Uja (Cima dell') o Uja di Corio da Pian Audi

Giornata non particolarmente felice, già durante la salita da Forno Canavese. Tratti ghiacciati negli ultimi 100-150 metri per il Soglio, da qui si intravede la Valle orco e la cima mares mentre la vallata di Corio è immersa nella nebboa. Da qui si prosegue verso l'Uja di Corio in un percorso pieno di saliscendi e con neve e ghiaccio solo a tratti, fino all'alpe dell'Uja dove si devia a destra, fino ad arrivare alla cima che si raggiunge salendo alcune roccette. Sceso per la noiosissima rotabile sterrata dell'Alpe Soglia, poi a Pian Audi e infine a corio.

[visualizza gita completa]
Partito da Piano Audi alle 8.00 salito verso il Soglio saltando il rifugio, poco dopo l'attraversamento del rio poco dopo i 1400 m di quota colata di ghiaccio che si può evitare. Tra il traliccio e l'alpe dell'Uja il sentiero è spesso coperto di neve ghiacciata, attenzione!
Cielo nuvoloso alla partenza da Piano Audi, poi dentro la foschia e a 1500 m di quota il sereno e lo spettacolo fiabesco verso il Monviso. Passato dal Soglio con lo spettacolo del mare di nubi che si tendeva verso la pianura. Arrivato all'alpe dell'Uja sono tornato indietro visto le condizioni del sentiero, Scendendo appena sotto il rifugio vedo salire con passo deciso e un discreto zaino sulle spalle, dove ha probabilmente nascosto buona parte dei suoi 84 anni anni, Mario diretto al Soglio. Ci fermiamo a parlare un pò, è un piacere conoscere persone di questo stampo. Ci lasciamo con l'augurio di incontrarci di nuovo su qualche sentiero in futuro.


[visualizza gita completa con 5 foto]
Giornata molto umida, in alto foschia che andava e veniva. Pietraia estremamente viscida sull'Uja. Neve praticamente assente anche sul versante nord.
Dall'Alpe dell'Uja salito 2 volte in cima, la prima volta salendo direttamente, incontrando un pò di difficolta a causa delle pietre estremamente scivolsa, poi scendendo complice un miglioramento temporaneo del tempo ho individuato il sentiero che seppur più lungo porta per cresta all'Uja, con meno rischi. Poi al Soglio senza problemi.


[visualizza gita completa con 5 foto]
Speravo di godermi il panorama, invece sono salito tra le nubi. Pazienza. La sterrata che sale al rifugio Alpe Soglia è aperta e percorribile tranquillamente con 4x4 fino al rifugio (aperto nei weekend ancora tutto ottobre), io ho parcheggiato a quota 1200 per muovere un po' le gambe. Dalla fine della sterrata sentieri agibili anche grazie alla tracciatura del TMS. Incontrato una coppia di escursionisti nella nebbia sotto la cima, diversi bikers sulla sterrata verso il Soglio. Speriamo nevichi presto.

[visualizza gita completa]
Bella escursione che al termine della sterrata diventa un ambiente solitario e selvaggio. Qualche chiazza di neve nel traverso che porta all'alpeggio dell'Uja ma senza difficoltà. Calda giornata con sole sul bel Canavese e gruppo del Rosa, versante Lanzo ,come di consueto, nebbia che saliva.
Con Maury, EU, Flavio e LU

[visualizza gita completa con 3 foto]
Seguendo prima la strada e poi il sentiero ben segnato che attraversa il versante Sud e sale in cima da Ovest la valutazione è E. In discesa per accorciare abbiamo seguito un tratto della cresta Est dove non c'è sentiero e poi siamo scesi per pietre e erba olina a riprendere il sentiero ma non è stata una grande pensata. Ancora un'altra calda giornata da maniche corte per una salita ad una punta mai salita da nessuno dei 4. Con Stefano, Bruno e il rientrante Romeo. Incontrati i simpatici Bruno Camol e (3) compagni.

[visualizza gita completa con 3 foto]
Tranquilla passeggiata per pensionati in una bella e fresca giornata in alternativa al solito Soglio e con la temperatura finalmente in linea con la stagione; dal termine della sterrata all' Alpe del Turinet sentiero ben marcato ma in qualche tratto occorre prestare attenzione per la folta ed infida erba olina che disturba il cammino; disceso poi per cresta e passato (obligatoriamente) per la cima del Soglio per non sciupare la giornata.
In beata solitudo.....

[visualizza gita completa]
Salito sull' Uja e proseguito verso il Mt. Soglio.
Panorama eccezionale su tutto l' arco alpino.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Diciamo che soprattutto siamo contenti di non avere preso acqua! Purtroppo il cielo è stato quasi sempre grigio e senza sole, salvo in discesa nel tratto tra la cima e l'Alpe Turinetto. Partiti dal bivio di Case Ciochet e saliti comodamente un po' seguendo la strada un po' tagliando per prati. La neve è continua da quota 1800 circa. Il sentiero dall'Alpe Turinetto in poi era coperto da un insidioso strato di neve fresca su erba olina per cui, poiché dall'ampia sella che si incontra lo stesso è molto esile ed attraversa ripidissimi pendii erbosi, abbiamo ritenuto più prudente calzare i ramponi. Il pendio di accesso alla cresta e tutta la cresta stessa erano di neve dura con sopra uno strato di neve fresca che, in vetta, sarà stato di quasi 10 cm. Malgrado le nuvole siamo riusciti ad apprezzare il panorama che, nelle belle giornate, deve essere veramente notevole. Dalla vetta qualche "furbone" ha asportato il triangolino del CAI di Rivarolo e della croce di legno è rimasto solo un paletto. All'Uja solo noi mentre altri escursionisti sono saliti al Soglio. Rifugio Alpe Soglia aperto. Con Fausto.

[visualizza gita completa con 5 foto]
Saliti piuttosto velocemente verso il riufgio dell'alpe Soglia, oggi aperto, tagliando la strada in molti tratti. Nella parte alta la nebbia (ore 10) si stava gia' alzando, arriviamo purtroppo in vetta con poca visibilita'. Sentiero in buone condizioni, anche se i grandi ciuffi di erba scivolosa richiedono di non distrarsi del tutto. Una breve apertura in discesa ci fa vedere il circo terminale della val Malone, dopo di che le nebbie si richiudono. Seguita la strada nella parte inferiore.
Grazie alle mie compagne di gita Bruna e Laura, la cui compagnia e simpatia mi e' stata oggi particolarmente gradita, in un periodo per me difficile. Bovini, ovini e caprini al pascolo cadono vittime delle attenzioni di Laura che riesce ad ipnotizzare questi ultimi senza apparente difficolta'. Certo Bruna quando le si toglie la neve si demotiva un po' ma alla fine e' anche lei in cima a godere del magnifico panorama ..ehm..


[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: Strada sterrata un po' sconnessa, ma percorribile
Sentiero discretamente pulito, tranne alcuni lastroni di ghiaccio nell'ultimo tratto prima delle ultime baite quota 2026, comunque evitabili.
Attenzione ai passaggi su erba , scivolosissima!
Uscita settimanale degli Evergreen CAI Pianezza, oggi particolarmente numerosi e con le quote rosa in perfetta parità, finalmente.
Giornata fresca e a tratti con qualche nuvola, ma tutto sommato piacevole.
Al ritorno Costanza ci ha allietato con le sue canzoni.


[visualizza gita completa con 5 foto]
neve sul sentiero a partire dall'alpe turinetto. salito all'uja da questo itinerario dopo oltre 10 anni che non lo ripercorrevo. c'è neve, ma non tanta, fino all'alpe dell'uja c'erano tracce di passaggio, ultimo pendio no. con neve dura utili, se non indispensabili, i ramponi. io li ho utilizzati solo in discesa x maggior sicurezza. ghette indispensabili. la croce che avevo portato in vetta nel 1997 sembra sia stata spaccata e i pezzi sparsi chissà dove. una volta la trovai smontata, un'altra capovolta... non ebbe miglior sorte il libro di vetta, una volta bruciacchiato, l'altra strappato ed alla fine scomparso del tutto. sceso dall'Uja ho percorso la cresta sino al Monte Soglio, dal quale sono sceso per il sentiero 803 fino alla Rocca Lunga e poi per tracce e vecchi sentieri da margari fino a riportarmi sulla strada silvopastorale a quota 1300 circa presso l'Alpe Mecio. Gran gitone con molto spostamento, tra vecchi alpeggi, sentieri spaccaginocchia&caviglie e panorami famigliari.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Partito alle 7.45 dall'auto. Temperatura -3. il fondo della sterrata che porta allo spiazzo era a tratti innevato e ghiacciato, ma si arriva senza catene a con un po di attenzione. Dal bivio, la strada era coperta di neve sino all'ultimo alpeggio, con brevissimi tratti puliti nella prima prte del percorso. Il sentiero è agevole, la neve caduta nei giorni scorsi non da problemi di stabilità, data l'esposizione. Scorci incantevoli sulla pianura e molto belle le frazioncine che si incontrano lungo il percorso. La cresta è innevata ma non ghiacciata, occhio all'esposizione. Superlativo il panorama dalla vetta e gita di grande soddisfazione sia per il dislivello che per la stagione.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 15/04/07 - Blin1950
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: E :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Varie
    quota partenza (m): 980
    quota vetta/quota massima (m): 2142
    dislivello salita totale (m): 1300

    Ultime gite di escursionismo

    19/02/19 - Vaccarezza (Monte) e Cima dell'Angiolino da Case Picat - bus
    Mi sono fermato sull'Angiolino perchè la cresta è innevata. Il giudizio complessivo è determinato dalle difficoltà a raggiungere pian friserole per la molta neve presente soprattutto dall'alpe fon [...]
    18/02/19 - Musiné (Monte) da Caselette - maxleva
    Relaziono solo per segnalare che sono iniziate le processioni delle processionarie ne ho Incontrate parecchie sul percorso.
    18/02/19 - Sella (Rocca) da Celle, sentieri vari di Rocca Sella - maxleva
    Salito dal versante colle Arponetto. Consigliatissimii i ramponcini, parecchio ghiaccio nell'ultimo terzo della salita. Sceso dal Tramontana che essendo tutto al sole è completamente pulito. Giorn [...]
    18/02/19 - Bram (Monte) da San Giacomo - Klaus58
    Sono salito solo fino al bivacco tralasciando le cime. Fino lì tutto ben tracciato con neve dura che teneva benissimo anche in discesa tanto che le racchette sono rimaste appese allo zaino. Altre due [...]
    17/02/19 - Trubbio (Cima) da Craveggia - erba olina
    Si raggiunge il parcheggio dal centro di Craveggia svoltando prima a sn (dir. "Vocogno") poi subito a destra (per "Vasca-Blitz"), la piazzola si trova pochi metri oltre, sulla sn. Le indicazioni per [...]
    17/02/19 - Grammondo (Monte) da Villatella per la Cresta SE - Piervi
    Bella gita per gli amanti di posti solitari. Saliti dalla divertente cresta SE su antica mulattiera ormai invasa dai rovi e macchia. Nei pressi del piano con antichi terrazzamenti il sentiero è ridot [...]
    17/02/19 - Tucri (Monte) da Quarona - bpovero
    Bella passeggiata pomeridiana. Seguito percorso descritto. Solo qualche problemino a discendere dalla vetta nel primo tratto per tante foglie secche, ma senza problemi particolari. Come precisato da G [...]