Lausetto (Cima del) dal Ponte della Vagliotta

E' una gita appagante ,facile ,ma lunga e faticosa sia per il notevole dislivello(1570m) ,che per lo sviluppo che si avvicina ai 20 km.Oggi la giornata era splendida ,con brezza in cima.C'è ancora qualche nevaio residuo nel tratto prima del colletto ,evitabile a fianco del sentiero che è pulito.Un solo escursionista oltre a noi nel Vallone della Vagliotta diretto al Rif.Barbero.
Il gruppo del giovedì è aumentato a 3,con l'aggiunta di Beppe .L'estate oggi si è fatto sentire ,sopratutto al ritorno ,ma una buona birra ci ha rigenerati.Buone gite e Buon estate a tutti gulliveriani

L'Asta Sottana appare
Ultimi nevai resisdui al passo Barra della Vagliotta
Vallone della Rovina
sulla lunga cresta finale
dalla cima ,vista su Valdieri

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: Strada libera e pulita
La mulattiera prima di arrivare al Gias Vagliotta è stata aggiustata di recente, oltre il gias si sale sempre molto bene, sentiero sempre riconoscibile e con giusta pendenza fino a perdersi e impennarsi prima del passo, un sentiero così bene tracciato con regolare pendenza già dall'inizio non credo sia stato trascurato dai suoi costruttori negli ultimi duecento metri da farlo così impennare prima del passo dove attualmente è indicato dagli ometti; infatti quella da me calpestata è solo una traccia e sbuca distante rispetto al passo (il cartello indicativo è più lontano) probabilmente il sentiero in passato saliva più dolcemente alla sx del valico. Successivamente al Lausetto, e salendo alla Vagliotta ho notato un tratto di sentiero in quella direzione che punta al cartello indicativo.
Era parecchio tempo che volevo visitare questo vallone, pensavo di trovarlo più bello e interessante, ad essere sincero un poco deluso sono rimasto, ma penso solo per il fatto di averlo immaginato diverso, dal passo alla cima invece mi è piaciuto il tratto di cresta, come è bella la panoramica dalla stessa; mentre trovo il versante che sale al punto Nodale bello aspro e selvaggio.


[visualizza gita completa con 7 foto]
note su accesso stradale :: O.k.fino al ponte della Vagliotta
Escursione non tecnicamente difficile ma impegnativa per dislivello superato e lunghezza del percorso(al mio contapassi 21.3 Km;si è impiegato circa 4 ore e mezza in salita e 3 ore e mezza in discesa lungo la stessa via).
Il percorso è chiaramente delineato fino al Gias sottano;poi la traccia si fa in alcuni settori più confusa;ma non ci si può sbagliare(almeno nelle giornate limpide)tenendo di vista in alto il colletto erboso del Passo Barra della Vagliotta
Il Vallone della Vagliotta è un poco isolato ma assai suggestivo.
Bella la parte iniziale nella faggeta e poco più in alto lungo il corso impetuoso del torrente;verso la vetta il percorso si sviluppa su pietraia e pendii erbosi; la sommità offre un panorama notevole a 360 gradi sulle montagne circostanti.
Ringrazio e saluto Luciano,Paola e Roberto che oggi mi hanno accompagnato.



[visualizza gita completa con 1 foto]
Avevo voglia di compagnia e di colori autunnali. Il solitario e appartato Vallone della Vagliotta resta sempre molto bello. Solo noi in tutta la zona. Nulla da segnalare. Cima molto panoramica; meteo bello. Con tre ragassi, una ragassa e un'aquila.

[visualizza gita completa]
Salito dal Ponte della Vagliotta di corsa fino al Passo della Vagliotta, poi camminata in cresta fino alla Cima del Lausetto.
Sentiero perfettamente tracciato ed individuabile fino ai piedi dell'ultima rampa che porta al Passo: da qui, non trovando più le tracce di sentiero sono salito tra ciuffi erbosi e ghiaia scollinando a un centinaio di metri dal cartello indicante il Passo. Facile la traversata fino alla Cima dove manca purtroppo un libro di vetta.
Nel complesso itinerario abbastanza lungo da raggiungere, ma senza alcuna difficoltà tecnica.
Diversa gente incontrata ma soltanto prima prima del Gias sottano della Vagliotta (tra l'altro bellissimo): tutti probabilmente diretti al Bivacco Barbero.
Tempo di salita dal Ponte della Vagliotta al Passo Barra della Vagliotta: 1h18''
Tempo di salita

[visualizza gita completa]
Hai capito che cima?!?! se ne sta li, quatta quatta, poco conosciuta e poco frequentata, ed invece ti regala un panorama di prim'ordine: da una parte la bassa che sembra infinita, dall'altra tutte le vette big della zona, dall'Argentera al Matto, come in un abbraccio!! Mi ha conquistato davvero, sarà anche perchè la gita è lunga e te la devi guadagnare sul serio! Sentiero completamente libero, solo qualche nevaio prima del passo ma niente di rilevante. Un saluto ad Alessia ed Elisa, alla prossima!

[visualizza gita completa]
Gita lunga ma appagante.Nevai residui nella conca sotto il Passo Barra della Vagliotta,comunque aggirabili.Cielo limpido fino a tarda mattinata ,poi nebbie persistenti dai 2100 in su.
Partiti alle 7 dal Ponte della Vagliotta.Una giornata che prometteva bene con cielo limpido,ma giunti al passo sono cominciate a salire le nebbie dal Vallone di Entraque,che prima andavano e venivano,lasciandoci vedere alcuni bei scorci delle cime circostanti,ma poi col passare del tempo si sono assestate chiudendo il sipario.Comunque ,una bella cima,che merita la fatica,questa ancora mi mancava.A parte i pastori al Gias e un'escursionista solitario incontrato mentre stavamo scendendo,non abbiamo visto altri,in compenso c'erano parecchi camosci.Belle le cascate del Rio della Vagliotta che si vedono prima del gias.Un saluto ai due amici e soci di gita.


[visualizza gita completa con 6 foto]
niente neve. un passo esposto di disarrampicata di 2/3 m seguendo fedelissimanente la cresta (che da molto lontano sembra solo erbosa). roccia asciutta.
la prevista velatura del cielo si è repentinamente manifestata a metà mattinata in una spessa coperta nuvolosa che ha segato tutte le cime superiori ai 2800m, così per esempio lambendo la Ciamberline e celando le vette delle Aste, particolare ravvicinato cui ero molto interessato. La coperta ha così creato, in un clima mite, un ambiente liquido e ovattato, sospeso nel tempo e nello spazio, senza un alito di vento, i cui unici rumori sono stati lo scrosciare delle acque ed il calpestio dei quadrupedi; un'atmosfera ineffabile dove tutto, roccia fauna e flora, stava in placida attesa della prima vera neve, infischiandosene delle miserie umane; del resto avrebbe potuto ben essere il 28 ottobre 1737 o il 15 settembre 814, nulla sarebbe cambiato.
Comodo, efficiente e agevole sentiero (unico tratto faticoso quello poco prima del colle 2458m) percorso nel tempo, per me acclamato lento pede, fantasmagorico di 3h45m. Del resto, tardo pede in magiam versus...
In un breve arco temporale, completato un bel trittico di quote 2670/2680m nonché un bel trittico di primarie cime secondarie del cuneese.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: nessuna nota
Bella gita in solitaria,tranquilla ma partendo da S.Anna di notevole dislivello sui 1700 metri.Giornata caldissima fortunatamente in vetta ventilata,anche se c'erano un casino di mosconi noiosissimi.Incontrato un ragazzo di alba che saliva su anche lui ed una trentina di camosci.l'unica cosa da segnalare è che al bivio per il bivacco costi falchero bisogna tenersi tutto a sx c'è un sentiero che sale su ma svia un po,tutto a sx c'e un ometto.Buone gite a tutti.

[visualizza gita completa con 6 foto]
Escursione "Montagna Insieme" Cai Bra, giornata con tempo meteo ottimo,ottima la compagnia e le torte cucinate e offerte, con: Tata (direttore di gita),Luca (new entry),Enrico,Tato,Carlo,Delia,Valter,Anna Maria,Giacomo,Annalucia,Chiara,Giorgio,Vittorino,Massimo,Riccardo,Michele. Inserito Traccia Gps

[visualizza gita completa con 4 foto]
Gita lunga ma non troppo faticosa.
Il sentiero al gias Vagliotta inferiore passa accanto al gias, non prendere la deviazione di sinistra.
Dal passo seguire la cresta e non andare sotto il filo per non faticare sugli sfasciumi.
Il panorama è splendido.
Ancora con Marco, 6 ore e 30 insieme tra salita e discesa.



[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: ponte della Vagliotta
mai salito prima, anzi mai entrato in questa bella valle. Salita divertente per le chiacchere con escursionista di Cuneo fino al gias soprano poi ho preferito salire in diretta evitando di mettere i ramponi (era bello ghiacciato) mentre il sig.di Cuneo si è ramponato ed è salito prima al colle della Barra poi mi ha raggiunto in cima, con tanta neve ma un panorama bellissimo. dopo mezzoretta ci ha raggiunto altro escursionista (saluti) e pranzo in compagnia: scesi insieme fino all'auto

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: normale
Come sempre per non passare troppo tempo in macchina (essendo da solo) ho scelto un itinerario nelle vicinanze di Cuneo . Seguendo lo spunto di Giampiero56 (non gli orari ed i tempi purtroppo decisamente fuori dalla mia portata) ho deciso di ritornare sul Lausetto vista la bella giornata che speravo "panoramicissima" . Ed infatti spettacolo dalla cima con vista che spaziava in ogni dove , dalla pianura , alla montagna sino ai 4.000 valdostani . Per quanto riguarda la salita si incontra neve abbastanza continua da quota 2.100 fino al passo della Barra (nel tratto più ripido ramponi abbastanza utili per la salita e la discesa in sicurezza) . Cresta praticamente pulita . Un saluto ai due simpatici escursionisti incontrati in cima con cui ho condiviso il pranzo e la discesa . Un saluto a tutti e ... buone gite come sempre .

[visualizza gita completa]
Partito presto dal Ponte della Vagliotta (5.45) e arrivato al Gias Vagliotta Inferiore, per far prima ho seguito la dorsale Ovest per ripidi prati, pietraie e salti rocciosi; nella parte alta, verso quota 2300 ho trovato la neve, a quell’ora servivano i ramponi o racchette dotate di coltelli. La croce della vetta è ancora semisepolta dalla neve che, sospinta dal vento, ha formato una cresta spettacolare.
Nella discesa ho preferito seguire la neve fin dove potevo scendendo quindi direttamente nel Vallone, la neve termina a quota 1980 circa, poco prima (per chi scende) dei ruderi del Gias Vagliotta Superiore, poi ho seguito il comodo sentiero. Purtroppo c’era foschia e nuvole, quindi non ho potuto godere del bellissimo panorama che questa cima offre…. Avvistato diversi camosci ed una vipera (poco sotto il Gias Inf. Vagliotta); molte persone salivano al Rifugio Barbero quando scendevo. Giunto alla macchina alle 12.30.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Per fuggire al vento che oggi era previsto soffiare sulle valli occidentali rieccoci in Val Gesso.
Giornata freschina, sentiero in parte ghiacciato, in parte ricoperto da neve durissima. Vento forte, ma sopportabile, oltre il passo della Vagliotta.
La cima è veramente un ottimo punto panoramico su Matto, gruppo delle Aste e Gelas.
Oggi in compagnia di Omar. Solo noi in giro.

[visualizza gita completa con 7 foto]
CON LA SOLITA COMPAGNIA DI MIO PADRE , PARTITI ALLA MATTINA CON NUVOLE GRIGIE CHE NON ISPIRAVANO PARTICOLARMENTE (MA TANTO CHE ERAVAMO GIA' SVEGLI ...). MAN MANO CHE SALIVAMO LE NUVOLE E LE NEBBIE SE NE ANDAVANO FINO A REGALARCI UNA GIORNATA CALDA E SOLEGGIATA CON UN PANORAMA VERAMENTE ECCEZIONALE . SALITA IMPEGNATIVA UNICAMENTE PER IL DISLIVELLO (UN PAIO DI NEVAI DA ATTRAVERSARE NELLA PARTE ALTA CHE NON CREANO PROBLEMI) . VALLONE MOLTO BELLO , SELVAGGIO E TRANQUILLO IN QUANTO NON CREDO SALGA MOLTISSIMA GENTE (IL PASTORE AL GIAS CI HA DETTO CHE ERAVAMO I PRIMI QUEST'ANNO A COMPERARE DEL FORMAGGIO). COME GIA' DETTO FORTUNATAMENTE IL TEMPO CI HA CONCESSO UN PANORAMA VERAMENTE DA FAVOLA CHE SPAZIAVA DALLA PIANURA FINO A QUASI TUTTE LE MARITTIME . UN SALUTO A TUTTI E ... BUONE GITE .

[visualizza gita completa]
bella cima,gran panorama (primo piano gruppo aste-oriol),giornata più unica che rara. giro piuttosto lungo. con orny partiti all'alba e scesi al tramonto...attesi dai forestali che aspettavano di trovare due bracconieri invece di due braccati...

[visualizza gita completa]
Previsioni meteo ciccate, tempo incerto che mi ha fatto abbandonare il progetto iniziale ma poi in miglioramento (a saperlo...). Ripiegato con questa facile ma lunga escursionistica. Panorama molto bello se non fosse stato nuvolo, specialmente verso il Monviso.


[visualizza gita completa]
salita in due giorni con pernottamento al rifugio Barbero (chiuso; passare alla sezione CAI di Cuneo per le chiavi). Bella gita ma molto caldo sul percorso, preferibile da farsi in autunno.
Il rifugio non è quasi mai aperto, dovendosi recuperare le chiavi al CAI. Diventa allora davvero un bel posto dove passare la notte con la famiglia. Il giorno dopo tutti in vetta! (non male per il figlio piccolo di 8 anni che si è sciroppato 1100 m di dislivello in salita).


[visualizza gita completa]
Partito in una bella giornata autunnale ( molto caldo) x questa lunghissima camminata ; bella la vista dal Passo Barra della Vagliotta e soprattutto bellissima la parete dell'Asta Sottana.
Davvero molto luno il percorso x questa stagione .


[visualizza gita completa]
posto molto bello e panorama dalla cima notevole con ottima vista su Argentera,Matto e Gelas!

[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 18/10/09 - riku73
  • 02/08/09 - climbyke
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: E :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Ovest
    quota partenza (m): 1115
    quota vetta/quota massima (m): 2687
    dislivello salita totale (m): 1572

    Ultime gite di escursionismo

    26/02/20 - Lera (Monte) da Givoletto per il Monte Castello e Madonna della Neve, possibile anello - madox
    Vento impetuoso e aria fredda. Superbi panorami sulla pianura e su Torino. Pista forestale lunga e poco varia, molto allenante la ripida salita a Madonna della Neve. Sempre ottima traccia a parte ne [...]
    26/02/20 - Grigna Settentrionale o Grignone da Colle di Balisio, anello per la Bocchetta del Nevaio - robyberg
    Salita al Grignone quasi solitaria, effetto virus, solo 7 persone salite in cima. Neve da poco sotto i Comolli, da qui ramponi indispensabili, neve dura senza remollo. Sole poi velature, nuvole e poi [...]
    26/02/20 - Martin (Punta) e Monte Penello da Acquasanta, anello - anna1092
    Partita con il sole e arrivata in vetta con nubi nere, tuoni e granelli di neve e tanto vento, Punta Martin non delude mai! Completato il giro ad anello.
    25/02/20 - Paglie (Bric), da Graglia per il Col S. Carlo e traversata a Borgofranco - brunello 56
    Giornata peggiore non potevo scegliere. Le previste ed attese schiarite non ci sono state, tutta la gita all’insegna della scarsa (o nulla) visibilità. Di inquadramento neanche a parlarne, si saliv [...]
    24/02/20 - Lunelle (Punta e colle) da Traves, anello - laura59
    Caldo intenso.Sentieri puliti e ben segnati.Arietta fresca solo in vetta.
    24/02/20 - Sapei (Monte) da Comba, anello per il Colle Arponetto e Rocca Sella - mario-mont
    Sentieri ormai completamente sgombri da neve. Tutto il percorso ribollinato di recente, a parte il tratto Arponetto-Sapei, senza segnaletica.
    23/02/20 - Pian Spigo (Punta) da Vonzo - andrea.paiola
    Saliti più o meno fino alla cresta, c'è ancora un sacco di neve nelle zone in piano e il caldo l'ha resa liquida, quindi si sprofondava fino all'inguine dopo le 11... un calvario tornare al Santuari [...]