Tafeltinden da Koppangen

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
attrezzatura :: scialpinistica
ha già detto tutto eugenio.. la migliore per qualità della neve di questa settimana alle lyngen..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti ore 7.40 dall'auto a Koppangen, seguito l'itinerario classico.
Abbiamo approcciato la gola sul versante sinistro (faccia a monte), visto che le valanghe e le cornici più grandi erano cadute nei giorni passati. Con questa soluzione si prende quota velocemente e in modo molto diretto, ma costringe ad attraversare molti residui di vecchie scariche e muoversi non sempre è agevole: mi sento di consigliare il lato opposto, meno diretto ma più sicuro e comodo.
La quantità di neve staccatasi dai pendii superiori sul lato destro idrografico della valle (a sinistra salendo) è davvero enorme, intraprendere l'itinerario solo con neve assestata e pendii bonificati.
Superata la gorgia, si ha accesso ai dossi glaciali: crepacci completamente chiusi ,nelle zone interessate dalla traccia di salita e neve portante (difficile orientarsi in caso di scarsa visibilità, sono davvero molto ampi, dimensioni alpine!)
Pendio finale in neve molto dura, praticamente indispensabili i rampant.
Si arriva senza difficoltà in vetta con gli sci.
Panorama unico dalla cima, una gita che non si può non fare se si viene a sciare alla Lyngen!
La discesa sul primo ripido pendio è agevole, sul ghiacciaio è un po' rovinata dai solchi di ruscellamento della pioggia caduta i giorni scorsi. La neve comunque permette di divertirsi fino al rientro nella gorgia, da qui in giù, già nel primissimo pomeriggio, la neve diviene inconsistente e si cerca di divallare tra vari togli e metti causa pietraie affioranti.
Abbiamo scelto di scendere sul lato opposto rispetto alle valanghe attraversate in salita.
Si arriva per lingue all'auto, in pratica si arriva ancora con gli sci in riva al mare...impagabile!
In seguito, Arctic Beer al Magic Mountain Lodge di Lyngseidet: consigliato per l'acquisto di guide o cartine della zona.


con Aline, Davide e Tex


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Koppangen
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo saliti dal ghiacciaio Strupbreen, che si percorre senza problemi, poi scesi sul versante sud-est (pendio iniziale a 35-40°) fino in fondo alla valle di Russedalen. Giro ad anello davvero magnifico, solo l'ultima parte della Russedalen occorre spingere un po' e risalire una collina (50-80 m) per tornare a Koppangen.

viaggio alle Lyngen con [email protected]
relazione tecnica su web %20LYNGEN%202017.pdf



[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 500
attrezzatura :: scialpinistica
Ultima di 8 gite a Lyngen. Spettacolare firn da cima a fondo con discesa sulla parete sud-est, in condizioni perfette.Un finale stratosferico e discesa fino in spiaggia.
A Lyngen sembrava di essere in Spagna...16 gradi di giorno e 7 giorni di sole su 8!!!!! Niente polvere (tranne il primo giorno a metà strada tra tromso e Lyngen...1200 mt. Di farina) ma neve trasformata.
Commovente partire alle 4 di mattina con gli sci ai piedi e il sole sul mare. Commovente arrivare in punta nella pace. Io piansi 3 anni fa in cima, ma ero il solo, questa volta sono sicuro che almeno altre due persone che erano con me hanno provato le stesse sensazioni. Grazie a Fabio, Corrado, Lorena, Alessandra, Luigi, Eugenio, Franco e Manuela, bellissimi compagni di viaggio.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Seconda gita in Norvegia.
Siamo partiti dal suggestivo paesino di Koppangen, particolare per la sua graziosa spiaggetta e le casette di legno rosse. Oggi è una giornata limpida e serena, siamo fortunati perchè trovare condizioni meteo cosi perfette non è facile. Questa gita è consigliato intraprenderla solo con condizioni ottime di visibilità in quanto gli ambienti sono molto vasti ed è facile perdersi. Gli spostamenti sono lunghi e richiedono tempo, noi battendo traccia ci abbiamo impiegato 5.30 ore andata e ritorno.
Il Tafeltinden è una delle vette più alte di questa zona, Consigliabile quindi!
La gola Koppangsdalen (nella parte bassa) va attraversata con neve sicura a causa di ripidi pendii laterali. Molto interessante è attraversare il ghiacciaio Koppangsbreen davvero lungo e vasto caratterizzato da due ripiani. Le distanze qui danno un senso di libertà e di viaggio, il panorama ti toglie il fiato e qui si respira un assoluta sensazione di solitudine, silenzio e immensità.
Bello il pendio finale a 35 gradi poi velocemente si raggiunge la vetta dalla quale il panorama è unico.
Questa è sicuramente la gita che più ci ha soddisfatti soprattutto per l'ambiente glaciale molto affascinante.
Non abbiamo utilizzato ne picozza ne ramponi. Tutto sci ai piedi.

Solo noi in completa solitudine.
Marco e Chiara


[visualizza gita completa con 10 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BSA :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota vetta/quota massima (m): 1395
dislivello totale (m): 1430

Ultime gite di sci alpinismo

11/08/19 - Rossa (Cimetta) da Chardonney - dutur
simpatica passeggiata domenicale cercando un angolo in cui non piovesse. Saliti a cimetta rossa seguendo la mulattiera reale e le strade di servizio delle piste. Discesa al rifugio e rientro per il [...]
06/07/19 - Fletschhorn versante NO per il Grubengletscher - pmarvi
NOTA SULLA VIABILITA: Attualmente la strada è percorribile a pagamento (10 CHF solo in moneta al parchimetro del parcheggio di fronte all'inizio della strada) fino a 2300 m dove la sbarra (quella che [...]
06/07/19 - Coronet Peak versante sud - Matteo Bosco
Sgambata mattutina motivata dalla spolverata di neve caduta in nottata. In realtà le piste sono ancora in condizioni di inizio stagione, con lastre di ghiaccio e diverse pietre. Bello il panorama dalla cima.
06/07/19 - Naso (Punta del) dal Passo dello Stelvio - joevaltellina
Sci ai piedi dal passo dello Stelvio: cielo azzurro, temperature estive, niente vento. Saliti prima sulla Punta del Naso, poi a piedi, per mancanza di neve, sul Monte Scorluzzo.
06/07/19 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - p_dusio
Ottimo rigelo neve molto dura. Traverso molto duro coltelli necessari Trincea scavata sul traverso , per l’arrivo in vetta di una ultra maratona di corsa di 110 km di sviluppo ! Discesa su piste praticamente perfette fino alla macchina
01/07/19 - Marmolada, Punta Rocca dal Lgo di Fedaia per il Rifugio Pian dei Fiacconi - bomber
Incredibile sci alpinistica ad inizio luglio in Marmolada!! Ovviamente in pantaloncini corti. Salito dai Fiacconi a Rocca su neve sempre bagnata ma mai sfondosa (17gradi al Fedaia alle 8 di mattina). [...]
01/07/19 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - bagee
Rigelo ovviamente assente ma neve portante ormai ben assestata anche se molle; toccato prima la vicina Pointe e poi all'Aiguille lasciando gli sci a 30 m. dalla cima; discesa iniziale piuttosto sfondo [...]