più frenati.
Ora non ci resta che rimettere la tavola sulla schiena e ritornare verso le auto, abbastanza sbigottiti della giornata di snowboard che abbiamo vissuto.
Un grazie a Flevio, matto quanto me a crederci fino alla fine. Con Effetto Albedo la ravanata è assicurata.

Arrivati ai piani superiori brilla davanti a noi.
Sempre meglio
Tutto intonacato
Li il colle perduto, noi traversiamo a sinistra
26 ottobre
Fino alla cresta
Bellissimi contrasti
Neve ottima
Metà del canale
La situazione al mattino. Grazie della foto Giacomo.

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Strada pulita fino alla partenza del sentiero
quota neve m. :: 1900
Una gita che da tempo avevamo nel cassetto. Abbiamo rischiato un po' con la meteo, ma tutto sommato non è andata male. Rigelo assente in basso, ma la parete è in buone condizioni, ben imballata di neve, con 20/25 cm di fresca umida di ieri su fondo duro, che copre qualche pietra affiorante.
Quasi in cima abbiamo visto una scarichetta di fianco a noi. Niente di che , ma lo abbiamo considerato un avvertimento... Abbiamo raggiunto una piazzuola naturale al riparo di una tettoia di roccia e ci siamo fermati. L' altimetro segnava 3540. Ci sarebbe piaciuto uscire in vetta o sull 'anticima, ma va bene così. Il terreno sopra noi non sembrava sciabile... però non si sa mai. Partenza ben ripida, ma ottime condizioni di neve. Purtroppo dopo i primi metri il cielo, che fin li ci aveva graziati, si chiude e scendiamo nelle nuvole. Comunque bellissima discesa. Arrivati al canalone del Perduto la neve si fa più marcia ma sempre ben sciabile, Da 2500 mt in giù il bianco candido dell'ultima nevicata lascia il posto al giallognolo della neve vecchia. Lenta ma ben assestata. Togliamo gli sci a 1900 mt tenendo la dx or. del vallone. Le 4 stelle son forse troppe per la parte medio bassa, ma poche per i 300/350 mt di parete splendida.

La nostra scelta è stata quella di dormire nell' accogliente Furgo VW alla base del sentiero dopo una bella cena alla "Cascata" di Noasca (ottima qualità, ottima quantità, ottimi prezzi: consigliato!). Partiti alle 4.50. Sotto il colle Perduto alle 8.15. Discesa alle 10.15 . Alla furgo alle 12.15.
Ringraziamo Feis e Zanette95 per le info. E rickyalp82 per le preziose foto che ci ha inviato.
La solita squadretta, con il vecchio Popino, grande amico, fratello e compagno di montagna e non solo. Oggi in gran forma,al punto che, tolti gli sci, ha pensato bene di farsi un tuffo nel torrente con zaino sci e tutto il resto. Che sagoma...


[visualizza gita completa con 9 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 23/05/18 - popino
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: parete
    difficoltà: II :: 5.2 :: E3 :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord-Est
    quota partenza (m): 1580
    quota vetta/quota massima (m): 3550
    dislivello totale (m): 1970

    Ultime gite di sci ripido

    18/11/19 - Mondolè (Monte) Canali Fedelippogor + Gli ippopotami - f.gulliver
    Nuvole compatte in basso, aria limpida in alto. Salita per l'itinerario classico, discesa a ruota di tre locals (che saluto) nel canale degli ippopotami, bella neve, toccato sotto un paio di volte. Bel giro, bella sciata.
    16/11/19 - Bert (Monte) Canale Nord - giole
    Ottime condizioni in valle. Tutto ben coperto da 40-50 cm di farina, all'ombra ancora asciutta e abbastanza veloce. In salita battendo allegramente ci siamo tenuti troppo a sinistra e siamo finiti, [...]
    26/10/19 - Levanna Orientale, anticima NE Parete NE - rickyalp82
    Viste le ultime nevicate dei giorni passati, io e Flevio decidiamo abbastanza velocemente il venerdì, di iniziare la stagione ravanatoria con i nostri attrezzi preferiti. Partiamo ancora al buio, at [...]
    17/06/19 - Pain de Sucre Canale SO - annibale
    Traversata: salita per la via normale al Fourchon ed al Pain de Sucre. Discesa per il canale Sud-Ovest (ramo dx orografico,un pochino più ripido). Ottima neve.
    16/06/19 - Rousses (Sommet des) o Mont de Fourclaz Canale E/SE - annibale
    15/06/19 - Aiguillette (Monte) Parete NE - giole
    Partenza sci ai piedi dal parcheggio oltre il colle con zero rigelo. Passaggio dry alla breche e discesa su neve molle sino oltre la prima palina. Risaliamo quindi il vallone alla ns destra per poi sc [...]
    08/06/19 - Piccola Ciamarella Parete Nord - g.bona
    Constatato che la Nord della Ciamarella era impossibile da scendere in sci, Piero ed io seguiamo Stefano, Silvio e Federico in questa lunga e bellissima boucle fino in cima alla Piccola Ciamarella. D [...]