Collerin, Arnas (Colli) da Balme, giro dell'Uja di Bessanese

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Dormito al rifugio Ciriè, sempre ottimo e partenza poco prima delle 5. Inaspettatamente vista la pioggia della sera prima buon rigelo. Si calzano gli sci dopo circa 400m di dislivello poco prima del bivio per il Gastaldi. Progressione veloce fino al colle del Collerin e prima discesa alle ore 8 su neve dura ma liscia e grippante nella parte alta un po' peggio sotto. Si levano gli sci 150m sopra il rifugio e quindi mezzoretta di passeggiata (se si sceglie bene il passaggio sulle ultime lingue di neve...) per rimetterli. Saliti su neve sempre portante fino al colle d'Arnas. Lato Italia alle 11.30 neve già molto umida ma tutto sommato divertente. Scesi dal canale d'Arnas non più in condizioni con due interruzioni che costringono a camminare sugli sfasciumi sperando che non ti arrivi nulla in testa... Tolti i metti leva si arriva 150m sopra il piano della Mussa.
In compagnia di Koba.

Arriva il sole
Colle del Collerin
Vallone di salita
Passeggiata lato Francia
Rimessi gli sci
Colle d'Arnas
Arrivo al colle
Marciotta non male lato Italia
Prima parte canale d'Arnas
Parte bassa dopo la seconda interruzione

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Fatto il tour partendo dal Pian della Mussa. Temperature alte e cielo velato non ci consigliano di salire il canale delle Capre allora seguiamo il sentiero estivo che sale al Gastaldi sgombro da neve fino al Pian dei Morti. Qui calziamo gli sci e puntiamo il passo del Collerin. Salita nel canale a piedi senza ramponi e alle 12.00 ci prepariamo alla discesa sui bei pendii ovest puntando il Refuge d'Avèrole. Discesa spettacolare fino a 2300m. Qui proviamo a tagliare più alti del rifugio ma dopo essere saliti a un colletto e seguito un sentiero da capre troviamo un canaletto innevato e scendiamo al ponte di neve dove sale l'itinerario per la punta d'Arnas (meglio scendere subito sul sentiero). Ripello e salita in direzione colle d'Arnas. Al colle alle 16.00 con tutta calma e discesa ora pessima su neve che stava rigelando fno alla piana sotto il Gastaldi per l'ultimo ripello per raggiungere il rifugio dove ci siamo fermati approfittando della Suite e dell'ottima cucina... In totale il GPS ci dava 2400m ma senza contare le divagazioni con 100m in meno se la ci può cavare.
In compagnia della Fede incontrati diversi skialp francesi che facevano il nostro giro.


[visualizza gita completa con 11 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: strada chiusa a BALME al 16 aprile 2014
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
bel giro fattibile in giornata che noi abbiamo spezzato in due pernottando al GASTALDI che abbiamo raggiunto con le frontali alle 21 passate, uscendo dai rispettivi luoghi di lavoro di torino. Ottimo trattamento da parte del gestore Roberto che ringrazio tantissimo. Il giro lo abbiamo percorso in senso anti-orario, quindi COLLERIN-Refuge Averole- Colle Arnas e rientro ma si può anche fare al contrario. Sono pure percorribili ALTRI colli quali la Sella dell'Albaron o il colle della BESSANESE per raggiungere l'Averole; io consiglio due chiacchiere con il gestore del GASTALDI, ci si può chiarire meglio.
Nei gg scorsi ha tirato forte vento, il rischio valanghe è pressochè nullo, la neve è poca, iperconsolidata e fredda. I ramponi sono utili/indispensabili anche se, se dotati di manico, si può fare tutto con sci & coltelli. Dislivello fino al GASTALDI da Balme circa 1200 metri (scarsi se andate su fin dove la vs auto ve lo consente, ma rischiando di beccarvi una multa perché è vietato) - dislivello del secondo giorno: poco oltre i 1600 metri che non sono neppure tanti ma abbianati ai 24 km si fanno sentire.
in compagni degli iper-atletici Tommaso e Claudio, senza nessun problema di nessun tipo. Grazie per avermi accompagnato in questo giro che, essendo un classico, non può mancare nel carniere di ogni sci-alpinista torinese. Infiniti ringraziamenti a Roberto Chiosso gestore del Gastaldi, sempre disponibile ed ottimo cuoco, spiace sempre allontanarsi dal Gastaldi, sob! Foto su - un saluto anche agli amici ritrovati in rifugio (come sempre frequentato SOLO da stranieri; questa volta c'era addirittura un gruppo di scozzesi. Ma dove sono gli italiani????)


[visualizza gita completa con 3 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: OSA :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Tutte
quota partenza (m): 1450
quota vetta/quota massima (m): 3200
dislivello totale (m): 2850

Ultime gite di sci alpinismo

17/06/19 - Fluchthorn Traversata dalla Britanniahutte al Lago Mattmark - manty57
Portage di 40 minuti. Partiti da Mattmark.
17/06/19 - Zumstein (Punta) da Indren - ANDREALP
Seconda giornata di sci alpinismo sul Monte Rosa e splendida salita alla Zumstein. Partiti dal rifugio Città di Mantova alle 5.45 con meteo eccezionale. La neve piuttosto dura ci ha indotti a mettere [...]
16/06/19 - Bezin Nord (Pointe de) da le Pont de la Neige - Ganesh
Volevamo salire sulla Buffettes ma poi ci siamo fermati sulla Bezin Nord, scesi sotto il Grand Fond, siamo poi risaliti alla Ouille de Tretetes. Meteo splendido, buon rigelo grazie al cielo sereno di [...]
16/06/19 - Vincent (Piramide) da Indren - ANDREALP
Saliti a Punta Indren in funivia e successivo pernottamento al rifugio Città di Mantova per salire la Zumstein il giorno dopo. Giornata calda e con poco vento con condizioni eccezionali per salire. R [...]
16/06/19 - Spiriti (Punta degli) dal Passo dello Stelvio - joevaltellina
Partiti dal Passo dello Stelvio con gli sci ai piedi: qualche nuvola qua e là, discreto rigelo notturno, niente vento. Saliti sulla Punta degli Spiriti dall'arrivo dello skilft, spallando gli sci e [...]
16/06/19 - Rognosa d'Etiache (Passo Ovest della) dalla Diga di Rochemolles, giro per il Vallone di Fond - mountain
Ottima gita di chiusura della stagione; saliti dalla passerella sotto Pian dei Morti. In compagnia del Guru e di Enrico, i quali appassionati dei percorsi sostenuti sono saliti in vetta alla Rognosa, [...]
16/06/19 - Fréduaz (Chaine de) e Monte Bella Valletta dal Colle del Piccolo San Bernardo, anello per il col de la Traversette - brusa
Al mattino, quando sono arrivato al colle, in territorio francese c'erano parecchie nuvole con nebbia che impediva la visibilità. Quando stavo per rinunciare, un po' di vento ha velocemente ripulito [...]