Orsiera (Monte, Punta Sud) Canale SO

Lasciato l'auto poco dopo i rivoveri, al parcheggio del tornante. Salita veloce su neve dura. Canale in buone condizioni con traccia presente a tratti.
Discesa dal canale ovest con neve brutta.
Con Robi e Andrea.

[visualizza gita completa]
Partenza come sempre scrupolosamente dal basso (lapalissiano), e anche se la strada è percorribile in auto fino al tornante dopo i Sanatori, noi l’abbiamo snobbata comunque… e siamo partiti da Depot… Tradotta in cifre la cosa..allungamento dei tempi, incremento del dislivello..che e' arrivato in fretta a sfiorare le 20mila leghe sotto i mari o giu' di li'…
Battute a parte, la neve inizia a 1900 m, molto dura fino a 2200 m, poi sempre dura con qualche cm di farina nonostante le temperature piuttosto alte e sempre positive. Nel canale invece la farina è più profonda, talvolta non c’è fondo e si sfonda dalla caviglia a metà polpaccio. In queste condizioni salita meno tecnica è più fisica. Noi non siamo usciti al colletto ma abbiamo seguito una traccia di camoscio diretta alla croce. Discesa al colletto dell’Orsiera facilitata dalla traccia fatta una settimana prima (;-D). Incontrato una cordata che ha salito lo sperone NE.
Ritorno dal canale Ovest, veloce seguendo le tracce fatte il we scorso.
Avendo compiuto una sorta di anello e seguendo l’esempio del più illustre dei maestri, sono stato indeciso fino all’ultimo se inserire due gite: una per la salita e l’altra per la discesa…

[visualizza gita completa]
Ci è piaciuto, vuoi per la neve perfettamente dura, vuoi per il meteo molto buono vento a parte, che per la novità di questo versante godibile quanto tranquillo. Da puntualizzare che il canale in questione (ben visibile nelle foto qui su gulliver) è il sud-ovest e non una variante dell'ovest che, indipendente, parte più a monte. Siamo scesi da quest'ultimo facendo un micro-anello. L'itinerario tuttavia oggi presentava cortissimi passaggi su rocce, pertanto ha i giorni contati.

[visualizza gita completa]
Neve perfetta, solo due piccoli passi su roccia.
Panorama molto bello. poi si è velato.
Ridiscesi per lo stesso itinerario.

[visualizza gita completa con 4 foto]
:: visto valanghe a pera esistenti
:: crosta portante
:: primaverile
note su accesso stradale :: accesso fino a Pra catinat senza problemi
:: 1800
Da Pra catinat ho seguito fin da subito la carrozzabile, evitando quindi di tagliare a NE come indicato nella descrizione dalla gita. (6:30) Metto le ciaspole ai piedi già dopo poche decine di metri dal parcheggio. Al bivio per il Selleries ho tirato dritto per qualche metro, ho poi lasciato la strada (la neve in alcuni tratti è assente e si vede l'asfalto) iniziando a tagliare leggermente per i prati sulla destra della strada. Incrociato quindi il sentiero che risale il vallone in direzione NE, ho iniziato a salire, inoltrandomi nel bosco e poi, finito il bosco, nella parte alta del vallone fino al colletto Jouglard (10:00). Qui due sciaplinisti mi raggiungono (e poco più avanti mi supereranno...) per fare il mio stesso itinerario.
Tolgo le ciaspole sistemandole sullo zaino con i bastoncini e metto su ramponi e casco. Piccozza pronta ad affrontare la salita. La neve mi sostiene anche se ho solo i ramponi, fa ancora freddino e il sole è appena arrivato a toccare il colle Jouglard. Arrivo alla base del canalino SW ed inizio la risalita, con molta calma e attenzione. Impiego circa 1 ora e mezzo, arrivo al colletto tra la cima sud e l'antecima alle 12:00 circa. Un attimo di pausa, 2 foto e riprendo la discesa per lo stesso itinerario. Ridisceso alla base del canale nuovo cambio attrezzatura: ramponi e piccozza tornano sullo zaino (hanno fatto il loro dovere fin qui) e riparto con le ciaspole. Ritorno per il percorso di andata, trovando con sorpresa che alcuni tratti della parte bassa sono ora liberi dalla neve, che sembra sciogliersi a vista d'occhio.
Ultime note: la salita finale è abbastanza impegnativa, da affrontare con ramponi/piccozza/casco e preparazione fisica adeguata. Non sottovalutare.
Bellissima giornata, con sole per tutta la mattina ma senza caldo eccessivo: fino al colle Jouglard il percorso è prevalentemente in ombra ed anche il canale SW è in ombra al mattino.
Un grazie ai due scialpinisti che mi hanno fatto compagnia nell'ultimo tratto: in pratica hanno tracciato il sentiero, superandomi nel canalino dopo pochi metri di salita


[visualizza gita completa]
:: visto valanghe a pera esistenti
:: umida
:: umida
:: 1800
Partiti da Pra Catinat con tempo sereno e un pittoresco mare di nuvole. Calzato le racchette nel bosco oltre la sterrata del Rif. Selleries, su neve buona sino al conoide. Risalito il canale quasi interamente ricoperto dai resti di una grossa slavina, dove in certi punti si sfondava sino alla coscia. Tratto di cresta di misto in alcuni punti un po’ delicato e bel panorama dalla Punta Sud. Discesi al colletto tra le due cime dell’Orsiera su tratti e passaggi piuttosto delicati per via della neve abbondante e inconsistente e poi giù dal canale Ovest sul lato sinistro non svalangato. Bellissimo il contrasto dei colori autunnali con la neve. Visto molti mufloni

[visualizza gita completa con 6 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: PD :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 1690
quota vetta (m): 2878
dislivello complessivo (m): 1190

Ultime gite di alpinismo

11/12/18 - Marguareis (Punta) Rose - Enrico sasso
09/12/18 - Pizzocolo (Monte) Cresta SE - irui70
Visto che il grande buferone ancora in atto sulle creste delle Alpi non molla, punto con i soci ancora nella zona Lago di Garda. Ritorno volentieri dopo 10 anni al M.Pizzocolo questa volta salendo dal [...]
09/12/18 - Zuccone dei Campelli Canalone dei Camosci - Samu83
Canale tracciato e quindi facile progressione. Cresta abbastanza spelacchiata e catene completamente libere. Dopo lo Zuccone proseguito in cresta fino al Pesciola, catene x scendere la paretina scoper [...]
09/12/18 - San Pietro ai Monti (Abbazia) Via dei Daini e anello per il Monte Ravinet - flavytiny
Meteo bello temperatura gradevole caldo .Condivido la descrizione di lo 65 .Visto le condizioni neve e meteo di forte vento in montagna x non fare troppa lotta con l'alpe .Fatto questo simpatico giro [...]
09/12/18 - San Pietro ai Monti (Abbazia) Via dei Daini e anello per il Monte Ravinet - lo65
Ritorno alla sempre bella via dei Daini e trovata la traccia più pulita;un plauso a chi ha riposizionato gli ometti;laddove in certi brevi tratti mancano,la colpa è del terreno scosceso e del passag [...]
08/12/18 - Caramia (Denti della) da Vasario - giuliof
L'ostinazione e la voglia di ambienti selvatici mi porta almeno una volta all'anno a cercarmi qualche rogna su questi dimenticati rilievi dove scopro che un gruppo di scalatori negli anni '80 abbozzar [...]
08/12/18 - Mongioie (Monte) Parete NE - Canale dx, Comino-Garelli - Mi.To.
Avvicinamento senza neve fino a pian dell'olio, vento fortissimo al bocchino dell'aiseo, neve dura fino all attacco.in parete condizioni strepitose, neve dura e ghiaccio colato a tratti, la grossa cor [...]