Arpont (Dome de) e Dome de Chasseforet da Pralognan la Vanoise, traversata S-N (3 gg)

neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Sociale Cai Venaria, con Almese, Bardonecchia e Ciriè.
In 15 partecipanti per 4 giorni da sogno; prosegue questa stagione di gite sociali perfette.
Domenica (abbiamo ritardato al partenza di 1 giorno causa meteo) partiti sotto la bufera, già da Pralognan, fino al nuovo rifugio Col de Vanoise.
Neve e vento fino alla mattina di lunedì, poi dalle 9.30 tutto si apre, termina e dopo...solo più sole e farina.
Lunedì partenza per il rif. Arpont solo noi, senza alcuna traccia...come se fossimo in altri tempi.
Traversata compiuta per intero (escludendo la salita al Chasseforet, fatto poi il giorno seguente) , in condizioni strepitose, nevi invernali e intonse.
Abbiamo salito Dome de Chasseforet (martedì) e Dome de Nants (mercoledì); scegliendo per il Chasseforet la discesa sul rifugio Arpont e dedicandoci un giorno intero (ne valeva la pena...era completamente vergine!)
Ultimo giorno diretto dal rifugio Arpont alle macchine a Pralognan.
Discesa dal Dome de Nants in farina, risalita al col du Dard e fin quasi in vetta al Pelve, discesa, sempre in farina, fino al rifugio Col Vanoise. e da qui ancora in sci fino a 300 mt. lineari dalle macchine, sulle piste ancora innevate.
Totale del giorno 21 km, 1500 mt. in salita, e 2200 mt. in discesa.
Semplicemente splendida.
Un grazie ai capi gita, alle scelte fatte e a tutti i partecipanti.
Un gruppo semplicemente unico, tanta esperienza (non potrebbe essere altrimenti con i guru presenti!) , ma nel contempo semplicità e simpatia.
4 giorni da mettere in quei cassetti che dobbiamo aprire quando cose e persone brutte incrociano le vite di ognuno di noi.
Era prevista la Grande Casse, ma visto il risultato, non è proprio mancata!
Rifugi bellissimi, nuovi e molto ben gestiti; tutto in Vanoise è proprio perfetto.




[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Poco da aggiungere alla esauriente descrizione data da Giorgio.... qualche foto e traccie GPS .

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: arrivati con auto al Pont de Gerlon
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Splendido anello ideato dall'amico Valter effettuato dal 14/04 al 16/04 ed ulteriore estensione di un giorno per un'ultima salita in zona refuge du col del la Vanoise (col de la Gliere). Alcune considerazioni: la prima tappa lungo il vallon de Chavière è davvero lunga, partire presto perchè poi la discesa è orientata in pieno sud. Rifugi accoglienti, non abbiamo mai mangiato male, ben originale il gestore (da 33 anni!!) del Dent Parrachée, da provare! I ghiacciai sono piuttosto tranquilli tuttavia in caso di scarsa visibilità orientarsi nella seconda e terza tappa può diventare estremamente problematico. Noi abbiamo trovato un autentico muro di nebbia scendendo dal col du Dard e ne siamo usciti bene solo grazie alla traccia gps (abbiamo anche dato una mano ad una guida con clienti che non sapeva palesemente più dove era e cercava di orientarsi con la bussola!). Percorso le varianti b) indicate in descrizione. Quest'anno in Vanoise ha nevicato poco ma le condizioni trovate sono state generalmente molto buone (ottima neve trasformata, farina invece nell'ultima tappa). Tempo piuttosto variabile, vento forte a tratti anche se per fortuna mai sulle cime che abbiamo toccato (pointe de l'Observatoire, Dome de l'Arpont e pointe du Dard).

Gran bella avventura con Valter, Ilda e Fabri!


[visualizza gita completa con 10 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 1450
quota vetta/quota massima (m): 3600
dislivello totale (m): 3800

Ultime gite di sci alpinismo

03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - fyplom
Saliti, dall'alpeggio a q. 2330, al Fourchon, m. 2906, dopo esser scesi per circa 300 m. dsl, saliti al Tete de Fenetre, m. 2823. Ottima giornata e neve ancora buona, solo in basso un po' bubbonata. In basso comincia a mancare la continuità-
03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - gmzolenart
prima gita primaverile in Val d'Aosta con evergreen e Maurizio. Il punto di partenza è l'alpe Baou, due tornanti prima del Colle. La salita risulta quindi di poco più di 500 metri dislivello, abbia [...]
03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - roberto.maucci
Buona sera a tutti. Bella giornata tiepida al Fourchon, la neve un po meno. Scesi alle 10 circa su neve primaverile, piacevole fino a metà e basta. Buone gite.
03/06/20 - Fonteinte (Tète de) da Saint Rhemy - albert61
con la strada aperta fino al Colle del G.S. Bernardo siamo partiti da poco prima della galleria. gita molto breve con ambiente stupendo. la neve in basso come già ampiamente riportato presenta dell [...]
02/06/20 - Sommeiller (Punta) Canale Sud-Ovest - lucadrift
salito dal canale SO su neve dura, arrivato in cima alle 10.30. la parte superiore del canale è levigata e trasformata bene, quella inferiore invece ghiacciata ed ondulata, percui ho optato per la di [...]
02/06/20 - Galisia (Punta) dalla Diga del Serrù, giro valli Orco, Rhemes e Isère - billcros
Gran gitone e bellissimo anello x visitare 3 regioni diverse , compreso di cime che non avevo ancora salito, x la basei saliti x il sentiero estivo fin sopra la balza da dove poi si aprono i pianori e [...]
02/06/20 - Ferré (Pizzo) da Montespluga - basca
Partiti alle 7,45 e attraversato a sx sullo spallone (per studiare la neve per il rientro) con 20 min di portage fino alle prime lingue di neve (su tutto il percorso compatta leggermente morbida in su [...]