Grand Combin de Valsorey Parete NO

Dovevamo salire la spalla Isler ma la gardienne della Valsorey ci ha dissuaso. Saliti al col de Meitin e poi scesi a prendere il couloir du Gardien da lei vivamente consigliato. Salita la parete su ghiaccio sempre più duro e nero..alle 9.00 giunti sotto la grande seraccata abbiamo deciso di tornare. Discesa laboriosa e faticosa nonché risalita al colle su neve ormai sfondo sa. .mentre scendevano verso la capanna 2 ragazzi che avevano fatto la cresta scendevano dalla Isler..
Con Andrea Ferretti che mi dispiace non aver portato in vetta..ma tant'è


[visualizza gita completa]
Grand Combin: massiccio tra Rosa e Bianco, severo come dislivelli e vie di salita e di discesa. Da non sottovalutare. Giornata spaziale come meteo e condizioni, ma un vento bestia che in cresta faceva traballare, e nella goulotte (sbagliata) faceva sia scendere che salire neve e ghiaccio!

L'avvicinamento alla Cabanne de Valsorey (3030) è ben segnalato, così come i bivi. Un bel trekking in mezzo a pratoni, mucche, guadi, morene e pietraie. Sono 7km, 1300m D+, 200D-, che noi, con calma, abbiamo percorso in 3h15min (11:10-14:25).
Fuori dal rifugio c'è una fontana ma l'acqua è dichiarata non potabile, servono come minimo dei sali.
Cena alle 18. 62 CHF la mezza pensione per soci CAI, 8CHF 1L di acqua, 1€=1CHF (bancomat a Liddes, nei pressi dell'ufficio informazioni).

Colazione alle 3, nella nebbia, p*********. 3e40 si parte, la nebbia è diventata un tappeto di nuvole: yahoo! Solo la nostra cordata non calza i ramponi, in 1h20 siamo al Col du Meitin (3611), il rigelo c'è e si sente! Vento assassino, panorama divino. Si scende, si passa la terminale, poi si traversa cercando di perdere meno quota possibile. Attacchiamo la Face Nord Ouest (parete Nord Ovest) del Combin de Valsorey alle 6. Parete in buone condizioni, non ottime, il ghiaccio inizia a sentirsi, direi che gli resti poco prima di diventare nera. Alle 7e40 sbuchiamo sulla spalla nevosa finale della Cresta del Meitin, vediamo quelli impegnati sulla Isler. Torniamo indietro verso sinistra, ma non abbastanza a sinistra e ci infiliamo in una goulotte di ghiaccio cariato su fondo detritico che non consiglio a nessuno.
40m, AI 3+, III su roccia, 60° (70° l'avvicinamento), e qui ci perdiamo 1h col vento e ghiaccio e neve che ci frustano dall'alto e dal basso.
NB: la valutazione delle difficoltà sopra NON tiene conto di ciò, ma dell'uscita giusta.
9:15 in vetta al Combin de Valsorey.
Pausa, discesa e risalita al Combin de Grafeneire, 10e15, un vento che si barcolla.
Discesa per il Couloir du Gardien, PD+ una mazza! 11:20. Troviamo una vite in loco e facciamo una doppia (pensavamo la vite fosse di chi ci precedeva, invece no. Chissà da quanto tempo è li..). Si resta 1h sotto la roulette russa dei serracchi, una volta giunti di nuovo sotto la nord ovest si sta piu sereni. Neve sfondosa fino al ginocchio.
Alle 13e30 siamo di nuovo al Col du Meitin, possiamo rilassarci. Con questa risalita il gps segnala quasi 1600m D+. Pausa.
Discesa alla Cabanne in neve marcissima, giù fino all'anca a volte, e discesa bella ripida (non sembrava cosi stamani).
15:00 alla Cabanne. Pausa. 15:45 si riparte.
17:45 all'auto.
Andrea e Giorgio
Altre cordate sulla Isler e sulla cresta del Meitin. Scialpinisti dalla Panossiere.

Qui racconto:
andreaintrip.blogspot.it/2016/07/4000-si-riparte-combinata-ai-grand.html

Qui e qui altre foto:
goo.gl/photos/gkcJXcE4Gk5DZAbJA
goo.gl/photos/qgJZpLuTZkaY3azu9


[visualizza gita completa con 7 foto]
Belle condizioni sulla parete e solo tre cordate, per altro tutte di italiani. Visto l'affollamento sul couloir du Gardien (comunque esposto al tiro dei seracchi) e non prendendo neanche in considerazione la salita dal Corridor, ribadisco che si tratta della via migliore per salire, ovviamente con qualche difficoltà in più.
Belle anche le condizioni sul resto della gita, solo il mur de la cote ghiacciato.

[visualizza gita completa]
la parete era in neve, senza affioramenti glaciali.
con Andrea, dalla Valsorey scavalcando il Colle Meitin.


[visualizza gita completa con 3 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: AD :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 3500
quota vetta (m): 4184
dislivello complessivo (m): 700

Ultime gite di alpinismo

20/04/19 - Lunelle (le) Cresta N (via Accademica) - dario 67
Concordo con le valutazioni del socio Valerio, via divertente e con alcuni bei passaggi soste x le doppie in buone condizioni da non sottovalutare con roccia umida, bella gita.
20/04/19 - Lunelle (le) Cresta N (via Accademica) - vale62
Via abbastanza lunga non da sottovalutare i i gradi dei passi più interessanti sono strettini il resto è divertente Non abbiamo fatto la placca Santi per motivi di tempo,quindi ci siamo calati da [...]
20/04/19 - Roccia Nera e Gemello del Breithorn da Plateau Rosa - Samu83
Condizioni molto buone. Avvicinamento senza racchette su traccione super. Pendio della Roccia Nera gia tracciato ma anche fuori traccia nessun problema. Abbiamo invece tracciato la cresta x il Gemello [...]
18/04/19 - Verte (Aiguille) Couloir Whymper - Fede94
Una montagna emozionante!! Canale in ottime condizioni... Partiti alle 00:30 dal Couvercle, in cima alle 6:30... La terminale si passa tutta a sx, poi si traversa a dx per prendere il canale... Crest [...]
18/04/19 - Noire (Tete) Canale Est - m.gulliver
Neve continua dal ponte. Pista battuta fino al rifugio, oltre sci o racchette indispensabili, fino alla base del canale. Rigelo da 2200m. Canale tracciato, peste ben gelate portanti, ma anche fuori no [...]
15/04/19 - Lachenal (Pointe) Goulotte Pellissier - Fede94
Condizioni molto secche, ghiaccio quasi inesistente e un pò di neve qua e là... Sicuramente più impegnativa del solito! Anche proteggersi non risulta così agevole, ma nonostante tutto ci siamo div [...]
15/04/19 - Lunelle (le) Cresta N (via Accademica) - Grawal
Inserisco nota unicamente per segnalare che oggi si è provveduto a bollare e ripulire ( a cura del CAI di Lanzo), tutto l'itinerario di avvicinamento.