Freidour (Monte) e Tre Denti di Cumiana da Dairino, anello per Casa Canada e colli Castellar e della Bessa

Molti alberi abbattuti dal vento sui sentieri, specie prima del colle della Bessa, che costringono a scavalcamenti un po' acrobatici.
Giornata molto bella, limpida e fresca, con panorami infiniti.
Anello che si è rivelato parecchio lungo, con innumerevoli saliscendi.
Con Marina.

Al colle Castellar
I Tre Denti da sud
La Rocca Castellar
Uno dei tanti scavalcamenti di piante cadute
Sul Dente orientale
Il Dente centrale con il Rocciamelone sullo sfondo
Caratteristico passaggio nel foro sotto il Dente Occidentale
Il Dente orientale visto dal Dente occidentale
Al colle Aragno
Freidour in vista

[visualizza gita completa con 10 foto]
note su accesso stradale :: lasciata l'auto a borgata Dairin
Dalla borgata Dairin si prosegue sul sentiero in mezzo alle case fino ad arrivare in pochi minuti al colle Ciardonet, qui c'è il primo bivio. Per andare al Rifugio si segue la strada in discesa sul sentiero 060. Invece andando a nord si va al colel Sperina e Monte Freidur su sentiero 049. Per arrivare al Rifugio Melano si può proseguire sulla strada in salita ad un certo punto, se no prendere il sentiero che si abbassa a destra , ci vuole all'incirca lo stesso tempo. Raggiunto il bellissimo rifugio, che è anche chiamato Casa Canada, si prosegue oltre sul sentiero 052 indicazioni per pareti di arrampicata e Tre Denti. Si passa sotto la famosa parete di arrampicata con numerose vie, Rocca Sbarua e si prosegue fino a raggiungere il bivio per colle Aragno sulla sinistra. Per fare un anello si può proseguire a destra verso il colle Castellar passando sempre in mezzo a boschi, attenzione perchè a un certo punto si perde un pò per frane e alberi caduti, seguire sempre le tacche di vernice rosse/bianche e dopo una piccola salita si arriva al colletto. Qui mancano le indicazioni, ma si prosegue sulla strada larga che scende verso est fino a raggiungere un cartello in legno con indicazioni per Tre Denti sulla sinistra. Si sale su sentierino poco battuto, ma segnato sempre da tacche di vernice e si arriva ad una fontana con accanto tavolo e panca in legno. Si prosegue sempre sul sentiero e si arriva al Colle della Bessa, dove ci sono vari cartelli con indicazioni, di qui si può anche scendere a Cumiana. Si prosegue su sentiero a sinistra verso Tre Denti fino ad arrivare alla deviazione per il dente orientale, si sale su lastroni di rocce ma con corda fissa per tenersi, e si arriva in pochi minuti alla cappella di vetta con bellissimo panorama in tutte le direzioni. Si ritorna indietro al bivio e si prosegue su questo sentiero (007) passando su un punto un pò esposto ma su sentiero largo e camminabile. Si raggiunge il prossimo bivio per il dente Centrale, seguendo le tacche si passa in mezzo a vari roccioni poi su rocce gradinate con scalini di ferro si arriva alla Madonnina di vetta della cima più alta. Da qui si ritorna su sentiero e si può passare in cresta proseguendo verso ovest, cercando un pò il passaggio e gli ometti, oppure scendere sul sentiero nel bosco ben segnato con tacche di vernice. Si scende abbastanza di qui fino a raggiungere il prossimo bivio che porta al colle di Aragno est che si raggiunge anche per cresta, di qui si può anche scendere ma si arriva al colle Castellar. Se no si prosegue sempre verso ovest e dopo pochi minuti si arriva al colle di Aragno ovest, da qui si può scendere verso il sentiero 052, se si prosegue sul sentiero 007 si arriva al Monte Freidur. Scendendo si arriva al sentiero fatto in salita sotto rocca Sbarua, qui la discesa è ripida e scivolosa se fatta nei periodi con tante foglie, ma ci si può aiutare con i bastoncini. Da qui si arriva poi di nuovo al Rifugio e si chiude l'anello, ritornando poi alla borgata Dairin.
Bella gita con panorami stupendi! Peccato per le molte foglie sul percorso che facevano scivolare ma ne è valsa la pena. Grazie per la bella compagnia a Stefano e Patrizia.


[visualizza gita completa con 12 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 31/12/18 - krisma
  • Caratteristica itinerario

    sentiero tipo,n°,segnavia: Sentieri 060, 052 e 007 - segni bianco/rossi e ometti
    difficoltà: E :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Tutte
    quota partenza (m): 1072
    quota vetta/quota massima (m): 1451
    dislivello salita totale (m): 800

    Ultime gite di escursionismo

    15/03/20 - Tapuae O Uenuku dall' Hodder River per la Via Normale - panerochecco
    Niente neve sul percorso, molto sfasciume e salita faticosa. Consiglio a turisti provenienti da lontano di dedicare 3 giorni al tutto e di portare due paia di scarponi oppure di salire ai rifugi con [...]
    15/03/20 - Chestnut Park Loop Da Dairy Farm Nature Park a Mandai Rd per il Zhengua Nature Park e la Central Catchment Reserve - vicente
    Itinerario di notevole sviluppo, da non sottovalutare a causa della calura e umidita' tropicale. Il lato positivo e' che la maggior parte dell'itinerario si svolge in una fitta giungla e quindi si e' [...]
    10/03/20 - Sbaron (Punta) da Prato del Rio - bus
    09/03/20 - Grammondo (Monte) da Olivetta San Michele, anello per Sospel, le Cuore e Col du Razet - roberto vallarino
    Con una mattinata ben soleggiata, abbiamo seguito l'ottimo sentiero che costeggia la Bevera portandoci dal Pont de Cai e dopo il breve tratto di strada, a riprendere la mula fino al primo ponte. Attra [...]
    09/03/20 - Peretti Griva (Rifugio) al Pian Frigerola da Saccona per la Punta Prarosso, la Rocca Turì e la Rocca Frigerola - parinott
    Dalla Rocca Turì agli Alpeggi Frigerola utilissime le ghette. Dagli Alpeggi al Rifugio anche i ramponcini, Il traverso stamani si presentava con neve ghiacciata.
    08/03/20 - Sungei Buloh Wetland Reserve Anello completo - vicente
    Splendida giornata di relax in tempi difficili. Ci voleva proprio! La natura di questa riserva naturale e' meravigliosa. Ho ammirato numerosi uccelli migratori, oltre a diverse libellule rosse, un coc [...]
    08/03/20 - Bernard (Monte) da La Cassa - bengia