Cavalgrosso (Monte) da Trovinasse

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buono con gomme da neve
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Buona sera a tutti
Si parte ancora sci ai piedi, grazie alle poche lingue di neve rimaste.
Scesi i bei pendii del Cavalgrosso alle 12 circa, trovando neve primaverile. Super sciata.
Buone gite
bei pendii
salendo al Cavalgrosso

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada libera fino poco oltre il campeggio
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo molta indecisione sulla meta abbiamo preso spunto dalla relazione incoraggiante di ieri, e quindi siamo venuti a ficcare il naso in questo vallone che era una novità quasi per tutti. La neve comincia a quota 1.280 m circa, appena dopo il campeggio. Partenza sci ai piedi alle 8.40, con un buon rigelo notturno; a parte un breve passaggio di 2 metri l’innevamento è continuo dall’auto alla vetta. Nella parte bassa, a causa della boschina, per chi non conosce la zona è un po’ laborioso trovare la direzione corretta, poi dai 1.500 m si va su terreno aperto e tutto diventa più chiaro. Un po’ ravanoso il valloncello che inizia poco dopo l’Alpe Buri, ma si sale abbastanza bene. Da lì in poi le difficoltà finiscono e si sale comodamente sci ai piedi fino a 50 metri lineari dalla vetta, che si raggiunge in 2 minuti a piedi causa mancanza di neve. Discesa iniziata alle 12,15…bellissima neve primaverile, tanto che siamo scesi fino a quota 2.000 m circa e poi abbiamo deciso di ripellare e salire anche sul Cavalpiccolo.
Seconda discesa iniziata alle 13, ancora neve perfetta fino a quota 1.700 m circa, poi un po’ di sano ravanamento nel valloncello (ma dura poco) e poi neve un po’ più sfondosa ma ancora ben sciabile fino all’auto, con solo un passaggio su erba (lo stesso della salita!!!).
Gita breve e tranquilla, ma tutto sommato bella e decisamente poco frequentata. Al momento la salita alla vetta sono 950 m di dislivello circa, con la risalita al Cavalpiccolo poco più di 1.100 m.
Consigliabile ancora per qualche giorno, scendendo un’ora prima avremmo trovato neve perfetta fino in fondo, ma va benissimo così perché sicuramente i pendii nella parte alta sono i più belli.
Oltre a noi 3 incontrate solo altre 2 persone al parcheggio.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buono fino dove c'è la neve
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Buona sera a tutti.
Bella gita, con neve primaverile su tutto il percorso. Peccato che cominci a scarseggiare. Oggi tra una lingua di neve e l'altra siamo riusciti a farla bene.
Buone gite.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: pulita fino a 1150
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Auto parcheggiata al tornante 1150. Portage 200metri-Distanza dislivello 15-20 metri (leggimi RFAUSONE) Poi neve continua fino in cima. Partito alle 8.30 in vetta alle 11.30.Trovato bel grip in salita. Poi neve di velluto per 3/4 discesa.
Sarebbero 5 stelle se non fosse passata una motoslitta il giorno prima.Gita fattibile ancora per molto vista la quantità di neve
Nessuno per queste vallate solo la compagnia di Balun


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Auto sotto a pian del surro 1150 circa
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Le gite a KM0, per noi del canavese, riserbano sempre delle piacevoli sorprese, parti per una gita da 1000 poi la primaverile a sud ti prende, scendi, ripelli e diventano 1500 in un ambiente famigliare mediamente di basse quote ma alpino.
Saliti in cima siamo scesi per canali e pendii più dolci nel vallone della Viona, su primaverile fantastica, fino all'alpe Parei di mezzo. Ripellato, tornati al colle quotato 2148. Discesa su riportini di fresca ventata e primaverile al punto giusto. Canale del rio Fuffa su valanga sciabile. Traverso all'alpe Buri. discesa prima su rigelo non smollato e poi a cercare passaggi su primaverile molle ma mai sfondosa. Grande gita dietro l'angolo
Un ringraziamento ai compagni, eporediesi e non, skialper di lungo corso che ne conoscono una più del diavolo.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: fino a 1200 m. circa senza problemi
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Speravamo in un meteo più favorevole, invece scarso rigelo e pioviggine fino ai 2000 m. Visibilità scarsa, gita "strumentale", possibile solo grazie al GPS di Paolo con traccia caricata. Nella metà superiore la neve era comunque bella e in basso marcia ma sciabile dignitosamente.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buono fino dove c'è la neve
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Buona sera a tutti.
Sci a spalla per i primi 100 metri lineari, poi neve duretta e continua fino in cima: in certi punti utili i coltelli. Scesi i pendii di questa bella gita, su neve primaverile.
Buone gite.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
hanno già detto tutto Enrico C e Giovil, paesaggio molto diverso dal solito a me è piaciuto moltissimo, le 4 * per la parte alta, grazie a Enrico e Giordano per un'altra bella giornata trascorsa insieme.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Si arriva in macchina fino a quota 1330 circa
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo riusciti a calzare gli sci già a 1330 (macchina), ma il manto continuo inizia poco sopra.
Itinerario interessante e privo di pericoli. Volendo, si può proseguire il Mombarone, cosa che noi non abbaio fatto, un po' per pigrizia, un po' per prudenza.

Bellissima discesa (5 stelle) fino ai 1800 metri, poi sempre peggio.
Con Gio e Angelo, perfetti e come sempre.
Mi associo al "commento trattoria" di Giò. La prossima volta eviteremo "La Baracca". Cucina ordinaria, servizio (e conto) pretenziosi.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi rischio 3 tendente molto presto al 4 per il gran caldo. Dico 4! e tuttavia vedo che in molti non hanno disdegnato gite che anche in condizioni normali richiederebbero prudenza. Bah! Comunque noi siamo andati sul sicuro con una gita dai bei pendii trasformati e esposti a ovest con bellissimo firn. Belli anche i paesaggi, un po' diversi da solito. Dopo il cavalgrosso abbiamo fatto due passi anche fino al cavalpiccolo. Niente cresta però fino alla Torretta in quanto i pendii a Sud mi parevano già troppo riscaldati e già umidificati fino al terreno. La compagnia di Enri e Angelo è sempre preziosissima. Mangiato alla Baracca a Settimo, non male ma prezzi non consoni e servizio ancora meno (meglio la trattoria più ruspante li attaccata).

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Buona sera a tutti. Si posteggia dove inizia la neve, subito dopo il campeggio. Poi sci ai piedi con qualche togli e metti. Discesa su neve traformata fin oltre metà gita, poi 20 cm di marcetta posata su teppa. Buone gite.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: brevi tratti con neve sulla strada
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
10 minuti sci a spalle poi neve inizialmente poco portante, poi migliore, saliti dal canale ostico e poi per pendii ben percorribili sino in puntacon neve duretta, dalla punta scesi cercando i pendii più soleggiati con crosta portante splendida, tipo firn, sino al traverso nel bosco basso, un pò difficoltoso per via delle vecchie tracce dure, poi di nuovo ampi pendii su cui sciare "leggieri leggieri, neve marcia nell'ultimo boschetto. Valutazione media neve in discesa 84/100 (tratti in alto 95/100)
Con Filo, Franco P., Marita e Luigi.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Indecisi tra Torretta e Mombarone, siamo finiti su questa punta che ho scoperto adesso sulla cartina come si chiama. Giornata primaverile, con temperatura fresca ma non fredda fin quasi in punta, e vento freddo teso a folate solo negli ultimi 100 m di dislivello. Discesa: metà alta su una sottile crostina (neve recente) su fondo duro (non male), metà bassa su firn molto bello. Gruppo numeroso al Mombarone, e gruppetti vari tra Cavalgrosso e Torretta.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: percorribile fino al bivio per Maletto
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Passati per il canale su cumuli di slavina (solo per 50m) poi gobbe di velluto fino in vetta
Inizio salita ore 9 sostati al colle fino alle 13 con neve ancora ideale per la discesa.Evitato il canalone finale passando sulla spalla destra.
Una decina di skialp con un passo da gara .Tranquilli noi due(Massimo e io) in solitaria.


[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partito poco prima di Trovinasse sci ai piedi. Salito prima al p.no dei Test (sorta di spalla della Colma). Discesa ottima fino a quota 1800 per poi risalire al m. Cavalgrosso dove ho avuto il piacere di incrociare Walkerwolf ed Ezio provenienti dalla Torretta. Neve sempre eccellente (sembrava di sciare sul velluto!). Gita splendida!!! La 108 della stagione.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: lasciata auto a 1150, prima di Trovinasse
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Utilizzo questo itinerario anche se la cima l'abbiamo raggiunta facendo la traversata Torretta-Cavalpiccolo-Cavalgrosso, andata ritorno.
Lasciamo l'auto a 1150, ma molti sono andati più su. Dopo pochi minuti, a 1200 m, calziamo gli sci e da lì sempre ad majoram. Neve primaverile perfetta. Seguiamo l'it. sino in cima alla Torretta. oltre i 1800 incontriamo già diversi scialp che scendono, facendoci intuire che la neve è tutt'altro che brutta. Dopo una sosta in cima, lasciamo Luisa a godersi il panorama ed Ezio ed io continuiamo per cresta fino al Cavalgrosso, passando per il Cavalpiccolo 2190 m, dove, poco prima c'è l'unico tratto dove togliamo gli sci e saliamo a piedi (20 m di dsl). Senza togliere le pelli scendiamo al colle tra i due Cavalli. Ancora un'impennata e siamo in cima al Cavalgrosso; lì incontriamo Livio, che ha spaziato un po' per tutto il vallone. Tolte le pelli scendiamo con neve ottima al colle di cui sopra, quindi ripelliamo fino a ritornare sulla Torretta. Scendiamo poco prima delle 14 su neve che passa dalla seta thailandese al broccato di Samarcanda. Con neve così si fatica poco e si scende veloci; in breve all'auto con 2-3 min. di sci in spalla.
Oggi beacoup de monde in zona: sulla Torretta da N e da S, un gruppetto direttamente sul Cavalgrosso. La neve ha sempre tenuto bene per cui non ci sono impronte marcate, quindi buona per i prossimi. Rampant utili.
p.s. nelle foto di discesa qualcuno si può ritrovare.


[visualizza gita completa con 15 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: srtada pulita fino a q1450
quota neve m :: 1500
una stella in meno per i 50 metri dislivello a spalla poi neve continua e abbondante.partenza alle 8.30 con sufficiente rigelo notturno.Assenza di vento e temperatura fresca. Discesa alle 11 su un bigliardo di velluto fino alla boschina.. poi accettabile sciata terminale..
Gita solitaria , nessuno in giro , neanche un cane..


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Dalla macchina oltre Trovinasse sci ai piedi con neve dura per tutta la gita.Partito alle 7.30 sul Cavalgrosso alle 10 (Canalino di attacco perditempo.consiglio aggirare sopra per la boschina.Neve abbondante anche per il ritorno alla macchina.Mattinata in solitudine solo due alpinisti sul Mombarone saliti dal versante biellese.?

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
15 minuti a piedi dalla macchina, molto bella la parte alta

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo non portante
Valgono gli stessi commenti del Mombarone e della Torretta. Polvere meravigliosa in alto, tanto che siamo discesi ed abbiamo risalito anche il Mombarone.

[visualizza gita completa con 3 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 12/05/04 - annibale
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Ovest
    quota partenza (m): 1102
    quota vetta/quota massima (m): 2234
    dislivello totale (m): 1132

    Ultime gite di sci alpinismo

    10/12/18 - Garbella (Costa della) quota 2253 m da Palanfrè - Teddy
    Confermo le condizioni di ieri relazionate da Lucianeve, sci dall'auto su traccia visibile e neve tra farinella vecchia e primaverile sotto la dorsale finale. Niente crosta specie nelle zone in ombra [...]
    09/12/18 - Ciotto Mieu o Mien (Monte) da Limonetto - lucabelloni
    Per me prima gita della stagione, visto il forte vento previsto abbiamo scelto Limonetto che, offrendo parecchie gite con partenza in comune, ci dava la possibilità di scegliere al momento la meta o [...]
    09/12/18 - Durand (Cima) da Artesina - f.gulliver
    Il vento ha fatto il suo giro, salito prima verso il Mondolè ma un'estesa zona di accumulo con placche a vento prima di raggiungere la dorsale di salita mi ha fatto tornare indietro, salito allora al [...]
    09/12/18 - Ciotto Mieu o Mien (Monte) da Limonetto - Puzzole
    Nonostante la poca neve ovunque, su questa vetta si possono calzare gli sci fin dalla macchina senza mai toglierli, neppure in discesa. Nella parte alta moltissimo vento, che comunque ha lavorato la n [...]
    09/12/18 - Baral (Bec) da Limonetto - luca76
    Saliti su neve primaverile con buon grip già dal mattino visto il caldo. Ultimi metri a piedi sulla cresta per raggiungere la vetta. Scesi 400m circa per risalire al colletto delle Giosolette. Qui il [...]
    09/12/18 - Nebin (Monte) dal Colle della Cavallina, anello per Monte Cugulet e Cugn di Goria - gazzano
    Alta Val Maira già interessata dalla perturbazione da Nord, abbiamo deciso di "ripiegare " verso il colle di Sampeyre, più libero dalle nuvole.Ne è uscita una " cavalcata" molto divertente sulla [...]
    09/12/18 - Fontana Fredda (Punta) da Cheneil - citta
    Saliti sotto una nevicata dapprima leggera, poi sempre più fitta. Vento moderato fino a che siamo arrivati al Colle, poco sopra il Santuario, poi tempestoso (da non riuscire a stare in piedi) proprio [...]