Ebro (Monte) e Monte Chiappo da Vendersi per il Monte Giarolo

Invece che da Vendersi , sono partito alle 8,30 dal Rifugio dei Piani di San Lorenzo ( 1101 mt ) a cui si arriva da Pallavicino con 4 km di strada asfaltata . Pochi metri prima della struttura , un cartello indicante "bivio basso" invita a salire a destra su una sterrata che si inerpica con tratti ripidi nel bel bosco di noccioli e conifere , innestandosi sulll'itinerario che sale da Vendersi . Dopo una mezz'ora sono uscito sotto il cupolone del Giarolo . Da lì , lunga cavalcata sul bellissimo e panoramico crinale sino al Chiappo , toccando una lunga serie di cime minori ed il Monte Ebro . Discreta la segnaletica anche se i segnavia sono scarsi e stinti . Ma il tracciato è elementare . Aperti i 2 impianti di risalita del Gropà e del Chiappo ed il Rifugio sul Chiappo ( birrozza d'obbligo ! ) . La bella giornata calda e pochissimo ventilata consentiva viste notevoli a 360° , dal Monviso al Rosa e dal Mar Ligure all' Appennino . Peccato solo che la mia macchinetta non mi abbia consentito foto nitide così lontane ... Parecchia gente in giro e anche molti bikers , che fruivano delle seggiovie .
Bell' itinerario con andata e ritorno identici lungo la splendida dorsale appenninica , con circa 22 km di percorso per circa 1200 metri di dislivello complessivi , fatti in 8 ore soste comprese .

In vetta al Giarolo al mattino.
Monte Rosa con lo zoom
La dorsale da percorrere . Il penultimo a sinistra è il Chiappo.
Giarolo e Alpi Graie dal Cosfrone
Verso il Mar Ligure
In cima al Monte Ebro
In vetta al Chiappo
Pianura ed Alpi Graie dal Chiappo
In cima al Giarolo , di pomeriggio

[visualizza gita completa con 9 foto]
Da Pobbio Superiore per il Colle Trappola e il Roncasso. Poi, dal Cosfrone, in comune con l'itinerario descritto da Vendersi. Temperature glaciali sotto lo zero ma sole su tutto il percorso. In giro persone di ogni genere: escursionisti, runner, un paio di quad, un gruppo che studiava il cielo coi binocoli, infine un deltaplano e un parapendio che spiccavano il volo dal Roncasso. W la libertà! Con la piccola Flo.

[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: Strada pulita
Unica nota stonata il tratto iniziale molto fangoso poche centinaia di metri ma sufficenti per infangare pantaloni e scarponi e tratti sdrucciolevoli sul percorso per la pioggia e grandine del giorno prima , la zona è un misto di terra suppongo argillosa , molto appiccicosa .Giornata freddina al mattino la temperatura era di zero gradi , la grandine caduta il giorno prima o alla notte ha resistito nei punti in ombra tutto il giorno , al mattino presto sembrava che fosse nevicato a macchia.
Il periodo autunnale lo sto dedicando all' Appennino in questo caso Ligure , che trovo sia molto bello anche in questa stagione , oggi bella giornata anche se ventilata , limpida sulla pianura , con un splendido spettacolo su tutte le Alpi , trovo molto bello percorrere questo crinale che va dal M.Giarolo fino al M.Chiappo dove termina per scendere e che offre sempre una bella vista a 360 gradi ; ancora mucche al pascolo evidentemente non temono il freddo .


[visualizza gita completa con 12 foto]
note su accesso stradale :: Strada dissestata da Colonne di Cantalupo. Meglio passare dal bivio al ponte di ferro di Albera.
Forse la stagione migliore per fare questa gita è proprio la primavera, viste le fioriture eccezionali di primule e di orchidee che oggi coloravano gli ampi prati di crinale! Un signore lungo il percorso, un ciclista in lontananza e l'addetto alla seggiovia da Caldirola (in funzione!) che ricordava il protagonista del Deserto dei Tartari. Neppure una sorgente lungo il percorso. Con le mie scatenatissime Flo e Bice.

[visualizza gita completa con 3 foto]

Caratteristica itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: 210/200 Bianco Rosso
difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 725
quota vetta/quota massima (m): 1700
dislivello salita totale (m): 1450

Ultime gite di escursionismo

21/03/19 - Aquila (Punta dell') e Cugno dell'Alpet da Alpe Colombino - cervochefugge
salita serale con luna piena - senza ciaspole - assenza di neve - ghiaccio nei pendii finali - utili ramponcini - luna eccezionale - bella luminosità anche se con la neve sarebbe stata altra cosa - soli non abbiamo incontrato nessuno -
21/03/19 - Corma (Croix) da Fey Dessus per il Col di Finestra - carlo40
Pensavamo di trovare qualche traccia di neve sul versante nord, ma il sentiero che sale poco prima del Col di Finestra, era quasi tutto ghiacciato rendendo la salita abbastanza impegnativa.Bella gior [...]
21/03/19 - Estelletta (Monte) da Viviere per il Colle Ciarbonnet - giody54
Percorso quasi completamente privo di neve ,i tratti rimanenti sono evitabili,tranne il primo tratto nella pineta di circa 200 ,dove permane neve assestata ,evitabile comunque tagliando nel pendio .
21/03/19 - Calcante (Uja di) da Traves, anello per Le Lunelle - Tom57
Anch'io come altri ho provato a raggiungere l'Uja dalla variante del colle Lunellle, avendola già salita dalla facile spalla sud. Dal colle fino alla zona dove si intravede quello che sembra l'ingre [...]
21/03/19 - Piatta (Punta) e Monte Rubbio da San Damiano Macra, anello - Klaus58
Da san Damiano salito le varie cime ma tralasciando l'ultima (punta Piatta) poi tornato alle grange Rubbio sono sceso verso Lottulo su buon sentiero e da qui circa 4 km sulla provinciale della valle Maira per tornare all'auto. Nessun altro in giro.
20/03/19 - Pintas (Monte) da Pian dell' Alpe - sapetti giovanni
Partito dal Pian dell'Alpe per erba e cespugli. Divieto alle auto fino al 15 giugno. Salito direttamente per prati e cespugli fino al colle delle Finestre da dove ho seguito tracce di sentiero nei pr [...]
20/03/19 - Gerbido (Colle del) da Pradleves, anello per Barma Grande - rolly52
Bel giro ideale per la giornata dell'equinozio di primavera. Ovviamente zero neve ma fioritura di primule e viole sensazionale.Acqua assente, fontane secche. Cosa succederà quest'estate? Giro raccom [...]