Faudo (Monte) da Pompeiana, giro

tipo bici :: front-suspended
ho effettuato il giro qui descritto seguendo in parte le info reperite sul sito ?id=881&L=0 itinerario 707. Sono salito a Castellaro passando da Taggia (occhio che stanno effettuando lavori e la strada potrebbe essere chiusa, conviene salire da pompeiana per non rischiare), arrivato al santuario s.n. Lampedusa ho proseguito verso il colle s. Salvatore su strada dalle pendenze considerevoli e fondo misto asfalto-sterrato. arrivato al colle ho preso la sterrata in direzione nord verso il m. Faudo con un fondo non eccezionale, tante' che in alcuni tratti sono sceso dalla sella; arrivato in cima del m. Faudo sono sceso tagliando la strada asfaltata e poi ho proseguito in direzione di S. Brigida su sterrata scorrevole bellissima. Arrivato ad un cartello indicante passeggiata del bosco ho seguito il sentiero (veramente bello!); giunto a S. Brigida sono andato verso Pietrabruna tramite il sentiero dei ponti (il ponte di Rio Maree sarebbe chiuso, ma si riesce a passare). A Pietrabruna sono risalito sino al colle S. Salvatore dove finisce l'itinerario 707; da qui ho deciso di proseguire in direzione sud sulla cresta passando dal monte croce e raggiungendo Cipressa lungo un percorso mtb molto divertente. Da Cipressa sono passato dentro l'abitato scendendo su un sentierino, e poi mi sono ricollegato alla pista ciclabile. Giro veramente bello soprattutto le discese in sigle track (passeggiata del bosco, sentiero dei ponti e il sentiero mtb sopra Cipressa), impegantivo dal punto di vista dato che i km sono 56 e il dislivello 1900 (vedi traccia)
lungo la ciclabile
santuario n.s. lampedusa
arma dal santuario
colle san salvatore
monte faudo
deviazione su passeggiata del bosco
single track nella passeggiata del bosco
lungo la dorsale del monte croce
lungo il percorso mtb sopra cipressa

[visualizza gita completa con 9 foto]
tipo bici :: front-suspended

L'itinerario da noi scelto in origine partirebbe da Taggia (m.25) con un dislivello di 1.500m. e 39 km di lunghezza. Noi siamo partiti dal Santuario di N.S. di Lampedusa (bella chiesa stile Barocco) a m. 365, dove abbiamo lasciato l'auto e iniziato a salire. Porre attenzione a non prendere nè la prima sterrata che si incontra subito e scende a sinistra e neppure la seconda evidente strada che in piano prosegue sempre sulla sinistra, ma imboccare la ripida rampa che sale sulla destra su fondo in cemento. Noi abbiamo sbagliato e preso appunto questa seconda strada a sinistra che con sali-scendi di circa 150m di dislivello e dopo circa 5 km, finisce in uno spiazzo cieco che incrocia un sentierino in discesa e uno in salita a destra, tornati indietro, dopo aver perso oltre un'ora, ripartiamo nella giusta direzione...
Si sale su fondo sconnesso con buche, pietroni, sassi e alcune rampe cementate sino al colletto a quota 717m, continuando sulla sinistra (indicazioni) passando davanti alla cappella di S. Salvatore si prosegue in falsopiano per qualche km fino a imboccare la sterrata (in alcuni punti con fondo veramente pessimo...) che porta alla quota 1.003m. (indicazioni).Girando nettamente a sinistra si imbocca la larga strada con resti di vecchio asfalto che in circa 1 km porta in vetta a m.1.150. Arrivati sotto un sole cocente sulla ampia cima, troviamo uno scempio di antenne e ripetitori, addirittura ne hanno piazzati sulla grossa croce metallica! Oltre a tutta questa ferraglia una grossa costruzione della Telecom domina la cima, oscurando la piccola cappelletta originaria, un vero peccato, vista la splendida posizione e il panorama.
Ridiscesi al bivio si gira a sinistra e si percorre in discesa un lungo tratto su fondo naturale sino alla località S. Brigida a quota 450m. Da qui a destra si prende la sterrata che scende verso il rio Meree (al bivio a quota 431m. si prende a sinistra), lo si passa sul ponticello in pietra e si risale poi verso il borgo di Pietrabruna. Al bivio con la SP 45 proseguire a sinistra in discesa sino ad imboccare sulla destra, a fondo paese, l'interpoderale su fondo naturale che porta con andamento in piano alla frazione di Boscomare a quota 380m. Da questo punto risalire l'arido versante sino a quota 660m. (Passo Rapaluvo), dove, deviando a destra, si arriva al colletto a quota 717m, ritrovando a scendere il percorso transitato all'andata.
Bel giro fatto con le bici "anziane da mare", pur tenendo conto del tempo perso all'inizio per sbaglio strada, delle temperature belle calde e dei parecchi tratti su fondo pessimo in salita, in compagnia di Cri, divoratrice di more!


[visualizza gita completa con 3 foto]
tipo bici :: full-suspended
Giro molto lungo ma scorrevole , ci ho messo una vita (otto ore) ... chi è più bravo può toglierne una o due . Portage limitato alla salita alle due cime (Follia e Faudo) per il resto tutto molto scorrevole e divertente tranne l'ultimo tratto di sentierino , brutto sporco e cattivo su Pompeiana al ritorno .
Giro molto panoramico... fioriture già super .

[visualizza gita completa con 29 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: BC+ :: BC :: S2 :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 350
quota vetta/quota massima (m): 1149
dislivello salita totale (m): 1860
lunghezza (km): 48

Ultime gite di mountain bike

03/06/20 - Geat - Valgravio (Rifugio) da Villarfocchiardo, giro per la Certosa di Montebenedetto - giorgiobi
Fatto il giro in senso orario. Salita un po anonima - tra la folta vegetazione che però garantisce anche ombra e fresco - fino alla Certosa di Monte Benedetto. Poi sentiero 506 - ciclabile solo nel t [...]
02/06/20 - Mulattiera (Punta della) da Beaulard, giro per Punta Colomion, Col des Acles, Bardonecchia - mbourcet213
Avendo letto la precedente relazione siccome ero in zona ho pensato di provare questo percorso, di cui avevo sentito tanto parlare! Scelta azzeccatissima, i nevai in salita sono completamente spariti [...]
02/06/20 - Malaura (Passo di) da Rore, anello per Becetto e colle del Prete - lupo alberto
Bel giro, non eccessivamente lungo e con ottimi punti panoramici. Discesa in buona parte su sentiero pulito, anche se in alcuni tratti della metà inferiore il fondo smosso si fa sentire... Divertent [...]
01/06/20 - Belmonte da Valperga, giro - alfonsom
Da Cuorgnè per Santa Lucia e Pemonte; essendo la prima volta ho girato un pò per i boschi circostanti con vari saliscendi sui percorsi segnati 4, 5, 8. Così facendo il dislivello sale a piacimento. [...]
01/06/20 - Gran Miol (Bergerie) e Rifugio Alpe Plane per la Valle Argentera - giob
Partendo presto non si incontrano molte auto/moto che alzano polvere. Tutto molto scorrevole e piacevole, come descritto dai commenti precedenti, gran bel giro quasi completamente in sterrato eccetto [...]
01/06/20 - Morefreddo (Monte) da Pragelato per il Clot de la Soma e il Colle del Pis - mbourcet213
Percorso pulito e strada ottima fino al Clot, sono salito sulla "cima" vera e propria così da proseguire poi in cresta arrivando sostanzialmente all'arrivo del Belotte. Qualche lingua di neve da qui [...]
31/05/20 - Besso (Colle del) da Porte per i colli Pra Martino e Crò - discesa sentiero 7 ponti - thebrd
Condizioni praticamente perfette lungo l'itinerario percorso (evitato la discesa sul sentiero dei Fornetti, su cui pare ci siano alcuni alberi crollati , ed il sentiero sotto Tagliaretto). Rampe sopr [...]