Plate (Monte delle) e Monte Tre Denti Cresta SSE

note su accesso stradale :: Meglio auto alta per lo sterrato
Bella cresta divertente, come al solito Marco tira sempre fuori dal cilindro degli itinerari interessanti. Non credo che diventerà mai una cresta famosa di quelle da trovar coda (meglio così..) ma per gli appassionati di questi ambienti vale di sicuro il viaggio. Purtroppo la roccia (il bel gabbro del Robinet) è ovunque ricoperta dal lichene a "corn flakes" e in più si presenta spesso molto fratturata (a causa di una serie di faglie che da un lato hanno dato "vita" ai 3 denti ma che ne hanno indebolito la roccia). Io oggi salendo da solo ho disgaggiato tutto ciò che imbrogliava di più, ma comunque in alcuni punti bisogna fare attenzione a ciò che si tira. Molto divertente sul III il primo risalto prima dei denti e poi il terzo dente: prima fessura da incastro (se solo fosse 10 volte più lunga...) e poi spigolino esposto. Il resto è tutto sul II+ ma mai banale, abbastanza esposto e verticale.
Carino, ma su roccia ancora più delicata, il dentino a sx della cresta prima della p.ta delle Plate (sempre sul III direi).
Discesa già percorsa in passato e che non ha presentato sorprese ma se non la si conosce seguire bene la bella descrizione qui presente per non perdersi.
Con Maurizio e la fida Wild (loro saliti dalla normale dal lago Rouen). Sul Bourcet andirivieni continuo di 4 canadair... speriamo arrivino in fretta pioggia e neve.

Primo dente
Terzo dente e Orsiera
Sguardo indietro sull'ultima parte di cresta
Ultimo parte verso le Plate (a sx l'ultimo dentino salibile)

[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: con auto normale fino al tornante
Questa breve crestina aveva attirato la ns attenzione due settimane fa salendo alla Punta del Lago Sud. La GMI liquida velocemente la salita come "poco difficile. F", ma è un itinerario minore, quindi siamo pronti ad ogni sorpresa. La roccia non è molto buona all'inizio, poi migliora, ma è sempre molto lichenata. Ci sono alcuni passi interessanti e si riesce a tenere bene il filo. Noi abbiamo usato una corda da 30m, facendo qualche tiro, nut, friend e cordini. Ci è piaciuta e ci siamo divertiti di più di quanto potessimo aspettarci. Sono curioso di leggere le impressioni di eventuali ripetitori.

[visualizza gita completa con 9 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: PD :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1588
quota vetta (m): 2572
dislivello complessivo (m): 1000

Ultime gite di alpinismo

20/08/18 - Bianca (Croda) Spigolo Fantòn - manty57
Sufficiente mezza corda da 30 m. Qualche rinvio e cordino
19/08/18 - Lyskamm Orientale e Occidentale Traversata Est-Ovest - Bestia
Altra grande classica con il socio mavik Condizioni ottime su tutto il percorso Questa cresta X un alpinista è un viaggio una vera esperienza da fare almeno una volta nella vita. Con le condizi [...]
19/08/18 - Berlon (Mont) da Ruz - kaneski
Dopo aver salito Lupin III siamo saliti in vetta lungo la bella cresta NNE. Sono esattamente 150 m di sviluppo, che, se ci si tiene rigorosamente sul filo, permettono una piacevole arrampicata mai sup [...]
19/08/18 - Rossa (Punta della) Spigolo SE - giuliof
Grado, dislivello e sviluppo non sono gran cosa sulla carta, ma avendo fiutato un ambiente abbastanza complesso, almeno per chi non lo conosce, siamo partiti nella notte con le frontali in modo da por [...]
19/08/18 - Ovarda (Torre d') Cresta Est e traversata - Puli88
Dalla chiesetta la gita si fa veramente lunga..soprattutto il rientro (21 km totali). Saliti al colle poi invece di prendere a dx in cresta abbiamo preso a sx saltando secondo me la parte più diffici [...]
19/08/18 - Pelvo d’Elva Canale Ovest del Colle Camoscere - lupo alberto
Confermo le note di Giorgio, salita molto diretta, il canalino ovest è facile ma potrebbe divenire una cascatina infida in caso di temporale (oggi era ben bagnato nonostante il meteo clemente), sempr [...]
19/08/18 - Valmiana (Rocca di) Via Normale dalle Terme di Valdieri - giody54
Fatto il giro al contrario,ossia saliti da Costa Val Miana ,raggiunta la cima e poi la quota 2955 del Colle Valmiana.Nessun problema sul percorso ,tranne l'attenzione alle pietre e la prudenza in alcuni tratti più esposti.