Cristalliera (Punta) da Rifugio Selleries

Lasciato l'auto a Pra Catinat, per risparmiarle il lungo sterrato (in alcuni punti abbastanza dissestato). Confermo le recensioni di chi mi ha preceduto: traccia evidentissima sino al Colle di Malanotte, poi si va un po' ad intuito sulle rocce facendo spesso uso delle mani per trovare un appiglio.
riflessi al lago della Manica
verso il colle di Malanotte
croce di vetta
panoramica della cima
un piacevole incontro...

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: accesso stradale dissestato ma buono
Sentiero ben segnalato fino a colle di Malanotte, dopo no, sono salito per via diretta dal colle alla croce gattonando fra i pietroni.
Sentiero ben segnalato fino a colle di Malanotte, dopo l'ho perso, sono salito per via diretta dal colle alla croce gattonando fra i pietroni. Uno speciale grazie ad una coppia di Asti ed al loro affettuoso cane, con cui ho condiviso un pezzo di salita e la discesa. Siamo scesi per il sentiero dalla cima al colle, che loro hanno trovato ed io no! Ho dato 4 stelle perchè purtroppo c'era un pò di foschia.


[visualizza gita completa con 3 foto]
Oggi partiti dal Rifugio Selleries di Fenestrelle, verso la Cristalliera seguendo il sentiero 339 che passa lungo il  lago del Laus  e poi quello della Manica di qui dopo un tratto sui prati inizia la ripida pietraia in parte con passaggi obbligati su navi fino al Colle Malanotte… In salita la traccia di sentiero non è così visibile dunque dal colle in su si transita su grandi blocchi di roccia fino all Croce di Vetta…
Gita corta ma intensa per il ripido penso finale su pietraia, molto bella e divertente, peccato la nebbia (per questo le quattro stelle) che ha penalizzato del panorama.

[visualizza gita completa con 3 foto]
Superato il lago La Manica sulla pietraia si sale sul nevaio, senza rigelo, dunque non occorrono ramponi (versante a ovest) Dal Colle Malanotte invece non c'è traccia di neve, così sino in vetta, che vista da qui sembra molto articolata, ma via-via che si risale ometti e una traccia di sentiero facilitano la salita.
Giornata spettacolare e calda già di primo mattino, la costa che anticipa il lago Laus è completamente fiorita di rododendri, sopra le fioriture non sono da meno. Dalla vetta invece si dispiegano un'infinità di montagne, ma riconosco solo il Rocciamelone e il Monviso. Due giorni in questo Parco che è una vera piacevole sorpresa, il Rifugio Selleries poi non è stato da meno!
Con Cai Arona-Piedimulera.


[visualizza gita completa con 2 foto]
La nostra intenzione era quella di fare il canale del torrione, ma grazie alle informazioni errate del gestore del rifugio Selleries ci siamo accontentati della normale, perché il canale non è più in condizioni. Saliti dalla borgata Seleiraut, l' ottimo sentiero che si snoda tra un bellissimo bosco e cascate impetuose ci ha condotto al rifugio. L'indomani partiti alle 5.30 risaliamo la spalla che fiancheggia il rifugio seguendo il sentiero 339. Sentiero in gran parte pulito, ci sono alcuni nevai, ma innocui. La neve continua la si trova dal primo lago e dopo aver visto le pessime condizioni del canale optiamo per la normale, ancora interamente innevata fino in vetta.
Dal colle Malanotte l'ultimo tratto è comunque divertente. Attualmente picca e ramponi indispensabili.
Rigelo poco e nullo anche la mattina presto.
In compagnia di Rosa nella bella Val Chisone.

[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: Da oggi strada chiusa da Pra Catinat
La strada chiusa a partire da oggi ha allungato considerevolmente la salita . Partiti tardi fermato al Colle Malanotte per non tornare al buio.Canadair in azione tutto il giorno in bassa valle. Con Sonia

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: aperta fino al Selleries, meglio con "hard car"
Dopo il Colle roccette divertenti con qualche tratto sfasciumoso; violente raffiche di vento che mi buttavano per terra, rinunciato a concatenare anche la Malanotte.
Roghi dappertutto e Canadair in azione; con la mia Brondi sentivo le interferenze di VVFF, Soccorso Alpino e Operatori vari che si sono fatti il mazzo tutto il giorno per domare gli incendi.
Saliti per il 339A, scesi dal 339; rifugio aperto e affollato.
Visti 2 daini (o simili) nel bosco a fianco della sterrata.
Al ritorno dalla tangenziale spettacolare tramonto infuocato.
Un saluto alle 3 simpatiche tipe di Fenestrelle con i cani con le quali abbiamo condiviso l'ultima parte della salita;
grazie al compagno di gita Mauro Sassone

[visualizza gita completa con 10 foto]
note su accesso stradale :: strada sterrata da fare con attenzione
Giornata con un po di vento, un nevaietto sotto al colle che non disturba, tanti stambecchi al colle ed in vetta. Incontrato qualche escursionista che scendeva. Bei panorami.

[visualizza gita completa con 8 foto]
note su accesso stradale :: Discreta sterrata
Bella montagna, l’unica che mi mancava dal Selleries . Qualche nevaietto nel canalino , gradito al ritorno x scivolate. Piaciuta molto la salita dal colle alla croce di vetta, tutto ben omettato senza difficoltà. Giornata calda panorama limitato, aperto solo lato Francese.
Con Maury, Eugi, Lu e Marco



[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: tutto ok fino al rifugio
Gita di San Giovanni alla Cristalliera. Nulla da segnalare, due nevai un po' più lunghi tra il lago della Manica e il colle, ma non necessitano di ramponi (noi ieri siamo passati verso le 11, neve già molle).
Un po' di gente in giro, giornata buona con qualche nuvola vagante. Solito branco di stambecchi al colle, per nulla spaventati dagli umani. Con Frenk.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: strada pulita, chiusa da sbarra , subito dopo pra catinat
Percorso pulito fino al colle sup. malanotte, poi neve un pelo sfondosa e tante rocciette-pietre affioranti.
La vetta comunque si raggiunge con poche difficolta' in piu' rispetto a quando non c'e' neve.
Scarponcini utili.
Caldo fino al colle, poi serve una felpa e/o antivento.
Dal parcheggio (subito prima della sbarra) al rifugio calcolate 1 - 1,30 ore
Dalla vetta bel panorama su monte rosa, mon viso, Chaberton, Moncenisio ......


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: strada chiusa a Pra Catinat
Bella giornata con leggera foschia verso il ritorno, partiti senza la convinzione di arrivare in vetta. La strada per il rifugio era chiusa, primo giorno di chiusura, quindi abbiamo lasciato la macchina a Pra Catinat (1790m) dove è presente un ampio parcheggio sterrato. Subito vicino alla sbarra che blocca l'accesso alla strada è presente sulla destra un sentiero che porta in modo più diretto al il rifugio Selleries (aperto 365 giorni l'anno). Percorso completamente libero da neve fino al lago del Laus (2259 m) dopo tracce di neve. Ci siamo fermati al lago La Manica (2365 m). Visti dei camosci tra il lago del Laus ed il lago La Manica.


[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: Macchina al rifugio ma strada sconnessa
Ben.segnato fino al.Colle.malanotte.
Dopo ometti fino.in.cima
Paesaggio.con.nuvole ma.poi sereno. Venti in.punta e paesaggio.autunnale. visto stambecchi Sopra rifugio. Molta gente.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: strada sterrata per il rifugio discreta
Gita periodica su questo itinerario per godere oggi di ottimi panorami e la presenza di qualche stambecco e marmotte. L'ultimo tratto dal colle di malanotte bisogna reperire il miglior sentiero scendendo di quota stando più a sinistra salendo.

[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: Mediocre
Lasciata l'auto dopo circa 1 Km l'inizio della sterrata per il rifugio abbiamo proseguito a piedi. Arrivati in punta intorno alle 14,30, nella nebbia e con inizio di pioggia, il tempo di indossare le mantelline e abbiamo cominciato la discesa. Una forte pioggia e un vento fastidioso ci hanno accompagnato fin sotto il colle Malanotte e arrivati al lago della Manica è tornato il sole....

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Mediocre
Tornato dopo tanti anni alla Cristalliera in compagnia di due amici che invece ci salivano per la prima volta...peccato per la nuvolaglia che non ha permesso di vedere granchè del panorama. Neanche il Viso è mai apparso alla nostra vista!
Tanti escursionisti in giro.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Ca 6 km di sterrata un po' sconnessa per arrivare al Rifugio
Visto il tempo previsto eravamo un pò indecisi sulla meta ma abbiamo scelto bene sia per i bellissimi luoghi sia per il tempo stesso che si è mantenuto discreto per tutto il giorno. Dal rifugio abbiamo preso il sentiero ottimamente segnalato che sale prima al Lago di Laus con bivacco e al Lago la Manica. Il sentiero si fa ora più ripido per raggiungere il colle superiore di Malanotte. Dal colle seguire gli ometti e il sentiero che sempre molto ripido, ma senza problemi, porta in vetta dove è presente una bellissima croce. Uno stambecco ci aspettava sulla cima. Panorama bellissimo ed esteso. Diversi escursionisti sul percorso. Gita in compagnia di Giorgio che faceva il passo ed è salito come un treno ... e Pier Albino.

[visualizza gita completa con 11 foto]
note su accesso stradale :: ok
Bella gita, peccato che le nuvole in vetta ci hanno precluso completamente il panorama.....
Consiglio di portarsi molti litri d'acqua se si intende affrontarla in questo periodo caldo, l'ambiente è molto arido

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: libero sino al rifugio
escursione effettuata con una bella giornata di sole , il percorso e ben segnalato dal parco , giornata di foto a tutto spiano sopratutto merita il lago della manica.
un ringraziamento alla mia famiglia


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: da pracatinat fondo sconnesso con buche anche molto profonde
camminata abbastanza semplice fino ai laghi, poi abbiamo iniziato la salita verso il colle sotto la cristalliera ma stante ancora la neve presente e incertezza nella preparazione, decidiamo di tornare a fare pranzo al lago della manica (pieno di piccoli pesci)
pranzo attorniato da stambecchi che non si spaventano neanche per la presenza di numerosi bambini che giocano vicino

[visualizza gita completa con 4 foto]
forse l'ultima gita prima della neve, ma il percorso oggi era ancora pulito - se si esclude la brina scivolosa sulle pietraie finali. Due tratti belli dritti comunque, prima del colle di Malanotte sup. e prima della punta (o forse poco allenamento mio).
Per scegliere i percorso più breve, al primo bivio seguire a sinistra evitando di scendere al lago Laus - se ci si arriva, dopo il sentiero si presenta nuovamente ripido per recuperare la quota perduta; arrivati al lago Manica, aggirarlo sulla sinistra evitando le pietraie sulla destra. Al colle di malanotte, proseguire per 50 m sul versante susa (segni bianchi) fino a incrociare una traccia che si segue fino in cima, evitando i peggiori sfasciumi.
con Ale (e Mari al rifugio)


[visualizza gita completa]
Dopo oltre due mesi di stop forzato,oggi timido approccio ad una facile gita per "testare" il sistema motorio,anche se il percorso sarà ancora lungo e faticoso.............
Itinerario semplice e ben indicato con evidenti bolli prima e ometti poi(dopo il colle superiore di Malanotte),il percorso si svolge in un ambiente gradevole nella zona laghi reso ancor più bello dai colori autunnali e dalla bella e calda giornata e la cima è un autentico belvedere sulle vette circostanti.
Oggi in gradita compagnia di me stesso,come si conviene quando si intraprendono questi "personali" percorsi che,più che la forza fisica,richiedono una buona predisposizione mentale.


[visualizza gita completa con 7 foto]
Partiti presto ma non è servito a molto, ottimo inizio con il sereno ma già al lago Laus nubi alte in avvicinamento. Alla Manica raggiungiamo il Colle già nella nebbia, aspettiamo per vedere se si apre un po'. Così è ma evitiamo di salire, apertura talmente piccola che non vale la pena, tanto la vetta era avvolta dalle nebbie comprese tutte le altre cime attorno. Non avremmo visto altro che nuvole! Peccato è già la seconda volta che ci sfugge la Cristalliera...l'anno scorso per pioggia all'ultimo lago. Maledizione! Discesa nella nebbia praticamente durante tutto il tragitto, più rada e alta zona laghi, fitta al Selleries già dall'una.
Aspettiamo tempi migliori come si dice!

Buone gite a tutti...sempre più in alto!


[visualizza gita completa]
Bella gita, riproposta a tutta la famiglia. Divertente per i ragazzi annoiati dai sentieri.

Un po' di nuvole alla partenza, e sebbene durante la mattinata il cielo si sia aperto, un po' di nuvole in lontananza non hanno permesso di godere appieno l'eccezionale panorama dalla punta.



Continuo a pensare che dal punto in cui si stacca il sentiero dalla strada sterrata oltre il rifugio, dopo il passaggio sul torrente, l'indicazione della punta Cristalliera e non solo del colle di Malanotte non ci sarebbe stata male. A prova di imbecille, come si dice


Con Riccardo, compagno di vita e di avventura, Diego, Alessandro e Andrea.


[visualizza gita completa con 3 foto]
concordo come scritto da Laika 58 ,unico neo è fare 130 km di strada x 800 mt scarsi di dislivello. al rifugio arrivano tutti quindi rif preso d assalto da turisti, gentili gli esercenti
grazie ai 6 compagni e a Osvaldo che ha proposto gita


[visualizza gita completa con 1 foto]
Era da un pò di tempo che desideravo effettuare la salita alla vetta della cima Cristalliera e conoscere da vicino una parte del parco Orsiera - Rocciavrè, e oggi con un gruppo di amici siamo venuti - Partiti dal rifugio Selleries ed effettuato un giro ad anello, siamo saliti costeggiando il lago Laus, per poi risalire al lago della Manica e risalire il ripido pendio e pietraia che porta al colle di Malanotte, di qui in avanti una grande pietraia e sfasciumi con tracce di sentiero e diversi ometti sino alla vetta sormontata da una grande croce - Giornata soleggiata con vento freddo di sottofondo che ha reso terso il cielo e si sono potuti ammirare a 360° gli immensi panorami, in quanto la Cristalliera è una cima isolata e posizionata al centro di una cerchia di montagne più basse - Rientrati passando dal sentiero che dal lago della Manica passa più in alto sul lago Laus - Bellissima gita consigliabile
Oggi in compagnia di Sergio, Stefano, Fulvio, Ernesto, Claudio, Luisanna


[visualizza gita completa]
Bella gita, breve ma intensa.

Salita dal Rifugio Selleries, prendendo la strada più diretta verso il lago della Manica evitando il lago del Laus. Sopra il algo della Manica ci siamo dispersi il sentiero che transita sulla sinistra del vallone e lo abbiamo risalito per gli sfaciumi.

Dal colle superiore di Malanotte abbiamo risalito decisamente il pendio finale su grossi blocchi di pietra, e solo poco dopo la metà ci siamo ricollegati alla traccia di sentiero.

Da segnalare che la strada al rifugio Selleries è tranquillamente (o quasi...) transitabile con la nostra C3.. che due indicazioni in più per la punta Cristalliera, a mio avviso , non sarebbero guastate.

Gita davvero molto molto bella, comunque, di quelle che danno soddisfazione fare!!!
con Riccardo, come sempre compagno di vita e d'avventura.


[visualizza gita completa]
Salita a Selleries da Villaretto, confidando nella fama di bastian'contrari meteo del Selleries. E infatti: sono passato dalla pioggerella al sole e poi di nuovo alla pioggerella almeno 4 volte in una mattinata, ma pur sempre meglio che nel resto della valle, almeno ero fuori dalla nebbia.
Prima parte del sentiero sopra Villaretto ingombro di sterpi, poi migliora, consigliati pantaloni lunghi.
La salita al colle di Malanotte è ancora un po' ingombra di neve, facile da superare ma attenzione a non perdere il sentiero, dal basso si vedono poco i segni.
La salita in punta è sgombra anche se franosa come sempre.
A 70 mt dalla cima fatto dietro front quando ha cominciato a grandinare.

[visualizza gita completa]
Il libro di vetta è finito.
Colori autunnali incantevoli. Bella giornata. Discesi dal vallone di Malanotte.


[visualizza gita completa]
Bella giornata anche se molto fresca soprattutto all'ombra.
Solo un persona sull'itinerario. Un escursionista, che saluto, che mi ha raggiunto mentre arrivavo in cima.
Sempre molto bello l'ambiente di alta montagna anche se si trova a pochi passi da Torino.

[visualizza gita completa con 5 foto]
siamo partiti dalla borgata di Selleraut per il selleries e poi fino in punta(1300 di disl). Alla borgata incontrato mezzi militari che ci hanno occupato ogni possibilità di parcheggio. Attenzione nei we non ci sono tante possibilità di parcheggio e la strada è stretta. Salito con scarpe leggere, Alex con quelle da corsa, forse ha esagerato (deviazione professionale)cmq sentiero perfetto, logicamente per la cima diventa molto pietroso. Clima perfetto. Visto 2 vipere. Una nei pressi del casotto guardiaparco su una roccia e l'altra nei pressi del rifugio sul sentiero. Anche loro in giro per godere delle ultime giornate calde. Con Runneralex

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Sterrato fino al Selleries senza problemi, ovviamente con attenzione.
Dopo settimane di astinenza, sia per le ferie sia per colpa del tempo, partitiamo ore 9,30 dal Rifugio Selleries per salire la Cristalliera. Il meteo dava leggere velature ma ci troviamo sotto ad un cielo cupo e coperto. Partiamo lo stesso sperando in una schiarita. Superiamo il Lago del Laus con la sua caratteristica isola, una visita al casotto dei guardiaparco assieme al bivacco che è abbastanza malridotto. Proseguiamo arrivando al Lago della Manica, vento forte e qualche goccia inizia a scendere dal cielo. Ci arrendiamo a questo meteo settembrino che non sembra lasciare scampo alle domeniche (e anche ai lunedì!). Vista l'ora torniamo al Rifugio dove ci abbuffiamo con un pranzo inaspettato. Ore 14.00 torniamo all'aria aperta e il vento che ci aveva sorpresi sotto la Cristalliera ci aspetta alla macchina insieme ad una leggera pioggia pungente.

Peccato per il tempo ma sicuramente torneremo per completare la salita.

Buone gite a tutti...sempre più in alto!


[visualizza gita completa]
Un poco di attenzione dal colle alla cima. Per il resto ottimo sentiero. Tornato dopo alcuni anni, rimane sempre una bella escursione.
Alla prossima

[visualizza gita completa con 1 foto]
Finalmente la Cristalliera!
Erano anni che era in programma e finalmente l'ho messa in saccoccia!
Dal Rifugio Selleries ho seguito il sentiero 339, toccando i due laghi, Lago Laus - mt. 2259 - e il Lago la Manica - mt. 2680 - il Colle sup. di Malamotte e di qui sino in vetta.
Dal Colle alla vetta sentiero non banale, sfasciumi e pietraia che richiedono una certa attenzione.
Salito in solitaria in una giornata bella, sole e leggera brezza. Parecchia gente sul percorso e tantissima al Rifugio Selleries, presso il quale mi sono fermato al ritorno per una rinfrancante polenta e spezzatino.
Un carissimo saluto all'amico Massimo Manavella, gestore del Rifugio, che tutte le mattine ci allieta sulla pagina facebook di "Alpi Cozie e dintorni".
Salito in h. 1,45
Km. di salita 3,340


[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: circa 5 km di sterrata non bellissima
Bella , peccato parecchie nuvole quando siamo arrivati in cima ed il sentiero non sempre agevole. Un nevaietto alla base del canale sotto il colle superiore di malanotte senza problemi, il miglior sentiero dopo il colle non facilmente reperibile in salita. Tanta gente, anche al rifugio. Qualche stambecco durante la salita.
Con Lia e Fulvio


[visualizza gita completa con 1 foto]
Oggi prima salita per me alla Cristalliera, con partenza dalla chiesetta sotto alla borgata Seleiraut.
Da lì sono salito sull'ottimo sentiero fino al Rifugio Selleries, da dove ho seguito l'itinerario "classico", ovvero salita al Colle di Malanotte e poi alla vetta.
Avevo i ramponi ma non sono stati necessari, perché i nevai prima del colle erano ben portanti, e dal colle alla vetta le varie lingue di neve erano in pratica tutte evitabili (tranne che in un paio di facili punti).
In vetta alle 11:00.
Giornata dal meteo inizialmente accettabile, in seguito però c'è stato un cambiamento abbastanza repentino, con nubi alte ma compatte (tutte le vette oltre i 3000 erano in nube, e sul Rocciamelone sembrava esserci un bella bufera). Aria sempre frizzante, per non dire fresca.
Durante il rientro ho preso anche la pioggia, che mi ha accompagnato nell'ultima mezz'ora.
Bella gita, dallo sviluppo e dislivello non trascurabili se fatta con partenza da Seileraut (più di 16 km a/r e 1300 m di dislivello).


[visualizza gita completa]
bella gita non lunga e in ambiente; parecchi camosci; in punta e in discesa nebbia, quindi panorama rimandato; dal lago Manica ancora abbondanti nevai; saliti dritti con piccozza per evitare la cresta detritica (scoperta, ma non tanto agevole); ultimo tratto di facilissime roccette, con Anna Dada e Tizi.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Strada per il rifugio Selleries in buone condizioni
Neve sul canale che porta al Colle Malanotte, ramponi non necessari nelle condizioni odierne. Dopo il colle solo un paio di brevi passaggi sulla neve.
Condizioni meteo ottimali al mattino, pomeriggio da dimenticare, con nebbia fittissima a partire dal fondo del canalone sotto il colle. Le 3 stelle per le condizioni meteo, altrimenti bella gita.
Con CAI intersezionale


[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: Strada che porta al rifugio Selleries in buone condizioni.
Ancora un po' di neve nel canale prima di arrivare al colle di Malanotte, ma con le temperature di questi giorni il nevaio scomparirà molto presto. Ramponi non necessari (noi li avevamo e quindi li abbiamo usati), mentre avere una picozza soprattutto per l'ultimo tratto prima di arrivare in vetta è consigliato, più che altro per una questione di sicurezza personale.
Oggi eravamo in sei a salire sulla Cristalliera. Nella discesa incrociati altri gruppi che stavano salendo, mentre ai laghi tantissimi escursionisti che hanno approfittato di questa giornata di caldo estivo.


[visualizza gita completa]
Gita sociale della Commissione Gite, una ventina di partecipanti.
Al sabato in 26 festa all'accogliente Selleries.
Noi siamo partiti la domenica, parcheggiato circa 200 m sotto il rifugio, iniziato a camminare quasi alle 10.
Approfittato di un passaggio da una coppia con il cane che ci ha lasciato a quota circa 1900 m.
In salita percorso il 339.
Giunta al colle superiore di Malanotte ho fatto tutto un traverso e recuperato una traccis di salita piu' diretta.
Verso la cima qualche piccola chiazza di neve.
Alla croce di vetta raggiunto il gruppo, un po' di foschia, ma bel panorama.
Scesi alle 12.30.
Fatto in discesa il 339 A per il Lago della Manica, sosta al Selleries.
Un saluto ai compagni di gita e a Vittorio


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ultima settimana di apertura della strada
giornata con nubi stratificate sotto i 2000 metri di altezza, giornata di sole ma fredda appena arrivati al rifugio con l'auto alle ore 8.30 troviamo -5 gradi centigradi, iniziamo l'escursione ed abbandoniamo le nubi al lago del Laus, poi raggiungiamo la cima con un bel paesaggio autunnale ed un mare di nubi sotto.
un ringraziamento al gruppo CAI di Cumiana


[visualizza gita completa]
bellissima gita finalmente dal sapore autunnale. piacevole ospitalità del selleries la domenica sera, notte con un vento infernale. lunedì mattina ancora vento ma più accettabile, ghiaccio al rifugio e nei ruscelletti lungo la salita. siamo saliti dal laus, quindi al lago la manica e poi al colle superiore di malanotte. ultimo pendio con vento sempre più fastidioso e gelido, ma siamo arrivati in vetta. panorama splendido su pianura, limitato alle alte valli per gonfia. siamo stati su poco, troppo freddo. ritorno passando dal sentiero alto sopra il lago laus, e rientro al selleries. bellissima gita, gran bella montagna. abbiamo fatto la gita accompagnati da uno splendido pastore maremmano femmina, che è venuta fino in punta senza problemi.
un giorno di ferie ottimamente speso. un abbraccio alla mia compagna in un giorno particolare.


[visualizza gita completa con 3 foto]
Sentiero segnato di fresco fino al colle sup. di malanotte,poi ometti fino in cima.
Oggi qualche nuvole in basso e un bellissimo sole sopra i 2000 metri. Salita alla punta dal colle da non intraprendersi con nebbia.
Con Kappa.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Strada un po' dissestata nell'ultimo tratto
Sentiero molto ben segnato recentemente.
Dal colle di Malanotte numerosi ometti indicano bene la via.
Gita settimanale degli Evergreen CAI Pianezza.
Non si sapeva dove andare e abbiamo scelto un po' a caso, ma alla fine molto oculatamente.
Sempre una bella zona con panorami estesi, anche se oggi il tempo si è un po' guastato nel pomeriggio.
In vetta, mentre stavamo mangiando, è arrivato un piccolo branco di femmine di stambecco con i piccoli, che ci hanno sempre girato intorno senza alcuna paura.
Una mammina con il piccolino ci ha poi accompagnati giù fino al colle. Quasi incredibile!


[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: la sterrata è abbastanza rovinata ma si sale anche senza 4x4
Bella salita veloce giusto per defaticarci un po' dal Niblè e Ferrand di ieri. Il sentiero è sempre molto evidente e dal colle superiore di malanotte partono infinite tracce e ometti che puntano alla vetta. In vetta caldo e bel tempo ma soprattutto moltissimi stambecchi e ben sette pernici bianche. In discesa di nuovo tantissimi stambecchi, fino al colle, che si avvicinano molto ma che fanno cadere un sacco di pietre sulla testa. Rocce sempre asciutte nell'ultima parte bisogna solo prestare un po' di attenzione sotto al lago la manica dove il sentiero attraversa il ruscello che arriva dal lago.
Un saluto al gestore del Selleries, Massimo, che oltre alla sempre ottima accoglienza ci ha anche spiegato i progetti e quel che già c'è nella falesia davanti al rifugio.


[visualizza gita completa con 6 foto]
Bellissima gita in una giornata dal meteo favorevole. Santiero ben segnalato sino al colle della Cristalliera, poi solo ometti, ma il percorso è molto intuitivo. Il bivacco del parco al lago del Laus in buone condizioni. Sempre ottima l'accoglienza al rifugio Selleries.
oggi con frank e sergio.


[visualizza gita completa con 3 foto]
Sul percorso si incontra un solo nevaio sotto il colle di malanotte, per il resto tracce di neve nel tratto dal colle alla cima, che però non interessano l'itinerario di salità, percorribile senza difficoltà.
Ennesima gita personale, questa volta in compagnia di molti amici alla loro prima assoluta alla Cristalliera,giornata splendida


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: in auto fino al rif.selleries su sterrata non proprio perfetta...
Piacevole escursione che permette di godere dalla vetta un panorama eccezionale dal Monviso al m.Rosa.In compagnia del babbo bruno, Cri e i due cuccioli 4wd.
Al ritorno abbiamo gustato al rifugio una superba polenta con crema di gorgonzola e seirass e taglieri di formaggi e salumi, eccezzionali!
Centinaia di persone al rifugio, per fortuna solo una decina in punta....

[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: strada per il rifugio un po' sconnessa
L'ennesima gita personale sulla Cristalliera non mi porta a segnalare altro se non che la strada da Pra Catinat a rifugio ha visto senz'altro tempi migliori. Quest'anno pietre affioranti e buche non si risparmiano, ma anche con un'auto normale, e velocità ridotta e con le dovute cautele, si può ancora percorrere. Anche oggi con Anna.

[visualizza gita completa]
Partiti dal forte delle valli,abbiamo raggiunto il rifugio Sellieres,per poi proseguire per la cima Cristalliera,ridiscesi fino al lago della manica,abbiamo tenuto la dx e per roccioni e rocce ci siamo portati sulla cresta,scesi per 100 mt abbiamo incrociato il sentiero che conduce al colle rubinet,tacche azzurre.raggiunto il colle tenuto la dx per andare al bivacco e alla cappelle madonna degli angeli sul monte Robinet e poi raggiunto la cima di Rocciavrè,bellissima cima.Arrivati al rifugio sellieres alle 19:30 dopo 2104 mt di dislivello.
Ottima, anzi piu che ottima l' ospitalità al rifugio,ottima cena,ottimo servizio. un saluto al gestore da tutto il cai di borgo san dalmazzo


[visualizza gita completa con 5 foto]
Salita alla Cristalliera in solitaria, giornata fredda (partenza alle 6,20 da Seleiraut) e neve dura, ramponi necessari dal Lago della Manica.
Dal Lago del Laus la traccia estiva è ancora coperta di neve, costeggiare il lago a sinistra e poi risalire su neve fino a guadare l'emissario del lago: sul pendio a monte del lago si vede una traccia orizzontale, che è quella estiva che conduce poi al tratto ripido per arrivare al Lago della Manica.
Bello il ripido pendio di salita al Colle Superiore di Malanotte e il misto finale.


[visualizza gita completa]
Gita quasi tutta su neve, poco sopra il Selleries. In salita abbastanza dura e con buona tenuta, al ritorno, un po' prima delle 11, decisamente marcia ma comunque sicura, tranne pochi brevi passaggi.
Grazie a tutti i partecipanti di "Giornate di Introduzione all'Alpinismo", organizzato dal Cai Uget di Torino, ed alla nostra guida Giorgio Villosio che ha tracciato il percorso in maniera impeccabile e precisa.


[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: Strada chiusa a Pracatinat
In realtà mi sono fermato al lago La manica.
Ho tentato di salire al colle ma il traverso innevato in ombra mi ha fatto desistere (neve dura, ramponi molto utili), tanto comunque senza ramponi in cima non ci sarei arrivato.
Giornata magica, in pianura nebbia, sù un sole splendido e temperature da sola maglietta (tranne più in alto dove tirava aria).
Nessuno sul percorso, nè all'andata nè al ritorno, solo al rifugio c'erano umani (i gestori!).


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: non sottovalutare la sterrata che porta al rifugio
il sentiero è ottimo fino al lago la manica poi buono fino al colle sup. di malanotte.
Dal colle alla vetta è necessario prestare più attenzione in quanto il sentiero diventa molto ripido e sale sulla pietraia tra grossi massi (presenti scorcitoie scomode)
bella gita (in solitaria) con giornata bella e temperatura gradevole.
in vetta vista a 360 gradi


[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: strada in condizioni medie, da percorrere come sempre a passo d'uomo.
Gita sociale del Cai di Leini', 17 partecipanti, 15 in punta; attimi di paura per Carla sfiorata da grossi pietroni franati poco dopo il colle di Malanotte ma fortunatamente solo spavento e qualche sbucciatura. Giornata prevalentemente nebbiosa, qualche fugace apparizione dell'Orsiera e della punta Malanotte, rari sprazzi di sole.
Un saluto a tutta la piacevole compagnia di grandi e piccini( bravo Diego ).


[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: si arriva al rif.ma con strada in pessime condizioni
Prima gita della stagione senza sci...ancora qualche nevaietto da oltrepassare per arrivare al colle nonostante sia un versante sud,ma senza creare difficoltà
ringraziamo il gruppo alpini di fenestrelle che ha organizzato la gita con un caloroso arrivederci alla prossima!


[visualizza gita completa con 2 foto]
Bella gita ancora in veste primaverile. Si pesta neve bella compatta dal lago della Manica fino al Colle Malanotte sup. con una piccola interruzione del manto nevoso a 2/3 della salita.
Dal colle è possibile salire per pietraia scansando i tratti di neve o risalire almeno metà del dislivello rimanente a dx su canalino bello ripido di neve compatta.
Ramponi (ed eventualmente picca) non indispensabili ma se li si ha dietro si possono anche usare..
La gita dovrebbere rimanere in queste condizioni ancora per un po' (salvo improvvise megascaldate) visto che di neve ce ne ancora parecchia..

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: tratto stradale accessibile fino a Selleiraut
Da Selleiraut con Danilo e Roby, tutto terreno fino al rif.Selleries, misto terra/neve dal rifugio fin sopra il lago della Mutta dopo obbligo di ramponi e picozza.
Il tratto vicino alla cascatina prima del lago della Manica presenta un pendio molto ripido in ogni caso da li fino in punta l'abbondante presenza di neve rende la gita molto divertente ed impegnativa.
Peccato x la giornata nuvolosa.
Ottima mangiata al rifugio.

[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: Strada x il rifugio (circa 6km) un po sconnessa
3a volta alla Cristalliera, e 3a volta senza vedere il panorama: partiti tardi (h 10,45) ma ancora con ampi squarci di sole dal Selleries siamo arrivati in cima quando ormai le nebbie spadroneggiavano (come da previsione).
Percorso ben segnato con vecchi ma ancora visibili segni biancorossi sino al colle superiore di Malanotte, e poi con numerosi ometti sino in cima.
Con I. e Claudia 4wd, oggi un po' frenata causa regolamento parco Orsiera.
Incrociata solo una cerva durante la discesa ,che ha attraversato il sentiero all'altezza del lago La manica pochi metri davanti a noi. Pioggia a dirotto dalle 17, quando ormai pero' eravamo gia' in auto.


[visualizza gita completa]
Spendida giornata

Gita DI 4 EVER GREEN:mirella,sergio, alberto ,beppe,la prima senza sci . Siamo ritornati dalnovembre scorso oltre che per la gita, per rivedere il posto dove, a causa di uno scivolone sul ghiaccio, mirella ci aveva rimesso la "protesi dentaria" (dentiera) con annessi punti di sutura questa volta un sole generoso ha impedito il ripetersi del fattaccio


[visualizza gita completa con 4 foto]
Abbinata la salita per la via normale della punta Cristalliera a quella della punta sud del monte Orsiera per il canalone est.
Tempo variabile con nebbie e sentieri in ottime condizioni.
Il canalone è ancora ben innevato ma si percorre bene con le dovute attenzioni.
Bella combinazione il tutto in 4 ore.



[visualizza gita completa con 2 foto]
Gita molto agevole, unica difficoltá la salita in pietraia verso la vetta.
Che bella gita, avvistati cervi e stambecchi. Panorama stupendo, visibilita' ottima. Torino, la mole e Superga visibili anche a occhio nudo. Un po' fastidiosa la salita finale in pietraia. In cima una bella croce e una bandiera di cui non conosco l'appartenenza.
Grazie Federica e Roberto per la stupenda giornata. Un grazie speciale a Roberto per il suo the' caldo.


[visualizza gita completa]
Gita di rientro in Val di Susa dal Selleries, attraverso il Colle Superiore di Malanotte e puntatina alla Cristalliera. Tempo limpido fino a tarda mattina (come d'altra parte previsto dal gestore del rifugio), poi nuvole montanti fino alle cime ma fortunatamente nessun problema di visibilità rientrando per il Vallone del Gravio. Cinghiali vicinissimi, nascosti nel bosco di ontani sotto il Piano delle Cavalle. Molto bello il tratto di Sentiero dei Franchi che riporta a Cortavetto.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Gita di rilassamento dopo la giornata al Caporal.
Io e Antonello a festeggiare il suo compleanno in vetta ... la sua prima vetta

Tempo e panorama molto bello !!!

[visualizza gita completa]
Giornata splendida fino a mezzogiorno, con panorama aperto sul mare di nubi e le cime più alte ben visibili (Monviso, Ecrins, Vanoise, Monte Rosa etc). Successivamente nebbia da circa 150 metri sopra il Colle fino alla macchina, lasciata a 15 minuti dal Selleries causa le cattive condizioni della sterrata.


[visualizza gita completa]
Tiepida giornata autunnale con cielo parzialmente velato. Il sentiero è pulito fino in cima senza neve o ghiaccio. Al ritorno dal Colle Superiore della Malanotte salito alla Punta Malanotte (circa 15' dal colle). Durante la giornata incontrato stambecchi, camosci e per la prima volta cervi. il rifugio Selleries è aperto per una meritata birra o caffè alla fine dell'escursione

[visualizza gita completa con 1 foto]
Veloce sgambata cercando di sfruttare il più possibile il leggero miglioramento del meteo. In realtà di sole ne abbiamo visto proprio pochino, qualche schiarita al mattino e poi si è di nuovo chiuso e verso le 13 ha ricominciato a piovigginare. Dai 2500 m in su ha nevicato e dal Colle Superiore di Malanotte alla cima ci sono circa 10-15 cm di neve marcia e pesante che rendono un po' insidiosa la marcia, soprattutto in discesa. Per completare la giornata siamo saliti anche alla Punta Malanotte, scendendo poi al Colle di Malanotte e completando così un anello fino al Selleries. La discesa dalla Malanotte fino a quando si incrocia il sentiero che scende dal Colle del Sabbione si svolge tutta fuori sentiero e in alcuni punti il pendio è piuttosto ripido...specie con questo stratino di neve e con le rocce bagnate bisogna fare un po' di attenzione a scegliere i passaggi giusti per cercare di evitare spiacevoli scivoloni...

[visualizza gita completa con 1 foto]
Bellissima giornata di sole, con panorami stupendi, dalle marittime alla Valle d'Aosta... Il lago della Manica era ancora in parte gelato. Era presente ancora neve fino al colle di Malanotte, facilmente evitabile, per chi lo volesse... In discesa però che divertimento!!! Saliti lungo la via di cresta per evitare le zone innevate più ripide.

[visualizza gita completa]
Partiti dalla borgata Serre Madonna della Neve quota 1473 m, salendo al Rif. Sellerie dal comodo gta. Saliti alla Cristalliera per la via normale con giro ad anello, scendendo dal Truc del Cuculo. Panorama spaziale su tutto il circondario. Montagne spoglie e desolate. Bellissimo il sentiero gta tutto calpestato da una numerosa mandria di ungulati che ha seguito fedelmente le tacche bianche e rosse, che ringraziamo per la traccia... Arrivati all'auto con le ombre lunghe di un bellissimo tramonto. Con Angelo


[visualizza gita completa]
Facile gita domenicale "per famiglie".
Peccato per la nebbia che presto era limitata al fondovalle della val chisone, quindi è rapidamente salita a formare cumuli e coprire tutte le punte vicine e lontane.
Quarta volta sulla Cristalliera per la via normale. Ora basta!

[visualizza gita completa]
Stavano riparando la strada per il rifugio ... per un po' sarà percorribile senza rischiare di lasciarci l'auto: approfittatene.
Noi ce ne siamo fatti metà a piedi!

[visualizza gita completa con 1 foto]
Divertente salita su sfasciume di rocce accatastate
Con Flavio, Walter, Nadia e Marisa


[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 06/10/17 - alexabis97
  • 01/11/16 - stemaina1975
  • 31/08/13 - leviedeinonni
  • 23/09/12 - sgargel
  • 11/07/12 - vcrespo
  • 21/07/11 - AndreaProve
  • 01/08/10 - mey3
  • 13/06/10 - Vassili82
  • Caratteristica itinerario

    sentiero tipo,n°,segnavia: sentiero 339 per il Colle Superiore di Malanotte
    difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Sud-Ovest
    quota partenza (m): 2023
    quota vetta/quota massima (m): 2801
    dislivello salita totale (m): 778

    Ultime gite di escursionismo

    25/05/19 - Evigno (Pizzo d') o Monte Torre da San Bartolomeo al Mare, anello per Pizzo Aguzzo - Bubbolotti
    Anello molto lungo: oltre 30Km gran parte dei quali su sentiero. Fatto come da descrizione tranne una variante sotto il Col di Mea e l’aver scelto di seguire per intero la strada al rientro senza de [...]
    25/05/19 - Caja (Bric la) e Bric Olivengo da Dronero, anello - massimo66
    Per la verità la gita presenta poche possibilità di panorami...ma a me piace camminare nei boschi. Salita nella valletta Archero e discesa seguendo il bellissimo sentiero delle Croci di Dronero..pas [...]
    25/05/19 - Tolomon (Bec) e Morgnettaz da Arbusseyes, anello per Cerise - Andrea81
    Di certo non si è una gita che resterà nella memoria. Partito un paio di tornanti sotto Arbusseyes per reperire il sentiero n.1 (non ci sono paline indicatrici) che sale a fianco di un casolare diro [...]
    24/05/19 - Confier (Pian) da Doblazio per Frassinetto e discesa per Navetta - laika58
    Oggi gita inedita per seguire il giro d'Italia - Con un amico sono partito da Cuorgnè, saliti a Priacco, poi per sentiero alla Bastiglia, lieve discesa e risalita a Borgiallo, proseguito per Colleret [...]
    24/05/19 - Ciarmetta (Monte) da Foresto per il Truc San Martino e Fugera - marino11
    Partiti dal parcheggio sotto la cava e seguito il sentiero che costeggia il crinale sopra la medesima. E' una traccia evidente ma senza marcature anche se un po' esposta, quindi si perviene ad un dos [...]
    23/05/19 - Carmo del Finale (Monte) o di Loano da Ranzi - LuCiastrek
    Di primo mattino la giornata non si presentava delle migliori anche se le previsioni erano altre, strada facendo mi sono immerso nella nebbia, poi raggiunta la cresta sud ha cominciato ad aprirsi e mi [...]
    23/05/19 - Aquila (Punta dell') e Cugno dell'Alpet da Alpe Colombino - Roby Candela
    Tutto pulito fino a circa quota 1970m, poi neve su tutto il versante nord, molto molle fino all'ultimo casotto