Etna, Cratere Nord-Est da Piano Provenzana

note su accesso stradale :: andare a linguaglossa e poi seguire per piana provenzana
L'itinerario è molto semplice ma lungo, si parte da piana provenzana dove si parcheggia comodamente la macchina e si parte per la strada carrabile sterrata usata dalle gite organizzate dalle agenzie e si segue sempre quella fino al bivio per l'osservatorio. A questo punto si segue a destra, quindi non si va all'osservatorio e si arriva fino a 2900 mt ( tempo 2-3 ore ) circa dove la strada si perde inghiottita da una colata lavica e si intravedono le tracce per salire ai crateri sommitali. Da questo punto in poi c'è un cartello che consiglia fortemento di avvalersi delle guide dell'Etna. Da qui alla cime ci vuole 1 ora andando tranquilli. Arrivati al cratere inferiore se c'è vento meglio non avvicinarci e piuttosto circoscriverlo un po' più sotto se si vole poi riscendere dall'altro lato ( sempre a nord ) del cratere o proseguire per il cratere superiore.
Montagna unica, esperienza da non perdere e soprattutto fattibile anche totalmente con le proprie gambe. Adatta a tutti se allenati sulla resistenza, ovviamente considerare i richi che un vulcano attivo può conportare. Attenzione al vento forte in cima ed al clima che può cambiare rapidamente.


[visualizza gita completa]
Saliti dal rifugio Citelli per il Bosco, la Cresta delle Concazze, il Pizzo Deneri e, visto l'assenza totale di sentieri, ci siamo orientati continuamente con bussola+altimettro; lasciate ad intervalli regolari strisce bianco-rosse che sono state di qualche aiuto in discesa. consumati gli scarponcini per via del terreno lavico molto abrasivo.
con Rolando ed una allenatissima Carla. saliti con il beltempo ed i crateri che fumavano verso Ovest; al ritorno nebbia e un po di pioggerella alla fine. Ci siamo fermati a q1850 per non rischiare di scendere a Catania e ci ha aiutato il rumore delle ruote di una macchina sull'asfalto bagnato!




[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 1740
quota vetta/quota massima (m): 3311
dislivello salita totale (m): 1550

Ultime gite di escursionismo

19/02/20 - Lunelle (Punta e colle) da Traves, anello - rolly52
Confermo l’ottima valutazione di questa gita, tutta su sentieri piacevoli e ben tracciati.Peccato per il momentaneo annuvolamento appena giunti in vetta. Lunghetta nel complesso ma poco faticosa.
19/02/20 - Santa Cristina (Monte) da Bracchiello per el Senté dla Scalinà - parinott
Diversi alberi caduti sul sentiero 261, il Cai di Lanzo ha previsto a Marzo l'intervento di pulizia, comunque ben segnalato da bolli B/R. e cartelli ai bivi. Molto meglio dai Monti di Voragno a S.Cristina.
19/02/20 - Croce dell'Ubacco (Monte) da Moiola - klaus58
Fatto il solito giretto mattutino salendo per la strada asfaltata, prima il monte Croce dell'Ubacco, poi punta Il Bric e il boscoso Saret Alto, scendendo dai tetti Masuè per il tracciato MBK con un s [...]
18/02/20 - Frassati (Poggio), da Graglia per il Tracciolino e traversata a Oropa - brunello 56
Gran gitona, all’arrivo ad Oropa erano 30 km con un 1500 m di dislivello, con 8h abbondanti di cammino. Ma ne valeva la pena. Non conoscevo il Tracciolino e volevo percorrerlo, anche sapendo che sa [...]
18/02/20 - Artondù (Cima) da Tetti Gallina per il Bric della Ciarma, anello per Meschie - lonely_troll
Una passeggiata alle pendici della Besimauda con salita per un percorso dimenticato e attualmente riportato solo da OpenStreetMap. Pochi brevi tratti di neve dura ma non scivolosa che non danno fastidio.
16/02/20 - Corte Lorenzo (Cima) da Bracchio - chit.scarson
Le poche chiazzette di neve residua dove non batte il sole i cresta non infastidiscono. Tutto il catename è in ordine.
16/02/20 - Scopel (Bivacco) da San Liberale - lancillotto
Sentiero dalla Croce dei Lebi e poi al bivacco con tratti ghiacciati, coperti da qualche cm di neve recente. Utili i ramponcini sopratutto la mattina. Salita in nebbia totale fino quasi al valico del [...]