Collerin (Monte) Cresta S-SO dal Passo Collerin

Salite dal versante francese.Navetta Vincendieres -Averole. Ore 7.45 la prima.Salite nei pressi del rifugio Averole e seguito sentiero per passo Collerin. Per cresta in vetta.Dalla navetta sono 1500 dislivello.
Quando si arriva alla morena non seguire segni ma attraversare il torrente più in alto.Molto più comodo.Per arrivare alla cresta non andare al passo ma tenersi nei resti del ghiacciaio.Arrivare al passo non è proprio E. Due sono tornati indietro.Il terreno è di alta montagna.Utili i ramponi.Chi fa il tour non sottovaluti la lunghezza.Panorama grandioso.Ripreso navetta con tutta calma alla 17.


[visualizza gita completa]
Effettuato giro al contrario dal momento che si scendeva dall'Albaron di Savoia, quindi punta Collerin, cresta con prima tratto di lose molto suggestivo poi roccette e sfasciume fino al passo del Collerin dal quale scendere diventa un'avventura. Vi sono infatti i canaponi molto utili per non venire giù insieme al terreno particolarmente ripido e franoso, ma finiscono ben prima del Pian Gias: vi è un tratto interminabile sui resti di ghiacciaio semicoperto da pietre e detriti; ahimé se ci fossero dei buchi .... quindi occhio.
Il tempo è stato discreto fino a tarda mattinata momento in cui è calata un po' di nebbia. Poi si è rischiarato il cielo permettendoci di ammirare il panorama attorno alla nostra prima meta Albaron di Savoia. Al ritorno in cresta dall'Albaron, pure un po' di nevischio probabilmente portato dal vento. Poi di nuovo schiarita fino all'oretta di pioggia pomeridiana, ma ormai avevamo affrontato tutte le creste ed eravamo nuovamente sul Pian Gias.
Ritorno all'auto con la soddisfazione di aver portato a casa altri due tremila (il Collerin e l'Albaron di Savoia).
Oggi con Adriano.


[visualizza gita completa]
Partiti x il passo Collerin dove avevamo appuntamento alle 10.30 con Alessio e Fulvio di rientro dal Tour della Bessanese.Saliti senza problemi sino al Pian Gias e proseguito,tra bolli e tracce,in direzione dell'evidente intaglio che caratterizza il colle.Prima del canalino finale si sale,faticando,su massi e ghiaccio vivo ricoperto però da molti detriti.L'ultimo tratto invece,lo abbiamo trovato veramente duro,terreno instabile,ripidissimo e sempre in "movimento".Provvidenziale la corda fissa,anche per la discesa.Saluti ai ragazzi incontrati al Pian Gias,compagni di camera di Ale e Fulvio all'Averole.Foto più tardi.

[visualizza gita completa con 9 foto]
Oggi con documenti e soldi, ritornati al Pian della Mussa per andare al Collerin. Lasciata partire la gara podistica per il Gastaldi, siamo poi arrivati a metà del "desolante" Pian Gias dove il peggiorare del ginocchio di Ester, già dolorante dopo l'escursione di ieri alla Patanua, ci ha convinto a ritornare indietro...

[visualizza gita completa]
La salita al Passo Collerin è veramente faticosa e decisamente brutta, interamente su sfasciumi. Dal colle in cima piacevole passeggiata senza difficoltà . Solamente l'ultimo tratto richiede un minimo di attenzione.
Dopo un mese fermo per lavoro ottima sgambata.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Itinerario bello e vario soprattutto nella salita della cresta. Oggi gran affollamento al passo del Collerin, con una numerosa comitiva di francesi in discesa, con passo alquanto incerto tanto quanto la loro gentilezza. Il ghiacciaio è oramai in sofferenza per cui ramponi necessari.
Con mio figlio Simone in gran forma.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Turna si', per accompagnare Stefano. Il ghiacciaietto del Collerin oggi aveva un pezzo bello duro: divertente senza ramponi! Bella giornata, poca gente in giro.

[visualizza gita completa con 3 foto]
Itinerario in ottime condizioni: Pian Gias ancora in buona parte ricoperto da nevai (utili sopratutto in discesa), passo del Collerin e cresta puliti. In discesa ho usato microramponcini da trail ma forse non erano neanche necessari. Pero' forse una piccozza per frenare eventuali cadute potrebbe essere utile.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Con la neve le cose sono un più impegnative, soprattutto la cresta, che abbiamo trovato con grandi cornici verso l'Italia, ma l'ambiente è grandioso e il canale per il passo molto più agevole che fatto in estate.
Noi siamo arrivati dal Gastaldi diretti all'Albaron.

[visualizza gita completa con 3 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 28/08/15 - luca94
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: F+ :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Varie
    quota partenza (m): 1787
    quota vetta (m): 3475
    dislivello complessivo (m): 1688

    Ultime gite di alpinismo

    20/10/18 - Loranco (Pizzo) o Mittelruck Via Normale dall'Alpe Cheggio - manty57
    Mittelruck /Pizzo Loranco 20/10 /2018. Il progetto era molto ma molto ambizioso : 1950 m. D+ in giornata. Arrivato al Rifugio Andolla mi sono subito reso conto che in questo periodo dell'anno il margi [...]
    19/10/18 - Valsanguigno (Cime di) da Valgoglio - la-Nata
    Partita con la frontale nel bosco buio. Da tanto che rimando queste cime! Forse l'ideale sarebbe (con giornate più lunghe) la traversata Pradella, Cime di Valsanguigno, Farno. In cresta e nelle varie [...]
    15/10/18 - Eytava (Becca d') Versante Est - Rebatta bousa
    Sino al casotto del Trayo su bel sentiero, poi deviato a destra sulla traccia che parte subito dietro al casotto vicino cartello indicatore, a tratti esposta, (oggi sotto una leggera pioggerellina non [...]
    14/10/18 - Gioveretto (Cima) o Zufrittspitze dalla Val d'Ultimo (Ultental) - gambalesta
    Secondo giorno in zona...rifugio Canziani nel complesso buono (ultimo giorno di apertura ). Salita pulita (lasciare a valle i ramponi), il grado valutato dalla relazione a mio avviso è corretto. . [...]
    14/10/18 - Gioveretto (Cima) o Zufrittspitze dalla Val d'Ultimo (Ultental) - ste_6962
    Saliti sabato pomeriggio, sentiero ottimamente tracciato e segnalato, una tranquilla camminata di 1.30 ore per raggiungere l'ottimo e confortevole Rifugio Canziani. Incrociati molti escursionisti in d [...]
    14/10/18 - Gioveretto (Cima) o Zufrittspitze dalla Val d'Ultimo (Ultental) - titty79
    secondo giorno..seconda cima...partenza dal rif.Canziani.. percorso ottimamente segnato ... dalle paline (bivio con il percorso della Sternai)..si percorre un bel falsopiano tra roccette e rigoli d'a [...]
    14/10/18 - Gran Paradiso Via Normale del Rifugio Vittorio Emanuele II - zest
    L'intenzione era quella di portare due amici sul primo 4000, ma arrivati poco prima della schiena d'asino ci siamo dovuti ritirare per le condizioni della neve e del meteo. Dal Vittorio Emanuele infat [...]