Bonda Grande (o Rusca Randa) da Gattinara

note su accesso stradale :: Regolare.
Escursione collinare, elementare e rilassante ma non monotona e con alcuni spunti interessanti. I punti più panoramici sono alla partenza e dal Castello di San Lorenzo, dove la boscaglia non è presente mentre per il resto si è sempre immersi nella vegetazione. Il percorso presenta numerosi saliscendi ed uno sviluppo non indifferente. Segnaletica adeguata ed inoltre sono presenti alcuni tabelloni illustrativi, tra i quali ho trovato molto interessante quello posto in vetta alla Rusca Ganda (vedi foto). Percorso umido ma pochissimo fango. Giornata freddina ma gradevole con velature verso le Alpi e foschia sulla pianura. Incontrato un runner appena dopo la partenza ed un biker poco prima della Rusca Ganda.
Torre delle Castella vista salendo tra i vigneti.
Parte del tabellone illustrativo presente in vetta alla Rusca Ganda.
Un tratto del sentiero nel bosco, poco prima di Cima Scalvai.
Vigneti e montagne innevate.

[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: Comodi i parcheggi in viale Marconi
Giornata uggiosa, per parecchi tratti strada sterrata infangata.
Ho optato anche io per il giro a doppio anello, mi sono spinto fino alla base dei vigneti di Nervi per poi risalire verso il castello di san Lorenzo e scendere passando tra i vigneti.
Il dislivello positivo è stato di 658mt, la distanza totale percorsa 17,6km (vedi traccia).
Attenzione: alcune mappe segnalano una sterrata che prosegue dopo il castello di san Lorenzo, tale strada non esiste più.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Parcheggio più comodo lungo Viale Guglielmo Marconi, presso il discount In's e dintorni. Bel giro che ho configurato un po' in base ai mie interessi storici e naturalistici per questa zona che tenevo d'occhio da tempo, in precedenza avevo esplorato solo i boschi più a nord intorno a Pietra Groana. Non potendo partire presto, questa gita è calzata a pennello, un grazie all'amico Giuliano per averla proposta. Lunga pausa per me intorno alle mura del castello e poi alla Pietra Romanasca che scopro essere una falesia ben attrezzata che non conoscevo: un paio di linee classiche segnate alla base 3+ le ho fatte al volo. Carina la casetta di legno poco più avanti, si presterebbe per un bivacco ma bisogna portarsi tutto da casa. Un po' esagerato invece l'impatto ambientale del rifugio alpini con annessa cappella e campanile in stile moderno. Dopo aver osservato le rovine e fatto qualche passo su roccia devo appagare anche l'istinto ravanatorio, quindi invece di ritornare dalla comoda sterrata, m'invento un giro ad anello come da traccia che allego. Giornata mite fino al tramonto e discreti panorami locali. Molti in bici e qualche escursionista e cacciatore solitario. Ridendo e scherzando, collina dopo collina, vengono fuori 680 m di dislivello positivo e 14,5 km.

[visualizza gita completa con 10 foto]
Non amando ripetere gli itinerari già fatti e non avendo voglia di fare molti km in auto, è ovvio che si vada alla ricerca di qualche itinerario non propriamente montano ma che permetta comunque interessanti spunti panoramici in giornate invernali come questa, caratterizzate da un cielo eccezionalmente limpido. Il percorso è sempre molto evidente ed è frequentato principalmente da appassionati di MTB, oltre che da qualche amante del motocross. Al momento vi è solo qualche breve tratto ghiacciato facilmente evitabile. Auguri di un buon 2018 a tutti i gulliveriani.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: 2,1
difficoltà: T :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 263
quota vetta/quota massima (m): 553
dislivello salita totale (m): 450

Ultime gite di escursionismo

19/02/20 - Lunelle (Punta e colle) da Traves, anello - rolly52
Confermo l’ottima valutazione di questa gita, tutta su sentieri piacevoli e ben tracciati.Peccato per il momentaneo annuvolamento appena giunti in vetta. Lunghetta nel complesso ma poco faticosa.
19/02/20 - Santa Cristina (Monte) da Bracchiello per el Senté dla Scalinà - parinott
Diversi alberi caduti sul sentiero 261, il Cai di Lanzo ha previsto a Marzo l'intervento di pulizia, comunque ben segnalato da bolli B/R. e cartelli ai bivi. Molto meglio dai Monti di Voragno a S.Cristina.
19/02/20 - Croce dell'Ubacco (Monte) da Moiola - klaus58
Fatto il solito giretto mattutino salendo per la strada asfaltata, prima il monte Croce dell'Ubacco, poi punta Il Bric e il boscoso Saret Alto, scendendo dai tetti Masuè per il tracciato MBK con un s [...]
18/02/20 - Frassati (Poggio), da Graglia per il Tracciolino e traversata a Oropa - brunello 56
Gran gitona, all’arrivo ad Oropa erano 30 km con un 1500 m di dislivello, con 8h abbondanti di cammino. Ma ne valeva la pena. Non conoscevo il Tracciolino e volevo percorrerlo, anche sapendo che sa [...]
18/02/20 - Artondù (Cima) da Tetti Gallina per il Bric della Ciarma, anello per Meschie - lonely_troll
Una passeggiata alle pendici della Besimauda con salita per un percorso dimenticato e attualmente riportato solo da OpenStreetMap. Pochi brevi tratti di neve dura ma non scivolosa che non danno fastidio.
16/02/20 - Corte Lorenzo (Cima) da Bracchio - chit.scarson
Le poche chiazzette di neve residua dove non batte il sole i cresta non infastidiscono. Tutto il catename è in ordine.
16/02/20 - Scopel (Bivacco) da San Liberale - lancillotto
Sentiero dalla Croce dei Lebi e poi al bivacco con tratti ghiacciati, coperti da qualche cm di neve recente. Utili i ramponcini sopratutto la mattina. Salita in nebbia totale fino quasi al valico del [...]