Coluonnas (Piz da las) da La Veduta

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Innevamento buono in zona Julier Pass. Senza zone ventate o evidenti accumuli o zone erose.

Siamo partiti in 9 senza meta precisa ma con una propensione per i versanti nord e in ombra. Salendo dal parcheggio di La Veduta seguiamo una traccia che sale verso il Lej da Grevasalvas. La traccia continua verso il Coluonnas, mentre non si vede nessuno verso i due d'Emmàt.

Arriviamo senza problemi e su bella traccia fino in cima. Dalla cima partono due grossi canaloni che scendono sul lato nord verso il passo. Noi scendiamo in quello più a sinistra (NO), e già (si spera) bonificato da due passaggi.

Discesa ottima, sempre su bella polvere con fondo consistente. Farinosa dall'inizio alla fine. Unico tratto impegnativo, lungo un taglio sopra un saltino sulla sinistra (scendendo).

Dalla fine del canale, si riesce a ritornare al parcheggio, spingendo per solo pochi metri finali.

Scelta azzeccata per l'itinerario. Condizioni ottime. Ottimo anche il meteo. Fossero così tutte le gite....

Un saluto a tutti i compagni di gita di cui non ricordo tutti i nomi.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Non siamo scesi al lago ma abbiamo attraversato a sinistra e poi discesa sul canale nord direttamente sul passo
Giornata splendida e fredda. Neve stupenda ed entusiasmante


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Neve primaverile trasformata lungo tutto il percorso ma comunque ancora abbondante. Abbiamo percorso un pezzo a piedi su erba e pietre (100 metri circa) per cercare di stare più alti rispetto al lago sia in salita che in discesa. Escluso questo breve tratto la salita è su buona traccia e la discesa su ottima neve primaverile. Solo in un paio di punti nella parte bassa si affonda un po' mentre nella parte alta si scende su un ottimo firn. Ambiente splendido e panorama eccezionale.
Oltre a noi solamente due altri scialpinisti lungo il percorso.
Gita non troppo lunga scelta basandoci sull'incertezza del meteo che invece si è rivelato essere buono.
Ultimo giro stagionale allo Julierpass.

Col Teo, l'Athos e la Lolly.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Dal lago Grevasalvas abbiamo risalito il ripido pendio (tracciando) fino ad incrociare al traccia diretta che veniva dal passo.
Ottima traccia fino alla vetta, ampia e pianeggiante.
Discesa per la via di salita.
Un gruppo di scialpinisti è sceso dalla vetta direttamente verso il passo nel canalone seguendo tracce precedenti

Cielo in progressivo annuvolamento da sud. Molto caldo
Con Roberto

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima gitarella che abbiamo potuto fare con calma olimpica grazie alle temperature di questi giorni. Per calma olimpica intendo partenza alle 10 e ritorno alle 16. Fantastica sciata. Tornati al lago di Grevasalvas abbiamo ripellato mirando più o meno confusamente all'Emmat Dadaint ma più che altro a farsi ancora qualche bella curva. Seguito una traccia molto a sinistra che poi avrebbe costretto ad un traversone abbiamo tracciato fin sotto la parete est del Lagrev dove abbiamo trovato una bella nicchia al riparo delle rocce più o meno all'altezza della forcella Grevasalvas. Picchiata goduriosa a curvoni fino al lago. Invece di ripellare sulla spalletta per tornare al passo siamo scesi nella gola sottostante al lago per percorso interessante un po' da cercare (ma tracciato). In linea di massima all'iniszio ci si deve spostare a sinistra scendendo sotto il Dadora. Varie possibilità. Bella neve e davvero fiko. Autostoppato fino al passo da veri epicurei.
Col Vernaccio e la famiglia Riva... tutti simpaticissimi. Meteo strepitoso. Cavallette tutinate già in magazzino da ore dopo essere scesi sbacchettando su neve non ancora remollata a causa di alzataccia invereconda.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Una volta saliti e scesi dal PIz Lagrev e tornati alla macchina, risaliamo fino al passo e parcheggiamo nello spiazzo libero vicino a quell'orrenda torre di legno. Da qui scavalcato il guardrail scendiamo di una 50ina di metri fino a prendere la traccia che sale da La Veduta. Anche qui parecchi passaggi, che però finiscono quasi tutti nei pressi del Lej da Grevasalvas. Nessuno (mi pare) sul PIz d'Emmat.
Verso il Coluonnas si vedono solo 5 serpentine e tre svizzeri che salgono per poi fermarsi su un dosso. Ma fino in vetta è presente solo la traccia di un singolo che noi seguiamo completamente fino a scoprire che la vera sommità è poco più a sud, 30 metri più alta. Amen, a noi va bene così.
In cima alle 15, senza vento, colori bellissimi. In una zona esposta a ovest della salita il caldo è quasi primaverile ed iniziano a formarsi zoccoli sotto le pelli.
In discesa seguiamo lo stesso percorso, per poi ripellare fino ad arrivare all'altezza della macchina.
L'irraggiamento solare incomincia a farsi sentire. Nelle esposizioni O - S - E, la neve si appresta a trasformarsi ed incartapecorirsi velocemente. A nord invece si mantiene bella e fredda. Non so per quanto ancora…
Cielo terso. Assenza di vento. Un pò caldo nelle esposizioni a ovest.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo il Lagrev non eravamo ancora sazi di polvere ... così già la mattina abbiamo deciso che, se ci fosse stato tempo, dopo il Lagrev avremmo tentato questa gita corta. Sarebbe stato meglio andarci la mattina - da mezzogiorno prende sole e infatti la neve era abbastanza cotta.
Poche tracce che portavano verso la cima occidentale (2808 m), una sola che ci portava verso la cima orientale (2960 m).
Nella parte alta, con esposizione nord, ancora bella neve soffice. Dalla selletta in giù un pochino pesante, ma ancora ben sciabile. Con il sole ed il caldo dei prossimi giorni cambierà ..

[visualizza gita completa con 7 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: buone
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Eccoci di nuovo nella vicina Svizzera, lungo un itinerario per noi inedito. La neve è più che sufficiente per salire e scendere in tutta tranquillità, anche se la sciata non è stata delle migliori: neve prevalentemente crostosa, un po' ventata, a tratti dura, difficile da sciare, alternata a degli scampoli di polvere. Cielo terso, temperature gradevoli, qualche raffica di vento qua e là, ma tutto sommato è stata una bella giornata passata in compagnia. Una decina di scialpinisti sul nostro percorso, molti altri lungo i vicini Piz Lagrev e Piz d'Emmat Dadaint.

[visualizza gita completa con 2 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 2200
quota vetta/quota massima (m): 2960
dislivello totale (m): 760

Ultime gite di sci alpinismo

19/02/20 - Pianard (Monte) da Palanfrè - dados
Ancora zona Pianard e ancora bella neve e continua fino all'auto. Noi partiti con calma e giunti in vetta senza rampant essendo già tardi... Discesa alle 12.00 circa su bella neve trasformata. Ancor [...]
19/02/20 - Paschiet (Passo) da Fontane di Lemie - bagee
Saliti in auto sino a 50 m. sotto la cappella di S. Bartolomeo; sci ai piedi da subito ma la situazione è al limite, alcuni passi su erba che saranno sempre più ampi dopo che si abbandona la strada; [...]
19/02/20 - Ciriunda (Monte) da Tornetti - gio notav
Inizialmente ti chiedi che fine ha fatto l’innevamento….poi la situazione migliora decisamente, e si scopre anche che la salita al Monte Ciriunda è un itinerario che si sviluppa in un ambiente al [...]
19/02/20 - Pianard (Monte) da Palanfrè - lucianeve
Neve continua dall'auto. Salita e scesa dal versante destro orografico. Oggi non necessari i coltelli. Anche se sono scesa presto la neve era vellutino. Pure in fondo la sciabilita è ottima, sembra u [...]
18/02/20 - Ciriunda (Monte) da Tornetti - luca94
Colle pian Fium/Marmottere/Ciriunda/Ciarm del prete. Partito molto tardi dal parcheggio (ecomostro), non avevo idee molto chiare su cosa fare ho fatto i primi 100 metri a piedi non essendoci più ne [...]
18/02/20 - Ciarva (Rocca) da Balme e il Colle Battaglia - gianni-r
Partenza da Balme ore 11.30 circa . No coltelli. Discesa dopo ore 15 neve perfetta morbida al punto giusto. Neve in via di trasformazione , leggera crosta poco prima del piano. Poi dal rifugio in giù ottima e scorrevole pista.
18/02/20 - Gias (Pian) da Balme per il Canalone delle Capre - rifugio ciriè
PArtire come sempre presto per questo bel canale, il 18/2 in condizioni ottime! Prende sole dal mattino presto, noi in discesa l'abbiamo imboccato alle 11.00. Le condizioni attuali lo rendono salibile interamente con gli sci ai piedi.