Manteau (Col) da Degioz, giro per il Lago Djouan e il Piano del Nivolet

tipo bici :: full-suspended
una bellissima cavalcata, in uno dei luoghi più panoramici sul Granpa! il portage, per il col Manteau e quello in discesa sul sentiero dell'Arolley, (diff. EC) sono ampiamente ripagati dal resto della gita. Oggi giornata splendida senza una nuvola dal mattino alla sera, dal Gran Combin al Carro; tutto asciutto anche ai piani del Nivolet e un sacco di animali; giro lungo e impegnativo, con Lelloz e Tizi.

[visualizza gita completa con 5 foto]
tipo bici :: full-suspended
Fatto il giro al contrario e credo sia la soluzione ottimale: così facendo si fanno 1200mt interamente di fantastico single track e poco portage.
Partito da Eau Rousse e salito su asfalto fino a Pont, proseguito lungo la strada per il Nivolet e a 2220 cominciato il portage fino al pianoro di quota 2580 (360mt.). A questo punto si pedala interamente fino al colle, tranne 2 brevi tratti troppo scassati per farli in sella, su di una splendida mulattiera.
La prima parte dal colle, 200mt ciirca, è molto tecnica ed impegnativa con difficoltà di S4-S5 e alcuni tratti NC in pietraia con grossi massi da superare, poi il sentiero diventa più largo e liscio (S1-S2). A Orvieille preso a destra sul bellissimo single-track che riporta esattamente sopra le auto (S3, poi S2).
1160mt dsl+ e 21km
Allego traccia Gps

[visualizza gita completa]
tipo bici :: front-suspended
Splendida gita, i tratti a piedi, dal lago Djouan al col Manteau, e dalla croce di Arolla fino a Pont, sono ampiamente ripagati dal resto del percorso. Bella la mulattiera reale che sale fino ad Orvieille, e splendido il sentiero che dal Col Manteau porta fino al Nivolet. Giro lungo e abbastanza impegnativo, ma con splendidi panorami sul Gran Paradiso.

[visualizza gita completa con 7 foto]
tipo bici :: front-suspended
In realtà ho percorso l'itinerario in senso contrario. Sono partito da Dégioz e poco prima di Pont ho deviato su quella che doveva essere la strada per il Nivolet, l'ho seguita fino al termine e poi ho seguito il segnavia 6 fino al pianoro all'intersezione con il sentiero 9 a circa 2580 m di quota. Da lì ho seguito il percorso descritto a ritroso salendo al Col Manteau, cima del Mont Chandilly e quindi discesa su Dégioz.
Si tratta di un percorso più breve (28 KM ca) con dislivello di ca 1300, con almeno 300 m di portage (max 600 a seconda della gamba) e discesa quasi tutta in sella (salvo la prima parte fino all'inizio dei pascoli a q. 2500 ca ovviamente secondo la bravura del biker esposizione permettendo).

[visualizza gita completa con 2 foto]
tipo bici :: front-suspended
Fino al djouan il sentiero è in ottimo stato, poi occorre rassegnarsi ad una mezz'oretta di portage.... vista l'ora tarda ci siamo fermati al col manteau.
Per il ritorno siamo scesi sulla via di salita fino al capanno di orvieille (tranne i primi gradoni accidentati è quasi tutto ciclabile), dopodichè abbiamo percorso un'interessante variante sulla destra che ci ha condotti con un sentiero molto divertente ad Eau Rousse, da qui su asfalto fino a Degioz.
bellissima gita, la discesa è veramente appagante. In compagnia di Jimmy, gran finale con grolla al pub brasserie "abro de la leunna"


[visualizza gita completa con 6 foto]
tipo bici :: front-suspended
Rispetto all'itinerario descritto ho percorso la salita fino a colle del Nivolet, rientrando poi a Ivrea su asfalto dalla valle dell'Orco (vedi traccia GPS inserita).
A mio parere il tratto più delicato è il traverso dalla casa di caccia di Orvieille al lago Djouan. Ovviamente faticosi i 200m di salita a piedi su pietraia al colle Manteau.

[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
splendido fino al lago,la salita per buona parte è ombreggiata e con ottimo fondo,acqua ad orvieille,dopo si trova qualche tratto (pochi) non ciclabile fino al lago,quindi bel traverso ciclabile poi bici in spalla fino al colle,la discesa dal colle è bella e su un buon fondo,la nota dolente è la discesa su Pont....ORRIBILE,peccato potrebbe essere un itinerario perfetto

[visualizza gita completa]
tipo bici :: front-suspended
Per esagerare siamo partiti da Aymavilles aggiungendo 1h. 30m. circa per raggiungere Degioz. Dopo un breve spuntino effettuato questo bellissimo itinerario da intraprendere se allenati e con tempo stabile.

[visualizza gita completa]
tipo bici :: front-suspended
5 ***** non bastano!
è un giro meraviglioso e in ottime condizioni (la stradina a tornanti che porta all'alpeggio Orvieille è stata sistemata a dovere e ha pendenze molto tranquille)
fino ai laghetti Djouan è veramente per tutti, dopo occorre portare la bici per parecchio.
Chi non ha dimestichezza con la montagna è ampiamenta ripagato già solo con l'arrivo ai laghetti e ritorno ma proseguire da una enorme soddisfazione.
Unico neo è la obbligatoria camminata bici al fianco scendendo dalla croce di arolley verso Pont (un downhiller con tanto pelo potrabbe anche osare..)
partiti con sole meraviglioso arrivati sotto la neve al Nivolet e con la pioggia a Degioz

[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
Quattro stelle tanto per contraddire il mitico Piericcardo.
La quarta per un giro finalmente riuscito ... al primo tentativo avevo rotto la catena ... al secondo immersione in un mare di nuvole e al terzo tentativo finalmente me la sono cavata con una ruota bucata .
Bellissima veramente la salita nel bosco fino al lago Djouan ... per chi non volesse seguire le orme del mitico Pier o schiumare al su seguito si può accorciare la gita ed avere come obiettivo il lago e i funghi dei genovesi ... da lì in su sono follie ... ( bici in spalle , discese ai limiti dell'equilibrio ... divertenti ed appaganti , ma panoramiche follie )
Per proseguire la giornata dev'essere limpida perchè è davvero difficile l'orientamento .
Comunque è un girone bellissimo che richiede otto o nove ore ... partire molto presto perchè arriverete comunque molto tardi .

[visualizza gita completa con 1 foto]
tipo bici :: full-suspended
Fatta con michele, il grande ispiratore.
Meteo stupendo, temperatura gradevole.
le stelle che mancano sono per la salita a piedi sulla pietraia dal lago djouan a quota 2799, con per giunta 4 dita di neve, bellissimo, ma a volte si rischia di perdere il sentiero(fatto e ritrovato); a piedi anche in discesa, sull'anello, dalla croce di Arolley a pont.
Pestato molta acqua, nella piana del nivolet, ma divertente, anche perché michele non sbagliava una pozzanghera per inzupparmi, bastardo!
SPETTACOLO A 370 GRADI, in fondo michele é stato brrrrravissimo.
La prossima volta si scende per la via di salita, che é molto meglio, ci sono solo 400m di salita, mezza a piedi, ma il resto pura goduria.
P.S. Colui al quale abbiamo fregato sia la gita che il titolo é "beppe di vda outdoor" che ringraziamo


[visualizza gita completa con 1 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: BC+ :: BC :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Est
quota partenza (m): 1540
quota vetta/quota massima (m): 2799
dislivello salita totale (m): 1900
lunghezza (km): 46
disl. da portare (m): 300

Ultime gite di mountain bike

19/11/18 - Pietraborga (Monte) da Piossasco - biggy
Saliti a san giorgio - colle prè - colletto damone , poi al Pietraborga per catapultarsi su Sangano col sentiero De Vitis. Bello e asciutto nei tratti tecnici.
18/11/18 - Prarotto (Cappella di) da Bruzolo, giro per Bigiardi, Maffiotto, Borgone - Rocciaclimb
Giornata decisamente fredda con cielo coperto per buona parte della gita, solo una spolverata di neve su in cima. Discesa per lo più asciutta e con pochissimo fango che abbiamo trovato solo nella pr [...]
18/11/18 - Mollar (Pilone) o della Costa anello da Casellette per Pista Tagliafuoco e Almese - giob
Giretto mattutino in questa zona per evitare il fango che c'è in giro. Strada abbastanza asciutta tranne in alcuni punti, tutto molto scorrevole, anche la parte verso la goja del Pis.
16/11/18 - San Giorgio (Monte) da Piossasco - Teddy
Sterrata asciutta salvo un paio di tratti ma niente fango. Sceso sempre dalla strada fino al bivio per S.Valeriano dove ho imboccato il sentiero per Tiri (indicazioni). Si scende bene, breve tratto s [...]
15/11/18 - Poignon (Mont) da Villeneuve, giro per Petit Poignon e Pont d'Ael - Rocciaclimb
Fatto il giro della volta precedente. Il sentiero che scende dal Castello di Villeneuve è molto rovinata dall'acqua ma con un po' di attenzione si fa ancora; tutto il sentiero fino praticamente a Po [...]
13/11/18 - Bornes (Col des) da Chambave, giro per il Col di San Pantaleone - Il Magna
Salito come da relazione, utilizzando l'infallibile traccia caricata da Rocciaclimb. Solo una piccola deviazione, con bici in spalla, sul sentiero numero 2 che sale alla becca d'Aver, fino ad intersec [...]
11/11/18 - Pietraia di Villadeati anello da Tonco Alfiano Stazione - sillylamb2
Un po' di fango spt nella seconda metà, ma senza grandi problemi.