Albergian (Monte) da Pragelato

tipo bici :: full-suspended
note su accesso stradale :: Parcheggiato a Soucheres Basses, non molti posti disponibili.
Che dire, una giornata così si trova raramente! Partiti da Soucheres Basses per percorrere il bel single track che partendo dal paesino, appena superato il ponte sul Chisone, passa lungo la destra orografica del torrente e va ad uscire direttamente sulla strada sterrata per la bergeria.
Salita agevole anche se le pendenze sono sempre toste! Portage senza particolari problemi fino alle roccette sommitali, tutto sommato neanche troppo faticoso, poi se si vuole portare la bici in cima per una foto prestare molta attenzione a non farsi sbilanciare dalla bici che tocca in qualche masso!

Discesa per il primo tratto impossibile da fare in bici, qualche tratto lo si può fare ma conviene scendere a piedi o bici in spalla, poi finito il tratto roccioso finalmente si sale in sella godendo da subito del bellissimo tratto in cresta! Da li in giù il sentiero si è rovinato e scavato abbastanza, si cicla comunque bene per chi padroneggia il mezzo e le difficoltà proposte, diciamo che noi abbiamo fatto più o meno un 80%

Dalla bergeria seguito il sentiero 316 che parte dritto davanti a noi, tralasciando il bivio a destra che scenderebbe alla pista del ghiaccio si prosegue su mulattiera e si va ad uscire di fianco alla pista da sci "baby" di Pragelato. Meritata birretta e rientro sempre per sentiero alla macchina.
Veramente una gran gita, di notevole impegno fisico (specie la discesa) ma di grandissima soddisfazione!

Grazie a Gabriele e Gualtiero con cui ho condiviso il giro!

Salendo...
Verso la parte finale
Oramai in cima
Inizio discesa al limite
Meraviglioso

[visualizza gita completa con 8 foto]
tipo bici :: full-suspended
Super gitona! già lo sterrato che conduce all'alpeggio è bello tosto con pendenze sempre molto sostenute. Si riesce a pedalare ancora qualche metro oltre poi comincia un simpatico portage di oltre 1000mt su pendii ripidissimi; noi abbiamo sbagliato percorso appena dopo l'alpeggio seguendo un sentiero delle vacche, poi però col gps abbiamo corretto immediatamente la nostra traiettoria e ci siamo portati sul sentiero vero e proprio.
Le bike si lasciano circa a quota 2970 dopodichè lo sfasciume rende impossibile la discesa anche se dei brevi tratti sarebbero possibili. La discesa è molto continua su pendenze al limite (circa 35° in alcuni punti) su fondo pessimo dove si ha poca o nulla aderenza con stretti tornanti e sentiero molto tortuoso. (S4 continuo con brevi tratti S3). Scendendo, dopo i primi 500mt, la situazione migliora e il fondo diventa più grippante anche se le difficoltà restano alte (S3, tratti S4) fino a circa 100mt dall'alpeggio dove si possono dire finite.
Noi appena sotto le baite abbiamo preso il sentiero a sx che dopo un tratto superflow si è tramutato in una splendida mulattiera (S2 continuo) con molti ostacoli e drop che abbiamo sceso praticamente a fuoco! e che ci ha portati direttamente al ponte vicino al park di partenza.
Gran soddisfazione per questo giro che nonostante le difficoltà elevate siamo riusciti a fare in sella per circa un 90% con brevissimi tratti a piedi.
Allego traccia gps.

[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
Posato le bici a quota 2200 m. circa poco dopo la Bergeria di Pra Damont, proseguito un pò a piedi e un pò con le ciaspole causa neve ancora presente da 2400 m. in su. Raggiunto la cima abbastanza facilmente! Bellissima!
Con Aldo che mi ha portato fino in cima nonostante la mia poca sicurezza con una neve molto dura e scivolosa! Giornata con nuvole che giravano specialmente a valle, preso due gocce di pioggia quando ormai stavamo scendendo da Pra Damont.
Consigliatissima!


[visualizza gita completa con 10 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: BC :: EC :: S4 :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1500
quota vetta/quota massima (m): 3041
dislivello salita totale (m): 1550
lunghezza (km): 14
disl. da portare (m): 1020

Ultime gite di mountain bike

11/03/20 - Pista Tagliafuoco del Musinè da Caselette - giob
01/03/20 - Melano (Rifugio) o Casa Canada da Pinerolo per la Val Lemina - mbourcet213
Prima dell'anno in MTB, partiti da Pinerolo siamo saliti al Cro su asfalto (unica variante passati da borgata Sala per tagliare qualche tornante) poi dal piazzale andati dritti sulla sterrata per la F [...]
29/02/20 - Barumboda (Alpe) da Ornavasso, giro - chit.scarson
Accompagnati dal cielo coperto e un bel freschetto ci siamo goduti questo bel giro. Salita impeccabile e discesa pulita ad eccezione di qualche foglia nella prima parte.
27/02/20 - Forno (Colletto del) da Trana - giob
Giro breve pomeridiano, tutto in ordine tranne alcuni solchi fatti dai trattori in alcuni punti. A metà salita ha iniziato pure a nevicare. Che bello rivedere la neve, anche se pochissima, dopo mesi di asciutto...
15/02/20 - Sirio, Pistono, San Michele (Laghi) da Banchette, giro per Borgofranco e Montalto Dora - monviso71
Abbiamo fatto un giro diverso di quello descritto qui. Partiti da Montalto Dora abbiamo seguito i cartelli per il giro dei laghi, passando per il Nero poi Pistono ed infine Sirio. Vari saliscendi t [...]
11/02/20 - Baraccone (Monte) da Altare per Quiliano e Roviasca, giro - lonely_troll
Tra i vari percorsi di questa zona dal mare alle ultime montagnole delle Alpi questo è di difficolta media. Sulla pista di discesa a Viarzo si trovano poche indicazioni ma è sufficiente seguire le [...]
07/02/20 - Pietraborga (Monte) e Monte San Giorgio da Trana, giro - bubetta
Siamo saliti solo al Pietraborga. Sempre suggestivo e piacevole il tratto di bosco nel "Sito dei Celti". Una volta ritornati al Colle Damone abbiamo imboccato il sentiero molto panoramico, scorre [...]