Blumone (Cornone di) da Bazena per il Passo di Val fredda e il versante Nord

Condizioni eccezionali per questa salita. Neve portante da quota 2180 m fino alla vetta. Si montano i ramponi a inizio neve, con pochi tratti scoperti si possono tenere fino in cima. Occorre un'ora solo dal passo Valfredda al rif Tita Secchi (aperto e gentilissimi), senza guadagnare quota con dolci sali-scendi. Sviluppo totale eterno (circa 24 km totali), tenerne conto perché nonostante il dislivello modesto questa è una gitona. Dal rifugio seguire gli ometti e puntare al passo che non occorre raggiungere ma si svolta a destra su pendio ripido, in cui occorre tirare fuori la picca, e si arriva sull'altro lato della montagna, quello della foto, che non è visibile dal fondovalle. Percorsa la variante C dell'ottima foto allegata, l'opzione B è oggettivamente improponibile. Probabile che titty79 e gambalesta siano stati tratti in inganno da una traccia di qualcuno che ha sbagliato o di qualche baldanzoso local. Traverso dell'opzione C in condizioni perfette con neve portante e pendio facile con scarsa esposizione, però attenzione che qui è necessaria neve super sicura. Pendio-canale finale di circa 90 m di dislivello in condizioni perfette, con neve portante, facile anche in discesa con due picche faccia a monte, visti i tratti a 50°. Panorama strabiliante dal lontano Rosa alle Dolomiti con ben visibili Antelao, Civetta, Cima Dodici, Dolomiti di Brenta passando per il Bernina, il Disgrazia e le Orobie, con bellissimo mare di nubi a coprire pianura, Appennini e tutte le montagne a ovest del Rosa (si vedrebbe anche il Monviso e le Alpi Liguri). Montagna in programma da tempo, ma date le scarse info presenti in rete sulla percorribilità invernale è stato solo grazie a Gulliver e soprattutto a chi ci scrive che ho messo in cima alla lista questa straordinaria montagna. Gita consigliata fino a nuove precipitazioni.
Che tristezza scoprire che qualche fenomeno mi ha fregato un bastoncino Decathlon da 8 euro che avevo lasciato sul primo pendio ripido, divertiti: scemo!
Il caldo di cui leggo sulle relazioni di oggi qui non c'era, anzi vento forte fino alle 11, poi sempre meno fino a sparire nel pomeriggio. -4°C alla macchina alle 16. Una delle gite più belle dell'anno. Con Silvia che non ha mollato nonostante la stanchezza.


[visualizza gita completa]
La valutazione effettiva, a gita come da noi impostata, e' F+... in salita abbiamo percorso la variante B, effettuando il traverso alto sotto la cima, con tratti con marcata esposizione, dove sono state necessarie 2 picche per procedere con piu' sicurezza (questo traverso necessita di neve ben assestata, ed in caso di percorso pulito da neve andrebbe evitato, essendo esposto su dei saltini e canalini), mentre, in discesa, abbiamo preso il traverso della normale, C, piu' basso, con un po' di risalita, ma su pendio piu' dolce e non esposto su salti.
Il tratto finale della normale, e' un canale-pendio che porta direttamente alla crestina finale e semplice che porta in punta.
I tratti di facile arrampicata, incaso di neve, come oggi, sono coperti e li si supera quindi con dei tratti piu' ripidi di neve, dove tornano molto utili 2 picche, fino al tratto finale,dove, con un facile passaggino su roccette, si sale in cresta, e da qui in pochissimo in vetta.
L'alternativa A, l'abbiamo scartata sia in salita che in discesa, nonostante tracciata, in quanto necessita una progressione piu' in sicurezza, e quindi con corda, presentando dei tratti ben innevati...così come abbiamo scartato l'idea di salire eventualmente dal bellissimo canale centrale per il meteo dubbio...a parte il vento a tratti forte e freddo, la mattina le poche velature sparse previste sono state in realta' delle stratificazioni scure e non sparse...poi..dall'utlimo tratto prima della vetta e per tutta la discesa, siamo stati premiati da un cambiamento radicale del meteo...insomma..gita guadagnata e ben goduta..
Neve per lo piu' portante, che inizia a circa 2100 mt, oltre la Malga Valfredda
Con Andrea...sempre pronto a curiosare qualcosa di nuovo... primo di due giorni di festa assieme


[visualizza gita completa con 13 foto]
Percorso con molto sviluppo, ma l'innevamento attuale (dal Passo di Val fredda), permette di essere veloci. Neve dura sino al passo di blumone, poi a tratti sfondosa ma sempre sopportabile, Un po' di " brividi" nell'attraversamento della cengia alta , molto buoni i tratti + ripidi , ma con 2 picche...
Giornata iniziata con velature e freddo , poi un bel sole a regalo di Natale per essere venuti sin qui. Con Tiziana, vulcano inesauribile di posti e gite nuove.

[visualizza gita completa con 5 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: PD- :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1802
quota vetta (m): 2843
dislivello complessivo (m): 1150

Ultime gite di alpinismo

19/05/19 - Focalone (Monte) Canale Sinuoso - davec77
La Majella è tanto piatta e insignificante da lontano, quanto severa e impenetrabile non appena la si avvicina. Non penso di sbagliare affermando che è una delle catene montuose più selvagge d'Ital [...]
16/05/19 - Cristalliera (Punta) Canalino Nord Ovest del Torrione - Enzo51
La salita diretta da Seileraut seguendo gli ometti oltre il ponticello sul rio delle Vallette sulla destra, per quanto poco agevole possa essere, fa comunque risparmiare non poco tempo. La copertura [...]
14/05/19 - Malinvern (Monte) cima NO Couloir Dufranc - m.gulliver
La neve continua inizia poco oltre il rifugio. Noi abbiamo usato le racchette per salire fino alla conoide, ma probabilmente la neve sarebbe stata comunque portante per il rigelo. Canale in condizioni [...]
14/05/19 - Mercantour (Cima di) Versante NE - luciano66
Partenza alle 7.30 dal parcheggio estivo con +2°; una ventina di minuti per la neve continua, passaggio della strettoia agevole con racchette per fondo gibboso sempre in appoggio. Rigelo perfetto e c [...]
14/05/19 - Volmann (Torrione) Parete S - via Dumontel - cantieridaltaquota
Ci va poca gente e si capisce perchè... Nulla da aggiungere ai commenti precedenti circa impegno psicologico, esposizione e verticalità. Salita breve ma intensa. Una prima volta (due mesi fa) erav [...]
12/05/19 - Rocciavrè (Monte) cima Ovest Canale Ovest - m.gulliver
La neve prima neve nel vallone delle Vallette inizia a 2200m, ma, volendo, si può salire sul sentiero pulito ancora per tratto. In breve è abbondante. Ottimo rigelo, anche dello strato superficiale [...]
12/05/19 - Mucrone (Monte) Cresta NO - michele_brl
Gita fatta a margine di un'uscita del corso base di alpinismo, dall'arrivo della funivia in poi praticamente tutta sulla neve nonostante la primavera inoltrata. Il tratto fino alla bocchetta del lago [...]