Catteissard il Risveglio

note su accesso stradale :: Strada in ordine come al solito
Nulla da dire sulla via se non che a sinistra del quinto tiro vi è un nido di rapaci. Ci si passa a debita distanza ma forse gli si reca sempre disturbo.
Usato una singola da 80 e 12 rinviii medio-lunghi.
Veloce e panoramica discesa a piedi.
La roccia non è perfetta ma la via vale la pena di essere ripetuta per l'ambiente e per la, comunque, bella scalata. Certo, se si vuole la completa solidità forse è meglio fermarsi alla cava di borgone.
La distanza tra gli spit obbliga a scalare senza però mai essere siderale.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Strada molto malmessa, meglio auto alte
Ottimo grip ovunque, S1 e S2 che risentono degli anni, noi abbiamo sostato sui nostri cordoni, più in alto invece materiale perfetto. Occhio ai tanti sassi mobili!!

Meravigliosa Via, per nulla banale. Partendo alle 9.10 ad arrampicare il primo tiro è "ghiacciante" visto che rimane all'ombra, successivi al sole ma con l'arietta non ci siamo cotti. Personalmente mi son trovato bene ovunque tranne che su L3, molto aggettante e tecnico, poi fisico in uscita, meno male che l'ha aperto il mio socio!
Scalato a tiri alterni con il grande Marco dnc, sempre super!


[visualizza gita completa]
Bella roccia e bei tiri su prese fantastiche.
Oggi temperature super (previsti 12 gradi a bussoleno)
Gradi 6b+ concentrati in poche sezioni, cmq meglio avere un buon 6b per far tutto a vista.
Portarsi il disegno e leggere bene le descrizioni x non perdersi, in un paio di punti si incrociano altre vie.
Friend utili se si vuole azzerare la fessura l5, dove se si incastra bene probabilmente si va veloci, io con un gioco di piedi e tacche me la sono cavata in un modo un po' piu faticoso, ma miracolosamente pulito.
Finale di l2 anche intenso.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Avvicinamento semplice e piacevole. Lasciata l’auto al primo tornante della sterrata (breve tratto dissestato, la mia auto è bassa). Trovato assai intenso il passaggio verso la fine di L2 e, a seguire, la fessura di L5 che però è addomesticabile con un rosso e un giallo BD. Comoda discesa a piedi, passando alla base della nuova e panoramicissima falesia. Via molto meritevole. Con Diego.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Leggi sotto...
Dopo il bivio di Falcemagna strada messa malissimo. Prima rampa dopo il primo tornante veramente hardcore, discesona finale abbastanza messa bene e nella parte finale pianeggiante la strada è stata portata via probabilmente da un torrente di fango. Molte macchine parcheggiate al bivio di Falcemagna, una Panda parcheggiata prima della prima rampa e solo una Jeep e una 500x (modello alto) arrivate fino al parcheggio vero e proprio. Se qualcuno non sistema la strada prevedo un inverno interessante di macchine bloccate....

Via ripetuta con Gnappo. I gradi mi sembrano più corretti questi qui di gulliver rispetto a quelli di Altox: i 6b/+ sono dei pali e il 6a+/6b è duuuuro nei primi 3-4 spit. La via comunque è chiodata super e consiglio solo di portarsi un po' di slunghi e sfalsare le corde per evitare attriti soprattutto sui tiri di traverso.

Le fessure del 2 e 3 tiro sono piene di salnitro (termine pseudo scientifico per indicare la polverina bianca tipica del calcare di Catte) quindi mettetevi il cuore in pace e scalate via veloci.

Via esigente più di fisico che di testa. Che solidi il Baffone e Galante.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Strada da falcemagna al limite con auto bassa
Attenzione all'uscita a dx del sesto tiro dove inizia il traverso. Grosso blocco instabile a rischio carduta. Sarebbe da disgaggiare, ma oggi c'erano due ragazzi sotto in falesia.
Sempre una bella via. Abbondanza di vegetazione, ma il buono inizia ora. Oggi pomeriggio al pelo caldo. Con Ernesto sui tiri pari, grande tenacia.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Ok con fuoristrada o auto alta
Strada sterrata dal bivio prima di falcemagna al momento un po' smottata, sconsigliata con utilitaria.
In giro si vedono i danni dell'incendio dell'autunno scorso, che per fortuna non ha lambito la parete.

Sognavo di scalarla più o meno da quando ho iniziato ad arrampicare: per quello che rappresenta e per la via in sè. Un po' per timore di non essere all'altezza, un po' per altre cose, l'ho messa da parte fino ad oggi...
Linea magnifica, roccia buona che richiede un minimo di attenzione, spittatura corretta, soste comode. Forse non proprio plaisir, ma fattibile senza troppi patemi: i passaggi duri sono brevi ma comunque obbligati (il grado obbligatorio secondo me coincide con quello massimo), l'ambiente è severo e l'esposizione sempre forte.
Bella L2, con solo un passo duro all'inizio e uno alla fine; bello e duro il finale di L3 con un'esposizione da capogiro (tiro chiave); bellissima L5, peccato aver trovato la fessura bagnata fradicia; bello anche il muro di L6.
Un grazie alle guide per il lavoro di richiodatura e pulizia e soprattutto un pensiero ai grandi scalatori che l'hanno aperta 40 anni fa: braccia e teste fortissime!
Con Ike, che ha il merito di aver scalato i tiri più duri (quelli dispari), ma soprattutto di avermi convinto finalmente a venire qui a scalare questo manifesto del Nuovo Mattino.


[visualizza gita completa]
Finalmente su questa bella via e prima volta per me a Cateissard. Sulla via è gia' stato detto tutto, aggiungo solo che le soste sono tutte con catena e majon, attenzione sull'ultimo facile tiro di quarto in cui bisogna essere molto "delicati", soprattutto sulle cengette pietrose, onde evitare di far cadere roba che cadrebbe proprio sulla testa di coloro che sono nella sottostante falesia "never ending wall". Molta attenzione.
Con Fede, temperatura perfetta, posto incantevole roccia calcarea, manca il mare e sembra di essere al Muzzerone :-)


[visualizza gita completa]
Bella via alquanto varia, parti appoggiate, strapiombi, fessure, traversi il tutto con soste comode ed ambiente appagante e solare...nella parte alta se non ci si volta verso la neve dell'Orsiera pare di scalare in Sardegna. Nessuno in giro (forse due ma molto lontani!). Una nota: arrivando a Bussoleno non entrare in centro ma seguire all'altezza del Penny Market le indicazioni a dx per Chianocco e subito passato il sottopasso girare a sx poi sempre dritto sino a via Mameli sulla vostra dx: meno trafficato.

[visualizza gita completa]
Era da tanto che volevo farla! Ottimamente spittata, niente friends. Roccia molto bella, anche se occorre prestare attenzione. Le difficoltà sono concentrate in pochi metri sui tiri 2°, 3° e la bella fessura del 5°; per il resto plasir. Via in stile classico, a differenza di quelle moderne, che cercano più la difficoltà. Temevo fosse più difficile. Scesi a piedi molto velocemente (è più semplice della descrizione!): all'uscita della via si va a dx, costeggiando delle paretine in leggera discesa, fino a incontrare il sentiero principale segnato in rosso e bianco. Fatti poi ancora i primi due tiri (di 6b) delle vie "Perdono di Satana" e "La luna dell'altipiano". L'ambiente è veramente bello e unico, a due passi da Torino!
Con Diego Margiotta, mai sazio!


[visualizza gita completa con 2 foto]
Ripetuta con Diego, per entrambi la prima volta a Catteissard. Temperature e ambiente da cinque stelle, scalare in maglietta con di fronte le montagne innevate e i colori dell'autunno è qualcosa di veramente godurioso. La via è in ordine, roccia generalmente buona. Spittatura da falesia, soste comprese (catena + maillon) e gradi molto onesti ne fanno praticamente una via plaisir...
Sigaretta in cima in pieno panismo e poi discesa a piedi.
Un saluto ad Andrea, Filippo e Martina al lavoro sui monotiri della parte bassa!

[visualizza gita completa]
Sempre una bella via.
Alla base hanno fatto grandi lavori per una falesia molto dura.
La bacheca delle vie...una vera opera d'arte!!!.

[visualizza gita completa]
La parete vista da lontano è davvero impressionante e bellissima, da scalare forse un po' meno... qualche blocchetto instabile e grip non eccezionale. La chiodatura a spit è più che sufficiente, al limite può risultare utile un friend BD 2 (giallo) per integrare nel quinto tiro (cioè quello della fessura) tra il secondo e il terzo spit, onde evitare in caso di volo di finire sul terrazzino della sosta.
Il secondo tiro, gradato 6b+, in realtà presenta giusto un paio di passi su quel livello... il tiro chiave è sicuramente il terzo vista l'esposizione e l'uscita non banale dallo strapiombo al termine del traverso.
Bella giornata con Andre


[visualizza gita completa]
Bellissima via molto ben spittata ma da scalare tutta, friend inutili se ci si sa muovere un minimo in fessura.
Bellissimi i lavori fatti alla base della parete con dacheca con schizzo delle vie e targhette in legno col nome alla base delle vie.
Per i miei gusti (non vuol essere assolutamente una critica) troppi spit, soprattutto nei tiri facilmente proteggibili.
Con l'inossidabile eli


[visualizza gita completa]
Bella parete e bella via, divertente ma anche impegnativa, ben chiodata perciò non servono friends. Piacevole l'avvicinamento e la discesa a piedi, fare attenzione a non tirare giù roba, specialmente sull'ultimo tiro. Roccia nel complesso buona. Giornata freschina con la nebbia che ci ha tenuto compagnia, insieme a Andrea.
Bisognerà tornare a far qualcosa di più duro!

[visualizza gita completa]
Salita fisica, su roccia e ambiente molto belli. Come già detto i friends possono servire solo per azzerare il tiro della fessura, per il resto la spittatura è ottima. In discesa si prendono delle tracce di sentiero sulla dx e si scende in un canale che in poco tempo porta ad un sentiero che conduce a 5 min dalla base della parete.

[visualizza gita completa]
Nulla da aggiungere alla descrizione dell'itinerario.

I friends servono solamente per passare in artif la fessura di L5 (socondo e terzo spit), come protezioni sono inutili data la ottima spittatura (più che sportiva) di tutta la via.
Noi li avevamo "per sicurezza" ma non li abbiamo usati.

I passi duri devono sempre essere fatti, al massimo "leggermente" azzerati con delle staffe o cordini, ma il passo resta comunque complicato.


Fantastico il secondo tiro, fisica l'uscita del tetto del terzo tiro e complicata la fessura del quinto tiro.
Le altre parti della via son decisamente più facili, ma mai banali!

Bella giornata di sole autunnale, purtroppo molto ventata, ma l'ottima e calorosa compagnia di Mario e Paolo ha reso la gita splendida!


[visualizza gita completa]
Bella via, richiodatura sicura.
La sterrata è MOLTO sterrata, fattibile in utilitaria, meglio fuoristrada. No macchinoni.
In alcune relazioni si parla di portare 3 friend. Possono essere utile per salire in A1, come protezioni sono ridondanti.
In ogni caso, anche azzerando le difficoltà di fessura, rimangono due pance non fessurate, quindi non modificano il grado max della via.
Sull'ultimo tiro ENORME masso instabile a sx della linea di salita, da sgaggiare assolutamente

[visualizza gita completa con 1 foto]
Nulla da aggiungere su quanto detto sia nella mia precedente relazione sia dal buon Cecco. Sempre una bellissima via che offre continuità e qualche passo singolo un po' più duro su L2 e L3; su L5 un paio di friends se non si vuole/può incastrare, occhio ad allungare protezioni su L6.
Bellissima giornata autunnale, in una mattina stupenda


[visualizza gita completa]
Bella via molto verticale e fisica nei tiri duri.trovato piu difficili la fessura del 5 tiro che non i 6b+ iniziali( seppur molto fisici e da secondo).
Bella parete nel complesso un po lontano dall autostrada che resta in fondovalle senza disturbare.
Chiodatura ok,volendo qualche friends utile x azzerare la fessura....qualche pietrisco instabile e qualcosina che ancora si stacca,ma nel complesso un ottimo calcare.....
Tacche sempre abbastanza buone i " ciaoa e tira " come me di trovano bene,non microbuchi in cui non passano le dita stile finale.
Grazie a max che ha egregiamente aperto i tiri duri

[visualizza gita completa]
Itinerario molto logico, nel complesso impegnativo anche se la chiodatura è buona. Le lunghezze più impegnative sono la L2, la parte finale di L3 e la prima parte di L5 con dei tratti obbligati. La roccia richiede attenzione seppur ripulita ottimamente. Nel complesso bell'esempio di come valorizzare e rendere sicura una via storica di gran classe.


[visualizza gita completa con 2 foto]
via ben protetta su roccia solida anche se la prima impressione non è delle migliori; bella esposizione su una parete verticale; un viaggio sulle orme dei grandi del passato addomesticata dai fix che rendono godibile l'arrampicata. Nel complesso una via di soddisfazione.

[visualizza gita completa]
Gran via in ambiente selvaggio e poco frequentato, dal sapore storico. Chiodatura super e soste ottime tutte con catena, possono essere utili friend 1 e 2 bd nella fessura di l5 se non si padroneggia la tecnica a incastro, altrove non servono. Per il resto roccia ottima, passaggi atletici ma ma mai troppo scimmieschi. Una vera chicca tra le arrampicate piemontesi di queste difficoltà. Occhio solo ad allungare bene le protezioni su l3 e l6.
Ottimo pomeriggio con Cate, giornata spettacolare


[visualizza gita completa]
Non avendo letto la relazione di gulliver abbiamo sbagliato l'avvicinamento, da dove si lascia la macchina non seguire le indicazioni per Cateissard ma quelle per il Truc S. Martino, noi siamo saliti un bel pezzo sul sentiero per Cateissard oltrepassando un bivio, poi ci è venuto il dubbio che fosse sbagliato e siamo ridiscesi fino al bivio imboccando l'altro sentiero che ci ha riportato esattamente dov'eravamo prima... Quindi siamo tornati alla macchina e abbiamo seguito per il truc San Martino che si è rivelato giusto. A parte le vicissitudini sull'attacco la via è molto bella e ben spittata. Si tratta di una via plaisir da divertirsi dall''inizio fino in cima. Non mi sarei mai aspettato di trovarmi una fessura a incastro su calcare (L5)! Non abbiamo usato friend. La roccia è ormai ripulita e solida, qualche detrito solo sulle cenge. Non abbiamo incontrato nessuno, forse diebra l'ha fatta in mattinata presto

[visualizza gita completa con 1 foto]
Sempre emozionante ripercorrere linee pensate da Grassi e soci. Posto fantastico,roccia ottima,chiodatura impeccabile.Allungare parecchio le protezioni su L6.Friend volendo utilizzabili ma non indispensabili.Sosta dell'ultimo tiro sul secondo albero del pianoro sommitale,qui fare attenzione alle pietre che possono finire sulle cordate sotto.Con Alberto a tiri alternati.

[visualizza gita completa]
rifatta dopo qualche anno, è una bella parete selvaggia e anche un po' delicata con questa linea più facile che presenta solo un paio di tiri un po' tecnici ma non estremi, anche molto bello il tiro di 6a con la fessura. Piacevole giornata con igor e chiara.

[visualizza gita completa]
Prendi un angolo di Val Susa poco conosciuto e una parete dalle caratteristiche dolomitiche e dall'aspetto repulsivo. Scegli una linea apparentemente impraticabile e seguila fino in cima. Agita bene tutto all'alba del "nuovo mattino" e assapora quella soddisfazione che solo un alpinismo di ricerca può regalarti.
Credo sia questo, il miglior modo per apprezzare appieno di un itinerario di questo tipo. Veramente bella.
Con Claudio e Fabio. Grazie Vlad per avermela consigliata!


[visualizza gita completa]
Fatto la via del risveglio dopo tanti tanti anni e una via inpegnativa per i miei livelli ...ma ora che e stata richiodata in modo egregio credo sia diventata una delle vie piu' belle della valle ...adatta veramente a tutti .da come me la ricordavo il grado di difficolta' sie e leggermente alzato , ma la chiodatura eccellente permette di-osare un po' di più' .la roccia (un calcare stupendo) e solida/a parte l'ultimo tiro che comunque e un 4a , bastano 12 rinvii e due mezze corde da 60m discesa a piedi in 45minuti alla macchina.
Con Emilio ne giorno de suo 35esimo compleanno a tiri alterni (bravo)


[visualizza gita completa]
Gran bella via e bel viaggio a ritroso nel tempo. "Amici" utili ma non necessari, noi abbiamo usato qualcosa e siamo stati ben contenti di averli con noi. Una via che lascia bei ricordi, complimenti agli apritori. Con Tatu, sempre grande nel proporre vie da cento nuovi mattini

[visualizza gita completa]
Niente da aggiungere ai commenti precedenti. Anche per me un viaggio nel tempo a ritroso di circa 30 anni.... grazia a René per la bella giornata.

[visualizza gita completa]
La roccia originariamente era repellente e le protezioni pessime... e non parlo per sentito dire. Ora ripulita dalle ripetizioni e asfaltata da una chiodatura ottima e ravvicinata è diventata una via divertente e alla portata di molti... me compreso. Niente di superlativo l'arrampicata ma posto e il mio personale viaggio nella memoria me l'hanno fatta apprezzare davvero molto.
Torno su questa via dopo più o meno 35 anni... con la figlia diciannovenne di uno dei miei soci di allora. Fa un po' effetto...


[visualizza gita completa con 1 foto]
Bella via, roccia buona e ben spittata.
Fatta con il socio Liviell, Dado e Marco


[visualizza gita completa]
Bella bella!! Roccia per lo più ottima, solo qualche breve tratto da fare un pò più di attenzione, ma nulla di che. Quando siamo stati sotto la parete eravamo impressionati, sembrava tutta strapiombante, poi però ci si insinua con una linea di concezione classica molto logica e elegante, ed è uno spasso. Bellissimo L2 e l'inizio del tiro di 6a+ in fessura ad incastro! Comodo il sentiero per tornare alla base. Tratti duri concentrati in pochi metri. Il sole arriva intorno alle 11.30...occhio che adesso scalda parecchio!
Bella giornata in compagnia del socio Ivo, seguiti dal Raviolo e Dado!


[visualizza gita completa]
Parete in un luogo vicino al fondovalle ma selvaggio ed isolato. Bella via storica rettificata e richiodata a fix,roccia perlopiù buona e ripulita dalle ripetizioni,solo qualche tratto richiede un po' di attenzione. Sono sufficienti i rinvii (alcuni lunghi per alternare le corde). In questa stagione se si parte presto al mattino si scala al fresco. Discesa a piedi veloce.Con Mira!!

[visualizza gita completa]
In effetti mi son stupito anch'io, come il contevlad, del commento di Elena. Sicura di aver fatto proprio quella via? Certo, non sono presine di plastica avvitate ad un pannello, qualche cosa forse muove, siamo in montagna e non in falesia su un tiro ripetuto milioni di volte, ma dire che sono cubetti che vengono via a guardarli....mah. La via è bella, e su roccia sana....
Ciau!

[visualizza gita completa]
x elena 83:
roccia dolomitica a cubetti che si stacca solo a guardarla???
ma che via avete fatto?? non date per piacere indicazioni sbagliate, poi qualcuno ci crede..

la via è stata si ripulita e disgaggiata ma non si muove praticamente niente e finire fuorivia con tutti sti fix è ben difficile.. certo non è il paretone del cucco ed il casco è sempre consigliato (ovunque!)...

questa non è il granito del bianco ma dalla descrizione che ne date voi ce ne passa....

[visualizza gita completa]
Salita molto bella ma su roccia dolomitica a cubetti che spesso vengono via solo a guardarli. E' necessario essere molto delicati ed attenti per non tirare niente in testa alle cordate sotto. La via è interamente attrezzata a spit, anche se potrebbe essere ripetuta a frend. E' quindi sempre integrabile volendo, anche se la spittatura è ottima.

In cordata con Gab, siamo riusciti a sfruttare al pelo una mattinata di tempo accettabile, siamo usciti in cima mentre iniziava a piovere, così abbiamo cambiato sport e fatto un po' di corsa in montagna per tornare alla macchina.


[visualizza gita completa]
Questa parete è stata una piacevole sorpresa.

[visualizza gita completa]
noi eravamo la seconda della 4 cordate presenti.

ambiente davvero bello, con una vegetazione da entroterra ligure..
bel sole, bella roccia, ottima spittatura, discesa veloce.
un gran vento...

peccato per chi aveva lavori a casa da fare...

con falco

[visualizza gita completa]
Bella via di calcare, quasi non sembra di stare in valsusa. Anche noi (3° cordata) pensavamo di non trovare nessuno in parete, si vede che la neve non permette ancora di salire di quota, per cui si cercano alternative. Chiodatura più ravvicinata del previsto, solo scomoda l'uscita sul traverso di L2, per farla facile conviene moschettonare poi fare un passo indietro e passare più bassi a dx. Attenzione al tiro corde, sul L3 rompe un poco sui passi finali dove c'è da usare le braccia e su L6 è molto evidente.
Ottima compagnia delle due cordate lombarde, una ci faceva foto, l'altra ci raccoglieva il materiale che seminavamo ;-)

[visualizza gita completa]
Una mini-Tete d'Aval, in Val di Susa, questa parete, per ambiente, roccia e tipo di scalata.
La via è ben attrezzata ed i gradi indicati qui su Gulliver mi sembrano corretti. L'obbligatorio intorno al 6a+ e la roccia piuttosto solida nei tratti più difficili. Esposizione tipo "Placche gialle alla Sbarua". L'ultima sosta conviene farla sul secondo grosso pino che si incontra all'uscita della via, cosicchè si è gia sul sentiero di discesa. Le soste sono attrezzate anche per la calata ma è meglio evitare (soprattutto con cordate che seguono).
Sembrerebbe però si sia persa la caratteristica di posto solitario a giudicare dalla ressa (Ben tre cordate che ci seguivano). Con il mitico socio Stefano Barbi, anche lui in ripartenza dopo lunga pausa.


[visualizza gita completa]
Bella salita su via storica.
Parecchia roba che si stacca, certo le interminabili piogge di quest'anno non aiutano la solidità di questa parete.

Nella prima parte della fessuta di L5 abbiamo integrato con un BD1.

Discesa comoda via sentiero.

Con Fra (grandissima sul primo 6b+) e Giovanni a sfidare con successo le fosche previsioni meteo...


[visualizza gita completa]
Salire una via di Grassi è un onore,anche se richiede un grande impegno (almeno x me che non ho il grado x salirla).
Dopo un'errata valutazione iniziale (abbiamo preso il sentiero che porta in vetta anzichè quello in piano)abbiamo attaccato;notevoli le difficoltà sul secondo e terzo tiro(6b+) e poi sulla fessura in dulfer del 5° (6a+/6b),nel complesso una via molto bella,logica e piuttosto ben protetta (forse qualcosa in più sulla fessura....certo si può integrare,ma chi la stacca una mano?...)
Bravissimo Gianluca a condurre senza sbavature,io mi sono limitato al primo ed all'ultimo tiro,per il resto ho arrancato,ma ci siamo divertiti in una giornata splendida.
Un grazie a Maurizio x le indicazioni telefoniche.

[visualizza gita completa]
Ultima uscita su roccia della stagione...temperatura un po' al limite, ma poi il sole ci ha scaldato a dovere. Posto bellissimo, meno frequentato di quello che si merita. Avvicinamento senza problemi grazie alle relazioni precedenti, con due note: giunti sul crinale di fronte alla parete, si deve scendere alla base della parete per un sentiero che parte nei pressi di un cumulo di sassi. Una foto qui su gulliver mostra l'attacco. Comoda la mulattiera per la discesa, ma non banalissima da trovare: traversare a est senza cadere nella tentazione di perdere quota, finchè la si scorge poco sotto.
Le difficoltà maggiori (intorno al 6b) sono in effetti concentrate in pochi brevi passaggi: una gobba verso la fine del secondo tiro, un tetto a 3/4 del terzo, una fessura all'inizio del quinto. Per il resto la via è continua sul 5+. Trovata roba instabile sul quinto tiro dopo la fessura, a destra degli spit: prestare molta attenzione, restando se possibile sulla placca di sinistra.
Roba instabile anche sul settimo. Qui consiglio di fare sosta non sul primo albero che si incontra, ma su quello più in alto, dove ci si può cambiare in sicurezza. La foto dell'itinerario qui su gulliver non è aggiornata: penso che faccia riferimento al vecchio itinerario. Bella gita con Gianluca.

[visualizza gita completa]
confermo la valutazione di RedFab, ottimo compagno preparato e affidabile.Avvicinamento in auto facile (la strada è praticabile da qualunque auto, nessun problema probabilmente è stata ripulita e spianata di recente). A piedi sentiero evidente, ben segnato, facilissimo. La via pur avendo andamento ogni tanto con traversi si presta sempre ad essere scesa in doppia. Soste perfette. Spit ottimi. Veramente consigliabile.

[visualizza gita completa]
Bella via, con nessun tiro banale.
Roccia che ogni tanto rimane in mano, nei tiri un po' più facili. Nei tiri più impegnativi invece solida.
Terzo tiro che potenzialmente ha un attrito di corda impressionante. Noi abbiamo ovviato rinviando su una corda fino all'inizio del traverso, e poi sull'altra fino all'uscita del traverso stesso.
Sul tiro della fessura abbiamo usato un BD 1 ed un 3: utili ma non indispensabili
All'ultimo tiro (l'unico "dimenticabile") non abbiamo trovato la sosta. E' consigliabile fare sosta sul grande albero al centro della cengia terrosa. Da lì ci si può dirigere verso est (magari con una sicura a spalla) fino a incontrare il sentiero.

Solo noi sulla parete, in una bella giornata d'autunno.
Con Maciste156, che ringrazio per avere proposto questa bella salita.


[visualizza gita completa]
Posto incantevole, vegetazione molto simile alle marittime, la strada di accesso è stata allungata fino all'ultima casa, ora in 30' si arriva alla base della parete, quest'ultima molto verticale. La via presenta un ottimo calcare ma in alcuni punti bisogna fare attenzione ai pezzi che si muovono.
Secondo e terzo tiro i più duri i rimanenti non banali, molto bella la fessura del quinto. Utili due friend 0.5 e 2 BD.
Gran via.
Con Antonio


[visualizza gita completa]
Salita pulita ed ottimamente spittata.
Non serve materiale aggiuntivo, ma nel caso possono esser utiili dei friend medi (fino al grigio, misure CAMP).
Discesa da sentiero comoda.
La strada di accesso è percorribile con una macchina normale (noi siam saliti con una punto) ma sicamente con un fuoristrada sarebbe meglio.
Saliti con l'intenzione di fare un'altra via, abbiamo ripiegato su questa, data l'ora tarda.
Come sempre è molto aerea ma di soddisfazione. Una scalata faticosa ma ben protetta dagli spit.
Peccato che la parete si poco frequentata....


[visualizza gita completa]
Bella e impegnativa, nessun tiro banale; via ben protetta ma che non regala nulla, qualche friend medio/grande può anche essere confortevole; roccia buona ma comunque da trattare con attenzione; grande expo, soste comode e comodo sentiero di discesa.
Grazie a Luigi e Piero per il duro lavoro.


[visualizza gita completa con 1 foto]
Bella... dura. Gran esposizione. Roccia con un buon grip, ma da controllare cosa si tira. Spittatura ottima con obbligatorio più alto di prima. Integrabile con nut e friend... utile per addomesticare qualche passo. Discesa a piedi comoda.
Con Piero e PG.


[visualizza gita completa]
Chi la dura la vince!
Ci sono giorni in cui tutto sembra andare storto, ma insistendo alla fine si ottiene ciò che si vuole …e forse si conclude la via prima del calare del sole!
Alcune informazioni per evitare i nostri errori:
- in auto prima della frazione Falcemagna imboccare una strada sterrata a SX non segnalata (che noi abbiamo volato, primo errore!) che conduce alla Case Trucco (strada dissestata, possibile parcheggiare al primo tornante e continuare a piedi, tagliando a mezzacosta);
- dalle Case Trucco (vedi relazioni “endrius_89” e “barby75”) non seguire il sentiero che indica “Ca Teissard” (come abbiamo fatto noi, secondo errore!) ma prendere per “Truc San Martino”, così si risparmia circa un’ora di avvicinamento…:-)
- la prima sosta è in verticale sopra la linea del tiro e non a destra (terzo errore!), noi ce ne siamo accorti quando al quarto spit del secondo tiro ho capito che non poteva proprio trattarsi di 6b+… (eravamo sulla via “Tuono”, 7b+ con 6c+ obblig… sigh!).
Sulla via in sé è già stato detto tutto. Confermo la grande esposizione e l’obbligatorio sul 6a/6a+; personalmente ho trovato bella dura la partenza di L5 (non molto più facile dei due tiri dati 6b+, fisici ma soprattutto molto esposti!).
Occhio ad allungare ed eventualmente sfilare i rinvii già passati per limitare i forti attriti di corda (in particolare L3 ed L6). Discesa a piedi ottima.
Salita consigliatissima!

[visualizza gita completa con 4 foto]
Bel viaggio nella storia. Via mai banale.Chiodatura ottima ma attriti inevitabili anche allungando le protezioni sul terzo e sul penultimo tiro. Un pò violento in libera lo strapiombino della terza lunghezza.

[visualizza gita completa con 1 foto]
La via è ben richiodata con qualche spit lungo.
Secondo me é importante trovare un primo sicuro che lasci cordini sui chiodi più lunghi e tiri il dovuto. All'uscita si prende a destra per un sentierino che taglia in piano il versante sud della parete fino a raggiungere il sentiero più grosso che scende a Foresto.


[visualizza gita completa]
Bella e impegnativa, salita con Roby a tiri alterni e con qualche passo in artif, nel corso del nostro viaggio nella storia. Come sempre ammirati per gli apritori, trovarsi su di un terreno cosi verticale ed a volte instabile con i mezzi del 74' rende molto onore a Grassi, Galante e Bonelli . La via anche se risanata a fix mantiene un elevato obbligatorio, forse superiore alla chiodatura originale.

[visualizza gita completa]
Sempre bello. Ancora tutta perfettamente chiodata ( da non dare mai per scontato, nell'era del trad)
Oggi con la simpatica compagnia di un battaglione di cacciatori. Per fortuna c'era la nebbia e non ci hanno visti.
Il 3° tiro oppone un attrito di corde tra i più portentosi delle alpi occidentali.

[visualizza gita completa con 1 foto]
A nostro avviso una gran bella via, l'unica alla portata di arrampicatori scarsi come noi, su una parete dolomitica a pochi km da Torino, in bellissimo ambiente di bassa montagna.
Attualmente, dopo la richiodatura e alcune "rettifiche", la relazione più precisa è quella di altox
La chiodatura attuale è senz'altro ottima e non richiede l'uso di friend o altro, ma non ci pare così eccessiva da banalizzare troppo la via: il 6a obbligatorio c'è tutto.
Rispetto alla relazione di altox, ritengo consigliabile concludere la sesta lunghezza di corda dopo il traverso a destra sulla cengia, per evitare il tiro alla fune nel tratto successivo fino alla sosta 6. Dalla cengia si dovrebbe riuscire ad arrivare direttamente alla sosta 7 (fatta su albero).
Ribadisco l'invito all'attenzione a non provocare cadute di pietre percorrendo l'ultimo tiro, su terreno un po' instabile.
Con Carlo e Luca, altra bella giornata di arrampicata insieme.


[visualizza gita completa]
Le indicazioni per l'avvicinamento come è già stata riportata seguire per il Truc S.Martino non il cartello Cateissard con 3 saliscendi su un bel sentiero si arriva a prendere il crinale(Rosa dei venti svoltare a dx) con sentiero evidente,risalire fino alla parete(qui si possono lasciare anche gli zaini e recuperarli al ritorno)poi scendere per tracce di sentiero a fianco alla parete,la via parte su uno zoccolo grigiastro(fix dorati per tutta la via),è ben chiodata noi abbiamo portato nut e friend che non abbiamo utilizzato(utili un paio di fettucce per allungare il rinvio per evitare attrito),al sesto tiro dopo i primi 2 spit la via svolta a dx per un evidente cengia e riparte su un bel muretto.La sosta dell'ultimo tiro non l'abbiamo vista ma ci sono degli alberi comodi per fare sicura.Discesa:tagliando in diagonale verso dx(ometti)si trova il sentiero ben tracciato ci ha riportato sul crinale dove avevamo lasciato gli zaini e ritorno alla macchina.
In alcuni passaggi l'ho trovata piu' impegnativa di quello che mi aspettassi,complice anche l'esposizione che si fà sentire sopratutto il 2° e 3° tiro,la roccia è molto bella e i tiri uno piu' bello dell'altro,in alcuni punti bisogna fare un po' di attenzione a qualche sasso,avvicinandosi dal sentiero alla parete fa' abbastanza impressione e salirci dove sono passati i grandi dell'arrampicata è una doppia emozione,al mattino abbiamo visto 12 camosci,condiviso la via con Guido.


[visualizza gita completa]
Bella via, non difficile ma neanche banale, su roccia generalmente buona e con chiodatura direi sicura. Assolutamente consigliata.
Neanche noi abbiamo trovato l'ultima sosta.
Con l'amico Luca, vero "calcarista".

[visualizza gita completa]
Dopo almeno un paio d'anni che la guardo, la studio, osservo la parete dalla statale quando ci passo sotto, finalmente io e il pierre77 siamo andati alla Via del Risveglio!Alui i tiri dispari e a me gli altri.. Che via...Me la aspettavo bella, ma si è rivelata anche meglio di quanto pensassi! Varia, esposta ed estetica offre un viaggio emozionante tra gli strapiombi del Ca'tteissard! nessun tiro banale, tutta bella. Una signora via.
Gli spit la rendono decisamente sicura, non sono mai oltre i 3m, i tiri chiave sono azzerabili nei passaggi che fanno il grado. Non abbiamo trovato la sosta dell'ultimo tiro, utili un paio di fettucce per un'eventuale sosta su albero.
Nota sull'accesso da falcemagna: dalla fine dello sterrato non lasciatevi ingannare dal cartello "Ca'tteissard", prendete per trucco s.martino e poi risalite il crinale.
Un saluto e un grazie a pierre77, se non mi avesse proposto lui di andare probabilmente mi sarei lasciato intimorire dalla parete,come sempre è stato finora, e non sarei andato.
Consigliabilissima, da rifare.
Arvezzengamba.

[visualizza gita completa con 2 foto]
bella via, ancora più bella se nei tiri di fessura si usano i friend. Occhio al 5° tiro terzultimo spit..un grosso masso in bilico a ds.
Discesa a piedi consigliata.

[visualizza gita completa]
sempre molto bella anche grazie alla richiodatura sicura (fix 10 mm; nut e friend inutili). roccia ok. anche oggi nessuno sulla catteissard.
discesa piacevole per sentiero. relazione precisa su:
obbligatorio, direi, 6a+. Attenzione in alto ( 6° tiro ): seguire i fix oro per non sbagliare via. Anche se la via tende a traversare a dx, in caso di emergenza dovrebbe essere comunque possibile scendere in doppia ( utlizzando eventualmente le soste delle altre vie): soste con fix, catene e maillon inox. Consigliabilissima, finchè non fa troppo caldo.
l'accesso stradale da bussoleno - falcemagna è ok: 30-40 min max a piedi. ( sterrato tutto sommato in condizioni buone;alla fine della strada c'è poco parcheggio, ma è possibile lasciare l'auto poco prima ), sebbene adesso ci sia un cartello di divieto di transito appena comincia la sterrata: sembrerebbe però essere stato messo da privati...

[visualizza gita completa]
bella via in ambiente isolato e selvaggio, roccia bella ma spesso instabile, bisogna muoversi delicatamente...., nessun tiro banale, terzo e quarto impegnativi. Bella la fessura del quinto. Via ben protetta, rientro comodo dal sentiero a destra. con adry

[visualizza gita completa]
La via è sempre molto esposta, nei primi tiri. La chiodatura è ottima a spit/fix. La distanza delle protezioni (mai oltre i 2 m) consente di procedere senza integrare, anche se chi volesse potrebbe usare friend medi e nut. Tutte le soste hanno catena e maillon. Discesa facilmente reperibile e ben segnata.
Consigliabile salire da Foresto (più comoda la strada e più parcheggio) anche se l'avvicinamento diventa di 1.30 circa.
Risveglio dall'inverno, anche se in realtà non è mai un passaggio netto. Non avendo percorso la via prima della richiodatura non sappiamo quanto possa essere "addomesticata" oggi. Sicuramente audace è stata l'opera dei primi salitori. Certamente una via da consigliare, perché permette di gustare il vuoto in un ambiente panoramico e particolare, con in più la sicurezza dei nuovi spit. Anche la roccia è buona. Stranamente poco conosciuta, Catteissard meriterebbe di avere più fama. Certo l'avvicinamento "lungo" rispetto alle altre falesie della zona, forse la relega e la relegherà ad essere dimenticata dai più.


[visualizza gita completa]
la via è davvero stupenda,spittata a nuovo e più che bene!!portarsi almeno 12 rivii,e un caschetto ben allacciato!!fate attenzione perchè ci sono davvero moltissime rocce(anche grosse) che si staccano!!
un ringraziamento al mitico Fede,come sempre fortissimo che mi ha fatto trascorrere una giornata stupenda!!


[visualizza gita completa]
bella via chiodata ottimamente non troppo lunga (spit max 3 m sui tiri duri). i tiri 2 e 3 di 6b+ sono entusiasmanti, il 5° in fessura di 6a+ fisico. Ottima la discesa da sentiero che si reperisce dalla vetta tutto a dx. Roccia complessivamente buona fare attenzione sull'ultimo tiro di 4+ a non staccare pietre!!
con Fra, il Cane, Cri e Fabri. La cordata 3+2 ha portato bene anche qs volta! bellissima giornata di divertimento e clima ottimo! e dopo come al solito ottimo aperitivo e birrozzo da marcone alla birreria Cotonificio a Chianocco!!


[visualizza gita completa]
Tornato dopo anni al "Risveglio", che delusione. Era una via tranquilla e relativamente sicura, che permetteva anche alle schiappe come il sottoscritto di arrampicare con un minimo (poco!) ingaggio in un'ambiente selvaggio e di grande esposizione, in cui la chiodatura d'antan ma comunque solida permetteva di aggiungere un po' di brivido ad un'esperienza tutto sommato pacifica.

Invece di una semplice risistemazione (probabilmente necessaria) delle soste, che comunque rispettasse la chiodatura dei primi salitori, qualcuno ha deciso che bisognava a tutti i costi trasformare il "Risveglio" nell'ennesima via "plaisir" come ce ne sono dozzine (soprattutto nel vicino Brianconnais). Insomma la solita storia si ripete: spit piazzati "modello Sbarua", e ingaggio ridotto a meno zero.

Risultato - per i vecchietti come il sottoscritto alla ricerca di qualche emozione in più senza dover correre veramente dei rischi su roccia marcia oppure senza fare ore di macchina/avvicinamento c'è un'opportunità in meno, per gli altri una via lobotomizzata in piu, , nella solita presunzione che di modo di arrampicare ormai ne esista solo uno. Era proprio necessario? Mah...

[visualizza gita completa]
Ripiego uscita corso nel mese più piovoso dell'anno per buona intuizione dei veterani un'isola felice sopra chianocco la parete diCatteissard via Il Risveglio è stata richiodata bene delicato il II tiro , faticoso il tiro della dulfer ,possibilita di azzerare quello di 6B . per le doppie bisogna scendere avvicinandosi al centro parete con attenzzione ( nido rapaci )
un grazie agli istruttori presenti


[visualizza gita completa]
Bella via, solare e non stressante, oggi si stava in pile con un'aderenza spettacolare. Tutta richiodata (purtroppo anche la fessura del 5° tiro) e penso raddrizzata, roccia buona (a poco a poco ci si abitua a fidarsi delle diverse scagliette e blocchetti), le difficoltà giuste sono quelle di altox (5+, 6b+, 6b+, 5+, 6a+, 5+, 4). Occhio solo a non lapidarsi uscendo sull'ultimo tiro, comodo poi il sentiero. Con Nicoletta e Fabiano per una bella giornata.

[visualizza gita completa]
Bella parete, verticale e solare a poche decine di minuti dalla macchina.
Piacevole arrampicata su roccia quasi sempre buona con chiodatura eccellente.
Confermo la nota di fare attenzione alle corde nel penultimo tiro.
Comoda discesa a piedi.

Divertnte e fresca mattinata con Giorgio che saluto.


[visualizza gita completa]
Confermo i commenti precedenti. Vedere la relazione di Altox.it per i gradi precisi, visto che la via è stata raddrizzata nella richiodatura (a mio avviso ottima). L'obbligatorio c'è tutto (6a, almeno...), molto fisiche L2 e L3. La roccia è scadente sui tiri facili, ottima dove duro.
consigliabilissimo scendere a piedi, si fa davvero in fretta!
con davide, e altre 2 cordate...
nella foto la terza lunghezza, con traverso e tettino di 6b+...


[visualizza gita completa con 1 foto]
Bellissima la via e la parete. Interamente richiodata fix inox 10 mm, lavoro eccellente, e tutte le soste con catene. Non sono necessari nut e friend ( proprio volendo bd 0,75, 1 e 2).
La via attacca un poco a sx del vecchi attacco originale ( relazioni su altox.it) . gli spit sono numerosi e ben disposti, ma non eccessivi. Rispetto a molti anni fa le numerose ripetizioni hanno decisamente migliorato la roccia che nel compesso è bella ed abbastanza solida. bellissima la fessura del 5° tiro. con le ripetizioni migliorerà ancora
Attenzione agli attriti di corda nel 6° tiro. Consigliata la discesa a piedi. Utile il casco almeno per il secondo , dal momento che nell'ultimo tiro la corda può far cadere sassi.


[visualizza gita completa con 1 foto]
Via interessante ,ma non molto continua. 3 cordate sulla stessa via, altro che parete dimenticata. Solare.
Le valutazioni della via corrette quelle di Altox: 5;6b+;6b+;5+;6a+;5+;4.
Mi è sembrato l'obbligatorio un po' più di 6a (solo un passo nel 2° tiro), o hai il grado o hai lo slungùn. Se si fa' anche il 7° tiro (poco interessante) è meglio scendere dal sentiero xchè sù le doppie non ci sono.
Giornata bellissima, ambiente stupendo, bella roccia.
Casco obbligatorio.
Brava Silvia che saliva senza lamentarsi.
Saluti ai vicini di cordata Maz e Tiz sull'Ultimo grande volo.


[visualizza gita completa]
Salita eccezionale, soprattutto se si pensa all'audacia degli apritori.
I primi tre tiri sono stati richiodati di recente, (c'è ancora la polvere dei perforatori sulla roccia) poi dalla fessura in su chiodatura pressochè nulla.(probabilmente dovranno ancora finire.)
!!Unica attenzione a una pianta che è a meta del canale detritico dell'ultimo tiro, non è ancorata a nulla e se scivolasse i rami si aggancerebbero alla corda costringendo a un lungo volo!!

Fatta in combinata con la rocca Verde (scialp) giornata fantastica e completa


[visualizza gita completa]
Bellissima salita su una parete "dolomitica".
La via è ben chiodata e i vecchi pressione sono ancora in buono stato. Roccia da buona a ottima (un po' fragile nei tratti più facili). Salita con Mario.


[visualizza gita completa]
bella parete di calcare a 2 passi da torino in un ambiente molto bello ed insolito. la via osservata mentre si arriva all'attacco mette un pò di timore ( la parete è verticale dove non strapimbante), ma arrampicandola il divertimento è assicurato. Con ale.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Via logica e piacevole.La roccia presenta soprattutto nella prima parte una patina farinosa che contribuisce a rendere la salita molto psicologica, anche se complessivamente la roccia è abbastanza solida. D'altra parte, a oltre 30 anni dall'apertura le sia pur poche cordate che vi si avventurano l'avranno ben ripulita! Per allungare la via abbiamo salito con un paio di facili lunghezze anche la parete sovrastante il sentiero di uscita, in modo da sbucare in vetta alla Parete Rossa del Cateissard (max IV+ non attrezzato).

[visualizza gita completa]
Una grande parete di calcare a 2 passi da Torino, veramente una piacevole scoperta. Il posto è isolato e suggestivo, la parete a prima vista incute un certo timore! La via è abbastanza bella, con chiodatura classica, tutta sul 5+/6A con alcuni singoli più difficili nei tiri centrali, mai estremi e all'occorrenza azzerabili! Il sesto tiro presenta una fessura abbastanza impegnativa da integrare con friend medio grandi. Su molti dei chiodi e meglio non volarci. Alla fine del 5° tiro si arriva a un chiodo con cordone, che può essere confuso per la sosta; aggirare a sinistra e risalire di qualche metro fino a trovare la sosta a spit. Il penultimo tiro è un lungo traverso a destra non difficille, ma sprotetto e poco intuibile in cui si può mettere ben poco; si arriva poi al canale detritico che porta all'uscita. Comoda discesa per sentiero sulla destra.
La roccia è meglio di quello che ci aspettavamo, anche se ogni tanto qualcosa muove. Nel complesso salita consigliata.
Fatta con Guido e Mao.

[visualizza gita completa]
Clima ideale, parete veramente solare nonostante le temperature rigide di questa settimana. Bella scalata in completa solitudine.
Laura e Mauro

[visualizza gita completa con 1 foto]
Via di grande impegno su bella roccia di tipo calcareo in ambiente solare. Con Luciano Rodolfo e Paolo in due cordate.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 06/10/07 - claimbineverdais
  • 15/05/94 - andrea bertea
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: 6b+ :: 6b obbl ::
    esposizione arrampicata: Sud
    sviluppo arrampicata (m): 220

    Ultime gite di arrampicata

    02/06/20 - Sergent Il lato oscuro - hheb
    Tutto asciutto e pulito, tranne L6. Il 4 BD l'ho usato eccome, su L1 assolutamente e anche sul L4 in partenza non guasta. L5 lunghissimo, delle due serie ho avanzato solo i seguenti doppi: .2 .3 [...]
    02/06/20 - Machaby (Corma di) Trabaldo - spartacozzo
    Piacevole salita plaisir nel settore Case Farà. La roccia è ottima e la chiodatura pure a parte un Unico tratto un po' scary per raggiungere il tettino di L5. Soste predisposte per la calata (molto [...]
    02/06/20 - Pianard (Contrafforti di) Trapanetor - baley93
    Ripetuta dopo qualche anno.. sempre molto bella! Il tiro di 7a l ho trovato sempre duro eh eh eh Come già detto da molti, molto bene attrezzata quindi solo rinvii.. I tiri sono tutti belli sopra [...]
    02/06/20 - Sergent Locatelli - p.mirco
    Non mi è piaciuta molto, considerando , che , in alto il tiro chiave è completamente schiodato, a parte un chiodo dubbio in alto, spit rimossi , chiodi rimossi, ecc, ecc... bravo Braccio che ne è v [...]
    02/06/20 - Mansueto - cecco81
    Dopo una mattinata esplorativa Siam scesi a fare due tiri e ci è venuto in mente questo Tirello. Accesso tra le zecche e le felci poco frequentato. Si può passare su dal primo tornante e poi trave [...]
    02/06/20 - Sergent Nautilus - mastroteo
    Bella e facile via che porta fino in cima al Sergent. Gli ultimi tiri,in verità non meritano.. La partenza dà una sveglia. Un po' bracciosa,per scaldarsi. Un nut grosso,1,3, 0.2 BD Il secondo tiro [...]
    02/06/20 - Ru (Torrioni del) Elen - one_giac
    Via divertente, tutto sommato protetta adeguatamente, sul secondo tiro manca una piastrina circa a metà tiro, si può piazzare un nut piccolo poco prima ed un cordino su spuntone poco dopo, ma lo spi [...]