Stella (Corno) Come animali nella bolla dei temporali

Gran via, complimenti alla squadra italo-tedesca che ha prima intuito la linea e poi l'ha realizzata! Non lasciarsi scoraggiare dalla partenza (lungo tratto da proteggere) del secondo tiro, di seguito la chiodatura si umanizza. Non avendo lasciato nulla alla base, siamo andati a bere una birra al Bozano (grazie Marco!). In via abbiamo utilizzato una serie di fiends bd, dal micro al rosso e una mazzetta di nuts.
Il tiro di 7c ha una sezione abbastanza ostica da proteggere in uscita. Attenzione all'attrito delle corde.
L'ultimo tiro (7b+?) è molto intenso, ma è possibile uscire poco prima dell'ultima sosta verso dx. Questa, in realtà, è posta nemmeno un metro al di sotto del plareau, all'altezza della calate della Campia. Quindi un passo e si è a sud ovest.
Con Andrea a cui sono toccati i tiri difficili in giornata da casa!

[visualizza gita completa]
Via ben chiodata dove serve, con possibilità di integrare se necessario con qualche micro e C4 fino allo 0.75. Ogni tanto qualche runout ma sempre su difficoltà gestibili. I tiri duri sono a nostro avviso belli severi ed intensi. Anche gli altri tiri sono davvero molto belli, la parte mediana è un susseguirsi di belle placche tipiche del Corno Stella...
In giornata da Terme, con Luke.


[visualizza gita completa]
Il Corno Stella è una montagna che impressiona ogni volta che la si vede, da nord questa sensazione si amplifica. Sarà perchè è il lato più selvaggio, sarà la vicinanza con il Lourousa o i racconti delle sue mitiche vie. Noi eravamo in tre, tre incuriositi dal mito di questa parete per noi nuova. Incoraggiati da questo inverno poco rigido abbiamo deciso di viverci la nostra piccola avventura su questa parete che sognavamo da tempo. L'ambiente e la parete ci hanno regalato momenti fantastici!
La via, per essere a nord, presenta nel complesso roccia buona. Alcuni tiri come il 7°, 8° e 10° sono davvero belli! Su altri bisogna fare un po' attenzione a cosa si tira ma nulla di che.
La spittatura è obbligatoria ma non così severa fino all'uscita di L11 dove dopo una fila di spit ci si trova sopra una bombatura senza la possibilità di proteggere ( o almeno noi non ne abbiamo trovato modo), un paio di fessurine c'erano ma erano composte da vari "dadini di roccia mobili" che non davano molta fiducia, soprattutto dopo che me ne son rimasti diversi pezzi in mano o rotti sotto le scarpette.
A questo punto, a pochi metri dalla sosta di L11, abbiamo optato per la discesa non fidandoci di fare un run out di almeno 7-8 metri prima di poter piazzare qualcosa di decente.
Peccato perchè fino a li, come scritto sopra, la chiodatura è impegnativa ma non pericolosa.
Beh, tolto il fatto di non essere riusciti ad uscirne, questa via ci ha regalato una bellissima avventura in questo inverno un po' pazzo!
Ci torneremo in estate dove forse le temperature più miti ci aiuteranno a scalare un po' meglio.
Un ringraziamento alle sherpa Anna e Martha che ci hanno portato i viveri al bivacco 1000 stelle!
Con gli amici Steu e Gio!


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: 7c :: 6c obbl ::
esposizione arrampicata: Nord-Est
quota base arrampicata (m): 2500
sviluppo arrampicata (m): 450

Ultime gite di arrampicata

23/02/20 - Marzoline (Zucco delle) Minima Immoralia - kakuna
Via molto bella su scisto compatto. Attenzione a qualche scaglia che suona a vuoto e al muschio presente in alcuni tratti. Abbiamo concatenato L1-L2 e L6-L7. L1-L2 allungando bene le protezioni n [...]
23/02/20 - Sufreid (Rocca) Via Daniela - giuliof
Ci sono alcuni parcheggi sopra la chiesa, risalire ancora un paio di tornanti. Avvicinamento comodo finché non si abbandona l'alta via 1 poi salita impervia nel bosco, un mix tra Denti della Caramia [...]
23/02/20 - Musinè (Monte) Versante Sud - Via degli Speroni - garaca
Dopo qualche annetto torno volentieri a percorrere questa via. Spittata di recente, ottimo lavoro. Anche se molto discontinua, seguendo integralmente la nuova chiodatura, si trovano 4/5 "torrioncini" non male.
23/02/20 - Coudrey (Monte) Bloody Mary - stegio
In effetti, non sapremmo se di qualche utilità, la recensione di un itinerario ex novo per quello che può essere considerata una "variante di destra" a Bloody Mary. Dopo i primi due tiri di questa, [...]
23/02/20 - Lities (Rocca di) Cresta delle Torri- Yawoa - subdir
Innanzitutto i primi 4 tiri di tuba di f costituiscono un buon riscaldamento - non difficili ma non banali - e L4 proprio bella, muro verticale ben appigliato. Roccia disturbata in alcuni punti dai li [...]
23/02/20 - Perti (Rocca di) Simonetta - test95
Che dire...questa cosa dell'arrampicata mi sta sfuggendo di mano...bella via molto semplice che presenta qualche passaggio più duro (per me che sono un principiante). Peccato la discontinuità dei tr [...]
23/02/20 - Ciapel (Rocca) Via del Diedro - davide bonansea
Prima ascesa con Mauri su questa via, la spittatura è ottima e le soste sono comode e sicure di recente la terza è stata sostituita con nuovi ancoraggi , le altre presentavano nuovi cordini sostituiti ai precedenti