La Serra d'Ivrea da Andrate al Lago di Bertignano

Istituto Comprensivo Ivrea II, Scuola Secondaria di I grado “G. Falcone” – v.le Liberazione, 14 – Ivrea
Da Andrate, condotti dalle frecce gialle della gara Ivrea-Mombarone, siamo giunti a Pontije (m. 917). Qui ci siamo portati sulla cresta della morena e, seguendo le frequenti e puntuali paline dell’AMI, abbiamo camminato percorrendo il lungo tratto dell’Alta Via che costeggia la sommità della Serra d’Ivrea. Dopo un veloce spuntino poco oltre la palina che segnala la fine dell’interminabile pista tagliafuoco, il percorso ci ha portati al Pilùn Cügnel, la cappellina (di cemento, orribile!) all’ingresso di Magnano. A questo punto abbiamo lasciato l’Alta Via, quasi un’autostrada, per avventurarci nella selva che ha ormai avvolto l’antica mulattiera che scende alla borgata Broglina: di recente sono stati collocati alcuni interessanti pannelli esplicativi, ma gli alberi caduti e i rovi, seppur trasformino l’ambiente in un divertente parco-avventura, rallentano la marcia (provvidenziali le cesoie emerse da uno zaino). Entrando in Bollengo, ormai lungo la strada asfaltata, breve sosta alla bellissima chiesa romanica dei santi Pietro e Paolo, brevissima puntatina al parco giochi, quindi … un’affannosa ricerca dei biglietti del bus, misteriosamente scomparsi nel profondo degli zaini.
La camminata era stata già effettuata con grande soddisfazione lo scorso anno, al termine dell’inverno, ma è bellissima anche in primavera: si perdono i panorami (per giunta il cielo oggi è stato per lo più coperto), ma si cammina in un bosco inebriante di colori, profumi, suoni e canti. Numerosi gli incontri: una placida salamandra, un paio di scoiattoli incuriositi, un piccolo orbettino spaventato più di chi l’ha avvistato, un gruppo di motociclisti (prudenti, sì, ma… sul sentiero! sembra che dalle parti di Magnano sia una cosa normale, sgommare sulle mulattiere!). A sera eravamo tutti molto stanchi, qualcuno stava addirittura per addormentarsi sull’autobus, ma d’ora in poi anche i ragazzi che quest’anno hanno partecipato all’uscita, quando vedranno la Serra da casa, la guarderanno con occhi diversi!

nei pressi della Torre della Bastia
Roc Basariund
lungo la pista tagliafuoco
scendendo verso Broglina
verso Bollengo
Bollengo, chiesa romanica

[visualizza gita completa con 6 foto]
Istituto Comprensivo Ivrea II, Scuola Secondaria di I grado “L. da Vinci”, viale della Liberazione, progetto Passo dopo passo.
Ci siamo trovati a Ivrea al Movicentro, siamo partiti con l’autobus della G.T.T. alle h. 8,00 e siamo arrivati ad Andrate alle h. 8,40. Da Andrate (m. 829), lungo il percorso della gara Ivrea-Mombarone, siamo giunti a Pontije (m. 917). Qui ci siamo portati sulla cresta della morena e, seguendo le frequenti e puntuali paline dell’AMI, abbiamo camminato ammirando e fotografando fiori, montagne innevate, laghi, massi erratici. Questo il percorso della passeggiata: Passo di Croce Serra, Torre della Bastia (da non perdere il panorama dalla piattaforma in cima alla torre), Passo dell’Oca, Roc Basariund, pista tagliafuoco (sembra non finire mai), Broglina (incrocio ex SS 338), Magnano (m. 550). Nell’ultimo tratto abbiamo incontrato qualche appassionato di mountain bike (ma perché non hanno mai un campanellino per segnalare il loro arrivo?) e perfino un motociclista (qualcuno tra noi si è chiesto se non sia vietato percorrere i sentieri in moto…). Dopo aver giocato a nascondino nel parco giochi di Magnano, abbiamo iniziato a scendere, seguendo la mulattiera abbandonata che porta alla borgata Broglina; da qui abbiamo proseguito verso Bollengo, effettuando una breve sosta alla chiesa romanica dei santi Pietro e Paolo. Il Sindaco del paese è stato molto gentile: vedendoci arrivare, ci ha preceduti alla chiesetta con le chiavi e, dopo averla aperta, ci ha elargito una breve spiegazione storico-artistica molto interessante e molto gradita. Attorno alle h. 18, a Bollengo, siamo risaliti sul pullman, che in circa venti minuti ci ha riportati a Ivrea, molto stanchi, ma contenti e orgogliosi dell’impresa. D’ora in poi, quando vedremo la Serra da casa, la guarderemo con occhi diversi!



[visualizza gita completa con 5 foto]
Ancora qualche chiazza di neve all'inizio del percorso sulla morena, ma non crea alcuna difficoltà.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: tratti di sentiero, mulattiere, sterrati
difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 829
quota vetta/quota massima (m): 917
dislivello salita totale (m): 130

Ultime gite di escursionismo

21/04/19 - Cornet (Monte) e Monte Rocceré da Sant'Anna di Roccabruna, anello per Colle della Ciabra e Balmascura - annagarelli
sono partita in bici da dronero; poi a una certa mira, l' ho lasciata lì per prendere, a piedi, un sentiero che mi ha portata a s anna; in alto si può salire di fianco alla neve e quindi anche con l [...]
20/04/19 - Aighiera (Monte) e Il Pelvo da Vinadio, anello - massimo66
Fatto giro come descrittto...quota neve appena sopra le 3 cime..intorno ai 180 metri...Ambiente selvaggio, dopo il monte Aighiera non ho trovato tracce ma la Punta del Fo è sempre in vista ....poi il [...]
20/04/19 - Grosso (Monte) da Valdinferno, anello per Colla Bassa e Monte Berlino - gianmario55
L'idea originale sarebbe stata di salire l'Antoroto e poi compiere la traversata fino al Berlino. Purtroppo la giornata non delle migliori, con molte nubi, specialmente al mattino, ma soprattutto l'in [...]
20/04/19 - Ovaga (Bec di) o Res da Alpe Casavei - Franco1457
Rifugio chiuso. In discesa ho fatto un anello: nei pressi della cappelletta ho preso il sentiero 604. Opzione poco consigliata: tante foglie nella faggeta e sentiero un po’ invaso dai rami ma comunq [...]
20/04/19 - Sentiero Valerio Tassone da Robilante - Klaus58
Fatto il giro completo con i diversi saliscendi e salito anche il m. Pena che non fa parte del percorso (con un po' di boschismo). Interessanti alcuni dei "tetti" che si incontrano e il Runc Capun, ol [...]
20/04/19 - Pratofiorito (Lago di) da Gavie - fdf62
Partito da Gavie ho effettuato l'anello passando per Porcili. Carico traccia tenendo presente che vista la neve in alcuni tratti mi sono volutamente discostato dal sentiero. Neve sul sentiero da quot [...]
19/04/19 - Cusna (Monte) e Cresta del Gigante da Monte Orsaro per il Fosso di Prassordo - davec77
Gita di allenamento, partito dalla Peschiera Zamboni. Salita per il sent. 619 in 2 ore, neve continua da 1500-1600 m, tutto sommato in buone condizioni e con ottime tracce, sfruttando le quali si sa [...]