Moncrons (Punta di) da Sauze d'Oulx

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da rigelo portante
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi sono salito sul Moncrons in una splendida giornata, nemmeno fredda tranne che in cima dove c’era una brezzolina fredda.
La neve è un disastro, purtroppo il vento di phoen dei giorni scorsi ha fatto dei danni notevoli: ghiaccio ovunque, sastrugi giganti, placche da vento, cornici, il tutto su un monte tranquillissimo. Ho provato a scendere tardi ma niente, non mollava di un cm.
Piste di Sauze Moncro e Tuaesieres chiuse forse proprio per queste condizioni strane: anche in pista ghiaccio.
Salito per il seguente itinerario, diverso da quello della recensione: campetto Clotes, ciao pais, per pista chiusa al Clot burget, colle Bourget, cresta, cima. Un salutone a Livia & C incontrati al Ciao Pais
Salendo lungo la cresta
Da su verso Genevris e Nible
Il vento ha spazzato tutto in vetta

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: Farinosa ventata
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da rigelo portante
note su accesso stradale :: Strada pulita
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da quota 1.500 con traccia inizialmente gelata e poi via via più morbida. Giornata soleggiata con un po' di vento forte soltanto in vetta. Discesa con tratti buoni di neve farinosa più o meno ventata alternati ad altri di crosta da rigelo sia portante che non portante. Con Daniela, Luca, Gianni e Antonella.

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
attrezzatura :: scialpinistica
Parcheggiato all'inizio della strada dell'Assietta (quota 1850), volendo si calzano subito gli sci sulla strada con neve dura-ghiacciata e un po' di detriti, ma percorribile sia in salita che in discesa, se non amate troppo i vostri sci; poi si prende a sx l'evidente pista 53.
Fino allo skilift (oggi chiuso) conviene stare sulla pista; solo un brevissimo tratto quasi senza neve dove pero' si posso tenere gli sci. Dalla punta sono sceso verso il versate sud (verso pragelato fino a qt. 2100), non male; scegliendo bene si trova farinella o crosta portante. Dalla parte nord verso sauze meglio stare sulle piste (fuori poista c''e farina ma le tante tracce dei vecchi passaggi sono ghiacciate).
Vento forte solo in cima negli ultimi 50/100 di dislivello.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: altro
attrezzatura :: scialpinistica
In base le condizioni della neve attuale, x la pioggia che ha fatto, x la temperatura di questa mattina 8° a Salice, decidiamo di non andare cercarci rogne, oltre i 2000 mt. la neve non manca, la temperatura cambiava ma mano che si saliva, con il vento che faceva la sua parte, nonostante le condizione non proprio al massimo,un pò di farina l'abbiamo tritata, speriamo nelle nevicate future.....
Un grazie alla compagnia fantastica, con CARLIN- PAT-DINO-MESENER- RIANALDONE E SIMONA l'ottima merenda sinoira a casa sua, grazie a tutti ciao.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 800
attrezzatura :: scialpinistica
Prima parte saliti su strada per rif "ciao pais" poi su traccia sicura fino in cima battuta da tre sci alpinisti che ci precedevano. Vento forte sulla cresta in parte pelata e percorribile i parte con sci ai piedi Le prime curve in cima su neve lavorata molto dal vento. Poi neve stupenda che aumentava di consistenza man mano che si perdeva quota rallentando la discesa. Ci siamo dovuti aiutare con le tracce di chi ci ha preceduto. Per la parte inferiore abbiamo seguito le vecchie piste fino alla Clotesse
Gita nel complesso bella e consigliata visto che gli impianti per questa stagione non dovrebbero più riaprire. Un grazie ai scialp. che ci hanno preceduto è battuto la traccia.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Partiti da Via Richardette
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo un girovagare verso Monfol abbiamo deciso di seguire la strada per l’istituto sperimentale alpino ed abbiamo parcheggiato in Via Richardette di fronte alla chiesetta. Scelta azzeccata in quanto in basso l’innevamento era scarso. Saliti a sinistra sulle vecchie piste fino ad arrivare sotto il bunker in cresta prima del Genevris poi tagliato a destra gli ultimi pendii per raggiungere la dorsale. Da qui continuato dritto fino a raggiungere la pista oggi non battuta che porta all’arrivo degli impianti e da qui a sinistra abbiamo raggiunto la vetta. Sulla cima molto panoramica vento forte e freddo.
In discesa ci siamo portati a sinistra raggiungendo la pista anche questa non battuta. Nei primi pendii fuori dal bosco crosta morbita non molto divertente da sciare poi trasformata nei pendii al sole e poi duretta nel bosco.
Oggi solo io e papà. Incontrato uno ski-alp solitario che è andato al Genevris. Impianti fermi e piste non battute.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: necessari pneumatici da neve
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Gita dei G.A.S.A.T.I. del CAI Chivasso letteralmente rubata al maltempo imperversante ovunque. Partiti da Chivasso sotto la pioggia battente e messi gli sci ai piedi a Oulx a quota 1.500 abbiamo trovato nebbia e un leggero nevischio che ci ha accompagnati nella prima parte della gita. Discreta la visibilità nel bosco. Per qualche minuto ha poi fatto addirittura capolino ma giunti al colle raffiche fortissime e una ripresa delle precipitazioni nevose ci hanno fatto abbandonare ogni speranza di miglioramento. A causa del vento abbiamo desistito dal raggiungere il più esposto Genevris e siamo invece saliti fino alla croce di vetta del Moncrons, con gli ultimi metri fatti a piedi in quanto le pietre sommitali erano scoperte. Le violente raffiche e la nebbia non hanno impedito ai sette G.A.S.A.T.I. presenti di raggiungere tutti la cima. Primi duecento metri di discesa con qualche difficoltà a causa della pessima visibilità ma una volta rientrati nel bosco la situazione è mutata, con belle curve su neve prima farinosa e poi più umida e gessosa ma comunque ben sciabile. Doveroso ricordare i partecipanti che con il sottoscritto hanno sfidato le condizioni più avverse per salire sul Moncrons: Danilo, Vincenzo, Valter, Gianni e le determinatissime Angela e Rossella.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Ok fino a Sauze d'Oulx
attrezzatura :: scialpinistica
Ritorno al Moncro` dopo una settimana; scelgo questo itinerario per verificare se la neve caduta Giovedi` abbia reso sciabile il percorso oppure occorre ripiegare sulle piste, come abbiamo fatto la scorsa settimana.
Alle 8.15 a Sauze c'erano -10 gradi e la piacevole sorpresa e` stata che la neve caduta ha reso possibile scendere fino alla macchina senza toccare le piste battute (per l'esatezza sono partito ed arrivato alla partenza del vecchissimo skilift del Pian del Sole).
La neve e` bellissima lungo tutto l'itinerario, tranne poche centinaia di metri iniziali, perche` in punta il vento giovedi` e ieri ha lavorato tantissimo. Sono salito lungo la vecchia pista 35 e poi ho tenuto la vecchia pista 3000 (tutto a Dx salendo): solo e soletto. Super consigliata

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ok fino a Sauze d'Oulx con gomme termiche
attrezzatura :: scialpinistica
3 stelle perché avere 15-20cm fresca dopo le magre finora non è male. Neve da subito saliti per bosco e vecchie piste fino al colle di Costapiana, (tempo splendido) All'arrivo in cima del Moncrons vento forte, non troppo freddo. Attraversato verso il col Bourget e di qui con bella neve fuoripista fino al Pian della Rocca. Ancora qualche curva nel bosco, ma l'assenza di fondo ci ha fatto tornare sulla pista (avevamo scelto questa gita proprio per questa ragione, che la parte bassa potevamo farla sulle Pista) e ritorno a Sauze d'Oulx

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Gita fatta in solitaria in mattinata per smaltire gli effetti delle mangiate di questi giorni. Alla partenza (ore 8,45) +3 gradi a Sauze D'Oulx. Partito dal vecchio skilift del Pian del sole nella speranza di trovare un po` di neve ma non ce ne` praticamente nulla. Anche salendo la neve e` sempre poca e spesso si trovano grosse placche di ghiaccio (a volte mascherate da 1 dito di neve) in corrispondenza delle frequenti polle d'acqua che si incontrano salendo verso lo skilift del Tuasier. Tutta la cresta che fa da spartiacque tra la Sauze e Pragelato e completamente senza neve. Discesa fatta sul tracciato della pista del Moncro, quasi insciabile causa la poca neve ed i tanti alberelli presenti. In sostanza gita altamente sconsigliata finche` non nevichera`. Per la cronaca alle ore 18 ad Oulx ci sono 10 gradi con vento caldo.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Si sperava, dopo il Ciao Pais, di trovare un po' di neve sulla pista Moncrons per proseguire fino alla sommità, invece, trovando solo molta erba, abbiamo deciso di continuare sulla 2000 in direzione Pian della Rocca, dove c'era un po' di neve sparata,. A quel punto invece di proseguire sulla 2002 e poi raccordarci a SX verso la cima Moncrons, siamo andati verso lo skilift Bourget. Salendo poi per la pista 42, siamo giunti fin sotto la Rocca Nera e dopo aver raggirato l'arrivo dello skilift, con una breve dorsale, siamo arrivati in prossimità della vetta. A giudicare dalle WEBCAM di oggi (15 dicembre) sembra che la situazione sia migliorata e che abbiano innevato tutta la 2000 a partire da Clotes.
Con Marina, Gaetano e Sergio.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok fino a Clotes
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti poco sotto Clotes lungo la pista 2000 chiusa con i cannoni in funzione che cercano di imbiancare l’erba che purtroppo primeggia fino a quota 2000. A "Ciau Pais" abbiamo abbandonato l'idea del Moncrons perchè il percorso non era assolutamente in condizioni (erba) e a Pian della Rocca abbiamo deviato a dx verso le piste aperte 42 e 42 stadio che portano all'arrivo dello skilift Bourget. Infine su breve dorsale verso il Roc Noir.
Discesa in fuori pista su placche di neve ventata spesso cedevole. Pochi i tratti di farina con curve decenti. Ultimo tratto su piste chiuse (fino a quota 1800 dove abbiamo tolto gli sci) e dove i cannoni hanno fatto dei grossi “Pan di zucchero”, regalandoci un breve divertimento su bella neve artificiale.


Che desolante la montagna così povera di neve nel mese di dicembre!
Con i mattacchioni Gae, Piero e Sergio.


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: in ottime condizioni fino all'Istituto Vittorino Vezzani
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza intorno alle 10 dall'Istituto Vittorino Vezzani (1859 s.l.m.) con sci calzati direttamente da dove abbiamo parcheggiato la macchina: risalita la vecchia pista Rossella fino al Colle di Costapiana; a questo punto ci siamo accorti che, sebbene le piste fossero perfettamente battute, gli impianti di risalita erano chiusi e quindi solo noi 3 (Sandra, Giorgio ed io)in zona.
In punta al Moncro` vento forte e cresta quasi tutta pelata.
Discesa iniziale su pista e poi in magnifica polvere, che man mano che si scendeva diventava un po` pesante ma comunque sciabilissima; non abbiamo toccato nessuna pietra ne in punta (facendo un po` di attenzione) ne alla partenza
Gita senza grosse pretese, ma sicuramente consigliata

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: tutto asfalto
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Salito lungo le piste di Sauze dallo chalet pian del sole, fino al capricorno pista fresata poi tracce vecchie di battipista, rinunciato ultimi 150 mt, discesa a bordo piste su neve leggera, alcuni tratti esposti al sole un po di crosta ma nel bosco è polvere, da sotto Ciao Pais, discesa su pista, da clotes su biliardo appena fresato!

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Strada perfettamente aperta
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Salito lungo le piste di Sauze (partenza dalla seggiovia Clotes) che solo nella parte iniziale del mio itinerario erano battute. Discesa da urlo lungo la vecchia "Olimpica" senza alcuna una traccia, neanche vecchia, in un bosco incantatnto con buone pendenze. Da sotto Ciao Pais, discesa su pista

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Termiche o catene per rifugio sperimentale
attrezzatura :: scialpinistica
Volevo andare allo Genevris, ma poi ho optato per il Moncrons, anche seguendo le indicazioni del simpatico Renato63 incontrato al park, che mi ha segnalato che la cresta era pelata. Partito tardi dalla curva sotto al Rifugio Sperimentale, seguo la stradina verso pian della Rocca - Ciau Pais fino al bivio con la pista 35 (cartello indicatore per colle costa piana e faro degli alpini). in 45 minuti si giunge ai Tuasieres ( tutto chiuso, ovviamente, nessuno in giro, ambiente stupendo) lunga la pista con fondo battuto ma 20 cm di fresca sopra. Dai Tuasieres si giunge in vicinanza del colle costa piana, da cui si può scegliere se puntare dritto verso la cima del Moncrons o seguire la stradina che volge verso dx più dolcemente, come ho fatto io. Compiendo un semicerchio, la stradina si aggancia alla pista di dx che porta comodamente in cima. In vetta molto vento, freddo discreto, ma giornata spaziale. In discesa evitato totalmente le piste (crosta) e sceso per pendii vergini e nel bosco su polvere bellissima. Solo l'ultimo tratto dove è' necessario seguire per un tratto le piste non è' il massimo. Contentissimo della gita sui monti di casa, che non capirò' mai perché' sono così poco frequentati eppure io li trovo magnifici.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: ok.
attrezzatura :: scialpinistica
Con gigi e guido ottima gita e come prima dell'anno non c'è male.
buona neve a tutti.
Un saluto a paolo e suo figlio, a beppe e mauro di chivasso e tutto il suo gruppo.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Termiche necessarie dal centro del paese
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Con Beppe "Il biondo", Guido, Luca, Maurizio e Paolo. Bella neve che in discesa non ho potuto apprezare per le condizioni fisiche; comunque buon inizio.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
partiti forse un po' troppo presto quando il cielo era ancora ben coperto di nubi. Fatto un giro più largo rispetto a quello descritto ieri. Sotto una costante nevicata abbiamo sfruttato le piste cingolate per salire fino al Bourget. Quasi sempre per la pista 29. Sulla dorsale tra la val di Susa e la val Chisone ha smesso di nevicare e il cielo si è parzialmente pulito per consentirci in poco tempo di raggiungere il Moncrons. Con buona visibilità e bella neve giù nel bosco fino al bivio per le piste di Monfol. Dai 2000 in giù la neve iniziava ad essere più pesantina. Qualche pietra e ramo l'ho preso. Con Randagia, Molalacorda e Guido

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: stamattina via dolmaire innevata utile le termiche
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Buon inizio di stagione con neve di ottima qualità ed abbondante su tutto il percorso...meteo variabile con bella nevicata ma buona visibilità per gran parte della salita lungo le piste e stradine..poi abbiamo deciso su consiglio di altri ski-alp di risalire la pista che saliva al col Bourget, per evitare i pendii aperti del Moncros più esposti alle nebbie e ci siamo fermati all'arrivo dello skilift Tacchier. Io e Gigi abbiamo proseguito lungo la breve dorsale per arrivare in punta al Bourget, per il piacere di arrivare in punta!!! Bell'ambiente, gran bella discesa su farina di ottima qualità nel bosco...poi lungo le piste a tratti lente con neve più pesante ma ben sciabile fino alla macchina lasciata davanti allo Chalet del Sole dopo la galleria. Ottimo inizio di stagione ed un saluto a tutti i soci!!!!

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Bene con termiche poco sotto Clotes
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza poco sotto Clotes dove inizia la strada che incrocia via Dolmaire con via Clotes su pista 30 (quindi dislivello totale 850 mt).
Bellissima salita in traversata fra un bosco e l'altro in un ambiente incantevole e su stradina battuta dai gatti fino al bivio per il "Ciao Pais". Qui abbiamo deviato a sx e battuto su pista 53 (per circa mezz'ora) fino all'incrocio con la strada (nuovamente battuta dai gatti) proveniente dalla stazione sperimentale e così fino alla partenza dello skilift Tacchier. Da qui a dx direzione skilift Moncrons e fino alla cima.
Discesa su pista non battuta del Moncrons su 30/40 cm di farina appena un pò pesante ma su pendii ed ambiente da goduria pura. Neve molto lenta dove c'è poca pendenza. Solo due tracce vecchie di 2 alpinisti fino al rifugio Ciao pais. Da qui proseguito fino a Clotes.
Prima uscita e se il bel giorno si vede dal mattino non posso che pensare ad un'ottima stagione scialpinistica.
In compagnia degli amici ciaspolatori Gaetano e Sergio e skialp Piero.
Attenzione: da prox sabato impianti aperti (anche se qui la pista del Moncrons non la battono mai)

[visualizza gita completa con 12 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
Sono salito da Grand Villar, gli impianti del Moncrons sono chiusi, ho seguito le piste 53 e poi 35 fino al colle Costa Piana e poi da li in cima. In alto 4 dita di farina su fondo duro (5*), la neve diventa man mano più pesante, poi ho seguito le piste fino alla partenza di Clotes, dove la navetta mi ha riportato a Gran Villar. Questa mattina c'erano 7 gradi a Sauze alle 9,30, vento.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da clothes, seguendo le piste (segnate dai gatti) fino a Ciao pais dove da li abbiamo letteralmente schiumato a battere il percorso con 60-80 cm di neve fresca fino a 250 mt dll'arrivo dello skilift del moncros dove la neve era ventata quindi piu facile in salita.ci ha seguiti sempre un leggero nevischio con nebbia.
Cmq discesa in fresca da urlo che compensa lo sforzo nn indifferente
P.S. La Blanc sempre scatenata sia in salita che discesa.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo saliti da Clotes. Sotto il Moncrons neve un po' piu' variabile, nel bosco bella farina, via via più pesante man mano che si scende. Nel complesso bella gita, si tocca un po' solo nell'ultimo tratto di pista di Clotes. Oggi prima gita del gruppo (Renzo Fabio Guido Luca).

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Salito passando da Richardet e da lì seguendo gli impianti dismessi del Genevris. Tratto finale di salita a bordo piste, passando per il Colle Costa Piana. Si riesce ad evitare abbastanza bene il caos degli sciatori in pista; dalla cima sembra di essere ben lontani dagli impianti.
Discesa in pista perchè dopo qualche esperimento sulla portanza della neve (ore 12.. un pò tardino) ho pensato che era meglio godersi la discesa sul battuto.
Da solo. Gran bel panorama in questa giornata stupenda.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1500
Salito prima al Genevris su ottima traccia già fatta. Poi sceso fino al colle di Costa Piana in cresta su neve prettamente ventata, poche curve. Da li su pista tritata comodamente in punta. Sceso il primo tratto un po' sulla pista e un po' fuori dove la crosta non era troppo spessa. Poi seguendo le tracce di chi ieri mi ha preceduto, godendo di ampi spazi vergini fino al ricongiungimento con la discesa del Genevris. Da lì in giù tutto rigato da chi è sceso prima. In sostanza la neve da 1.600 a 2.350 è molto e ben sciabile, da lì in su ha subito troppo l'effetto del vento. Venticello molto frizzante tutto il giorno. In punta si stava a mala pena bene con il piumino.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
A casa del mio amico (local) Luca.In valle freddo e cielo velato che non consentiva al sole di scaldarci un pò.In compenso salita buona su piste e discesa tutta in fresca fino in paese attraverso il bosco.La primissima parte su crosticina poco fastidiosa poi fantastica giù in un canalone ex pista da anni non più battuta (tanta neve) e poi stando leggeri leggeri piacevole nel tratto finale nel bosco sopra Sauze.L'intenzione era il Genevris ma al colle si notava che era troppo raschiata dal vento.Piacevole compagnia di un cucciolo di cane che ci ha sempre seguiti sia in salita che in discesa (stando sempre in traccia, troppo duro battere pista!)

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Strada pulita fino a Sauze
Splendida giornata freddina e con aria sulle punte. Scorrazzamenti con Jo nei boschi di Sauze: saliti sul Moncrons, scesi all'Alpe Gaggiera, ripellato e saliti al Col Bourget. Splendida farina, specie sul "muro" del Moncrons e nei boschi fuori delle piste in corso di battitura.
Grazie a Jo per la splendida giornata "a due" nei miei boschi. GSA CAI Uget


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: ok sperimenale q.1800
quota neve m :: 1200
Partiti dalla Sperimentale, seguito dapprima le piste del vecchio Genevris, poi verso il passo costa piana, e da qui in cima al Moncrons. Non tracciato, ma scavato una trincea. Insieme al potente buldozzer Marco, salito con le racchette da neve. In discesa neve molto bella dalla cima al costa piana, poi la neve diventa stile cemento a presa rapida.
Foto su albytala.blogspot.com


[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Facile e semplice itinerario di ripiego stante le condizioni dei giorni scorsi. Neve sorprendentemente gia trasformata essendo evidentemente caduta molto bagnata a queste quote e stante la gelata a -10° della notte. Quindi bellissime discese.
Ovviamente chiusi da tempo gli impianti del genevris.
Giornata di grande relax con la bella compagnia di Marinella, Michela, Paola, Enrico e Sergio.


[visualizza gita completa con 2 foto]
io di stelle ne metto 4 per la bellissima salita in traversata fra un bosco e l'altro in un ambiente incantevole.grazie a supertouplan che in neve fresca e' meglio del gatto battipista oltre che un' ottima guida. saluti anche luca damnenapinta che ribatteva dopo gian rendendo la mia salita una magnifica passeggiata naturalistica.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
Le tre stelle per l'ambiente invernale post nevicata. Il rialzo termico ha rovinato l'ottima neve farinosa scesa durante la notte.
Saliti dallo sperimentale lungo le piste del Genevris (chiuse), scesi per cresta fino a sotto il Col Bourget e quindi sugli impianti. Fuoripista neve insciabile. Vista una bella valanga a lastroni: occhio nei prossimi giorni, se non si assesta un po' il manto, anche nelle zone di bosco...
Saluti a Davide (everest) e Luca (damnenapinta), ottimi compagni di avventura, otre che di merenda....


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1500
Gita di puro allenamento.Neve farinosa e nel primo pomeriggio un po' pesante. 50/60cm . porre attenzione al lle pietre .non c'e fondo .ottima la parte mediana con fondo piu' prativo.Con un po' di attenzione si possono evitare i tracciati delle piste.Comunque buoni 1000mt di dislivello quasi tutti di serpentine.

[visualizza gita completa]