Fourclaz (Mont de la) o Sommet des Rousses da l’Hospice per il Passage des Trois Moines

Nessun problema a parte il tratto di percorso obbligato in cresta sotto antecima che non è per nulla banale , vista la poca frequentazione trovato roccia friabile ricoperta da pietrisco, bisogna procedere con molta attenzione perché appena sotto c"e un bel salto nel vuoto! Io lo indicherei come itinerario alpinistico, usato parecchio le mani in quel tratto sopratutto per la poca fiducia degli apoggi per i piedi. Cima comunque molto panoramica. Qualche omino indica la via dal lago all'inizio cresta, in salita fatto giro largo sulla destra salendo del vallone, in discesa sceso dritto per canali innevati al lago.
Itinerario parte alta
Lac Sans Fond
Vetta
Pas des Trois Moines
Vetta
Salita sulla destra, discesa a sinistra

[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: In auto al Colle del P.S. Bernardo, fino all'Ospizio, in territorio francese.
Si seguono a ds. le indicazioni per il Lac Sans Fond fino al lago, dove il sentiero cessa. Il monte è ben visibile di fronte. Si costeggia brevemente il lago, salendo poi sulla ds. e quindi in diagonale verso sin. (ometti in alto) fino al Passage des Trois Moins (m. 2812). Di qui si segue la cresta SO del monte, restando un po' sotto il filo, per cengette e rocce friabili e con passaggi abbastanza esposti nella parte finale della salita (mani talvolta necessarie), fino a giungere sull'erbosa anticima (ometto), dopo qualche passo più delicato ed esposto. Di qui si scende facilmente dall'altro lato su roccia buona e si risale poi brevemente per arrivare sulla minuscola vetta, molto panoramica.
Dislivello di circa 850 m.
Bella escursione, specie se con neve fino al Passage (abbiamo usato i ramponi nella parte finale, molto ripida). Ancora bella e molto panoramica dopo, anche se la roccia non è buona e il percorso è spesso su sfasciumi instabili, un po' pericolosi. Comunque raccomandabile per il paesaggio e la solitudine (visti gipeti e stambecchi).


[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: Arrivare all'Hospice dove si parcheggia
Non pensavo sarei arrivato in vetta, per due motivi: primo perché la meta era il Passage des Trois Moines, sempre per la curiosità di guardare dall’altra parte, secondo perché il Mont de la Fourclaz, con la sua tozza mole rocciosa, mi aveva sempre dato l’idea di essere escursionisticamente inarrivabile. Invece è andata oltre le aspettative.
Salita come da itinerario, ma giornata da dimenticare per quanto riguarda il meteo in salita, con le nuvole scure e basse che hanno azzerato la visibilità. Arrivo in vetta nel grigiore totale, permanenza inferiore ai 30 secondi, poi larghe schiarite in discesa con al colle ampi panorami soleggiati: è la legge di Murphy.
Salita lineare dal lago al Passage, grazie anche ad alcuni ometti strategici che indirizzano al colle. Anche il percorso alla vetta è lineare, con tracce sul terreno (lasciate da umani o da animali, chissà ) che indicano bene la via. Nell’ultimo tratto proprio sotto la vetta, visto il tipo di terreno, ho lasciato Frank e zaino ad attendermi, con toccata-e-fuga in cima.
Gita di grande soddisfazione, anche il meteo negativo passa in secondo piano, le cinque stelle sono d’obbligo anche stavolta.

Grazie alla moglie per avere condiviso la giornata (meno male che c’è La Rosiere ….) e naturalmente a Frank per la compagnia, anche se oggi gli ultimi metri non facevano per lui..


[visualizza gita completa con 9 foto]

Caratteristica itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: Segni THT fino al lago, poi nessuno
difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 2153
quota vetta/quota massima (m): 2978
dislivello salita totale (m): 825

Ultime gite di escursionismo

15/03/20 - Tapuae O Uenuku dall' Hodder River per la Via Normale - panerochecco
Niente neve sul percorso, molto sfasciume e salita faticosa. Consiglio a turisti provenienti da lontano di dedicare 3 giorni al tutto e di portare due paia di scarponi oppure di salire ai rifugi con [...]
15/03/20 - Chestnut Park Loop Da Dairy Farm Nature Park a Mandai Rd per il Zhengua Nature Park e la Central Catchment Reserve - vicente
Itinerario di notevole sviluppo, da non sottovalutare a causa della calura e umidita' tropicale. Il lato positivo e' che la maggior parte dell'itinerario si svolge in una fitta giungla e quindi si e' [...]
10/03/20 - Sbaron (Punta) da Prato del Rio - bus
09/03/20 - Grammondo (Monte) da Olivetta San Michele, anello per Sospel, le Cuore e Col du Razet - roberto vallarino
Con una mattinata ben soleggiata, abbiamo seguito l'ottimo sentiero che costeggia la Bevera portandoci dal Pont de Cai e dopo il breve tratto di strada, a riprendere la mula fino al primo ponte. Attra [...]
09/03/20 - Peretti Griva (Rifugio) al Pian Frigerola da Saccona per la Punta Prarosso, la Rocca Turì e la Rocca Frigerola - parinott
Dalla Rocca Turì agli Alpeggi Frigerola utilissime le ghette. Dagli Alpeggi al Rifugio anche i ramponcini, Il traverso stamani si presentava con neve ghiacciata.
08/03/20 - Sungei Buloh Wetland Reserve Anello completo - vicente
Splendida giornata di relax in tempi difficili. Ci voleva proprio! La natura di questa riserva naturale e' meravigliosa. Ho ammirato numerosi uccelli migratori, oltre a diverse libellule rosse, un coc [...]
08/03/20 - Bernard (Monte) da La Cassa - bengia