Bresses (Testa Sud di) dal Gias delle Mosche, anello per i Laghi di Fremamorta

Abbiamo fatto la gita seguendo l'itinerario descritto.
Partiti da Gias delle Mosche, traccia sempre ottima e ben evidente. Molto belli i laghi di Fremamorta, successivamente da affrontare con un minimo di attenzione il sentiero per il colletto di Bresses. Dall'insellatura, prima della cima, abbiamo seguito i bolli blu affrontando faticosamente i blocchi di pietra, al ritorno abbiamo optato per il ben più semplice sentiero....
Rientro verso Piano della Casa a mio parere molto meno bello rispetto alla salita.
Molta gente fino ai laghi, dal colle di Bresses incontrato solo 3 escursionisti francesi.
Con Luigi


[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: Ok ma tante buche!
Bellissima gita. Partito anch io da pian della casa e in effetti fino ai laghi il sentiero rende poco. Molto meglio da questi fino alla bella cima da qui si gode una vista strepitosa sul gruppo dell Argentera. Al ritorno una volta tornati ai laghi sono risalito fin quasi al passo di fremamorta per poi ridiscendere su pian della casa evitando cosi buona parte del sentiero fatto in salita.
Meteo strepitoso ma molto caldo che ha consigliato un bel bagno nel torrente sotto il paese di Sant Anna....




[visualizza gita completa con 1 foto]
Partito da Pian della Casa per il sentiero alternativo, in quanto da Gias delle Mosche non sono riuscito a capire dove occorre attraversare il torrente subito dopo la partenza.
Sentiero non molto comodo e abbastanza lungo, con numerose risalite prima dell'arrivo ai laghi di Fremamorta. Bellissimo scenari sia durante la salita che nella conca dei laghi, situati in una conca sovrastata dalla mole della Testa di Bresses.
Dopo aver corteggiato i laghi la salita al colletto di Bresses si snoda tra stretti tornando facendosi molto più ripida, anche se non difficile (attenzione solo al terreno detritico); di qui in vetta per una traccia di sentiero segnalata da numerosi ometti.
Nei pressi della vetta sono stato sorpreso da un fulmine che mi è passato vicinissimo, nonostante il temporale non fosse sopra di me ma verso la Francia: meglio fare molta, molta attenzione perché il meteo in questi giorni è estremamente instabile e molto difficile da prevedere..

[visualizza gita completa]
Sentiero comodo ed evidente, paline segnaletiche dove occorrono (l ultima si trova nei pressi del colletto Bresses).
A quota 1800 circa un grosso pino è caduto sul sentiero, ma è facilmente aggirabile.
Sempre pittoreschi e fotogenici i laghi di Fremamorta.
Ultimi metri per il colletto Bresses su terreno franoso, ma non vi sono problemi. Dal suddetto colletto reperire sulla destra gli ometti e la traccia che diviene più evidente.
Come da relazione, dall' insellatura sceso qualche decina di metri, reperito con qualche difficoltà il piccolo ometto (a destra) che indica il percorso di salita alla cima ( non confondersi e non continuare la discesa su sentiero che porta al colle Tablasses).
Ultimi metri su grossi blocchi di granito.
Panorama eccellente dalla cima, quasi tutte le principali vette della valle Gesso si lasciano ammirare....cappa impressionante di smog sulla pianura.
Discesa effettuata, in parte, con un simpatico escursionista e il suo cagnone.
Piacevole giornata in un angolo spettacolare della val Gesso...

[visualizza gita completa con 4 foto]
Salita abbastanza lunga anche se con dislivello contenuto, dal colletto di Bresses mi sono tenuto il piu' possibile sulla dx salendo poi sulla pietraia e sui blocchi fino in cima, discesa al colletto x il sentiero, ai laghi raggiunto moglie e amici.

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: ok, buchi a parte.
Assieme a Flavio e Ornella con una giornata serena, limpida e assolata per tutto il giorno, siamo saliti come da itinerario passando dai magnifici Laghi di Fremamorta e una volta raggiunto il Colletto di Bresses, a proseguire la salita presso la cresta e dopo i divertenti grossi massi, a raggiungerne la panoramica vetta con la sua Madonnina. Per il ritorno invece, abbiamo fatto l'anello tornando al Colletto di Bresses su sentierino lato francese e da li a proseguire presso la cresta rimanendo leggermente nel versante francese e sfruttando le tracce di animali, a scavalcarla presso il colletto per proseguire lungo un labile sentierino e alla meglio su terreno franoso (F) a raggiungere anche la Cima di Fremamorta trovandoci due amici che saluto. Pranzato in vetta, ripartiamo x scendere al Colle di Fremamorta e da li giu' al primo lago da dove siamo scesi a dx (palina) per il selvaggio valloncello arrivando al Pian della Casa e per la sterrata in circa 3 km a chiudere il lungo e bellissimo giro ad anello con 1500 metri di dislivello e oltre i 20 km di sviluppo. Buona Montagna a tutti.

[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: la strada è libera e pulita fino al Gias delle mosche poi un po di ghiaccio
Fino ai laghi abbastanza pulito, poi neve continua durissima, comodi i ramponi nel tratto dei laghi, indispensabili per salire al colletto di Bresses, saggio portare la picca, vento forte
Con Claudio, Franca e Gianpiero fino al lago inferiore, poi da sola. Grazie per avermi aspettato!


[visualizza gita completa con 3 foto]
Percorso descritto molto bene da Lo65, impegnativo ma di grande soddisfazione in bellissimo ambiente. Va fatta attenzione nella parte finale, sia salendo che scendendo.
Grazie a Lorenzo P. e Silvana M. del CAI Ligure con i quali è stato un piacere condividere questa bellissima giornata. Incontrati diversi escursionisti, molti di loro francesi che erano in un gruppo abbastanza numeroso


[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: Attenzione all'asfalto dissestato prima del Gias delle Mosche
Lunga e panoramica camminata in un bellissimo ambiente con un poco di "ginnastica"finale per raggiungere la vetta,dovendo procedere fra massi accatastati;grazie alla buona segnaletica sul campo nessun problema di orientamento(ovviamente nelle limpide giornate e senza neve sul terreno).

La spruzzata di neve in quota di qualche giorno prima non ha lasciato traccia,grazie al gran caldo sopraggiunto.
In una giornata di sole con Maurizio e Silvana che saluto.
Buone gite a tutti!


[visualizza gita completa con 1 foto]
...dopo salita dello spigolo SS-E

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Parcheggiato a Pian della Casa del Re 1743m
Secondo giorno in Valle della Valletta con base al bivacco Guiglia. Ci svegliamo alle 7.30 e subito scopriamo lo spettacolo sotto di noi: mare di nubi fino a quota 1900m circa e un sottilissimo strato di neve fresca ricopre tutto.
Aspettiamo quindi che il sole salga per bene e inizi a scaldare, per evitar di incontrare ghiaccio sul nostro cammino. Partiamo così dal lago alle dieci e alle 12 siamo in punta, dopo aver superato la cresta percorrendone il filo, in modo da aggiungere un po' di pepe alla salita. Dal colle di Bresses soffiava un vento incessante e piuttosto intenso; dal colle di Tablasses, sul versante Nord, il paesaggio è decisamente invernale, tutto innevato (sebbene non in grande quantità). Ecco quindi che la cresta si trasforma in una fantastica cavalcata su misto, per diedri e intagli di rocce rotte sporche di neve. Vetta superba con la Madonnina col viso ghiacciato. Panorama da urlo.
Con Andrea e Stefano D. Giulia Z. ci ha aspettati prima del pezzo alpinistico (in queste condizioni PD- se si percorre il filo). Noi siamo scesi per il sentiero e l'abbiamo raggiunta nel comodo bivacco di pietre poco prima della cima. Poi gran minestrone e risotto, trippa, tonno, salumi, e chi più ne ha, ne metta! Nonché il secondo incontro con Ivano C., che saluto.
Discesa con calma all'auto, immersa nella nebbia.

Gran weekend in ottima compagnia!! La Valle Gesso non delude mai le aspettative!


[visualizza gita completa]
Presa un po' sul largo, per non attraversare il ponte al gias della casa abbiamo cercato un improbabile guado e siamo finiti al rifugio MariaElena, se così si chiama. Da lì per un sentierino abbastanza ripido abiamo guadagnato il colle di Fremamorta. Siamo scesi di un centinaio di metri e prima per prati e poi per pietraia siamo arrivati a prendere il sentiero ripido che conduce al colletto di Bresses...i miei polpacci hanno ringraziato tanto. Dal colletto si tiene la sinistra e si segue un bel sentiero marcato che con un po' di spostamento conduce alla crestina finale. Io ho sbagliato strada e ho seguito un ometto, ma accortomi che stavo scendendo ho tirato su dritto per blocconi mal accatastati (qualcuno dovrebbe riordinarli un po') che con semplice arrampicata (pioggerella e vento Patagonico, non hanno creato problemi)per nulla esposta conduce fino alla cima, dove ad attendervi c'è una madonna decapitata e non è bello. Ritorno ad anello scesi dal colletto ci siamo tenuti sulla sinistra abbiamo costeggiato il lago e in prossimità del bivacco guiglia abbiamo preso il lungo sentiero sulla destra che porta nei pressi del rifugio e poi al Gias della casa. 1200 mt di dislivello con uno spostamento di un 15 km circa...non male come allenamento in previsione di alpinate in quota. Il tutto in 6 orette con passo tranquillo e nel mio caso tranfiante.
Un ringraziamento alla splendida combriccola che mi ha portato in questo angolo splendido delle Marittime. Massimo, Daniela, Amalia, Ornella e Dario. Dalla Punta meravigliosa vista dal Corno Stella, passando per la Paganini, Nasta, Baus e Bastione.


[visualizza gita completa]
Partita in solitaria dal Gias delle Mosche, tutto ok fino al Colletto di Bresses (attenzione in discesa, piuttosto franoso), tutto ancora ok fino a quando non ho perso il sentiero, per cui sono salita per roccioni mirando alla Madonnina (che tra l'altro è decapitata)... suppongo ci sia un modo più semplice per salire ma non sono riuscita a trovarlo. Panorami splendidi, ottima giornata, ora tanto doposole!!!!

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: per 1 km dopo Terme pessimo fondo
Partiti da Gias delle Mosche.Ottimo il sentiero fino ai Laghi di Fremamorta, poi tanta neve fino alla base del Colletto di Bresses.
Il sentiero di discesa dalla casermetta su Pian della Casa è segnalato con tacche rosse sbiadite e si perde in parte nell' attraversamento di un gias.
Dopo si effettua un lungo traversone un pò esposto.
L'insieme non è banale ed è assolutamente sconsigliato in caso di nebbia e con bambini.
Con Marco, 22 chilometri insieme...
Panorami splendidi, colori favolosi, vista eccezionale sulla Ovest dell' Argentera, Ghiliè ancora innevato dopo la gorgia, Nasta, Brocan.


[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: Strada percorribile con qualsiasi mezzo
Mi permetto di consigliare caldamente l'anello che parte dal Gias delle Mosche e raggiunge i laghi di Fremamorta per mezzo di un bellissimo ed evidente sentiero, per poi salire alla cima e scendere al Pian della Casa effettuando così un anello interessante e con panorami privilegiati sul gruppo dell'Argentera, della Nasta e della Ghigliè nonchè della zona Tablasses. Salita facile, su sentiero sino in cima; ciononostante pochissima gente in giro su un itinerario dai panorami davvero spettacolari.
Attenzione solo in discesa, dove ho ad un certo punto (quando il sentiero da me percorso in discesa cominciava a salire) imboccato sulla sinistra un sentiero evidente e segnalato con bolli rossi sbiaditi che, però, percorre cenge abbastanza esposte (difficoltà non elevate ma EE). Il sentiero normale deve per forza essere un altro... Evitando questo pezzo, tutta la gita è da classificarsi senza dubbio "E"!
Dalla cima si nota che la Testa Sud di Bresses può essere raggiunta anche dal pian del Valasco per mezzo del passo di Tablasses (poche decine di metri più in basso) e che il sentierino orizzontale che unisce i passi di Tablasses e di Prefouns esiste effettivamente, come da carta.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Bellisima escursione, priva di difficoltà con panorama mozzafiato.
Uscita del CAI di Altare, ottima partecipazione. Alcuni si sono fermati ai laghi mentre una buona parte è proseguita fino alla cima


[visualizza gita completa]
tecnicamente nulla di rilevante.
saliti fino al lago superiore e da li, costeggiando sulla sx il lago, si prende l'evidente traccia che porta al colle di bresse. giunti in cima, si segue il sentiero che volge a dx (nord) fino alla sua fine, da dove iniziano evidenti le rocce finali (ottimo granito). senza particolari problemi si giunge in vetta.
ottimo belvedere sulle cime circostanti, gruppo argentera da favola!!
ambiente bellissimo, come i laghi, un blu stupendo.

ottima compagnia: Mauro, Sandra (campo base), sigiswalter, marina, sara e robi, Gede (la gamba + potente mai vista) e l'immancabile momo.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: normale fino al pian della casa
bella gita finalmente di nuovo in compagnia di Marco . pioggia a Borgo decidiamo di salire lo stesso e facciamo bene . ancora qualche residuo di neve intorno ai laghi e sopra il colletto di bresses ma che non danno fastidio . un saluto a tutti e ... buone gite come sempre .

[visualizza gita completa]
saliti dal pian della casa. neve a chiazze dai 2700 in su. nell'ultimo tratto ci siamo tenuti sulla cresta, percorribile con un minimo di cautela.
Forse il panorama è spettacolare (forse. Noi abbiam passato tutta la giornata immersi in una nuvola alla fantozzi). In compenso decine e decine di camosci ci hanno guardato incuriositi, anche perchè c'eravamo solo noi.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok
salita dalle terme,valasco,passo profuns,traverso sotto il tablas e cima,notevole spostamento e circa 1500m. di dislivello,discesa ai laghi fremamorta,gias delle mosche e terme, (ne avevo quasi basta...)un pò di pioggia in discesa,ma è ancora andata bene....
gita sociale J'AMIS DIJ BRIHC, poco affollamento, spaventati dal gitone!!!pochi ma buoni!!!
un saluto alla simpatica compania.......
ciao a tutti....

[visualizza gita completa]
saliti dal sentiero che sale dal Gias delle Mosche, ponte spezzato ed inutilizzabile, per il momento si attraversa su neve poco sopra, poi qualche ripido nevaio da aggirare per non rischiare, quindi ancora tanta neve in alto ma che non da più noia.
Discesa dal sentiero che scende al Pian della Casa più pulito del precedente e chiusura dell'anello alla macchina.
Con Marco che vola in scarpe da ginnastica, notevole!

[visualizza gita completa con 9 foto]
note su accesso stradale :: strada un po' sconnessa dopo il gias delle mosche
Partito con Anna in mezzo ad un gran nebbione (e umidità 300%), dopo le 10,30 il tempo è migliorato lasciando solo un po' di nuvole alte che non hanno mai compromesso il panorama, veramente notevole sul versante ovest dell'intero massiccio dell'argentera.

[visualizza gita completa]
partiti dal gias delle mosche a quota 1591, saliti al lago inferiore di fremamorta, poi a quello mediano e a quello superiore, quindi al colletto di bresses ed alla cima sud.
bellissimo itinerario (indubbiamente uno dei più belli delle alpi marittime), con i meravigliosi laghi di fremamorta, il sentiero di accesso dolcemente serpeggiante tra i larici e la stupefacente vista sul gruppo dell'argentera e sulle montagne circostanti.
bellissima giornata di sole in compagnia di manu

[visualizza gita completa]
Fermati al colletto di bresses. Bella giornata. Mare di nubi verso fondo valle fino al primo pomeriggio. Visti diversi camosci.

[visualizza gita completa con 1 foto]
GIORNATA A DIR POCO AUTUNNALE . PARTENZA NELLA NEBBIA E PRIMA PARTE DELLA SALITA SENZA PANORAMA . LE NEBBIE E LE NUVOLE VIA VIA SI DIRADAVANO LEGGERMENTE , MA MAI APRENDOSI DEL TUTTO . PECCATO PERCHE' IL PANORAMA DALLA CIMA E' VERAMENTE AMPIO E BELLISSIMO (MEMORIE DELLA SALITA DELL'ANNO SCORSO). COMUNQUE BELLA GITA E AMBIENTE SPETTACOLARE COME SEMPRE IN VALLE GESSO . UN SALUTO E UN RINGRAZIAMENTO AI COMPAGNI DI GITA CLAUDIO E MARCO E ... BUONE GITE A TUTTI .

[visualizza gita completa]
Tempo discreto, bellissma vista sulla Serra dell'Argentera.

[visualizza gita completa]
Salita tutto sommato facile ,solo una frana che ha cancellato un tratto di sentiero mi ha dato un po' di problemi .

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1591
quota vetta/quota massima (m): 2820
dislivello salita totale (m): 1270

Ultime gite di escursionismo

15/03/20 - Tapuae O Uenuku dall' Hodder River per la Via Normale - panerochecco
Niente neve sul percorso, molto sfasciume e salita faticosa. Consiglio a turisti provenienti da lontano di dedicare 3 giorni al tutto e di portare due paia di scarponi oppure di salire ai rifugi con [...]
15/03/20 - Chestnut Park Loop Da Dairy Farm Nature Park a Mandai Rd per il Zhengua Nature Park e la Central Catchment Reserve - vicente
Itinerario di notevole sviluppo, da non sottovalutare a causa della calura e umidita' tropicale. Il lato positivo e' che la maggior parte dell'itinerario si svolge in una fitta giungla e quindi si e' [...]
10/03/20 - Sbaron (Punta) da Prato del Rio - bus
09/03/20 - Grammondo (Monte) da Olivetta San Michele, anello per Sospel, le Cuore e Col du Razet - roberto vallarino
Con una mattinata ben soleggiata, abbiamo seguito l'ottimo sentiero che costeggia la Bevera portandoci dal Pont de Cai e dopo il breve tratto di strada, a riprendere la mula fino al primo ponte. Attra [...]
09/03/20 - Peretti Griva (Rifugio) al Pian Frigerola da Saccona per la Punta Prarosso, la Rocca Turì e la Rocca Frigerola - parinott
Dalla Rocca Turì agli Alpeggi Frigerola utilissime le ghette. Dagli Alpeggi al Rifugio anche i ramponcini, Il traverso stamani si presentava con neve ghiacciata.
08/03/20 - Sungei Buloh Wetland Reserve Anello completo - vicente
Splendida giornata di relax in tempi difficili. Ci voleva proprio! La natura di questa riserva naturale e' meravigliosa. Ho ammirato numerosi uccelli migratori, oltre a diverse libellule rosse, un coc [...]
08/03/20 - Bernard (Monte) da La Cassa - bengia