Rouges de Triolet (Monts) Seconda Punta Centrale Les Chamois Volant

note su accesso stradale :: ok
La via è ben spittata (facile trovare la linea). L'attacco è visibile grazie ad un cordino bianco sul primo spit. I friends non servono a molto (per precauzione magari 0.3, 0.5 e 0.75 BD). Il grado è molto morbido, forse come hanno scritto altri IV/IV+ con qualche passaggio di V.
La discesa è molto laboriosa. Bisogna trovare le calate dalla EST.. dopo il colletto tra le due vette sarebbe consigliabile scendere la cresta proteggendosi un po' qua e la fino a trovare una sosta "utile". Noi invece la prima calata l'abbiamo fatta dal primo masso che si incontra (fettuccia + cordone che abbiamo lasciato) andando decisamente a sinistra (faccia a monte). Per evitare possibile (e probabile) incastro di corde sarebbe meglio calarsi 10mt circa, e raggiunta la cengia sotto, andare a sinsitra (faccia a monte) proteggendosi (nut incastrato) fino a reperire la sosta. Da li seguire la linea degli spit (tenendo tendenzialmente la sinistra, faccia a monte) fino all'attacco delle vie. Infine bisogna reperire gli ometti per arrivare fino al diedro di accesso (ora attrezzato con una corda fissa).

[visualizza gita completa]
Via in ordine, serrati alcuni dadi alle soste, battuto un piccolo spiazzo nel nevaio all'attacco.
L1, volendo, ancora aggirabile su rampa nevosa.
Discesa dalla Est abbastanza avventurosa. Crestina in conserva, poi, raggiunta la seconda cima, ci siamo calati di 60m puliti su un grosso blocco cubico affacciato su strapiombino e placche... nessun incastro, solo un pò di attrito attorno al blocco. Dalla base delle placche traversato a destra (15m, III). Qui calati da sosta a spit per 61 metri. Poi discesa più tranquilla con doppie normali.
Consigliabile farla tutta in scarponi

[visualizza gita completa]
Una lunga e non difficile via su roccia fantastica ed in ambiente magnifico.
La salita è poco esposta, lievemente discontinua, le protezioni distanziate e le doppie un pochino laboriose.
Generosi i gradi riportati sulla relazione di Gulliver (molto, molto IV; poco poco V)
Accoglienza al rifugio Dalmazzi ottima e gestori gentilissimi.
Pierfrancesco Brignolo, Giovanni De Rosa


[visualizza gita completa]
Con manuel_c. Confermo le sue valutazioni: la via è senza dubbio più blanda di quanto descritto su Gulliver. Le doppie sono una grande sfacchinata. Di pregio, senza dubbio, solo il panorama, in particolare la vista sul Dolent.
Con manuel_c


[visualizza gita completa con 4 foto]
La difficoltà qui indicata su Gulliver è ben al di sopra di quello che in realtà si incontra sulla via. Anche relazioni di topo tedesche che trovate al Dalmazzi indicano tiri di 5c/5b ma sulla via del 5 non c'è nemmeno l'ombra. Alcuni tiri si riducono a "scramble". Credo che la relazione originale di Motto sia la più attendibile (4/4+, appoggiato). Mai faticosa, mai esposta, semplice nel reperimento dell'itinerario (primo spit di ogni tiro con cordino bianco agevola l'individuazione). Messo un friend in 700 m. di via... lasciateli a casa!
Saliti in 4h, ridiscesi in doppia sulla via... in 5h (vedete voi se è il genere che vi interessa)! Andare a prendere le doppie di "Profumo & Co" ci è sembrato laborioso.
Oggi test di cordata nuova, con Marco
Emanuele Camera


[visualizza gita completa]
Salita molto abbordabile come grado (i passi realmente di V sono pochi e mai sostenuti, i tiri si concatenano velocemente) ma discesa molto lunga. Pare sia possibile, sia dal termine della via, sia dal 15° tiro, traversare arrampicando (IIIgrado) verso l'uscita delle vie "we are the champion, profumo proibito, ecc", riducendo così il numero delle doppie (chiedere al gentilissimo gestore). Noi, anche causa nebbia, abbiamo preferito scendere sulla via di salita.
Bella via. Grande balconata sul bacino del Triolet con visuali stupende sulle cime circostanti. Arrampicata sempre "decontractee", facile da trovare, su roccia complessivamente ottima. Ben chiodata. Abbiamo preferito fermarci al 15°tiro per non dilungarci troppo sulle doppie (discesa molto lunga, tenerne conto). Con un po' di attenzione e di fortuna non si rischiano troppi problemi di incastro. In almeno 2 punti si può scendere disarrampicando/camminando con un po' di attenzione, risparmiando tempo ed evitando aspersioni (qualche ometto indica la direzione). Con Roberto, stragoduto. Finalmente una salita dopo 10gg in Dolomiti a prendere acqua e neve.


[visualizza gita completa con 1 foto]
note tecniche: grande course che unisce il classico ed il moderno,grande parete, ambiente severo e chiodatura a spit,che non banalizza la scalata vista comunque la necessità di avere un poco di naso per individuere in qualche punto la linea di salita. noi abbiamo integrato solo tre volte su 18 tiri,le difficoltà sono abbastanza omogenee con i primi tre tiri un poco piu' impegnativi,i tiri di 3 si possono fare in conserva protetta,ma comunque non cambia molto in termini di tempo se si viaggia a tiri alterni.Noi abbiamo attacato alle 8,15 ( abbastanza freddo) ed arrivati in cima alle 12,45.Le doppie sono eterne,ma comunque non si sono mai incastrate,con attenzione e un po di fortuna si riesce a scendere in tre,max quattro ore (sono 18 doppie), insomma se tutto va per il verso giusto e la cordata è omogenea e pratica di manovre è veramente un bellissimo viaggio,con un panorama emozionante.da non perdere per gli amanti del genere.
Note personali: grande soddisfazione per un qualcosa che pensavo di aver messo da parte,un ringraziamento sincero al socio gulliveriano alkurtz,che pur non avendo mai scalato con me,mi ha concesso fiducia per questa impresa a solo 4 mesi dall'operazione al ginocchio,ed ha rotto il ghiaccio sul primo tiro, veramente un buon feeling, sicuramente una giornata perfetta,di quelle che si raccontano con piacere.

[visualizza gita completa]
Gita effettuata con AlbertoC; vale il consiglio delle scarpe da ginnastica nel sacco

[visualizza gita completa]
Bella via, anche se moderna, di stile "montagnard". Roccia e ambiente splendidi. Ci siamo fermati alla sosta 14 evitando gli ultimi 3 tiri per non fare tardi. Non fate come noi: con le scarpette da arrampicata doppie interminabili e, come dice Boldi, "dolore, dolore incommensurabile"! Portatevi delle scarpe da ginnastica per la discesa, ne vale la pena!

[visualizza gita completa]
Salita piacevole e panoramica.
Avremmo voluto essere sull'Aiguille Savoie, ma per raggiungere l'attacco della via "Favola d'Amore" occorre portarsi a monte dei "Gemelli" e quindi fare un'ampio giro fin sotto la parete.
L'avvicinameto indicato da Motto, da noi seguito, non è percorribile, poichè il ghiacciaio è molto seraccato e non si riesce a passare, mentre nel canale sotto i gemelli presenta roccie bagnate al posto del ghiaccio.
Fattibile invece l'avvicinamento alla cresta Preuss.
Tutte le vie del bacino dovrebbero essere pulite, anche se sabato erano bagnate e gelate le vie del settore: "Le rouge te le noire".

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 17/07/10 - BERGHEIL82
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: 5c :: 5a obbl ::
    esposizione arrampicata: Sud
    quota base arrampicata (m): 2600
    sviluppo arrampicata (m): 710
    dislivello avvicinamento (m): 850

    Ultime gite di arrampicata

    25/08/19 - Mucrone (Monte) Venervia, la via del venerdì - c.ale
    Arrivato in punta al Mucrone per questa via. Lo so che qui è normale ma teppe erbose e nebbia la fanno da padrone. Il passo duro è un 5c bello pieno e col bagnato una meraviglia! Nel complesso car [...]
    25/08/19 - Montbrison (Tenailles de) La Fiesta del Sud - popeantonio
    Ambiente e roccia eccezionali. Via con molteplici stili di scalata, prevalentemente tecnica, molto ben protetta (comunque un paio di friend medio-piccoli si mettono volentieri nel tiro di fessura). Ri [...]
    24/08/19 - Scoglio del Lup Luna calante - Sales93
    Concatenata dopo gemelle randelle, ottenendo così 8 bei tiri continui e su buona roccia. Sul primo tiro di gemelle è stato aggiunto uno spit alla fessura e una sosta intermedia. Secondo e quinto tir [...]
    24/08/19 - Campaccio (Monte) Trazioni? - salvonano
    Via di placca molto bella. Sicuramente una chicca per gli amanti del genere. Chiodatura un po’ distanziata i primi 4 tiri ( presenti alcuni chiodi sul terzo tiro) Ultimi due tiri chiodati ravvicina [...]
    24/08/19 - Lities (Rocca di) Sputatemi addosso - charlie49
    Le protezioni sono in ordine, giuste per non farsi male dove è più impegnativo ma non utili per azzerare. Le varie relazioni, per la maggior parte, tendono a sottogradare la via e per il mio modesto [...]
    24/08/19 - Coudrey (Monte) Olimpic Spirit - pinin
    Mi ricollego alla relazione di un paio d’anni fa (gita del 3 giugno 2017), in cui segnalavo una sorta di “variante al secondo tiro” con sosta fantasma circa 8 metri a destra dell’originale, ma [...]
    24/08/19 - Torre Piccola di Falzarego Via Comici - Red Fab
    Via corta, facile e con avvicinamento contenuto, perfetta per le giornate con il meteo incerto, come oggi. In via più materiale di quanto pensassimo: abbiamo usato una serie di friend BD dallo 0.3 a [...]