Cialancia (Cima) da Desertetto per il Colle Arpione

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: normale
quota neve m :: 900
Dopo una lunga assenza finalmente la neve.... con stefano una gita bella e poco faticosa, ottima sgambata per riprendere, pianoro in quota e ultimo tratto di cresta davvero interessanti, consigliata, evitando i festivi causa ...traffico!!
pianoro
verso la cresta
in vetta
panorama
nel bosco

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1100
neve dura nella parte inferiore poi sempre più morbida. dal piano una meraviglia per le racchette e gli skialp.
giornata molto calda e senza vento. al sole si arriva a 25°C
ottima gita come al solito. problemi tecnici mi hanno fermato al piano...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok con ottimo parcheggio
quota neve m :: 1000
Gita veloce x impegni pomeridiani, ideale questo itinerario, racchette da subito con traccia " autostradale" fino in cima, rigelo ottimo e buona tenuta sia in salita che in discesa, in solitaria.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: tutto ben pulito
quota neve m :: 1000
Una classica oggi con una giornata spettacolare: non una nuvola, poco vento e temperature decisamente miti. Si mettono subito le ciaspole, stradina strabattuta e ancora ben innevata, parte superiore ancora su buona traccia anche se il vento ha fatto la sua parte, vento che si è fatto sentire un poco sulla dorsale finale. Anche al ritorno ottima neve, in solitaria incontrando pochissime persone, 5 tutte con ciaspole e nessun skialp.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1000
Grande gita e Cialancia in ottime condizioni....Battuto traccia fino sulla cima ma la neve oggi era splendida come il panorama dalla cima....gita consigliata.




Un saluto alle persone incontrate a Desertetto al ritorno.





[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 1000
Partenza alle 7.40 su traccia molto battuta, che ho abbandonato dal pianoro superiore per salire sul pendio-canale diretto alla vetta (uscita pochi metri a dx dell'ometto), su neve portante. Arrivato in cima alle 9.20 e dopo una mezzora di sosta sono sceso dal pendio a fianco di quello di salita su neve ormai sfondosa e zoccolosa, quindi sul traccione principale dal pianoro superiore fino a Desertetto, dove arrivo alle 11; pomeriggio al lavoro.
Ottimo rigelo (2° alla partenza) con portanza fuori traccia sui pendii soleggiati se si parte presto; molto caldo verso fine mattinata. Neve già ben assestata sui pendii a sud , anche se è meglio non scendere tardi da quelli più ripidi.



[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: niente da segnalare
quota neve m :: 1000
Giornata dal meteo decisamente altalenante: parto alle 8, tutto asciutto e poca nebbia, dopo mezz'ora una bella e fitta nevicata che mi accompagna fino al colle, poi....nebbione. Partito con diverse intenzioni (Merqua o Bourel)per evitare problemi piego a dx e arrivo in cima alla Cialancia: dopo 10 minuti esce un bel sole e la nebbia si dissolve, un'oretta passata a gustarmi il panorama con nebbie che andavano e venivano a tutte le quote, poi torniamo all'auto. Neve ancora dall'auto anche se primaverile, che tiene, poi crosta portante anche fuori traccia e ancora portante al ritorno. Oggi nessuno in giro, nessuna auto nel piccolo park neanche al ritorno.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1000
Innevamento ancora più che buono per questa bella escursione,neve ancora da trasformare bene ma se si parte presto e rivela no problem...abbastanza caldo oggi e discesa in neve molto molle...bellissima giornata!

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: tutto ok
partito alle 8 e mezza con -7, gita mattutina ben tracciata e soleggiata per praticamente tutta la gita, panorama dal rosa alle marittime, incontrate 3 persone..alla prossima!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1100
Neve non abbondante ma più che sufficiente per coprire l'intero percorso dal park alla panoramica cima. Esiste un'ottima traccia portante battuta dai passaggi per cui racchette utili ma non indispensabili.
Oggi con Carlo,Sergio e Giulio!

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada asfaltata sino a San Bernardo di Desertetto
quota neve m :: 1300
Invece di seguire il tracciato per il Colle Arpione, arrivato all'ultimo pianoro ho tenuto la dx salendo il versante ormai quasi privo di neve sbucando in cresta tra la Cima Peirolera e la Cialancia. Versante sud ormai quasi interamente pulito. Salito senza ciaspole.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: nulla di rilevante
quota neve m :: 1000
Indossate le ciaspole a pochi metri dal parcheggio. Salita tranquilla, sull'ultima neve intonsa, fino alla radura, dove abbiamo scelto di salire direttamente sulla destra evitando il sentiero estivo che sale all'Arpione. Giunti nella conca, ci siamo tenuti sempre sulla destra, direttamente ai piedi della Cialancia. Evitando di arrivare al colle, siamo saliti battendo traccia sui prati sottostanti l'antecima, spostandoci poi sul filo di cresta per l'ultimo tratto finale. Neve ancora bella, sole praticamente sempre dietro le nuvole.
Con Occi e poi altri compagni di gita incontrati per caso. Un saluto!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada pulita sino a San Bernardo;
quota neve m :: 1100
Salito alla Cima Peirolera e poi con giro ad anello passato dal Colle dell'Arpione e dal Casotto del Parco. Traccia ben battuta; salito senza ciaspole. Dal pomeriggio neve smollata e quindi discesa con le ciaspole.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Normale fino a Desertetto
quota neve m :: 1000
Anche oggi con tempo ristretto , e allora andiamo nuovamente di fantasia ! A parte gli scherzi , il meteo non incoraggiante non invoglia a tentare nuovi itinerari , e allora con mio fratello decidiamo per la sempre valida Cialancia , così tanto per vedere se si riesce a fare quattro passi nel grigiume . Nonostante la temperatura non fredda , in salita le racchette non le abbiamo usate , salendo su ottima traccia portante fino in cima (abbiamo seguito la traccia che non saliva al colle ma tagliava poco prima in direzione della cresta). Spettacolare bucata delle nebbie/nuvole appena usciti sul pianoro sotto il colle del'Arpione (peccato che non ci fosse un bel sole, ma va già bene così) e visuale tutto sommato discreta che ci ha permesso di godere di un buon panorama sulle cime vicine (incredibile il mare di nubi su Demonte , mentre si intravedeva un pò di sole al fondo della valle Stura). Breve sosta in cima e discesa veloce (con racchette) . Un saluto ai pochi intrepidi (malati di montagna come noi) che hanno sfidato il grigio per fare quattro passi e ... come sempre anche un saluto e buone gite a tutti .

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: fino a san bernardo
quota neve m :: 1100
la strada dal desertetto a tetti frè è molto ghiacciata, con tratti di verglas. fino a quota 1400 ca. conviene passare sulla sinistra di fianco alla strada nella neve, traccia battuta. Da 1600 mt in su nella conca neve farinosa, sulla parte esposta a sud cominciano ad esserci ampi buchi purtroppo. Cmq si scende bene nella neve fino al ginocchio
ottima giornata di sole e bellissima gita, non fosse per la strada ghiacciata fino a tetti frè e per il fatto che a salire non abbiamo preso per i campi....


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ottimo
Viste le condizioni generali di innevamento e la forte temperatura della giornata siamo stati ancora fortunati di aver potuto effettuare la gita.
Parte del gruppo siè fermato al Colle, alcuni hanno tagliato per collegarsi alla cresta non passando dal Colle,io sono salito direttamente, seguendo tracce di discesa, sulla cresta a Q.1790 circa. La veve lasciva intravedere a tratti l'erba.
Discesa tagliando prima del Colle.
Gita sociale CAI Alessandria, 14 racchettari e 5 scialpinisti,tra i quali Daniela e Roberto che hanno raggiunto il Merqua.
Un saluto a Pinuccia e a Chiara per la loro prima racchettata


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: strade pulitissime
quota neve m :: 1100
Classica uscita, breve ma appagante, soprattutto con giornate meravigliose come quella di oggi; si calzano le ciaspole 50 metri dopo il parcheggio (ancora x poco con queste temperature), super traccione fino in cima, parecchia gente in giro. Ridiscesi al colle dell'Arpione siamo poi risaliti al casotto dei guardiaparco per la sosta pranzo in completo relax: che pace!
Oggi con Giorgio ed Osvaldo.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: per arrivare a San Bernardo di Desertetto utili le gomme termiche
quota neve m :: 1000
Oggi, data la quantità e la qualità della neve presente già a quote molto basse non c’erano grandi possibilità o alternative, quindi la scelta è caduta sulla Cima Cialancia proposta da Maurizio. Partiti da San Bernardo di Desertetto con il cielo sereno e il sole, la giornata si presenta decisamente bene! Seguita la stradina che si inoltra nel vallone, con 20/30 cm di neve fresca e farinosa, ma potevamo contare su una buona traccia fatta da diversi ciaspolatori passati prima di noi. Sulla pista tracciata si saliva bene, ma appena uno provava ad uscire fuori sfondava senza scampo (ed era prevedibile data la neve caduta ieri !). Davvero piacevole il contesto ambientale dove si snodava il percorso, sempre ben tracciato, man mano che si prendeva quota aumentava lo spessore del manto nevoso, almeno mezzo metro, neve fresca e farinosa, se non fosse stato per la traccia fatta sarebbe stata alquanto dura e faticosa. Arrivati al Colle dell’Arpione, dopo una breve pausa per motivi fotografici riprendiamo la salita per la bella cresta finale, davvero interessante e fotogenica, qui, nella parte alta tra l’anticima e la vetta siamo stati raggiunti dal gruppo di scialpinisti del CAI Ligure composto da Filippo, Enrico e altri volti conosciuti, un incontro piacevole e non certo programmato, insomma una bella sorpresa, sembrava quasi una sorta di mini-raduno del CAI Ligure di Genova.
L’arrivo in vetta è incantevole….con questa cima affacciata sulla Valle Stura di Demonte e sulla pianura piemontese in buona parte tutta innevata ! In vetta oltre a noi sono arrivati almeno 10 scialpinisti e altrettanti ciaspolatori, una meta ed una cima decisamente gettonata oggi, ma date le condizioni di innevamento delle Marittime e Cozie era prevedibile l’affollamento. Però non è risultato fastidioso e la cima è rimasta godibile per fortuna. Come già scritto da Andrea pur essendo una cima dalla quota modesta ha offerto una panorama vastissimo e spettacolare, con lo sguardo che spaziava dalle Alpi Liguri al lontano Gruppo del Monte Rosa, e osservando con attenzione si vedevano distintamente grandi vette come il Gran Paradiso, i Lyskamm, tutte le cime del Rosa, Cervino, Dent d’Herens e Weisshorn…niente male direi! Ci siamo trattenuti in cima per circa 1 ora, non c’era vento forte, però la temperatura era frizzante e non invogliava a restare fermi troppo a lungo! Ci siamo goduti la cima come è consuetudine del nostro gruppo e poi siamo scesi, concedendoci una sosta per la pausa pranzo al più riparato sito del Colle dell’Arpione. Poi, dopo aver salutato gli amici scialpinisti che scendevano, ci siamo avviati anche noi con calma per godere fino in fondo la giornata splendida e l’ambiente sempre molto suggestivo fino a San Bernardo di Desertetto! In discesa la traccia di salita è diventata davvero un solco autostradale....era passato proprio il mondo!
Sono rimasto davvero soddisfatto di aver fatto questa gita, nei giorni precedenti non mi entusiasmava come meta ma poi ho accettato con piacere la proposta di Maurizio…che è stata davvero azzeccata! Oggi davvero una bella giornata e una gita che ha ripagato tutti della scelta fatta. Oggi in compagnia di Maurizioweb, Andrea81, Mary, Laura, Luciano. Un saluto ad Enrico M. e agli altri scialpinisti della Ligure! Compagnia sempre ottima e anche un buon allenamento per gite più lunghe e di maggiore impegno! Consigliabile in questi giorni!


[visualizza gita completa con 31 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: al mattino termiche, al ritorno era pulita
quota neve m :: 1000
Gita ideale per il periodo, anche in considerazione dell'ultima nevicata piuttosto rilevante in queste zone. Partiamo da Tetto Blua di Desertetto alle 9.30 (strade abbastanza sporche per arrivare) proprio con il sole che ci raggiunge, e ci farà compagnia tutta la giornata. Temperatura frizzante ma con il sole caldo è subito un'altra cosa. Alla partenza 20-30 cm di neve fresca, con strada battuta fino poco oltre Tetti Frè, poi buona pista di alcuni ciaspolatori che ci hanno preceduti, ricalcando il sentiero estivo. Meraviglioso l'ambiente nella conca sopra il limitare del bosco. Salendo anche il manto nevoso aumenta, quantificabile in circa 50 cm di neve recente, impossibile quindi uscire dalla traccia. Raggiunto il colle Arpione, facile cresta nevosa, oggi molto estetica e sinuosa grazie alla neve fresca. Arriviamo in cima tra i primi (salvo i tracciatori ormai in discesa) e poco dopo arriva il mondo, altri con racchette e alcuni scialpinisti.
Rapporto panorama/altitudine davvero eccezionale, per essere una cima relativamente bassa si vede davvero tutto! Discesa molto piacevole, anche se fuori traccia la quantità di neve non permette grandi manovre, salvo nei pendii un po' più ripidi. Al ritorno la pista che prima si presentava come una stretta trincea, è diventata autostradale.
Facile, non lunga, soleggiata, panoramica, insomma consigliabile.
Oggi folto gruppetto, Mary, Laura, Maury, Stelvio, Luciano.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Normale fino a Desertetto
Oggi 5 stelle del tutto meritate . Con Andrea abbiamo scelto di cercare il caldo in questo vallone partendo non troppo presto (comunque -3° a Desertetto alle 8.30) ed abbiamo fatto bene , visto che la gita è stata tutta al sole . Tutto sommato non si stava malaccio , anzi nel fondo del vallone era quasi caldo (specialmente al ritorno). Seguito tutta la comoda autostrada (grazie a chi ha battuto la traccia) fino al colle dell'Arpione e da li comodamente in cima . Per dovere di cronaca , noi in salita non abbiamo messo le racchette , che sono poi tornate utilissime in discesa . Un saluto alle persone incontrate in cima con le quali abbiamo allegramente brindato e un saluto naturalmente anche a tutte le altre persone incontrate sul percorso . In definitiva ottima gita con panorama spettacolare e ... un saluto e buone gite a tutti come sempre .

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
Tanta neve, davvero tanta! Sentito assestamenti e visto numerose valanghe esistenti nei pendii superiori delle vallette laterali. Temperature quasi primaverili e neve generalmente pesante. Traccia ottima. Il posto è magnifico, non c'ero mai stato prima. Quando si esce dal bosco sul pianoro superiore il colpo d'occhio è notevole. Molta gente oggi su questo itinerario. Il breve pendio per arrivare al colle dell'Arpione forse oggi non era molto consigliabile...In discesa abbiamo optato per un pendio meno ripido che scende più direttamente al pianoro, ma anche questo molto esposto non era affatto rassicurante. Forse sarebbe stato meglio fermarsi prima? Difficile a dirsi.

Bella giornata di sole con Vale!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok.
quota neve m :: 1100
Ottima traccia fino in cima,temperatura quasi primaverile
Seconda uscita ufficiale con racchette del Cai Mondovi',buona partecipazione,finalmente una giornata con sole pieno e temperature quasi primaverili,era ora,nonostante sia salito piu' volte su questa cima è sempre una gita appagante,il programma prevedeva il Colle dell'Arpione,ma viste le condizioni abbiamo modificato un po' il percorso,con soddisfazione di tutti i partecipanti.Oltre a noi almeno una decina di persone sulla cima e parecchi altri al colle.Un saluto alla compagnia e ai 2 capigita Pierre e Enrico


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Strada pulita fino al parcheggio.
quota neve m :: 1000
Ennesima gita alla Cialancia,ma sempre bella.Neve dal parcheggio,stradina ben innevata,una sola traccia di sci di ieri,ma non per la cima.Rimango sulla traccia fino a meta' dell'altipiano e poi salgo sul pendio a destra della gorgia a lato dello sparuto gruppo di alberi;qui la neve e' poca e in crosta portante,agevole con le racchette e quindi raggiungo in breve la dorsale poco a sinistra dell'ometto di vetta.
Questo pendio,come gli altri in pieno sud sotto la vetta,sono gia' alla fine,tra qualche giorno saranno gia' puliti;ancora ben innevati,con tratti in farina,i pendii sotto il Colle dell'Arpione.
La cresta era tutta da tracciare,cosa rara su questo itinerario strabattuto;sosta piacevole e senza vento e discesa da uno dei pendii sotto il colle,dove c'e' piu' neve.Freddissimo al mattino alle 07.40,poi decisamente caldo appena arrivato al sole.Alla macchina alle 12.00,al lavoro al pomeriggio.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1100
...buona traccia fino al colle...giornata abbastanza calda e venti forti da nord nord-ovest sulla cresta cialancia...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok
Pista strabattuta fino alle ultime case, poi sentiero battuto. Racchette indispensabili solo nella salita finale (1m neve sfondosa esposta al sole) ma ormai ci sono molte tracce (non portanti).
Ad ogni modo, nonostante le previsioni di zero termico a 3600, qui si era a non piu' di 8-9 gradi e, complici la velatura e le alte vette che riparano a sud, la neve tiene in modo eccellente.
Percorso tratto di crinale verso cima Cialancia, dove la neve e' ancora entusiasmante.
Prima gita ciaspolistica della stagione. Le bimbe in effetti non le hanno neppure usate, con 25-30 kg zaino e scarponi compresi, galleggiavano a sufficienza.
Per essere una bella domenica c'era pochissima gente in giro, incontrati solo una dozzina di racchettari e scialpinisti.
Bel posto, percorso sicuro e vario. Scorpacciata di bacche di rosa canina.


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: pulita fino al piazzale
quota neve m :: 1100
Oggi cercavo una gita breve, assolata e riparata dal vento, per cui la scelta è ricaduta sulla tranquilla Cialancia: tutto ok, si calzano le ciaspole 100 metri dopo aver lasciato l'auto, tutto il percorso al sole (partendo verso le 8.45),neve portante su buona traccia, in cima quasi assenza di vento, tutto sommato una bella escursione in una giornata dove le uniche assenti erano le nuvole.
Incontrato qualche persona su racchette e qualche skialp, ma poca gente in generale.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: strada ok
quota neve m :: 600
bella giornata ,nonostante le previsioni meteo non fossero granchè,gita tranquilla con affollamento di ciastristi in cima
Le previsioni meteo ci hanno indotto a fare questa gita,ormai una classica con le racchette,gia fatta piu' volte ma sempre bella e sopratutto sicura.La neve ,purtroppo gia' scarseggia sul versante sud,piu' di sessanta ciastristi,pochissimi skialp,,siamo saliti direttamente sui ripidi versanti sud e discesi al Colle Arpione,da qui siamo saliti alla casa dei Guardiaparchi e scesi su traccia di sci nella conca del Merqua.
Un saluto ai compagni di gita:Angela,Fabio,Maria e Margherita,prima volta con le racchettte, e anche al resto del gruppo che oggi hanno preferito la ciaspolata di Aisone


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: strada pulita fino a Desertetto
quota neve m :: 800
Passato il grande freddo oggi finalmente una giornata meravigliosa; dal parcheggio (oggi pieno!)si mettono già le ciaspole, non c'è una traccia...ma una bella autostrada, per cui non ci sono problemi di tracciatura anche se in vista del colle dell'Arpione consiglio di tenere la traccia di dx. che sale più diretta verso la cima, è meglio tracciata anche se un poco più ripida.
Oggi in tanti non hanno resistito: ho contato 16 ciaspolatori variamente distribuiti più 5 ski-alp sul Merqua, per essere un giovedì....Con piacere ho riincontrato Osvaldo di Cuneo con un amico (è passato quasi un anno dall'incontro nel vallone della Meris)che saluto con piacere.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
poca neve nel vallone ma dorsale ben coperta. giornata bella bella con gran vedute.percorso tratto di traversata della costa dell'arp verso il m.la piastra ma desistito circa a metà ...molto lunga con la neve..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: regolare fino a S.Bernardo di Desertetto
quota neve m :: 1000
Partito di primissima mattina dalla Fraz. S.Bernardo di Desertetto, mi sono ritrovato in mezzo ad un cammino terribilmente "ravanato" dai precedenti passaggi. Durante tutta la salita non ho avuto bisogno delle ciastre,infatti la neve era durissima al punto che, poco dopo la Località Borghignone, ho calzato i ramponcini a quattro punte (quanto li comprai,...si parla di 25 anni fa..., li chiamavano "ramponcini da bosco") e li ho tenuti per tutta la salita.Giunto alla piana dove si apre la vista sul Colle, ho puntato a destra del Colle dell'Arpione arrivando sulla dorsale poco prima della Cima Peirolera, di lì con breve tratto di cresta sono arrivato sulla Cialancia. Il versante Sud di tutta la Costa del'Arp è ormai pressochè senza neve...In punta, temperatura gradevole e vento quasi assente, vista magnifica sulle cime circostanti e sulla pianura. Al ritorno sono ancora andato al "Casotto del Parco" e di lì sono ridisceso a valle incontrando neve molle. Ho visto svariati racchettatori in zona, circa 12, nessun scialpinista.
Un salutone a klaus(lafiocavenmola), incontrato al Casotto del Parco!


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: normale fino a Desertetto
un'altra giornata azzeccata per un giorno di ferie . con mio padre e mio fratello abbiamo deciso di prenderci un po' di caldo (dopo il gran freddo dei mesi scorsi) nel vallone di Desertetto (certo che come fantasia di posti non sono proprio il massimo). comunque meteo da favola con bel sole e gran caldo fino in cima . ottimo pranzo in cima dove successivamente abbiamo incontrato un simpatico gruppone del CAI UGET che salutiamo . al ritorno il cielo si è velato , ma ormai la gita era praticamente finita , e quindi non toglie niente alle quattro stelle . come sempre un saluto a tutti e ... buone gite .

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: Ok fino al parcheggio di fronte alla chiesa.
Solita gitarola da fare al mattino prima del lavoro pomeridiano;oggi davvero suggestiva per via del mare di nebbia fino a 1300 mt circa,anche in tutta la bassa valle Stura.
Su pistone(sempre molto battuto fino al colle dell'Arpione e lungo tutta la dorsale fino in vetta)fino al pianoro superiore da cui ho risalito il pendio diretto che arriva sull'ultimo dosso,a sinistra,prima della cima.
Al momento,visto che non c'e molta neve,si puo' scegliere uno qualsiasi dei pendii che portano sulla dorsale,a parte
forse quello diretto all'ometto di vetta che e' il piu' pelato e si riconosce da alcune rocce affioranti.
Circa quaranta minuti in vetta,caldo e senza vento,e panorama magnifico con le punte piu' basse emergenti dalla nebbia.Nessun altro in giro.



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok fino alla chiesa
quota neve m :: 1000
giornata soleggiata,gita tranquilla e solita traccia autostradale fino al colle dell'Arpione e sulla dorsale fino in cima,salita fatta con le racchette ma potevamo lasciarle in macchina talmente la pista era battuta.Oggi con Valerio,Silvia e Gemma.

[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: Strada pulita fino al parcheggio di fronte alla chiesa.
Gita fatta in mattinata(partenza 08.00,arrivo 11.20)per
lavoro al pomeriggio.
Prima parte su pistone battuto fino al pianoro prospicente
il colle dell'arpione,percorribile con gli scarponi.
Dal pianoro,calzate le racchette,si puo' andare sul colle
e percorrere tutta la dorsale oppure prendere uno dei due
pendii con neve continua che portano direttamente sulla
dorsale gia' piu' vicino alla vetta.
Ho risalito il primo dei due,quello con un caratteristico
gruppo di alberi,e poi a destra lungo gli ultimi dossi fino
in cima;mezzoretta di sosta con panorama sempre bello e con vento fortissimo e gelido.
Tornando ho incrociato parecchi racchettari.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
nulla di rilevante, neve molto appiccicosa, un continuo togliere o zoccolo. in cima un pò di freddo, nessuno in zona.
bel panorama sul versante valle stura.
in compagnia di Mauro, Sandra, Malù e l'immancabile Monica, tutti della 3A di Altare


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
Indossati gli sci nei pressi del parcheggio. Meta non molto panoramica, ma adatta ai principianti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: no problema
quota neve m :: 500
I pendii diretti alla cima, intonsi, sono a rischio slavine nelle ore più calde. Seguire la traccia principale al Passo o tutt'al più il poco marcato costone poco a destra del Passo.
Giornata fredda il giusto (-2° dall'auto alle 8,00, ma venticello freddo in quota) e non molta gente. Vallone a pendenza dolce e con discreto sviluppo. In corrispondenza dello strappo finale al colle, ascendente ripidamente da sx verso dx (piccola radura) è possibile girare decisamente a sx percorrendo un piccolo valloncello con semicerchio antiorario verso il Merqua, sbucando in un vasto pianoro. Da esso, proseguendo direttamente verso la cresta, si raggiunge un casotto di osservazione del Parco delle Marittime, qualche centinaio di metri a S del Passo. Da lì ho improvvisato una salita verso il Merqua, ma fermandomi al termine di una prima anticima nevosa (quota 2000 circa, da lì cresta stretta che avrebbe richiesto un abbandono con taglio ascendente ed impegnativo verso sx e neve del tutto sicura, lo era? boh). Non psicologicamente preparato al fuoriprogramma sono ridisceso e ho raggiunto la facile e panoramica meta originaria. Molti distacchi a chiazze sui pendii sud del contrafforte che porta all'Alpe di Rittana. Una slavina a chiazza anche in prossimità di una delle creste di salita al Merqua.


[visualizza gita completa]
seguito fedelmente la traccia,molto battuta,verso il colle dell'arpione.
non sono andato fino al colle ma ho risalito direttamente il pendio a destra prima del colle,che porta sulla cresta gia' piu' vicino alla punta,su comoda neve portante.
vento freddo e bel tel tempo fino alle 13.30,dopodiche' si e'
coperto rapidamente.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: STRADA PULITA FINO A DESERTETTO
CON MIO PADRE SIAMO TORNATI ANCHE PER QUESTA STAGIONE SULLA CIALANCIA (TANTO PER NON PERDERE IL VIZIO) E SIAMO STATI RIPAGATI DA UNA GIORNATA SPETTACOLARE . MOOOOLTO FREDDO ALLA PARTENZA , DECISAMENTE MEGLIO APPENA SI INCONTRA IL SOLE . TANTISSIMA NEVE CON OTTIMA TRACCIA . DATE LE TEMPERATURE BASSE NEVE ANCORA MOLTO FARINOSA , SOLO LEGGERMENTE UN PO' CROSTATA NELLA PARTE ALTA PIU' ESPOSTA AL SOLE . SEMPRE MOLTO BELLO E PANORAMICO IL TRATTO IN CRESTA DAL COLLE DELL'ARPIONE ALLA PUNTA . OTTIMO PRANZO IN CIMA (QUEST'ANNO IL CIAPEROT DELLA PUNTA NON E' DECISAMENTE VISIBILE) E GITA CONSIGLIATISSIMA . COME SEMPRE UN SALUTO A TUTTI E ... BUONE GITE .

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: perfetto fino a S. Bernardo
quota neve m :: 500
Quante neve! Già più di un metro a Desertetto! Percorso tracciato anche con racchette e ottima pista portante. Giunti nel pianoro a quota 1600 m circa Anna mi avverte che non intende proseguire oltre il colle Arpione, così mi invento una "direttissima" seguendo un poco marcato costolone sul versante sud (250 m a 30 gradi abbondanti) ed esco sulla cresta 50 m a ovest della cima. Il manto è stabile, la neve è portante, ma la pendenza è al limite della tenuta delle racchette. Anche in cima la neve è abbondante e copre completamente il segnale di pietre. Ottima vista sulla bassa val Gesso e la Valle Stura. Discesa in "farina doppio 0" per la cresta SO verso il colle. Nonostante il gran caldo, la neve, fortunatamente, non ha mollato più di tanto.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: no
quota neve m :: 1000
Percorso ottimo dal punto di vista naturalistico e per un'escursione di mezza giornata, rilassante e divertente.
Una giornata stupenda con la mia compagna, gita piaciuta molto anche a lei, tanto sole con una temperatura cmq fresca.



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
CHE GIORNATA . SVEGLIA ALLE ORE 7,15 TEMPO GRIGIO MI RIMETTO A DORMIRE , ORE 8,15 SEMPRE GRIGIO MI RI-RIMETTO A DORMIRE , ORE 9,00 SEMPRE GRIGIO QUINDI NON MI AFFRETTO A PARTIRE . ALLE 9,30 CON CALMA INIZIO I PREPARATIVI DI ZAINO E VIVERI E MI APPRESTO AD UNA GITA VELOCE IN SOLITARIA , SCEGLIENDO IL VICINO VALLONE DI DESERTETTO . PARTENZA ORE 10,50 CON NEBBIA POI NEBBIA POI SEMPRE PIU' NEBBIA NELLA CONCA PRIMA DEL COLLE DELL'ARPIONE FINO A QUANDO , A QUOTA 1750/1800 , SI BUCANO FINALMENTE LE NEBBIE E TI SPUNTA UN CIELO SPETTACOLARMENTE BLU (IL FAMOSO CIELO D'IRLANDA NON REGGEREBBE IL CONFRONTO) CHE FA SALIRE SUBITO LE STELLE DA 1 A 5 E SOPRATTUTTO FA SALIRE IL MORALE . DECIDO ALLORA DI PROSEGUIRE FINO IN CIMA ALLA CIALANCIA CON PANORAMA ECCEZIONALE SUI RILIEVI CHE EMERGONO DALLE NEBBIE GRIGIO/NERE DI FONDOVALLE . UNO SGUARDO AI DUE SCIALPINISTI, CHE MI AVEVANO PASSATO A VELOCITA' TRIPLA, CHE PIU' O MENO NELLO STESSO MOMENTO GIUNGONO IN CIMA AL MERQUA, ALCUNE FOTO E VIA A RIPARARSI DAL VENTO GELIDO CHE SOFFIA IN CIMA . UNA GIORNATA VERAMENTE STRANA MA ALLA FINE MOLTO APPAGANTE . COME SEMPRE UN SALUTO A TUTTI E ... BUONE GITE .

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
BELLA GITA FATTA CON SOLE SPLENDIDO E NEVE OTTIMA!
NON MALE IL PANORAMA E VELOCE IL RITORNO PERCHè CON UN OCCHIO ALLE VALANGHE CI SI BUTTA A CAPOFITTO GIù DA SPLENDIDI PENDII!!!
UN SALUTONE A ENRICO!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
RITORNATO ALLA CILANCIA PER ALCUNI MOTIVI PRINCIPALMENTE . IL PRIMO E' DATO DAL RISCHIO VALANGHE CHE , VISTA LA MIA POCA CONOSCENZA DELLA NEVE , MI CONSIGLIAVA UNA GITA RELATIVAMENTE SICURA . IL SECONDO E' PERCHE' LA GITA AD INIZIO STAGIONE NON MI AVEVA SODDISFATTO (NON C'ERA QUASI LA NEVE) . E POI E' SEMPRE UNA BELLA GITA CON UN GRAN PANORAMA . GIORNATA ANCORA ABBASTANZA CALDA E SOLEGGIATA , OTTIMA COMPAGNIA (MIO PADRE , ANDREA E DENIS) , QUESTA VOLTA POSSO DIRE CHE CI SIAMO PROPRIO ARGALATI . SALITI FINO AL PIANORO SU CLASSICO ITINERARIO CON POCHE TRACCE DI PASSAGGI PRECEDENTI , GIUNTI A META' DEL PIANORO PRIMA DEL COLLE SALITI DIRETTAMENTE A DESTRA SUL RIPIDO VERSANTE FINO AD USCIRE IN CRESTA , E IN BREVE SULLA PUNTA . UN SALUTO AI DUE SCIALPINISTI INCONTRATI E... BUONE GITE A TUTTI .

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Bella e piacevole gita domenicale anche grazie alla nevicata della sera precedende che ci ha regalato quei 10 cm di neve fresca... tantissima gente incontrata ..... bel panorama.....
da S.Bernardo dove si lasci l'auto in circa 2 ore buone si arriva al colle dell'arpione 1735 mt. successivamente si piega a destra e dopo alcuni sali scendi si raggiunge da prima la Cima Peirolera mt.1827 e successivamente l'ometto in pietra che segna l'arrivo a Cima Cialancia mt.1885 ...tempo totale 3 ore buone....

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
ecco la foto ...per avere una idea di dove si va !!!!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
Senza raggiungere il Colle dell'Arpione, al temine del pianoro prima che questo si impenni nuovamente, abbiamo svoltato sul pendio di destra che si supera con alcuni vai e vieni fino a raggiungere la cresta ad una quota superiore a quella del Colle. Di qui senza difficolta (occhio ai pochi tratti stretti di cresta) sino in cima. Discesa per la stessa via a lungi passi in scivolata. Gionata magnifica giornata senza un bava di vento

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
POCA NEVE ASSOLUTAMENTE SENZA FONDO . USATE LE CIASTRE SOLAMENTE NEL TRATTO CENTRALE IN OMBRA ED ALL'INIZIO DEL PIANORO . DA QUI PICCOLA VARIANTE SEGUENDO UNA TRACCIA CHE SALIVA RIPIDA A DESTRA SUL VERSANTE PRATICAMENTE SENZA NEVE . UN SALUTO ALLA COPPIA INCONTRATA IN CIMA . SPETTACOLARE PANORAMA DALLA CIMA . IN DISCESA SENZA LE CIASTRE .

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
saliti verso la punta cialancia ma ci siamo fermati prima in quanto la visibilità era pessima. La nevicata ha messo giù (ore 11) almeno 15 cm di powder leggerissima. Gita di ripiego per il meteo ma molto divertente, quasi d'altri tempi.Con Edo, visti molti camosci.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
bella e facile gita

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
nonostante le previsioni meteo abbiamo trovato pure il sole! neve nel complesso accettabile anche se crostosa e a bassa coesione perchè eccessivamente pesante a causa delle alte temperature.

[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 30/12/12 - Riku73
  • 30/01/10 - Giada
  • 30/01/09 - grylluscampestris
  • 12/01/03 - grylluscampestris
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: bosco rado
    difficoltà: MR :: [scala difficoltà]
    esposizione: Sud-Est
    quota partenza (m): 1080
    quota vetta/quota massima (m): 1885
    dislivello totale (m): 805

    Ultime gite di racchette neve

    20/02/19 - Agnel (Lago) quota 2401 m da Chiapili di Sopra - amemipiace
    20/02/19 - Ruissas (Monte) da Lausetto - roberto vallarino
    Si parte con le ciastre da Colombata ma piu' per poco e dopo essere arrivato agli alpeggi, a sfruttare le lingue di neve quasi al limite fino al Monte Capell dove la neve e' piu' presente e attraversa [...]
    20/02/19 - Madonna del Cotolivier (Cappella) da Beaulard - guido5470
    Fatta da Chateau. Bella gita supertracciata con neve ancora più che sufficiente
    18/02/19 - Cialma (la) o Punta Cia da Carello - sapetti giovanni
    Se non nevica, fra pochi giorni la gita non è più afttibile con le ciaspole. Al momento i tratti senza neve sono aggirabili. Valida per le ciaspole, non per lo skp-alp. Bella giornata con temperatura tiepida. Ampia vista sui monti circostanti.
    18/02/19 - Fontana Fredda (Punta) da Cheneil - gianmario55
    Non ero mai stato a Cheneil in inverno e bisogna proprio dire che questo è uno di quei luoghi che sono magici in qualunque stagione. Inoltre giornata veramente spaziale, senza una nuvola neppure e pa [...]
    18/02/19 - Gardiola (Cima la) da Lurisia per il Monte Pigna - roberto vallarino
    Dopo un due ore di ravanamenti per andare a Cima Durand da Rastello, ripiego su questa bellissima gita e raggiunto lo Zucco Alto su piste tracciate, seguo la stradina sempre su traccia a dx fino al Gi [...]
    17/02/19 - Belvair (Piz) da Madulain - ste_6962
    Partiti intorno alle ore 8.30 con una bellissima giornata ma molto fredda (-14° alla partenza!) anche se solamente nella prima mezz'ora. Siamo saliti seguendo il sentiero che taglia i primi tornanti [...]