Alpe Cascinetta (Bivacco) da Piane di Rivò

note su accesso stradale :: ok
Dopo una pausa forzata di una settimana e pur non essendo ancora in piena forma con gli amici Bruna e Giovanni e mia moglie scegliamo una tranquilla passeggiata nelle nostre valli. Saliamo dalle Piane di Rivò (Coggiola) per andare al bivacco Alpe Cascinetta (un gioiellino, ben tenuto in ambiente incontaminato). Alla partenza prima sorpresa: un cartello indica che è in corso una battuta al cinghiale. Decidiamo pertanto di salire sul sentiero G1 fino a raggiungere il rifugio Ciota (aperto). Con un breve tratto su ottimo sentiero arriviamo alla Bocchetta Foscale dove ammiriamo il bellissimo panorama sul Monte Barone di Coggiola. Con tratti in saliscendi, ma sempre su ottimo sentiero segnalato, raggiungiamo prima lo spartano bivacco Ranzola e poi la baita/bivacco Alpe Cascinetta dove ci fermiamo per il pranzo. Troviamo quattro escursionisti che sono quelli che hanno ristrutturato la baita e che ci offrono un buon caffè. Al rientro ritorniamo alla Bocchetta e poi scendiamo sul sentiero G10 fino alla partenza. Bella passeggiata che permette di scoprire angoli di montagna inediti, su ottimi sentieri ben segnalati. La gita può essere intrapresa in tardo autunno o durante gli inverni poco nevosi, anche per la sua esposizione a sud. Trovato il sentiero tutto pulito senza ghiaccio (avevamo comunque i ramponi). L’alpe Cascinetta è sempre aperta, dotata di tavolo con sedie e panche, stufa a gas e a legna.
Rifugio La Ciota
Poco prima della Bocchetta Foscale
panorama sul Monte Barone di Coggiola dalla Bocchetta
Cappella alla Bocchetta Foscale
Lo spartano Bivacco Ranzola
Zoom sul bivacco Alpe Cascinetta
Alpe Cascinetta
gioco di luci nel bosco

[visualizza gita completa con 8 foto]
Bella escursione in ambiente piuttosto incontaminato e conosciuto solo a livello locale. Sentiero sempre evidente e ben segnalato. Peccato che il bivacco Cascinetta non sia attrezzato per dormire, a parte questo si tratta di un gioiellino curato e ben tenuto.
Bei panorami sul vicino monte Barone; volendo si può fare un anello parziale passando dal rifugio La Ciota e utilizzando la prima parte della via normale al Barone.

[visualizza gita completa con 4 foto]

Caratteristica itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: G10, G1
difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 983
quota vetta/quota massima (m): 1276
dislivello salita totale (m): 380

Ultime gite di escursionismo

19/02/20 - Lunelle (Punta e colle) da Traves, anello - rolly52
Confermo l’ottima valutazione di questa gita, tutta su sentieri piacevoli e ben tracciati.Peccato per il momentaneo annuvolamento appena giunti in vetta. Lunghetta nel complesso ma poco faticosa.
19/02/20 - Santa Cristina (Monte) da Bracchiello per el Senté dla Scalinà - parinott
Diversi alberi caduti sul sentiero 261, il Cai di Lanzo ha previsto a Marzo l'intervento di pulizia, comunque ben segnalato da bolli B/R. e cartelli ai bivi. Molto meglio dai Monti di Voragno a S.Cristina.
19/02/20 - Croce dell'Ubacco (Monte) da Moiola - klaus58
Fatto il solito giretto mattutino salendo per la strada asfaltata, prima il monte Croce dell'Ubacco, poi punta Il Bric e il boscoso Saret Alto, scendendo dai tetti Masuè per il tracciato MBK con un s [...]
18/02/20 - Frassati (Poggio), da Graglia per il Tracciolino e traversata a Oropa - brunello 56
Gran gitona, all’arrivo ad Oropa erano 30 km con un 1500 m di dislivello, con 8h abbondanti di cammino. Ma ne valeva la pena. Non conoscevo il Tracciolino e volevo percorrerlo, anche sapendo che sa [...]
18/02/20 - Artondù (Cima) da Tetti Gallina per il Bric della Ciarma, anello per Meschie - lonely_troll
Una passeggiata alle pendici della Besimauda con salita per un percorso dimenticato e attualmente riportato solo da OpenStreetMap. Pochi brevi tratti di neve dura ma non scivolosa che non danno fastidio.
16/02/20 - Corte Lorenzo (Cima) da Bracchio - chit.scarson
Le poche chiazzette di neve residua dove non batte il sole i cresta non infastidiscono. Tutto il catename è in ordine.
16/02/20 - Scopel (Bivacco) da San Liberale - lancillotto
Sentiero dalla Croce dei Lebi e poi al bivacco con tratti ghiacciati, coperti da qualche cm di neve recente. Utili i ramponcini sopratutto la mattina. Salita in nebbia totale fino quasi al valico del [...]