Alp (Punta de l’) Canale NE

Condizioni strepitose del canale: quasi tutto in punta di ramponi; siamo usciti a sx dove vi era meno cornice. Avvicinamento non così drammatico, basti fare i tagli iniziali dei tornanti ed a quota 2150 puntare diritto nel comodo e dolce valloncello costeggiando il torrentello sulla sinistra. La valletta alla fine si incunea raddrizzandosi e porta diritti al tornante dal quale in poco si è all'attacco. Discesa dal solitario e godibile vallone di St Veran. Le ciaspole sono indispensabili in salita ma non le abbiamo usate in discesa. Oggi con una compagnia molto ricca (in ordine casuale): Paolo, Sabrina, Marco, Simona, Andrea, Luigi, Nabil...praticamente una gita sociale.
Salendo
Verso l'uscita
Into de sun
Quasi in cima
Guardando l'Agnel
Ultimi metri
Vallone di St Veran
Gruppone

[visualizza gita completa con 8 foto]
Che di mazzo si sarebbe trattato gia' lo si intuiva alla partenza, da subito sci ai piedi, a tagliare tutto cio' che si poteva per arrivare all'attacco e constatare dell'assoluta mancanza di rigelo. Sufficiente a farci trovare lungo quanto basta a sfondare come matti dall'ingresso fino all'uscita in cresta. Sovente accompagnati da languide scariche di pietrisco..giusto carezze..miste a gragniole minuscole di neve e pulviscolo assieme..giu' dalle pareti semicariche di quella neve arrivata inaspettatamente anzitempo e in gran quantita'. Questo giusto a ricordarci che in quell'imbuto rimanerci il meno possibile era la cosa piu' giusta e logica da fare. Purtroppo con condizioni anomale come oggi..un bel canale tra l'altro, ma pieno di un bel mezzo metro di neve..peccato molle all'inverosimile una fuga verso l'alto in tempi ragionevoli..pura utopia. Alla fatica cosi come a correre qualche rischio (cmq sempre calcolato) del resto ci siamo abituati..la cosa non e' che ci preoccupa piu' di tanto. A un splendido mattino inteso con cielo infinitamente azzurro per contrasto al pomeriggio spesse velature, a non irradiare i volti affaticati ben bene di quell'allegria che la montagna solitamente trasmette..se beninteso praticata anche in buona compagnia..
..di Marco..ragazzo in gamba e tenace.


[visualizza gita completa con 7 foto]
Lungo avvicinamento al colle dell agnello fino al tornante prima del rifugio, prima si risale il conoide su una valanga compatta poi inizia il canale con neve dura. Ambiente fantastico, canale con pendenza sui 40 gradi, molto bella parte finale con pendenza maggiore e piccola cornice. In punta vento forte e freddo siamo ridiscesi nel vallone opposto fino alla macchina, gita lunga come sviluppo, con marco moli e dani.

[visualizza gita completa]
Bello e divertente. Un tratto in ghiaccio. Ben tracciata

[visualizza gita completa]
Il vallone che porta al colle dell'Agnello è completamente senza neve, il sentiero e la strada sono puliti fino al tornante prima del rifugio. Il canale è molto magro nella parte bassa che prende sole, poi è più incassato e sinuoso ed ha neve a tratti portante, a tratti sfondosa. Ad un terzo del canale è presente un tratto di ghiaccio vivo di qualche metro (utili le due picche); poco prima dell'uscita c'è una seconda strettoia che si supera facilmente. Quando si esce dalla cornice ci si trova in un altro mondo: il versante sud è senza neve. Abbiamo proseguito per cresta fino in cima alla Punta dell'Alp e al Pic di Caramantran e siamo scesi dal colle di S. Veran per l'omonimo vallone.
Bella e calda giornata di sole (ho risalito il canale solo con una maglia) e bei panorami. Un ringraziamento a chi ha tracciato il canale nei giorni precedenti. Nella zona del colle dell'Agnello resta un po' di neve sul versante francese fino al Refuge de l'Agnel e su quello italiano un po' di neve e ghiaccio sull'ultimo tratto di strada.


[visualizza gita completa con 7 foto]
Partiti dal divieto posto 1Km dopo Chianale tagliando il più possibile la strada per il colle, su ripidi sentieri, raggiungendo la parte alta del vallone dell’agnello in corrispondenza dell’ultimo tornante , punto da dove ci si dirige verso la conoide.
Salendo eravamo un po’ dubbiosi su cosa avremmo, o non avremmo, trovato poiché il canale risulta essere molto incassato e, fin quando non gli si è davanti, non si vede.
La prima neve si pesta sulla conoide( crosta) ed il canale risulta tutto innevato anche se, in questo periodo di scarse precipitazioni, non è molto largo, la salita è risultata agevole su neve pressata con due tratti dove era presente ghiaccio e le due picche sono risultate molto comode.
Occorre prestare attenzione alle pietre che, frequentemente, vengono scaricate dalle pareti laterali, non roba grossa ma dolorosa se prende mani e/o braccia come successo oggi, un piccolo restringimento nell’ultimo terzo porta alla vicina uscita spesso con cornice, oggi non troppo pronunciata, da li in 5 minuti si è sulla cima.
Il panorama oggi, pur essendo molto completo sulle montagne del cuneese, era piuttosto desolante per la mancanza di neve e, purtroppo, anche oggi temperature elevate.
Discesa effettuata verso il Vallone di Saint Veran che, a parte la presenza di neve nella parte alta , è tutta fattibile su buon sentiero.
Visto gente nei pressi delle cascate, magre ma formate, di Pian Vasserot

Ottima compagnia e altrettanto ottima scelta di Marco che, pur in periodi di magra, riesce a tirar fuori delle gite di tutto rispetto , siamo anche riusciti ad arrivare all’auto con ancora un bel sole, sarà gita………..


[visualizza gita completa con 19 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 16/10/16 - marco.berra
  • 27/12/15 - orco
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: PD+ :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Varie
    quota partenza (m): 1809
    quota vetta (m): 3031
    dislivello complessivo (m): 1222

    Ultime gite di alpinismo

    08/03/20 - Pania della Croce Amoretti di Vestea, variante di sinistra - delchecc
    un po più impegnativa della Amoretti ma a mio parere più divertente
    08/03/20 - Succiso (Alpe di) Canale del Masso - davec77
    Sorprendentemente le condizioni sono ottime, grazie alle recenti nevicate con sbalzi termici e nonostante le alte temperature. Innevamento non abbondante ma neve buona, con piccoli saltini in ghiacci [...]
    08/03/20 - Giovo (Monte) Canale Destro - andrea lanfri
    Neve non molto portante sul lago, poi abbastanza sfondosa sui pendii iniziali e nella prima parte del canale che non era tracciato. Neve accettabile soprattutto nei tratti più ripidi, con molto ghiac [...]
    08/03/20 - Agnellino (Bric dell') Cresta Est o Costa dei Balzi Rossi - paoloeffe
    Cresta divertente, lunga e mai difficile, un po' discontinua nella parte iniziale, la roccia è discreta anche se qualcosa si stacca ovunque. Noi abbiamo fatto tutta la salita in conserva senza fare t [...]
    07/03/20 - Gran Miuls (Monte) Canalone NO - billcros
    a nord oggi giornata fredda e senza vento neve al top di gamma e di ottima qualità, come ci si mette allo scoperto alzandosi di quota le creste e le cime sono senza neve .a parte qualche placcone rim [...]
    07/03/20 - Gran Miuls (Monte) Canalone NO - schumy
    appena arrivati capiamo subito che sara' una bella sfacchinata perche' e tutta da battere.... saliamo a dx orografica del vallone del gran muels, per le grange jacques dove di solito si scende e non s [...]
    01/03/20 - Mongioie (Monte) Parete NE - Canale dx, Comino-Garelli - luc69
    Bella salita in ambiente invernale e severo (dovuto al meteo capriccioso), peccato però che arrivati al salto di roccia ci siamo infilati nel canale di DX accorgendosi dello sbaglio solo quando il c [...]