Candelozzo (Monte) da Calvari per Capenardo, possibile anello

note su accesso stradale :: nessun problema
salita compiuta da Cavassolo, quindi partenza a q.130 m
sentiero ben segnato, ripitturati i segnavia
una classica della val bisagno, per chi desidera fare un po' di dislivello in tempi relativamente brevi (circa 2.20 la salita comprese le soste)
gita strappata al brutto tempo, nemmeno una goccia
sempre interessante, in particolare il tratto sopra Calvari verso Capenardo
c'ero stato nel lontano 1999

[visualizza gita completa]
Di ritorno dall'anello del Brugneto , visto che era ancora presto e che a Genova si prospettava caos per il Giro d'Italia , ho deciso di fare una veloce puntata su questa cima poco appariscente ma che è pur sempre "la più alta della Val Bisagno !" Visto che avevo già camminato abbastanza , decido di partire da Capenardo ,seguendo i numerosi segnavia rossi appena rinfrescati e sempre abbondanti , anche se l'itinerario da me percorso è molto intuitivo e breve (saranno meno di 4 km tra andata e ritorno , con 300 metri di dislivello ... ). In poco più di mezz'ora arrivo in vetta , incontrando molte mucche ed un paio di cavalli e dovendo superare un paio di volte dei recinti elettrificati . Bella giornata molto calda per la stagione e bei panorami verso est , anche perchè verso ovest il bosco sommitale preclude la visibilità . Speravo di trovare una fontanella a Capenardo ma non è stato così e purtroppo ho dovuto farne a meno. ATTENZIONE ALLE ZECCHE .

[visualizza gita completa con 11 foto]
Sono Partito da Prato, ma con il senno di poi partirei da Cavassolo o meglio ancora da Calvari, perchè a parte il primo tratto dell'acquedotto di Genova, carino ma noioso, dopo il Ponte di Cavassolo spesso ci si ritrova a seguire lungo l'asfalto non riuscendo a identificare il sentiero. Inoltre alcuni tratti di questo, specie tra Maggiolo e Calvari, sono invasi dall'immondizia (e poi ci lamentiamo delle alluvioni!). Da Calvari in avanti invece le cose migliorano, anche se la strada per Capenardo spesso va seguita su asfalto, alternato al sentiero (l'ultimo tratto invaso dai rovi). Finalmente da Capenardo si apre il panorama e arriva il sole. Nessun problema di percorrenza del sentiero, un po' fangoso nei prati, fino alla cima che pare più lontana di quel che è in realtà.
Vento gelido e temperatura molto fredda per la quota, per fortuna il sole era caldo. Per la discesa ho compiuto l'anello tornando a Capenardo e proseguendo per il Monte dei Prati di Capenardo, peccato per la quantità di ripetitori in cima. Poi mi sono abbassato per i bei prati in direzione del Monte Calvari, raggiungendo la frazione nonostante abbia perso il sentiero, per fortuna il bosco, scegliendo il percorso migliore, non è troppo invadente. Da Calvari a Prato noioso ritorno spesso e volentieri su asfalto per evitare i tratti del bosco più sporchi.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: quadrato rosso fino al Colle di Capenardo. cerchio sbarrato oltre
difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 450
quota vetta/quota massima (m): 1036
dislivello salita totale (m): 750

Ultime gite di escursionismo

15/11/18 - Soglio (Monte) dal Santuario dei Milani - Badola erranti
Salito e sceso nella nebbia e con il terreno bagnato dalla variante centrale B. Non la conoscevo e non mi è piaciuta perchè va su dritta per i prati di erba olina quindi da fare solo se si cerca la [...]
15/11/18 - Duaria (Cima della) da Colonno, anello per i monti Sertore e Costone - giuliano
Gita prettamente autunnale che consente di visitare il bel paesino di Pigra (peraltro raggiungibile anche in auto o con la funivia da Argegno) e alcuni alpeggi ben conservati, il tutto godendo di un o [...]
15/11/18 - Soglio (Monte) dal Santuario dei Milani - guest111
Segnavia biancorossi / cartelli del Trail Monte Soglio visibili anche in caso di nebbia o nuvole basse (come oggi, fino ai 1700m)
15/11/18 - Jervis Willy (Rifugio) alla Conca del Prà da Villanova - faber74
1ora e 20 minuti da Villanova al Jervis bella passeggiata per vedere i colori dell'autunno e la neve sulle montagne ...non si pesta piu' neve rifugio aperto,tanta gente a pranzo
15/11/18 - Musiné (Monte) da Caselette - VITOR37
Giro mattutino di allenamento, salito da itinerario classico e sceso da pian d-la feya. Giornata grigia e fresca, terreno umido ma poco fangoso, incontrato solo due escursionisti
15/11/18 - Crest (il) Da Limone P.te - Klaus58
Fatto il giro con semi-anello tornando poi dal vallone san Giovanni. Bella giornata in quota, le nebbie sono rimaste in pianura. Bel posto e bella piccola vetta per l'ultima escursionistica dell'anno (molto probabile...). Nessuno in giro.
14/11/18 - Orsiera (Bivacco dell') da Prà la Grangia - guido.ch
Si pesta un po' di neve al bivacco. Purtroppo data l'esposizione e il periodo, la salita al mattino è sempre in ombra. Il sentiero 525 del GTA verso Alpe toglie e il rio Corrente utilizzato per sce [...]