Duca (Passo del) dalla Certosa di Pesio

tipo bici :: full-suspended
Percorso completamente ciclabile sino a 10 minuti dal Passo del Duca. Nonostante le recenti piogge bel fondo asciutto e scorrevole. Partiti alle 7,10 dalla certosa, siamo rimasti in ombra sino al passo. In discesa stesso itinerario sino al gias dell'Arpi quindi sentiero umido e scivoloso sino alla cascata del saut oggi in splendida forma, quindi risalita al Pian delle Gorre e chiusura del bel giro. Temperature gradevoli per il periodo. Con Marco
Ottimo lavoro di sistemazione del tracciato


[visualizza gita completa con 4 foto]
tipo bici :: full-suspended
Partiti da Certosa con cielo coperto e qualche goccia... Tutto ok fino al Passo, dove tuoni e pioggia un pelo più decisa ci inducono a tornare da dove siamo venuti... Poco male: poco oltre la fontana abbiamo preso un sentiero sulla sinistra, con alcuni brevi tratti tecnici e per il resto davvero scorrevole e divertente!
L'idea era di scendere nel Vallone Marguareis, sarà x la prossima volta!
Ottima pedalabilità in salita (99%).
In discesa 99,9%...
Giro consigliato in caso di cielo coperto o nelle mezze stagioni, in estate credo troppo caldo fuori dal bosco...

[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
Gita semplice dal punto di vista tecnico, ma abbastanza impegnativa per chi, come me, ha già un certo numero di primavere sulle spalle. Il percorso è quasi tutto ciclabile in salita, solo in alcuni tratti in prossimità della meta può richiedere di scendere e spingere la bici. In discesa è ciclabile al 100%. Molto bello il panorama dal Passo del Duca.
Gita effettuata con tempo soleggiato al mattino, con l'arrivo di qualche nube al pomeriggio. Sosta al passo del Duca disturbata dalla presenza di forte vento, abbastanza freddo. Al parcheggio davanti alla Certosa di Pesio, sotto un porticato di legno, è presente una stazione di manutenzione bici, dotata di una pompa con manometro e di alcuni attrezzi, assicurati con cavetti d'acciaio alla struttura (se no se li sarebbero già fregati tutti, visto il senso civico degli italiani).


[visualizza gita completa con 6 foto]
tipo bici :: front-suspended
Partito da Chiusa Pesio per allungare un po', in questo modo il dislivello è di 1450 m. Dopo il villaggio d'Ardua, è possibile anzichè seguire la strada asfaltata per Pian delle Gorre, seguire lo sterrato sulla destra (indicazioni Marguareis MTB) che poi in corrispondenza di un ponte permette di attraversare il fiume Pesio, e con una breve ma feroce salita porta sulla strada asfaltata a poche centinaia di metri da Pian delle Gorre. Oltre buono lo sterrato fino al bivio per la Cascata del Saut, quindi inizia la mulattiera per il passo del Duca, che inizialmente offre una parte un po' sassosa con pendenze sul 12-13%, ma dopo poco diventa un meraviglioso sentiero su fondo di terra e fogliame tritato, stupendo! E anche le pendenze si attestano al 10%. Pochi brevissimi tratti in cui talvolta occorre mettere piede a terra. Dopo il Gias che si incontra un breve tratto invaso dall'erba e poi si può riprendere a salire in sella, eccetto due brevi attraversamenti di una colata detritica. Uscito dal bosco l'ambiente diventa davvero bello, nonostante la quota bassa, peccato che nonostante il fondo piuttosto buono di tanto in tanto la vegetazione dia un po' fastidio e costringa a qualche equilibrismo.
Raggiunto il Colle del Prel per arrivare al Passo del Duca non si pedala più, ma manca poco.
Dal Passo io ho salito rapidamente a piedi la panoramica cima della Testa del Duca.
Discesa poi dallo stesso itinerario di salita, per me molto goduriosa perchè scorrevole come gradisco. Unico difetto il gioco di luci ed ombre nel bosco che rischiede cautela perchè gli ostacoli sono poco visibili.
Giro molto bello anche se un po' breve per i miei gusti, clima ideale ventilato e giornata stratosferica.

[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
Inserisco qui anche se è uguale solo la salita, in discesa ho provato a fare l'anello segnalato sui pannelli informativi del Parco passando dal colle del Baban. Salita senza problemi su buon fondo, ultimi due traversi tra i colli di Prel inf e sup purtroppo non puliti dalla vegetazione comunque ben pedalabili. Salito e sceso anche sulla testa del Duca, niente di chè ma così si fa una cima molto panoramica e si tocca quota 2000. Incontrato un simpatico gruppo di escursionisti che saluto. Neve ormai assente, si vede solo sulle cime più alte. Un saluto anche a Igor incontrato al Colle del Duca, purtroppo avevo un pò di fretta e non ho potuto fare il giro lungo che aveva intenzione di fare. Discesa sul Gias dell Ortica molto bella anche se presenta una breve risalita verso metà, qui la palina indica verso dx la deviazione per il Colle Baban ( Tira fora l'baban, e pei giuè, tira fora l'baban e n'cumincia a n'rutulé...). Dal colle al Gias Vaccarile percorso molto discontinuo, sovente si scende dalla sella per superare brevi tratti con pietre in posto un pò ostici, comunque per nulla esposto, direi a occhio e croce un 50/60% di ciclabilità. Dal Gias in giù pura goduria, nonostante umido e fogliame si tratta di un percorso nel bosco abbastanza veloce ma mai banale, con qualche tratto molto tecnico da superare in scioltezza. Dopo il Gias Fontana un cordino sbarra il passaggio ad un bivio per scendere direttamente verso il Pian delle Gorre, io per questo motivo ho preso a sin e si passa così dal recinto dei cervi, fate un pò voi, se andate a destra basta passare sotto il cordino... in ogni caso si arriva sulla sterrata che si percorre verso destra e con una breve ma dura rampa in salita riporta al Rifugio delle Gorre. Se si ha parcheggiato più in basso è possibile sfruttare il sentiero natura in alcuni tratti, consultate il pannello informativo vicino al Rifugio.

[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
Questa volta partito da casa( chiusa di pesio) solita bella salita fino al Prel dove ho trovato un po' di nebbia! Il traverso che scende nel v.ne del Merguarei migliore del solito, quasi tutto in sella! Questa volta invece di risalire al pian del creus per fare la stupenda discesa in pineta ho voluto provare il classico del Garelli che è stato di recente rinnovato! Veramente bello sembra fatto apposta x gli enduristi! Per chiudere in bellezza dalle gorre ho fatto il sentiero naturalistico che sbuca a certosa bello anch'esso !! Poi asfalto fino a chiusa
Oggi in splendida solitudine! Incrociato un paio di perfone in tutto l'itinerario


[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
Partiti come sempre dalla Certosa. Il sentiero è franato in due punti, che occorre superare a piedi, ,ma si passa bene. Eravamo armati di Autan, invece le mosche e i tafani che popolano queste zone ad inizio stagione sono spariti :-). In salita non ho visto l'ultimo tornante della strada ed ho dovuto spingere la bici su per il "nuovo" pezzo di sentiero (anziché tracciare la vecchia strada, il Parco ha fatto questa deviazione ed è un peccato, perché così di fatto resta abbondonato il tracciato originale). In discesa conviene, arrivati al primo bivio subito dopo la prima parte ciottolosa sotto il Passo, prendere la traccia di sx ( la vecchia strada militare tutta ciclabile) anziché il sentiero segnato gta di dx che non è ciclabile (da me) . Le due vie cmq si ricongiungono poco sotto. Dislivello 1300 mt.

[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
Questa volta visto l'ora tarda non ho fatto l'anello ma sceso x la via di salita !! Ottima sgambata serale.
In solitaria . Il sentiero giusto sopra Gias degli arpi è franato in 3 punti, prestare attenzione


[visualizza gita completa con 1 foto]
tipo bici :: full-suspended
Classica bella salita,prima discesa ne v.ne del marguareis sempre scassata,poi man mano che si scende sempre piu' bella.Dopo il gias sestrera sottano preso variante per il pian del creus .spettacolare traverso con discesone a villa soche da urlo tutto in pineta.Dal pian del creus invece di scendere x il classico sentiero che non è molto bello ,seguendo il consiglio di un amico ho preso il vecchi sendiero che parte tra le 2 casette in fondo al piano,bisogna in leggera salita attraversare il rio.Sentiero spettacolare tutto pineta liscio e guidato tornantini tutti in sella che sbuca poco sopra pian delle gorre.Questo sentiero non è assolutamente segnalato malo consiglio a tutti i bikers.
Rocce un po' viscide e foglie che incominciano a coprire ma ci si diverte ancora.


[visualizza gita completa con 2 foto]
tipo bici :: full-suspended
Scelta più che azzeccata dal punto di vista meteo,sole in partenza,nubi basse x metà gita con grande umidità e afa..e finale con discesa tutta al sole :) vento gelido al passo.
Primo tratto di discesa dal Colle del Prel mi è sembrato più difficoltoso della volta precedente con molte più pietre smosse che hanno reso difficile restare in equilibrio e quindi in sella ma anche quella è andata.Sentiero poi del Garelli uno spettacolo come mi ricordavo.Numerosi bikers diretti al passo e scesi lungo la via di salita.

[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
Partito da Pian delle Gorre.Giornata soleggiata con velature leggere poi sereno.Percorso quasi totalmente in ombra,vento solo al passo.Salita totalmente ciclabile,molto fogliame in basso,in qualche punto in alto si appoggia il piede ma nulla di che.Discesa fantastica.Dal passo ti scaldi su un bel tratto fino al bivio col Gta.Vallone del Marguareis bello impegnativo,sono sceso 2 brevi tratti.DAl bivio col Garelli fino a sotto da "pisesi dos";una delle discese più belle che ricordi,ciclabilità al 100% molto tecnica continua e sempre sostenuta,la parte nel bosco nn dovrebbe finire mai!Raccordo con la sterrata di salita e relax finalmente fino all'auto.

[visualizza gita completa]
itinerario ad anello che si sviluppa in un ambiente molto bello;la mulattiera di salita, nella prima parte, attraversa in leggera salita un bellissimo bosco di faggi e abeti bianchi, e si mantiene sempre, anche nella parte alta, ben ciclabile, con un tratto più impegnativo in prossimità del Passo del Duca;
la discesa si rivela invece impegnativa (OC con tratti S2/S3)sia nel sentiero del GTA sia nel sentiero che scende nel Vallone del Salto(qualche tratto non ciclabile ma anche un tratto molto bello nella faggeta).

[visualizza gita completa con 15 foto]
tipo bici :: full-suspended
Gita sempre bellissima, scesi nel vallone del Marguareis, oggi son riuscito a farla tutta in sella!!

[visualizza gita completa]
tipo bici :: front-suspended
Giretto pomeridiano, parte alta molto ciottolosa fastidiosa in salita divertente in discesa! Sceso su gias fontana!!
In solitaria,qualche biker in arrivo da limone


[visualizza gita completa]
tipo bici :: front-suspended
bella salita sempre ciclabile, tranne un paio di tornanti dove bisogna metter giu il piede... per raggiungere il passo vero e proprio occorre fare 10 minuti a piedi. la discesa nel vallone del marguareis è molto complicata, 60% di ciclabilità per me, qualcuno molto di più, in ogni caso rimanere in sella richiede un certo manico... ambiente maestoso!
dal rifugio pian delle gorre alla macchina abbiamo preso un sentierino sulla destra molto divertente valida alternativa al nastro bitumato
ringrazio emiliano lyda e carlo per la compagnia e per avermi proposto questo bellissimo itinerario, alla prossima!;) un saluto ad oscar e silvia conosciuti sul percorso


[visualizza gita completa con 4 foto]
tipo bici :: front-suspended
Questa volta ho chiuso l'anello scendendo nel v.ne del marguareis. La salita e' sempre ben pedalabile e divertente,non si puo' dire la stessa cosa x la discesa per niente scorrevole per la presenza di pietroni x quasi tutto il percorso
Con ale che mi ha tenuto compagnia quasi fino al duca,sicuramente si e' divertita più lei in discesa


[visualizza gita completa]
tipo bici :: front-suspended
Partito da casa (Chiusa di Pesio) alle 12.30 nel caldo piu' asfisiante,si incomincia a respirare nel traverso dopo la cascata del salto.Fermato un centinaio di metri sotto il paso x neve.Bellissima e a tratti tecnica discesa per il gias Fontana.Rientro a casa e nuovamente al caldo per le 15.30
Molti escursionisti


[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
Gita sempre molto bella e veloce. Divertente discesa lungo la via di salita, molto scorrevole nel boschetto.
Atmosfera autunnale con vento e qualche goccia di pioggia.

Solo io e Danilo.

[visualizza gita completa con 5 foto]
tipo bici :: full-suspended
discesa tecnica, a volte da fare con bici a spalla.
Panorami molto belli e fatica ben ricompensata.

[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 24/10/15 - roby77
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: BC :: MC+ :: S2 :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Varie
    quota partenza (m): 843
    quota vetta/quota massima (m): 1989
    dislivello salita totale (m): 1146
    lunghezza (km): 22
    disl. da portare (m): 80

    Ultime gite di mountain bike

    15/02/20 - Sirio, Pistono, San Michele (Laghi) da Banchette, giro per Borgofranco e Montalto Dora - monviso71
    Abbiamo fatto un giro diverso di quello descritto qui. Partiti da Montalto Dora abbiamo seguito i cartelli per il giro dei laghi, passando per il Nero poi Pistono ed infine Sirio. Vari saliscendi t [...]
    11/02/20 - Baraccone (Monte) da Altare per Quiliano e Roviasca, giro - lonely_troll
    Tra i vari percorsi di questa zona dal mare alle ultime montagnole delle Alpi questo è di difficolta media. Sulla pista di discesa a Viarzo si trovano poche indicazioni ma è sufficiente seguire le [...]
    07/02/20 - Pietraborga (Monte) e Monte San Giorgio da Trana, giro - bubetta
    Siamo saliti solo al Pietraborga. Sempre suggestivo e piacevole il tratto di bosco nel "Sito dei Celti". Una volta ritornati al Colle Damone abbiamo imboccato il sentiero molto panoramico, scorre [...]
    06/02/20 - Peitagù (Testa di) da Aisone, giro - kika
    Per evitare la salita su neve dal versante dell'arma, mi sono cammellato la bici sul sentiero delle punte chiavardine fino al bivio sotto alla Peitagù. Sentiero bello, panoramico e ben segnalato, ma [...]
    29/01/20 - Pista Tagliafuoco del Musinè da Caselette - monviso71
    sterrata in buone condizioni generali, qualche canale di scolo (tipo guardrail) é fuori sede ma si passa senza problema, magari in discesa potrebbero essere più insidiosi. un po' di fango nelle zon [...]
    26/01/20 - Colletta (Monte) da Piasco, giro - lonely_troll
    I sentieri della Valle Bronda sono evidentemente frequentati e sempre ben segnati sia per bikers sia per escursionisti. Ho scelto un itinerario a bassa quota e senza discese lunghe per evitare neve e freddo.
    19/01/20 - Moncuni da Rivoli, giro per la Collina Morenica - rg68
    Ritornato sul Moncuni in mtb dopo qualche anno: tutto a posto, parecchi ciclisti e gente a piedi, giornata tersa e freddina, sentieri e strade in buone condizioni, poco fango.