Arselle (Pointe de l') da le Pont de la Neige, anello per i Colli Calabourdane e des Fours

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: parcheggio a Pont de la neige
quota neve m :: 2600
attrezzatura :: scialpinistica
Sono passati solo 7 giorni dalla prima relazione di Mountain, e purtroppo il suo ottimismo sull'innevamento va duramente ridimensionato a causa del caldo continuo e assenza di precipitazioni. Anche rispetto al 14 giugno la neve è molto diminuita.
Incredibilmente si arriva ancora in sci a pochi metri dalla strada a Pont de la neige. Ma sugli altri versanti , per esempio nel vallone de Fours, adesso la neve è abbastanza alta (discontinua dai 2800 mt in giù) e discontinua nei pendii esposti al sole anche intorno ai 3000 mt. Il pendio superiore NW della P. Arselle non è più sciabile.
Detto questo, noi gente di bocca buona ci siamo ancora divertiti oggi! Seguendo un suggerimento dell' ottimo Mountain, (noto anche come il Geometra o il Volpone) abbiamo seguito la variante C) dell'itinerario. Siamo saliti al Pelaou Blanc, scesi per il pendio NE (abbastanza ripido, più di 35° per ca 200 mt) poi al piano 2800 mt ripreso la traccia del percorso principale per il Ref. du Fond de Fours. Il pendio NE del Pelau Blanc è continuo e divertente. Scesi alle 9.30 su neve grutuluta ma appena mollata. Buona. Rispetto a 7 giorni fa in generale la neve è più irregolare, a solchi e scodelle piuttosto marcate.
Buon rigelo a partire dalla partenza. Neve estiva, non sfonda neanche alle 12.30 quando arriviamo con gli sci all'auto.
Parecchie auto parcheggiate (una ventina). Ma nessuno sul nostro itinerario. Bella solitudine. Meteo fantastic!
Ringraziamenti a Mountain e a Tini per la traccia.
Con il caro e indomito Lollino, che malgrado abbia un sacco di marmocchi, non mi lascia solo! Che compagno!
le tre stelle sono un po' larghette, ma che volete... siamo a fine stagione

Sull'ancien glacier de la Jave. In alto a Dx il Pelaou Blanc.
La dorsale di salita e l'anticima. Un po' secchina...
Il bel pendio Nord Est appena sceso. Se dio vuole ancora continuo dalla cima.
Sopra la testa di Lore le condizioni drammatiche del pendio NW dell' Arselle.
Sopra il Ref. du Fond de Fours. Ski de rocher.
Le condizioni del Vallon des Fours poco sopra il rifugio. Belle margherite. neve continua da 2700 mt.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino a Pont de Neige
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Un ringraziamento a Mountain per la scoperta di questo splendido giro, il più interessante da questo lato del Pont de Neige. Oggi, anche con il caldo, neve buona. La salita al col de Calabourdane è ancora fattibile con gli sci, la traversata alla Pointe d'Arselle ormai si quasi tutta a piedi. Lo spettacolo dalla cima è magnifico. La discesa del canale oggi era in splendide condizioni. La risalita al col des Fours è quasi continua e la discesa porta con un gava e buta all'auto, che volere di più?

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok, Colle Iseran aperto
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: free-rando
Relativamente le condizioni trovate ha relazionato alla perfezione mountain. Aggiungo un paio di informazioni/dettagli: l'arrivo in cresta (ultimi 30 mt) da S del Col de Calabourdane è sui 35 gradi in uscita. Il pendio che si taglia tra il Col de Calabourdane e la Pointe de l'Arselle è sempre su pendenze tra i 30 ed i 35 gradi, ma la pendenza potrebbe essere superiore sotto, con eventuali salti) in caso di scivolata. La discesa dalla Pointe de l'Arselle verso N-O inizia con un canale di 150mt. di dislivello a 35 gradi piedi, con alcune rocce affioranti a fondo pendio. Il pendio N dal Col de Fours fino al Refuge du Fond de Fours ha delle pendenze e degli spazi tali da renderlo un sogno ad occhi aperti per lo scialpinista/freerider (peccato averlo percorso soltanto in salita)
Un gran piacere prendere parte a questa trovata di mountain, come al solito preciso ed esperto nell'individuare nuovi percorsi fuori dal battuto, complice la sua "ennale" ...(ma tante decinedi anni!) esperienza sugli sci da alpinismo; una bella giornata Gianni, Enrico ed io.


[visualizza gita completa con 10 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: da oggi Iseran aperto
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima traversata completa in un ambiente molto bello sia per il panorama a 360° che per il susseguirsi dei passaggi e tutto in perfetta solitudine (solo camosci e marmotte).
Buon innevamento e neve ancora dura ma ottimamente sciabile con un pò di prudenza nei tratti ripidi; altro che zero a 4000! Per l'arrivo in vetta sono stati necessari i ramponi. Ottimi compagni di avventura Enrico e Stefano, alquanto soddisfatti.
In sci dall'auto.
Un discreto afflusso alle solite di zona; incontrato Fiplom.
E' proprio ora il momento del vero scialpinismo; dai 2400 é tutto in ottime condizioni, dalle Levanne al Roncia.
Osservato un grosso distacco sulla nord della Mean Martin.

[visualizza gita completa con 10 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BSA :: F+ :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Ovest
quota partenza (m): 2528
quota vetta/quota massima (m): 3110
dislivello totale (m): 1021

Ultime gite di sci alpinismo

16/02/19 - Binec (Punta del Vallone del) da Tetti Trocello - ucciucci
Il vento ha lasciato il segno. In alto trovate nevi prevalentemente con croste da vento più o meno portanti e piccoli residui di farina vecchia compatta ma ben sciabile. Scendendo verso la presa dell [...]
16/02/19 - Merdenzone (Monte) da Vinè - solosole
Salito al Truc delle Pie. Bel giro pomeridiano naturalistico alla ricerca dei lupi di Val Corsaglia.
16/02/19 - Dormillouse (Cima) da Thures - franz83
neve di tutti i tipi, cambia molto in poche decine di metri. principalmente crosta portante, qualche tratto di non portante, si trova ancora bella farina da vento nei valloncelli. In discesa, consigli [...]
16/02/19 - Breithorn Occidentale da Cervinia - Chiara Giovando
Indispensabili picca e ramponi per gli ultimi 100 mt dove affiora parecchio ghiaccio....speriamo in abbondanti piogge primaverili. Fuori dalle piste neve molto ventata, e crosta. Oggi giornata primaverile... Con Ilona e Claudia !
16/02/19 - Alp (Punta dell') da Chianale - lupo alberto
Saliti seguendo il sentiero del colle di St. Veran che, con qualche gave e buta, consente di raggiungere la neve... perenne in quota (i prati esposti a sud sono ormai alla frutta e, per la cronaca, la [...]
16/02/19 - Rond (Bric) da Prali - MBourcet213
Saliti da Giordano per evitare le piste, invece di seguire fedelmente le indicazioni posizionate dalla Prali Ski Area ci siamo tenuti più a sinistra sfruttando la strada delle Miandette è salendo po [...]
16/02/19 - Feluma (Col) da Mondanges - snowalp
Oggi al Feluma per evitare la salita al Sigaro vista la ressa... Buona traccia e solo due tracce di discesa Utili rampant per gli ultimi metri. Trovato neve di tutti i tipi pure tratti polverosi Consigliata Oggi in vetta con Devis e Michel