Arselle (Pointe de l') da le Pont de la Neige, anello per i Colli Calabourdane e des Fours

neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
La neve è diminuita, ma il giro è ancora fattibile. Panorami speciali, neve dura al mattino versante val d'isere, invece al ritorno neve ottima; abbiamo fatto il giro al contrario: salendo al col verso i Bezins, discesa fino a rifugio e risaliti al colle sotto l'Arselle.
Dura ancora per pochi giorni.
Solo noi e altre due persone incontrate a metà che hanno fatto il giro al contrario rispetto a noi, se penso alle code sui 4000 monte Rosini (ma li oramai fa da padrona la moda dei corridoristi/runner/performer), mi vien da sorridere!
Oggi gruppo "scialpinisti liberi", ma sparso in zona: chi ha fatto questo anello, chi la Perse, chi la nord della Piccola Ciamarella. Alla fine tutti insieme a Bonnevall!!! Non penso sia l'ultima!!!
Discesa su pont de la neige
pendii dell'Arselle, un pò di differenza rispetto a 10 gg. fa

[visualizza gita completa con 8 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Pulite a Pont de la Neige - sul percorso lavori con semaforo
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Neve magnifica su tutto il percorso ad anello fatto; l’Iseran è il vero paradiso dello scialp di Giugno. Alla partenza zero gradi; salito subito verso il Col des Fours, poi per cresta al Pelau Blanc con la parte finale a piedi; sceso i pendii del Vallon des Fours, su neve che non mollava ma fantastica su pendii ideali per lo sci, passato al Refuge du Fond des Fours e continuato fino all’inizio del Plan de l’Arselle, sfruttando vari canaletti strepitosi, con due passaggi senza sci per attraversare il ruscelletto. Salito nel vallone del Cugnai e non andato subito al Calabourdane perché non volevo mettere i ramponi per cui ho raggiunta la selletta a sinistra dove giunge la Telesiège du Cugnai (dal vallone sono visibili i pali) con solo i coltelli indispensabili; ho poi continuato sulla dorsale di cresta fino all’Ouillette; discesa in traverso verso il Col de la Calabourdane con pochi metri da scalettare allo scavalco e da questo al Pont de la Neige su neve primaverile perfetta.
Oggi ne ho approfittato siccome il meteo era ottimista ed ho proprio fatto bene, infatti giornata perfetta; peccato per gli amici, tutti impegnati.
Innevamento molto buono in tutta la zona; tracciato l’Albaron dal Vallonnet; un po’ di auto al Pont de la Neige, alcuni già a piedi, altri in sci lungo i munta e cala del Bezin.
Un po’ di lavori sulla strada, regolamentati da semafori (dopo Bessans e prima del Pont de la Neige); al momento il Colle Iseran è solo percorribile dalle 6 alle 13.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: parcheggio a Pont de la neige
quota neve m :: 2600
attrezzatura :: scialpinistica
Sono passati solo 7 giorni dalla prima relazione di Mountain, e purtroppo il suo ottimismo sull'innevamento va duramente ridimensionato a causa del caldo continuo e assenza di precipitazioni. Anche rispetto al 14 giugno la neve è molto diminuita.
Incredibilmente si arriva ancora in sci a pochi metri dalla strada a Pont de la neige. Ma sugli altri versanti , per esempio nel vallone de Fours, adesso la neve è abbastanza alta (discontinua dai 2800 mt in giù) e discontinua nei pendii esposti al sole anche intorno ai 3000 mt. Il pendio superiore NW della P. Arselle non è più sciabile.
Detto questo, noi gente di bocca buona ci siamo ancora divertiti oggi! Seguendo un suggerimento dell' ottimo Mountain, (noto anche come il Geometra o il Volpone) abbiamo seguito la variante C) dell'itinerario. Siamo saliti al Pelaou Blanc, scesi per il pendio NE (abbastanza ripido, più di 35° per ca 200 mt) poi al piano 2800 mt ripreso la traccia del percorso principale per il Ref. du Fond de Fours. Il pendio NE del Pelau Blanc è continuo e divertente. Scesi alle 9.30 su neve grutuluta ma appena mollata. Buona. Rispetto a 7 giorni fa in generale la neve è più irregolare, a solchi e scodelle piuttosto marcate.
Buon rigelo a partire dalla partenza. Neve estiva, non sfonda neanche alle 12.30 quando arriviamo con gli sci all'auto.
Parecchie auto parcheggiate (una ventina). Ma nessuno sul nostro itinerario. Bella solitudine. Meteo fantastic!
Ringraziamenti a Mountain e a Tini per la traccia.
Con il caro e indomito Lollino, che malgrado abbia un sacco di marmocchi, non mi lascia solo! Che compagno!
le tre stelle sono un po' larghette, ma che volete... siamo a fine stagione


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino a Pont de Neige
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Un ringraziamento a Mountain per la scoperta di questo splendido giro, il più interessante da questo lato del Pont de Neige. Oggi, anche con il caldo, neve buona. La salita al col de Calabourdane è ancora fattibile con gli sci, la traversata alla Pointe d'Arselle ormai si quasi tutta a piedi. Lo spettacolo dalla cima è magnifico. La discesa del canale oggi era in splendide condizioni. La risalita al col des Fours è quasi continua e la discesa porta con un gava e buta all'auto, che volere di più?

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok, Colle Iseran aperto
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: free-rando
Relativamente le condizioni trovate ha relazionato alla perfezione mountain. Aggiungo un paio di informazioni/dettagli: l'arrivo in cresta (ultimi 30 mt) da S del Col de Calabourdane è sui 35 gradi in uscita. Il pendio che si taglia tra il Col de Calabourdane e la Pointe de l'Arselle è sempre su pendenze tra i 30 ed i 35 gradi, ma la pendenza potrebbe essere superiore sotto, con eventuali salti) in caso di scivolata. La discesa dalla Pointe de l'Arselle verso N-O inizia con un canale di 150mt. di dislivello a 35 gradi piedi, con alcune rocce affioranti a fondo pendio. Il pendio N dal Col de Fours fino al Refuge du Fond de Fours ha delle pendenze e degli spazi tali da renderlo un sogno ad occhi aperti per lo scialpinista/freerider (peccato averlo percorso soltanto in salita)
Un gran piacere prendere parte a questa trovata di mountain, come al solito preciso ed esperto nell'individuare nuovi percorsi fuori dal battuto, complice la sua "ennale" ...(ma tante decinedi anni!) esperienza sugli sci da alpinismo; una bella giornata Gianni, Enrico ed io.


[visualizza gita completa con 10 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: da oggi Iseran aperto
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima traversata completa in un ambiente molto bello sia per il panorama a 360° che per il susseguirsi dei passaggi e tutto in perfetta solitudine (solo camosci e marmotte).
Buon innevamento e neve ancora dura ma ottimamente sciabile con un pò di prudenza nei tratti ripidi; altro che zero a 4000! Per l'arrivo in vetta sono stati necessari i ramponi. Ottimi compagni di avventura Enrico e Stefano, alquanto soddisfatti.
In sci dall'auto.
Un discreto afflusso alle solite di zona; incontrato Fiplom.
E' proprio ora il momento del vero scialpinismo; dai 2400 é tutto in ottime condizioni, dalle Levanne al Roncia.
Osservato un grosso distacco sulla nord della Mean Martin.

[visualizza gita completa con 10 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BSA :: F+ :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Ovest
quota partenza (m): 2528
quota vetta/quota massima (m): 3110
dislivello totale (m): 1021

Ultime gite di sci alpinismo

06/07/19 - Fletschhorn versante NO per il Grubengletscher - pmarvi
NOTA SULLA VIABILITA: Attualmente la strada è percorribile a pagamento (10 CHF solo in moneta al parchimetro del parcheggio di fronte all'inizio della strada) fino a 2300 m dove la sbarra (quella che [...]
06/07/19 - Coronet Peak versante sud - Matteo Bosco
Sgambata mattutina motivata dalla spolverata di neve caduta in nottata. In realtà le piste sono ancora in condizioni di inizio stagione, con lastre di ghiaccio e diverse pietre. Bello il panorama dalla cima.
06/07/19 - Naso (Punta del) dal Passo dello Stelvio - joevaltellina
Sci ai piedi dal passo dello Stelvio: cielo azzurro, temperature estive, niente vento. Saliti prima sulla Punta del Naso, poi a piedi, per mancanza di neve, sul Monte Scorluzzo.
06/07/19 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - p_dusio
Ottimo rigelo neve molto dura. Traverso molto duro coltelli necessari Trincea scavata sul traverso , per l’arrivo in vetta di una ultra maratona di corsa di 110 km di sviluppo ! Discesa su piste praticamente perfette fino alla macchina
01/07/19 - Marmolada, Punta Rocca dal Lago Fedaia - bomber
Incredibile sci alpinistica ad inizio luglio in Marmolada!! Ovviamente in pantaloncini corti. Salito dai Fiacconi a Rocca su neve sempre bagnata ma mai sfondosa (17gradi al Fedaia alle 8 di mattina). [...]
01/07/19 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - bagee
Rigelo ovviamente assente ma neve portante ormai ben assestata anche se molle; toccato prima la vicina Pointe e poi all'Aiguille lasciando gli sci a 30 m. dalla cima; discesa iniziale piuttosto sfondo [...]
30/06/19 - Giordani (Punta) da Indren - dino.gallo
Ancora fattibile , ghiacciaio tutto chiuso , molta gente sul percorso , pochi con gli sci , da afre con la prima funivia , dopo sconsigliabile per la neve cotta dal sole !